La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Anno I - Lezione 1 1. Le Virtù Teologali Annotazioni FEDE - SPERANZA - CARITÀ 2.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Anno I - Lezione 1 1. Le Virtù Teologali Annotazioni FEDE - SPERANZA - CARITÀ 2."— Transcript della presentazione:

1 Anno I - Lezione 1 1

2 Le Virtù Teologali Annotazioni FEDE - SPERANZA - CARITÀ 2

3 Differenza tra Virtù e Doni dello Spirito Sia le Virtù Teologali che i Doni dello Spirito Santo ci vengono comunicati nel dono della grazia santificante. Le Virtù sono capacità di agire nellordine soprannaturale, capacità di relazionarsi con Dio Amore, credendo in Lui, affidandosi a Lui, amando Lui. I Doni dello Spirito, invece, sono capacità di lasciarsi agire da Dio, lasciarsi muovere da Dio. Le Virtù richiedono esercizio, sforzo, impegno volitivo della persona, i Doni richiedono solo docilità a lasciarsi fare. 3

4 Visione sintetica delle Virtù Teologali Aver Fede significa: Credere allamore eterno del Padre [Ef 1,4; Ger 31,3] Credere allamore nel tempo del Figlio [Gal 2,20] Credere allamore nelloggi dello Spirito Santo [Rm 5,5] 4

5 Questa Fede, se è autentica, produce una ferita damore Sapere che il Padre mi ha pensato con amore da sempre e accompagna la mia vita con ineffabile amore; che il Figlio è morto per me sulla croce e moriva pensando a me; che lo Spirito Santo riversa nel mio cuore, nelloggi, lamore del Padre e del Figlio, facendo di me una nuova creatura non può non ferirmi il cuore damore, se la ferita damore non cè, non cè neanche nessuna fede 5

6 Avere Speranza significa: Affidarsi allamore eterno del Padre Provvidenza [Mt 6,25-34] Affidarsi allamore nel tempo del Figlio Nunc Coepi [1Gv 2,1-2] Affidarsi allamore nelloggi dello Spirito Santo Nulla è impossibile a Dio [Lc 1,37] 6

7 Avere Carità significa entrare nel circuito dellamore Amare, nella sua perfezione, implica la reciprocità: un dare e ricevere, donare e accogliere, un amore che scende e un amore che sale. Chi ama apre un circuito che chiede di essere chiuso, Dio ha aperto questo circuito amandoci per primo. [1Gv 4,19] 7

8 Avere Carità significa ricevere e dare amore Il primo atto della Carità in noi è la Fede. Con la Fede, infatti, credendo allamore ricevuto riceviamo una ferita damore che permette a Dio di riversare nei nostri cuori lamore. Dalla ferita del cuore lamore di Dio entra e esce, non può uscire, ritornando verso di Lui e riversandosi verso i fratelli, se prima non entra. 8

9 Avere Carità: ricevere amore «Noi amiamo perché Egli ci ha amato per primo» – 1Gv 4,19 – Il Padre ci ha amato dalleternità Ef 1,4; Ger 31,3 Il Figlio ci ha amato nel tempo Gal 2,20 Lo Spirito Santo ci ha ama nelloggi Rm 5,5 Lo Spirito Santo rende presente a noi e ci comunica nelloggi lamore eterno del Padre e lamore temporale del Figlio 9

10 Amiamo il Padre osservando i suoi comandamenti 1Gv 5,2 Amiamo il Figlio osservando i suoi comandamenti Gv 14,21 Amiamo lo Spirito Santo amando Gal 5,22 Avere Carità: ricevere amore «Noi amiamo perché Egli ci ha amato per primo» – 1Gv 4,19 – 10

11 Avere Carità: dare amore I comandamenti del Padre sono: Ama Dio con tutto il cuore… e il prossimo come te stesso (Dt 6,5) ascoltare il Figlio (Mt 17,5) Il comandamento del Figlio è: amarci gli uni gli altri come Lui ci ha amato (Gv 13,34) 11

12 Avere Carità: dare amore «Noi amiamo perché Egli ci ha amato per primo» – 1Gv 4,19 – AMIAMO IL PADRE ACCOGLIENDO IL DONO DEL FIGLIO (LC 2,12) AMIAMO IL FIGLIO GENERANDOLO NEL NOSTRO CUORE FACENDO LA VOLONTÀ DEL PADRE (MT 12,50) AMIAMO LO SPIRITO SANTO RIMANENDO NELLAMORE DEL PADRE E DEL FIGLIO (GV 15,10) 12

13 Dimensione Cristologica delle Virtù Teologali Le Virtù Teologali sono una partecipazione dellessere di Gesù Cristo comunicateci dallo Spirito Santo per operare la nostra conformazione a Gesù Cristo. Esse hanno il compito di cristificare la nostra persona, cioè di renderci sempre più simile a Gesù Cristo, fino a quando potremo dire con s. Paolo: «Non sono più io che vivo, ma è Cristo che vive in me» (Gal 2,20) 13

14 Dimensione Cristologica delle Virtù Teologali La Fede ha il compito di cristificare la nostra dimensione intellettiva rendendoci sempre più partecipi della conoscenza che Gesù aveva del Padre. La Speranza ha il compito di cristificare la nostra dimensione affettiva, rendendoci sempre più partecipi dei sentimenti e degli affettti che muovevano il cuore divino-umano di Gesù Cristo. La Carità ha il compito di cristificare la nostra dimensione volitiva rendendoci sempre più capaci di amare come Gesù amò e ama 14

15 Suprema sintesi della Dimensione Cristologica delle Virtù Teologali La Fede è Gesù che pensa in noi La Speranza è Gesù che sente e desidera in noi La Carità è Gesù che in noi si lascia amare dal Padre e da tutti e in noi ama il Padre e tutti 15

16 Anno I - Lezione 1 16 Le Virtù Teologali Annotazioni Fine della presentazione


Scaricare ppt "Anno I - Lezione 1 1. Le Virtù Teologali Annotazioni FEDE - SPERANZA - CARITÀ 2."

Presentazioni simili


Annunci Google