La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL PERDONO Percorso dellio Mi incontro per incontrarti Il perdono è un atto cosciente di volonta e di amoreAssaggioli Dario Contardo Seghi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL PERDONO Percorso dellio Mi incontro per incontrarti Il perdono è un atto cosciente di volonta e di amoreAssaggioli Dario Contardo Seghi."— Transcript della presentazione:

1 IL PERDONO Percorso dellio Mi incontro per incontrarti Il perdono è un atto cosciente di volonta e di amoreAssaggioli Dario Contardo Seghi

2 Il perdono come percorso Esperienza complessa: dinamica psicologica e spirituale; coinvolge tutte le dimensioni della persona sia spirituali, sia biologiche, sia psicologiche Esperienza complessa: dinamica psicologica e spirituale; coinvolge tutte le dimensioni della persona sia spirituali, sia biologiche, sia psicologiche Perdono= Dono super Perdono= Dono super E unesperienza che appartiene a due universi: umano e divino, ed è cerniera tra loro E unesperienza che appartiene a due universi: umano e divino, ed è cerniera tra loro

3 Loffesa ferisce Loffesa provoca disturbo e panico Loffesa provoca disturbo e panico Lio offeso rimane impotente, umiliato, in balia di emozioni che si scatenano, nella confusione, con vecchie ferite che riemergono Lio offeso rimane impotente, umiliato, in balia di emozioni che si scatenano, nella confusione, con vecchie ferite che riemergono Manovre difensive per non entrare in contatto con la nostra povertà interiore(ferite del passato): Manovre difensive per non entrare in contatto con la nostra povertà interiore(ferite del passato): Negare e rifugiarsi nellattivismo; Negare e rifugiarsi nellattivismo; Cercare di dimenticare Cercare di dimenticare Fare la parte della vittima Fare la parte della vittima Cercare il colpevole o la punizione adatta Cercare il colpevole o la punizione adatta Accusare se stessi o atteggiarsi ad eroe. Accusare se stessi o atteggiarsi ad eroe.

4 Il perdono guarisce Il perdono passa attraverso la presa di coscienza della propria povertà interiore che si manifesta con sentimenti di: Il perdono passa attraverso la presa di coscienza della propria povertà interiore che si manifesta con sentimenti di: vergogna, sensazione di abbandono, aggressività, vendetta, voglia di finirla. vergogna, sensazione di abbandono, aggressività, vendetta, voglia di finirla. Il perdono dellaltro passa attraverso il perdono di sé. Il perdono dellaltro passa attraverso il perdono di sé. Perdonare ci mette in contatto con la paura di essere rifiutati, di essere umiliati una volta di più. Perdonare ci mette in contatto con la paura di essere rifiutati, di essere umiliati una volta di più.

5 1. Riconoscere la propria ferita Imparare ad accettare la sofferenza causata dalloffesa Imparare ad accettare la sofferenza causata dalloffesa Ciò significa curarla e trasformarla a nostro vantaggio ( conosco-possiedo-trasformo) Ciò significa curarla e trasformarla a nostro vantaggio ( conosco-possiedo-trasformo) Spesso però utilizziamo dei meccanismi difensivi per non sentire quel dolore che ci sembra troppo acuto e insopportabile. Spesso però utilizziamo dei meccanismi difensivi per non sentire quel dolore che ci sembra troppo acuto e insopportabile. Diventano inutili e dannosi quando continuiamo a viverli anche una volta passato il pericolo. Diventano inutili e dannosi quando continuiamo a viverli anche una volta passato il pericolo.

6 Esercizio 1: per riconoscere la propria ferita Obiettivo: incontrare la sofferenza interiore e i meccanismi difensivi che usiamo per fuggire da essa. Obiettivo: incontrare la sofferenza interiore e i meccanismi difensivi che usiamo per fuggire da essa. Entriamo in contatto introspettivo con lesperienza delloffesa. Entriamo in contatto introspettivo con lesperienza delloffesa. Ascoltiamo nel corpo le conseguenze della ferita. Il nostro corpo registra tutto e mantiene una memoria fedele delloffesa e delle sue conseguenze fisiche e psicologiche. Ascoltiamo nel corpo le conseguenze della ferita. Il nostro corpo registra tutto e mantiene una memoria fedele delloffesa e delle sue conseguenze fisiche e psicologiche. Si cerchi di rimanere consapevoli del dolore e della tensione senza volerle cambiare o spiegare. Si cerchi di rimanere consapevoli del dolore e della tensione senza volerle cambiare o spiegare. Cerchiamo di accogliere con delicatezza e simpatia questa parte sofferente del nostro bambino interiore. Cerchiamo di accogliere con delicatezza e simpatia questa parte sofferente del nostro bambino interiore. Lascio nascere le immagini, le parole, le sensazioni senza tentare di cambiarle o eliminarle. Lascio nascere le immagini, le parole, le sensazioni senza tentare di cambiarle o eliminarle. Se non risale nulla dalla coscienza, continuo a rimanere pazientemente in contatto col mio corpo Se non risale nulla dalla coscienza, continuo a rimanere pazientemente in contatto col mio corpo

7 2.Accettare la collera e la voglia di vendicarsi Collera: Colè(greco)=Bile; ira, rabbia, furore. E un istinto salutare di difesa, dipende dalluso che se ne fa. Collera: Colè(greco)=Bile; ira, rabbia, furore. E un istinto salutare di difesa, dipende dalluso che se ne fa. Rimozione della collera: Rimozione della collera: La si proietta sugli altri e se ne ha paura La si proietta sugli altri e se ne ha paura Viene scaricata su di sé autopunendosi Viene scaricata su di sé autopunendosi Si traveste di Biasimo, critica astiosa, impassibilità del cinismo, lostilità accusatrice, la musoneria Si traveste di Biasimo, critica astiosa, impassibilità del cinismo, lostilità accusatrice, la musoneria Inevitabili somatizzazioni psicosomatiche Inevitabili somatizzazioni psicosomatiche Unico mezzo per uscire da questo pantano emozionale è ristabilire il contatto con la collera repressa e trovarle unespressione conveniente Unico mezzo per uscire da questo pantano emozionale è ristabilire il contatto con la collera repressa e trovarle unespressione conveniente

8 Buon utilizzo della collera La collera mi avverte del pericolo di essere invaso La collera mi avverte del pericolo di essere invaso Mi fa reagire di fronte alle ingiustizie Mi fa reagire di fronte alle ingiustizie Risveglia lenergia morale per affrontare il sopruso Risveglia lenergia morale per affrontare il sopruso La collera consapevolmente utilizzata in modo affermativo e non aggressivo difende i propri valori e comunica i propri bisogni La collera consapevolmente utilizzata in modo affermativo e non aggressivo difende i propri valori e comunica i propri bisogni

9 2 Esercizio: rispettare la collera e la voglia di vendicarsi Ascolta la tua collera e individua la reazione corporea corrispondente Ascolta la tua collera e individua la reazione corporea corrispondente Intensifica il tuo contatto con questa sensazione, respirando in essa come se fosse un polmone che vuoi riempire daria e poi svuotare Intensifica il tuo contatto con questa sensazione, respirando in essa come se fosse un polmone che vuoi riempire daria e poi svuotare Prendi laria con cui hai gonfiato la tua reazione corporea espressione della collera e soffiala sulle tue mani aperte davanti a te Prendi laria con cui hai gonfiato la tua reazione corporea espressione della collera e soffiala sulle tue mani aperte davanti a te Osserva la forma che la tensione corporea soffiata allesterno sta assumendo e verbalizzala Osserva la forma che la tensione corporea soffiata allesterno sta assumendo e verbalizzala Dialoga con essa: Cosa vuoi fare per me? Cosa vuoi esprimere. Ascolta la risposta e verbalizzala. Trattala da amica Dialoga con essa: Cosa vuoi fare per me? Cosa vuoi esprimere. Ascolta la risposta e verbalizzala. Trattala da amica Lascia che si trasformi. Se sei credente chiedi a Dio che ti aiutia trasformarla. Lascia che si trasformi. Se sei credente chiedi a Dio che ti aiutia trasformarla. Inspira dentro di te la trasformazione avvenuta. Inspira dentro di te la trasformazione avvenuta.

10 3.Identificare bene la propria perdita per rinunciarvi Posso scoprire che il fastidio, il dolore così acuto che mi crea è legato a sentimenti che mi portano a interpretare in modo autoflagellante loffesa subita: Posso scoprire che il fastidio, il dolore così acuto che mi crea è legato a sentimenti che mi portano a interpretare in modo autoflagellante loffesa subita: Sono maldestro e incapace Sono maldestro e incapace Sono lunico responsabile della mia disgrazia Sono lunico responsabile della mia disgrazia Capita sempre a me, sono vittima del destino Capita sempre a me, sono vittima del destino Oppure scoprire che toccano delle ferite del passato Oppure scoprire che toccano delle ferite del passato

11 3. Esercizio : per smettere di biasimarsi Quale parte di te è stata colpita? Quale parte di te è stata colpita? Che cosa hai perduto? Che cosa hai perduto? Quali attese o sogni sono stati annientati? Quali attese o sogni sono stati annientati? Quali bisogni rappresentavano? Quali bisogni rappresentavano? Dopo aver dato un nome alla tua perdita renditi conto che non è tutto il tuo essere ma solo la tua stima, o la reputazione o altro. Dopo aver dato un nome alla tua perdita renditi conto che non è tutto il tuo essere ma solo la tua stima, o la reputazione o altro. Prenditi cura di questa parte di te Prenditi cura di questa parte di te

12 3. Esercizio: per curare una ferita dellinfanzia Individua lemozione collegata alla ferita Individua lemozione collegata alla ferita Ritorna nel passato e lasciati guidare da questa emozione per individuare quando lhai vissuta da bambino o ragazzo. Ritorna nel passato e lasciati guidare da questa emozione per individuare quando lhai vissuta da bambino o ragazzo. Quando avrai raggiunto il ricordo più lontano o quello più intensamente emozionale verbalizza che cosa succede, quali reazioni hai, che decisioni prendi Quando avrai raggiunto il ricordo più lontano o quello più intensamente emozionale verbalizza che cosa succede, quali reazioni hai, che decisioni prendi Incontra quel bambino abbraccialo, rassicuralo che non lo dimenticherai, suggeriscigli di perdonare loffesa ma non forzarlo continua a tenerlo vicino a te Incontra quel bambino abbraccialo, rassicuralo che non lo dimenticherai, suggeriscigli di perdonare loffesa ma non forzarlo continua a tenerlo vicino a te

13 4. Perdonare a se stessi Ostilità verso se stessi Ostilità verso se stessi Loffesa subita apre la strada allumiliazione, alla vergogna, al senso di colpa, e rianima le ferite del passato Loffesa subita apre la strada allumiliazione, alla vergogna, al senso di colpa, e rianima le ferite del passato Fonti di ostilità Fonti di ostilità Delusione per non essere stati allaltezza dellideale sognato Delusione per non essere stati allaltezza dellideale sognato Messaggi negativi dei genitori o di persone significative Messaggi negativi dei genitori o di persone significative Mi identifico con laggressore e mi accuso Mi identifico con laggressore e mi accuso Abbiamo bisogno di perdonarci : Abbiamo bisogno di perdonarci : Per esserci creduti potenti come dei Per esserci creduti potenti come dei Per aver accettato i messaggi negativi dei nostri genitori Per aver accettato i messaggi negativi dei nostri genitori Per esserci identificati con laggressore umiliandoci e incolpandoci Per esserci identificati con laggressore umiliandoci e incolpandoci Jungh sostiene che la nevrosi nasca dalla mancanza di accettazione e di stima di sé Jungh sostiene che la nevrosi nasca dalla mancanza di accettazione e di stima di sé Dice Jungh: Sono io ad avere bisogno dellelemosina della mia amabilità, sono io il nemico che reclama il mio amore Dice Jungh: Sono io ad avere bisogno dellelemosina della mia amabilità, sono io il nemico che reclama il mio amore

14 4. Esercizio: per aiutare a perdonarsi Incontra il tuo bambino interiore Incontra il tuo bambino interiore Riconosci come si è sminuito, sgridato, accusato ingiustamente. Riconosci come si è sminuito, sgridato, accusato ingiustamente. Con grande dolcezza sussurragli che lo perdoni per le doverizzazioni che si è caricato, che non è colpa sua. Con grande dolcezza sussurragli che lo perdoni per le doverizzazioni che si è caricato, che non è colpa sua. Lascia che la comprensione e la stima di te, la pace e la compassione del tuo cuore impregnino tutto il tuo essere Lascia che la comprensione e la stima di te, la pace e la compassione del tuo cuore impregnino tutto il tuo essere

15 5. Capire chi ci ha offeso Non significa scusarlo o tanto meno discolparlo Non significa scusarlo o tanto meno discolparlo Cercare di capire che cosa ha portato laltro a ferirci allargando la conoscenza del suo contesto Cercare di capire che cosa ha portato laltro a ferirci allargando la conoscenza del suo contesto Capire significa riconoscere i precendenti dellaltro : familiari, sociali, culturali e i condizionamenti, fino alle paure e alle angosce dellaltro Capire significa riconoscere i precendenti dellaltro : familiari, sociali, culturali e i condizionamenti, fino alle paure e alle angosce dellaltro Capire significa cercare lintenzione positiva di chi ci ha offeso Capire significa cercare lintenzione positiva di chi ci ha offeso Capire significa scoprire il valore e la dignità di chi ci ha offeso Capire significa scoprire il valore e la dignità di chi ci ha offeso Capire significa accettare di non capire tutto Capire significa accettare di non capire tutto

16 5.Esercizio: Per capire chi ci ha offeso 1 Entra in te stesso, vedi chi ti ha offeso, ripassa nella mente la sua storia personale mettiti nei suoi panni nelle situazioni che lo hanno condizionato 2 Scopri la sua intenzione positiva, che cosa cercava, da che cosa si difendeva 3 Stendi un elenco di difetti che scorgi in chi ti ha offeso e riconosci che un po cè anche dentro di te quel difetto

17 6. Trovare un senso alloffesa Lo shock delloffesa rompe le nostre rigidità, ed una volta ricomposta la nostra nuova immagine siamo sicuramente cresciuti Lo shock delloffesa rompe le nostre rigidità, ed una volta ricomposta la nostra nuova immagine siamo sicuramente cresciuti Loffesa che conduce al conosci te stesso mediante il percorso del perdono: Loffesa che conduce al conosci te stesso mediante il percorso del perdono: 1 Rinuncia alla propria situazione precedente 1 Rinuncia alla propria situazione precedente 2 Momento della via di mezzo per la conoscenza di se stessi, delle ferite del passato 2 Momento della via di mezzo per la conoscenza di se stessi, delle ferite del passato 3 Riorganizzazione della propria vita e nuova partenza 3 Riorganizzazione della propria vita e nuova partenza

18 6. Esercizio: per scoprire il significato positivo della ferita Domande al proprio io interiore, alla propria saggezza interiore: Domande al proprio io interiore, alla propria saggezza interiore: Che cosa ho imparato dalloffesa subita? Che cosa ho imparato dalloffesa subita? Quali nuove conoscenze ho acquisito di me stesso? Quali nuove conoscenze ho acquisito di me stesso? Quali limiti o fragilità o ferite ho scoperto? Quali limiti o fragilità o ferite ho scoperto? Quali risorse ho scoperto? Quali risorse ho scoperto? Quali cambiamenti ha favorito loffesa? Quali cambiamenti ha favorito loffesa? In che modo proseguirò la mia vita? In che modo proseguirò la mia vita?

19 7. Aprirsi alla grazia del perdono Il perdono è come lamore: la persona incapace di lasciarsi amare o di rendersi conto che è amata fatica a dare amore agli altri Il perdono è come lamore: la persona incapace di lasciarsi amare o di rendersi conto che è amata fatica a dare amore agli altri Allo stesso modo colui che vuole perdonare se non arriva a sentirsi perdonato, difficilmente potrà perdonare a sua volta Allo stesso modo colui che vuole perdonare se non arriva a sentirsi perdonato, difficilmente potrà perdonare a sua volta


Scaricare ppt "IL PERDONO Percorso dellio Mi incontro per incontrarti Il perdono è un atto cosciente di volonta e di amoreAssaggioli Dario Contardo Seghi."

Presentazioni simili


Annunci Google