La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Laudit: uno strumento di confronto Ivano Cerretini Miria Lucchesi Sez. Accreditamento e sicurezza del paziente Azienda USL 3 PT Staff Direzione Aziendale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Laudit: uno strumento di confronto Ivano Cerretini Miria Lucchesi Sez. Accreditamento e sicurezza del paziente Azienda USL 3 PT Staff Direzione Aziendale."— Transcript della presentazione:

1 Laudit: uno strumento di confronto Ivano Cerretini Miria Lucchesi Sez. Accreditamento e sicurezza del paziente Azienda USL 3 PT Staff Direzione Aziendale

2

3 It may seem a strange principle to enunciate as the very first requirement in a hospital that it shold do the sick no harm Più di un secolo fa, Florence Nightingale indicava, con una consapevolezza che allepoca non era certamente di molti, la necessità di garantire che i pazienti non si trovassero a dover soffrire anche per lindesiderate conseguenze dellassistenza loro prestata, in aggiunta a quelle dovute alla loro malattia. Laudit in ambito sanitario è stato introdotto da Florence Nightingale, infermiera e statistica, nel 1854, durante la guerra di Crimea in relazione allelevata mortalità dei pazienti sottoposti ad intervento chirurgico. Dopo lapplicazione del metodo di analisi, in base ai risultati ottenuti,vennero introdotte rigorose misure preventive che consentirono la riduzione dei tassi di mortalità dal 40% al 2%. Laudit clinico: quando nasce

4 dal lat. audio, is, ivi, itum ire: udire, ascoltare, aver udito Storia del termine

5 Tra il 1300 e il 1600 letimo entra tramite la lingua francese in quella inglese per significare verifica, valutazione, esame e per descrivere unattività particolare, quella della revisione dei conti, dato che questi originariamente venivano presentati in forma orale. Storia del termine Wienand U. – QA – Volume 19 Numero 2: PP.82-90

6 Evitiamo equivoci nei termini

7 Il termine audit da solo può assumere una serie di significati diversi, tutti nello spazio semantico diVERIFICA

8 Il termine Medical Audit viene utilizzato nel 1956 da P.A. Lembcke nellaccezione di una revisione sistematica ed una valutazione scientifica delle cartelle cliniche, per verificare i risultati delle pratiche clinico-assistenziali. Storia del termine Wienand U. – QA – Volume 19 Numero 2: PP l obiettivo vero e proprio dell audit medico è ciò che Codman chiamava END RESULT. La diagnosi e trattamento hanno prodotto il massimo di cura o miglioramento clinico che ci si poteva aspettare?

9 Nel 1992 si riunisce il Clinical outcome group, formato da medici ed infermieri, e nel 1993 si inizia a parlare di Clinical Audit (invece che Medical Audit) comprendendo anche il contributo delle altre professioni sanitarie alla qualità delle cure. Storia del termine Wienand U. – QA – Volume 19 Numero 2: PP.82-90

10 Che cosa è laudit clinico Laudit clinico è un processo di miglioramento della qualità, che cerca di migliorare lassistenza al paziente e gli outcome attraverso una revisione sistematica del processo assistenziale, mediante dei criteri precisi e limplementazione del cambiamento Sono valutati sistematicamente aspetti della struttura, dei processi e degli outcome dellassistenza, in rapporto ad espliciti criteri. Dove è indicato, sono implementati i cambiamenti a livello individuale, di team o di servizio e sono effettuati successivi monitoraggi per confermare il miglioramento dellassistenza sanitaria erogata. Usare i dati per guidare il miglioramento

11 Processo che parte da singoli eventi in diversi settori (errori di prescrizione, errori di comunicazione, ritardi nella diagnosi, perdite di pazienti al follow up etc.), che vengono sottoposti a valutazione strutturata nellambito del team, con criteri di peer review Significant Event Audit Versione light della RCA

12 LAudit Clinico GRC è un audit di processo finalizzato alla revisione di eventi significativi, aventi per obiettivo lindividuazione delle criticità organizzative e le relative ipotesi di miglioramento. Gli Audit Clinici sono da intendersi come revisione tra pari, interdisciplinare ed interprofessionale AUDIT CLINICO GRC molto simile a SIGNIFICANT EVENT AUDIT

13 Clinical Audit Clinical Governance Clinical Governance Openness Education & training Education & training Clinical effectiveness Clinical effectiveness Research and Development Research and Development Risk Managemennt Risk Managemennt Audit clinico sistematico Strumento della clinical governance Quale strumento della Clinical Governance, laudit clinico, si basa sulla revisione sistematica della documentazione clinica e costituisce un processo clinico di miglioramento della dimensione tecnico-professionale della qulaità delle cure

14 Per documentare e valutare la qualità delle prestazioni e dei servizi erogati ed innescare un processo di MCQ, DOBBIAMO : 1.Tradurre in percorsi P ercorsi D iagnostico- T erapetico- A ssistenziali linee guida Evidence Based Practice attraverso gruppi di lavoro multidisciplinari e trans professionali 2.Identificare e validare un set di criteri e indicatori condivisi che permettano una misurazione continua della qualità a livello di processo, struttura ed esito. 3.Identificare e validare standard riconosciuti e condivisi di best practice. 4.Pianificare un confronto sistematico tra ciò che viene fatto (indicatore) e quanto si dovrebbe fare (Standard) attraverso AUDIT CLINICI PDTA: rappresenta il risultato delladattamento locale delle LG, tiene conto delle specifiche caratteristiche organizzative e gestionali del contesto di applicazione. FARE GOVERNO CLINICO

15 Sostanzialmente si tratta di una applicazione del Ciclo della Qualità su temi strettamente professionali, confrontandosi con livelli di qualità tecnica stabiliti a priori.. 5. Realizzare il cambiamento 3. Osservare la pratica e raccogliere dati 1. Identificare lambito e lo scopo 2. Definire criteri, indicatori e standard 4. Confrontare i risultati con con criteri e standard Il Ciclo e al spirale dellaudit clinico

16 Dalla teoria … alla pratica E NOI?

17 Audit di sistema* Audit occasionale** Audit clinico Contenuti professionali Revisione tra pari Sistematicità NO SI NO SI * Accreditamento, certificazione **Discussione di casi clinici

18 Rappresentazione del processo attraverso una Flow Chart (ricostruzione logico-sequenziale delle attività svolte, nonché dei risultati) PDTA Tradurre in percorsi Percorsi Diagnostico-Terapetico-Assistenziali linee guida Evidence Based Practice attraverso gruppi di lavoro multidisciplinari e trans professionali

19 Identificare e validare un set di criteri e indicatori condivisi che permettano una misurazione continua della qualità a livello di processo, struttura ed esito. Identificare e validare standard riconosciuti e condivisi di best practice

20 Confronto tra pari, interdisciplinare, multiprofessionale….

21 Audit di sistema* Audit occasionale** Audit clinico Contenuti professionali Revisione tra pari Sistematicità NO SI NO SI * Accreditamento, certificazione **Discussione di casi clinici

22 Diagramma di flusso Tratto da USL3 Pistoia- Dott. Raffaella Giannini

23 Audit di sistema* Audit occasionale** Audit clinico Contenuti professionali Revisione tra pari Sistematicità NO SI NO SI * Accreditamento, certificazione **Discussione di casi clinici

24 Parellelismi tra autorizzazione e certificazione Allegato A Regolamento di attuazione legge 51 (DPGRT 61/R) …i requisiti organizzativi per l'autorizzazione come primo nucleo di un Sistema di Gestione per la Qualità Politica, obiettivi e attività Risorse Umane, strutturali e tecnologiche Linee Guida, regolamenti, Processi Valutazione e MCQ Informazione allutenza Sistema informativo

25 Check List per AUDIT di Sistema Dalla teoria … alla pratica

26 Al cuore del concetto di clinical governance cè il concetto di accountability: I professionisti sanitari non solo devono cercare di migliorare la qualità dellassistenza, ma devono essere anche in grado di dimostrare che lo stanno facendo. Dalla teoria … alla pratica

27 Buone Pratiche per la sicurezza del Pz OGGETTO DELLA VERIFICAN° Mani pulite3 STU4 Prevenzione infezioni da CVC1 Appropriatezza terapia antibiotica1 Sorveglianza resistenza1 M&M4 Incident Reporting4 Audit clinico4 Prevenzione delle cadute1 Corretta identificazione del paziente 3 Prevenzione distocia di spalla1 Emorragia post-partum1 Sistema gestione qualità1 Prevenzione TPV1 TOTALE VERIFICHE NEL AUDIT M iglioramento C ontinuo della Q ualità 33 Verifiche Interne nel 2009

28 Legge Regionale 51/2009 e suo regolamento attuativo Diminuzione delle risorse Monitoraggio azioni di migliroamento e loro realizzazione Organizzazione dei piani di audti e loro diffusione Confronto Miglioramento continuo della pratica clinica Crescita professionale

29 GRAZIE PER LATTENZIONE


Scaricare ppt "Laudit: uno strumento di confronto Ivano Cerretini Miria Lucchesi Sez. Accreditamento e sicurezza del paziente Azienda USL 3 PT Staff Direzione Aziendale."

Presentazioni simili


Annunci Google