La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La rete Internet E una rete di TLC a pacchetto, con topologia magliata irregolare, che permette linterconnessione a livello mondiale di un numero sempre.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La rete Internet E una rete di TLC a pacchetto, con topologia magliata irregolare, che permette linterconnessione a livello mondiale di un numero sempre."— Transcript della presentazione:

1 La rete Internet E una rete di TLC a pacchetto, con topologia magliata irregolare, che permette linterconnessione a livello mondiale di un numero sempre crescente di utenti.

2 La rete Internet è fisicamente composta da host e router, collegati mediante reti eterogenee : LAN, MAN, canali punto-punto in fibra ottica o in cavo coassiale, ponti radio, reti ISDN, reti Frame Relay, reti ATM. Per questo motivo si parla di Sistema Aperto.

3 Internet è una rete mondiale logicamente formata da un insieme di sottoreti indipendenti collegate tra loro.

4 Elementi di Nomenclatura Router: è un nodo di commutazione e instradamento, un nodo intermedio con la capacità di decidere verso quale altro nodo (router) instradare un pacchetto Host: si intende un calcolatore collegato alla rete Internet cui abbiano accesso un certo numero di utenti

5 Client e Server: ogni host può comportarsi come client, ovvero come calcolatore in cerca di servizi forniti dalla rete Internet, oppure come server, cioè come calcolatore che fornisce servizi agli utenti della rete Autonomous System: un insieme di host e router, che formano una o più sottoreti, sotto la stessa autorità amministrativa

6 Architettura e Protocolli Il mondo Internet adotta unarchitettura protocollare stratificata seppure semplificata rispetto a quella OSI. Application Transport Internet Network Interface Internet Network Interface Hardware HostRouter Message o Stream Segment IP Datagram Frame o Trama

7 Storia di Internet La nascita di Internet risale al 4 ottobre 1957 quando lUnione Sovietica lancia in orbita lo Sputnik Il Dipartimento della Difesa Americano incarica lARPA di creare un sistema di comunicazione che possa funzionare anche nelleventualità di scontro atomico ARPA, ARPANET, NSFNET (National Science Foundation Network) si passano il testimone dalla fine degli anni 50 fino agli anni 80 in una vera e propria corsa ad ostacoli che ha in sé solo lembrione del progetto americano di una rete privata militare

8 Storia di Internet Paul Baran della Rand Corporation e Leonard Kleinrock, giovane laureato dellMIT, si dividono la paternità dellidea della commutazione di pacchetto La teoria della commutazione di pacchetto prevede che la rete funzioni senza unautorità centrale con nodi indipendenti capaci di creare, trasmettere e ricevere informazioni Il battesimo di Internet avviene nel dicembre del 1969 quando quattro università americane (L.A., California, Utah e Stanford) realizzano la prima comunicazione completa

9 Storia di Internet I calcolatori o host collegati passano da 20 del 1970 a 200 del 1980 e laumento degli utenti spinge verso lesigenza di regole e standard unificati per evitare che la proliferazione di collegamenti e host si traduca nel caos totale Vinton Cerf e il socio Bob Khan, brillanti studenti americani, comproprietari di una società di sw, pubblicano nel 1974 il Protocollo TCP : una vera rivoluzione che ha in sé i principi di quello che diverrà il protocollo TCP/IP. Si tratta di un linguaggio unificato capace di fare da veicolo tra macchine a distanza quale che sia il canale utilizzato in modo da mandare messaggi da qualunque nodo alla giusta destinazione

10 Storia di Internet Lo sviluppo di microcomputer ad opera della DE e AT&T permette di disporre di macchine alternative ai grossi e costosi sistemi IBM. LAT&T sviluppa anche un programma, lo Unix, capace di approntare sw diversi e usarli contemporaneamente e un protocollo, lo UUCP (Unix to Unix Communication Protocol) che consente a computer che usano Unix di colloquiare attraverso modem e la ordinaria linea telefonica Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti non sottopone il protocollo TCP/IP al segreto militare e nel 1980 lo annovera fra i beni demaniali

11 Storia di Internet NSFNET decide di non creare linee dedicate per connettere in rete chi ne fa richiesta ma decide di supportare le ricerche volte alluso della semplice linea telefonica Lunione Vax-Unix-TCP/IP e il lavoro della Apple Macintosh, che nel 1984 installa sui suoi computer un sw a finestre ed icone, gettano le basi per confezionare il prodotto che ad oggi ha trovato una diffusione mondiale Alle soglie degli anni 90 gli host collegati sono per arrivare a metà degli anni 90 a

12 Storia di Internet Internet offre vari servizi: posta elettronica, trasferimento file e collegamento a distanza, ma manca uno strumento capace di mettere ordine nellenorme volume di file e messaggi che transitano nella rete Nel 1991 Tim Berners-Lee, laureatosi ad Oxford e ricercatore del CERN, pubblica il World Wide Web: proposta per un progetto di ipertesto. Berners-Lee propone lipertesto ossia un programma che permette linterazione tra chi entra in rete e chi immette documenti. Si tratta di un corpo unico formato da un insieme di possibili rimandi che permettono di spostarsi da un testo ad un altro, secondo la scelta dellutente

13 Storia di Internet Il WWW è un Ipertesto Multimediale distribuito sullintera rete Internet che consente laccesso immediato a qualunque posizione o porzione di testi, immagini, video, suoni, musica, ecc…, di prodotti in generale, mantenuti da milioni di persone diverse La vera esplosione commerciale di Internet avviene grazie alla nascita di programmi di navigazione o browser che consentono un facile spostamento da un documento ad un altro (Netscape, Internet Explorer, ecc…) e grazie allo sviluppo di Motori di Ricerca (Yahoo, Altavista, Google, ecc…) Nel 1996 entrano in gioco linguaggi quali JAVA e VRML (Virtual Reality Modelling Language) che introducono la terza dimensione negli spazi virtuali

14 Storia di Internet Si sviluppa il concetto di Intranet : una vera e propria rete singola a carattere privato che si organizza sui medesimi standard di comunicazione tipici di Internet

15 Principali Componenti Le principali componenti tecnologiche attraverso le quali opera oggi il web sono: Il linguaggio HTML (Hypertext Markup Language) Il metodo di indirizzamento URL (Uniform Resource Locator) Il protocollo HTTP (Hypertext Transfer Protocol)

16 Il linguaggio HTML E il linguaggio in cui sono scritti i documenti web e che ne consente una formattazione logica per renderli visualizzabili attraverso i browser web. Permette anche una descrizione dei legami ipertestuali specificando particolari elementi detti ancore che usano opzioni del tipo href :URL il cui formato è : [protocollo:][//nome server/]dettaglio_risorsa

17 Protocollo : es. HTTP, FTP, Telnet, o protocolli di posta elettronica; Nome Server: è in forma simbolica o può essere anche un indirizzo web IP Dettaglio Risorsa: è un file oppure un indirizzo (anche di posta elettronica)

18 Il Protocollo HTTP Il protocollo comunemente usato per realizzare lo scambio di informazioni tra browser (client) web e server web è il protocollo http che usa il protocollo TCP a livello Trasporto secondo la procedura. Apertura di Connessione : il browser contatta il server specificato nella URL con il protocollo HTTP Richiesta: il browser richiede un servizio con i Dettagli della Risorsa specificati Risposta: il server comunica al browser lesito della richiesta e gli eventuali risultati relativi alla richiesta inoltrata Chiusura della Connessione: la connessione si chiude

19 Il web consente anche di richiamare programmi e accedere a basi di dati. In particolare un qualunque programma richiamato da un server web è detto Gateway. Esso è richiamato con una URL, nel formato già specificato, attraverso un meccanismo di comunicazione detto CGI (Common Gateway Interface)

20 Common Gateway Interface Nel CGI : 1. Lutente attraverso un PC sul quale è installato un browser web richiede al server web di collegarsi con uno specifico Gateway, specificando file e directory nei Dettagli della Risorsa. Riempie una maschera o form, scritta in HTML e la invia (comando submit) 2. Il server web contatta il Gateway, gli trasmette i parametri inseriti nella form con varie metodologie (post o get) 3. Il Gateway svolge la propria funzione processando i parametri ricevuti e accedendo anche ad una base di dati

21 4. Il Gateway restituisce i risultati al server web corredandoli di informazioni di servizio 5. Il server web trasferisce i risultati al client (browser) web e da qui allutente, che interagisce col client con opportune interfacce

22 CONCLUSIONI In conclusione possiamo dire che Internet è una Federazione di Reti che collegate attraverso semplici Router comunicano usando la tecnica a commutazione di pacchetto attraverso una medesima famiglia di protocolli TCP/IP. Questa rete è distribuita in tutto il mondo e conta allo stato attuale milioni di utenti : i suoi nodi sono semplici computer collegati alla linea telefonica tramite modem.

23 Aspetti Pratici : errori segnalati dal browser ERROR 400 – Bad request: questo errore indica che il server non trova lindirizzo richiesto ERROR 401 – Unauthorized user: questo errore ha origine da siti Internet protetti il cui accesso è ristretto ERROR 404 – File not found : appare quando il server non riesce a trovare il documento richiesto

24 Glossario Activex : è un linguaggio di programmazione ideato dalla Microsoft e orientato alla creazione di applicazioni per Internet. E spesso considerato un concorrente del linguaggio Java Agenti : programmi intelligenti in grado di svolgere con un certo grado di autonomia compiti quali la ricerca di informazioni inrete, ecc… ASCII (American Standard Code for Information Interchiange) : approvato dallANSI alla fine degli anni 60. Uno dei codici più diffusi per la rappresentazione di simboli numerici e alfabetici. LASCII non prevede lettere accentate ANSI : un primitivo ma diffuso emulatore di terminale; la sua funzione è quella di determinare come devono essere visualizzati i dati che provengono dal computer remoto

25 Glossario Applet : applicazione Java di norma richiamata da una pagina html Archie: strumento per la ricerca di file allinterno della rete Backbone : dorsale per le reti ad alta velocità che collegano gli host più potenti e che veicolano la maggiore quantità di informazioni Baud : i Baud indicano in modo approssimato la velocità di comunicazione di un modem (sono simboli per secondo). Come unità di misura si preferiscono i bit per secondo BBS (Bulletin Board System) : sistema telematico tipicamente amatoriale che costituisce una sorta di bacheca elettronica BitNet (Because Its Time Network : È il momento di mettersi in rete) : una rete di computer che dà spazio a un gran numero di conferenze nellambito della ricerca scientifica Browser : programma per la visualizzazione di pagine web

26 Glossario Chat : conversazione via tastiera tra gli utenti di due computer collegati attraverso una rete telematica CSS (Cascading Style Sheets) : fogli stile collegati a documenti codificati con un linguaggio di marcatura come HTML. Determinano le modalità di visualizzazione dellinformatica codificata Dominio : la parte destra di un indirizzo internet, ad esempio tin.it di Download : il prelievo di un file da un computer remoto. La spedizione è detta upload electronic mail Extranet : reti con tecnologie TCP/IP il cui scopo è connettere fra loro in maniera protetta reti locali geograficamente lontane FAQ (frequently Asked Questions) : una collezione di risposte alle domande più frequenti

27 Glossario Flame (fiammata) : è un messaggio polemico. Ne abbondano le chat o le conferenze non moderate Freeware : software gratuito FTP : protocollo per il trasferimento di file GIF : Grafic Interchange Format. Sviluppato dalla statunitense CompuServe. E un formato grafico molto diffuso su Internet. Riduce lo spazio di occupazione delle immagini. Può visualizzare un massimo di 256 colori contemporaneamente v Gopher : Strumento per l'organizzazione gerarchica e la distribuzione in rete delle informazioni. v Hacker : Comunemente noti come 'pirati informatici'; in realtà gli hacker nell'accezione originale erano semplicemente coloro che si divertivano a ficcare il naso nei computer altrui, con una sorta di codice deontologico che proibiva di fare danni (i veri pirati erano definiti 'cracker').

28 Glossario v Handshake :La procedura attraverso la quale due modem stabiliscono a che velocità e con che protocolli colloquiare. v Host :Computer connesso alla rete e in grado di 'ospitare' utenti o informazioni. Un sinonimo, sia pure in termini non rigorosi, è 'server'. v HTML:HyperText Markup Language. Il linguaggio con il quale si scrivono le pagine da inserire su Internet. Di facile apprendimento, ha contribuito non poco alla diffusione della rete. v Transfer Protocol: protocollo per il trasferimento di informazioni ipertestuali. Utilizzato su WWW. v IMHO:In My Humble Opinion (a mio modesto avviso). Talvolta, specie nelle conferenze di lingua inglese, certi frasi ricorrenti vengono abbreviate con delle sigle.

29 Glossario v Information push: Nome collettivo dato a tecnologie diverse che prevedono l'invio automatico all'utente di contenuto informativo, senza necessità di ricercarlo in rete. Altra espressione usata al riguardo è quella 'content delivery'. v Intranet: Rete locale che pur non essendo necessariamentre accessibile dall'esterno fa uso di tecnologie Internet. v IRC: Internet Relay Chat: chat attraverso Internet. v Java: Linguaggio di programmazione sviluppato dalla Sun e utilizzato per realizzare applicazioni distribuite in rete. v JPG, JPEG: È un altro formato grafico, insieme al GIF, molto diffuso su Internet. Riduce l'occupazione di spazio delle immagini. Può visualizzare un elevato numero di colori, ma non garantisce un'elevata definizione.

30 Glossario v linguaggio di marcatura: Linguaggio nato per segnalare, attraverso opportune istruzioni, le caratteristiche logiche di un documento e delle sue parti: ad esempio, la funzione di titolo svolta da una determinata porzione di testo. Le istruzioni di un linguaggio di marcatura sono interpretate dal browser, che decide come visualizzare la relativa informazione. v Link: Collegamento ipertestuale (per essere più esatti: ipermediale) fra unità informative. v Login: La procedura di ingresso in un host computer. v Logoff: La procedura d'uscita da un host computer. v mail-list, mailing-list: Conferenze telematiche i cui interventi vengono inviati e ricevuti attraverso la posta elettronica. v MIME: Multipurpose Internet Mail Extensions: formato per la codifica, la trasmissione e la gestione di informazione binaria attraverso la rete.

31 Glossario v motore di ricerca: Programma raggiungibile attraverso la rete e in grado di indicizzare e fornire, su richiesta dell'utente, informazioni presenti su Internet. v Netiquette: Net-etiquette, ovvero il 'galateo' della rete. v Network computer: Computer 'nato per la rete', con funzionalità locali (hard disk, software locale) limitate, ma in grado di utilizzare direttamente software di rete (ad esempio, programmi Java). v Newbie: Uno dei termini utilizzati, talvolta in senso scherzoso, talvolta in senso spregiativo, per identificare i 'novellini', coloro che usano Internet da poco. v Newsgroup. Una conferenza telematica. La partecipazione a questo tipo di conferenze non avviene tramite posta elettronica, come nel caso delle mail-list, ma attraverso specifici programmi newsreader (Netscape e alcuni altri browser includono newsreader). v off-line. Quando non si è connessi a Internet (o più in generale a un sistema telematico).

32 Glossario v on-line: Ciò che è connesso a un sistema telematico. Si dice anche degli esseri umani quando usano un computer che è a sua volta connesso. v PGP: Pretty Good Privacy: software per la crittografazione di messaggi personali molto diffuso in rete. v plug-in: Accessori software che integrano le funzioni dei browser. Ad esempio, il plug-in 'Live3D' consente al browser Netscape la visualizzazione di file tridimensionali. v POP: Post Office Protocol: protocollo per la gestione della posta elettronica. L'acronimo corrisponde anche a Point Of Presence: punto di presenza di un fornitore di accesso a Internet. v PPP:Point to Point Protocol: protocollo avanzato per il collegamento a Internet. È ormai il più usato nei collegamenti 'casalinghi' a Internet. v Prompt: È il carattere (o l'insieme di caratteri) che indica che il computer è pronto a eseguire un comando.

33 Glossario v Provider: Società o istituzione che fornisce l'accesso a Internet. ROTFL: Rolling on the Floor Laughing (rotolarsi per terra dalle risate). Una delle frasi che si trovano di frequente abbreviate nei newsgroup o nelle mail-list di lingua inglese. RTFM: Read The Fucked Manual (leggiti il fottuto manuale). Altra frase abbreviata propria delle conferenze telematiche. La si vede rivolta spesso ai principianti che fanno troppe domande banali. v SGML: Standard Generalized Markup Language. Un linguaggio per la codifica dei testi. Noto un suo sottoinsieme: lo HTML. v Server: Tipicamente, client è il programma dell'utente che chiede informazioni, server è il programma remoto che le fornisce (il server FTP ad esempio è il programma che ospita i file di pubblico dominio). v Shareware: Software che può essere prelevato e provato gratuitamente ma che prevede, dopo un certo periodo d'uso in prova, un pagamento.

34 Glossario v Sito : Termine generale con il quale si indica un computer collegato a Internet. Tipicamente è un computer che ospita informazioni (è cioè un 'server'). v SLIP: Serial Line Internet Protocol: protocollo per il collegamento alla rete attraverso una porta seriale. Spesso usato nei collegamenti 'casalinghi' a Internet, tende ormai a essere sostituito dal più avanzato PPP. v SMTP: Simple Mail Transfer Protocol: protocollo per la gestione della posta elettronica. Spamming: Lo spamming è uno dei fenomeni più fastidiosi di Internet: consiste nell'invio di una stessa , contenente di solito pubblicità, a centinaia, se non a migliaia di persone, puntando sul fatto che la posta elettronica è gratuita. Oltre a violare la netiquette e a saturare le Rete con messaggi inutili, lo spamming in Italia viola la legge 675/96 sulla tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Il termine deriva da "Spam", una marca statunitense di carne in scatola. v Streaming audio (e video) :Tecnologie che permettono la trasmissione continua e progressiva di flussi di informazione audio (e video), permettendo la realizzazione di vere e proprie 'stazioni trasmittenti' di rete v SysOp: System Operator. Tipicamente, chi si preoccupa della gestione di un server.

35 Glossario v TCP/IP :Transmission Control Protocol/Internet Protocol. L'insieme di convenzioni tecniche che stanno alla base di Internet e che consente lo scambio di dati tra i computer in rete. v telnet: Protocollo di collegamento che trasforma il nostro computer in un terminale a caratteri di un computer remoto. Il comportamento del terminale è determinato dall'emulazione utilizzata (es.: VT100, ANSI, ecc.). v Upload: vedere download. v URL: Uniform Resource Locator. Lo strumento con il quale si rappresentano le coordinate di un sito o di una informazione presente su Internet. È una sorta di indirizzo elettronico. La URL del sito Internet dell'associazione culturale Liber Liber, ad esempio, è 'http://www.liberliber.it'. v Veronica :Strumento per la ricerca di informazioni all'interno dello spazio dei gopher. v VRML: Virtual Reality Modelling Language. Linguaggio utilizzato per la creazione di oggetti e ambienti tridimensionali su Internet.


Scaricare ppt "La rete Internet E una rete di TLC a pacchetto, con topologia magliata irregolare, che permette linterconnessione a livello mondiale di un numero sempre."

Presentazioni simili


Annunci Google