La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ACCOGLIENZA E ASCOLTO Corso di formazione Centro di Ascolto Diocesi Nardò-Gallipoli.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ACCOGLIENZA E ASCOLTO Corso di formazione Centro di Ascolto Diocesi Nardò-Gallipoli."— Transcript della presentazione:

1 ACCOGLIENZA E ASCOLTO Corso di formazione Centro di Ascolto Diocesi Nardò-Gallipoli

2 Perché ci sia vero ascolto e vera accoglienza è necessario essere consapevoli che: Laltro è creatura di Dio, creato a sua immagine e somiglianza; Laltro è creatura di Dio, creato a sua immagine e somiglianza; Laltro è mio fratello, una fratellanza che viviamo attraverso Cristo, quindi laltro mi appartiene. Laltro è mio fratello, una fratellanza che viviamo attraverso Cristo, quindi laltro mi appartiene.

3

4 La vera accoglienza nasce da un cuore libero. Vangelo di Giovanni 17,21 Giovanni 17,21...tu sei in me e io in te....

5 CI HA ACCOLTI NEL SUO AMORE COSI COME SIAMO!

6 ACCOGLIENZA ACCOGLIENZA Accogliere persone disagiate, situazioni di povertà, di dolore, di sofferenza, di solitudine, aiuterà loperatore ad una maturità progressiva!

7

8

9

10

11

12

13

14

15 IDENTIKIT DELLOPERATORE Non deve avere doti eccezionali. Non deve avere doti eccezionali. Conta solo la sua capacità di ascolto. Conta solo la sua capacità di ascolto. La capacità di offrire unaccoglienza attenta e calorosa. La capacità di offrire unaccoglienza attenta e calorosa. La gioia di sentirsi qualcuno per qualcuno La gioia di sentirsi qualcuno per qualcuno

16 Ascoltare significa: Fare il dono di uno spazio tranquillo, senza telefonini, senza interruzioni. E un fatto personale poiché ognuno lascia risuonare la parola dellaltro. E un atto spirituale attraverso il quale non solo la parola, ma laltro entra in qualche modo nella vita di colui che sa ascoltare.

17 Il primo servizio che si deve offrire al prossimo è quello di ascoltarlo. Come lamore per Dio incomincia con lascoltare la sua Parola, così linizio dellamore per il fratello sta nellimparare ad ascoltarlo. (Bonhoeffer)

18 Lascolto e il dialogo dunque, ci fanno entrare nel MISTERO delluomo e luomo entra in relazione con noi.

19 Lascolto è una porta aperta a tutte le persone che vivono sul territorio; Lascolto ci fa aprire gli occhi e il cuore sulla vita, sulla sofferenza, sulla gioia, sui problemi di chi vive accanto a noi; Lascolto non può essere una forma di assistenza (se non nelle situazioni di emergenza); Lascolto è capacità di stare di fronte alla persona, che chiede a TE operatore, una risposta. E non ad un altro! Lascolto, il dialogo e laccoglienza nascono nel silenzio, si nutrono del silenzio, perché il silenzio crea le condizioni ideali per dire parole di vita, parole giuste ed equilibrate.

20 La parola si fa presenza sul territorio PENSIAMO A QUANTA GENTE VIVE CON DIGNITA LA PROPRIA POVERTA, QUESTE PERSONE VANNO CERCATE COME HA FATTO GESU!

21 La Samaritana e Zaccheo

22 Questi episodi che sono solo un piccolo esempio di umanità da parte di Gesù ci fanno capire che la redenzione passa attraverso un incontro che ridona speranza dove ormai tutto sembrava fosse segnato in categorie che tengono luomo lontano da Dio e lo costringono allemarginazione. PER GESU IL CONSULTORIO FAMILIARE E IL CENTRO DI ASCOLTO ERA LA STRADA.

23


Scaricare ppt "ACCOGLIENZA E ASCOLTO Corso di formazione Centro di Ascolto Diocesi Nardò-Gallipoli."

Presentazioni simili


Annunci Google