La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Osservatorio Diocesano delle Povertà e delle Risorse (OPR) Diocesi Suburbicaria di Porto – Santa Rufina.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Osservatorio Diocesano delle Povertà e delle Risorse (OPR) Diocesi Suburbicaria di Porto – Santa Rufina."— Transcript della presentazione:

1 Osservatorio Diocesano delle Povertà e delle Risorse (OPR) Diocesi Suburbicaria di Porto – Santa Rufina

2 Alcune date significative febbraio – marzo 2002 presentazione ed approvazione del progetto di accompagnamento maggio 2002 incontro preliminare con Renato Marinaro settembre 2002 primo incontro delléquipe con i formatori (Cavazza, Marinaro)… quando tutto sembrava chiaro… è cominciata la vera salita!!!

3 La riflessione - progettazione interrogativo di fondo… Perché la nostra diocesi si deve dotare di un osservatorio? A quali obiettivi deve mirare?

4 Léquipe Ape poche persone con sufficienti competenze Coordinamento del progetto: Una responsabile Ambiti… Pastorale Rapporti con le istituzioni Osservazione territorio Mappatura delle risorse Tutto in… sei persone (quasi)

5 Dopo una lunga riflessione… il nostro progetto…

6 LOsservatorio: FINALITÀ ED OBIETTIVI Losservatorio è uno strumento permanente che si prefigge di raggiungere una meta (mission) attraverso un percorso fatto di osservazione, comunicazione e di coinvolgimento, mediante lindividuazione di adeguate strategie che si realizzano in azioni concrete

7 La Mission dellOsservatorio Aiutare la comunità cristiana a rilevare, mediante losservazione sistematica, le situazioni di povertà, disagio, emarginazione, esclusione presenti sul territorio diocesano, per ricostruirne levoluzione al fine di comprenderne le radici e prevederne le dinamiche di sviluppo.

8 Mediante la comunicazione dei dati emersi, rivolta alla comunità ecclesiale e allopinione pubblica, losservatorio stimola il coinvolgimento e la costruzione di una rete tra i vari attori sociali impegnati nel territorio, per suscitare proposte di intervento, ripensare modi di azione e porre le basi per lo sviluppo del senso didentità della diocesi.

9 Tre parole chiave: OSSERVARE COMUNICARE COINVOLGERE Progetto a lungo termine

10 Le strategie

11 Creare ed aggiornare una mappa dei servizi socio-assistenziali Analizzare i fenomeni emergenti, determinarne la rilevanza, identificarne le cause e possibili soluzioni Fornire strumenti di conoscenza delle risorse Ampliare la conoscenza del territorio di riferimento OSSERVARE

12 COMUNICARE Creare strumenti di comunicazione sulle attività dellosservatorio Creare materiale documentale Pubblicazione dei risultati

13 COINVOLGERE Collegare in rete le realtà impegnate di servizi alla persona Coinvolgimento degli attori sociali Coinvolgimento delle istituzioni pubbliche

14 Progetto a breve termine Obiettivi del I° anno di attività (2003): Creazione di una mappatura dei servizi socio–assistenziali presenti sul territorio diocesano Analisi delle povertà presenti nel territorio del comune di Ladispoli

15 Due momenti forti di comunicazione 18 gennaio 2003 incontro di presentazione OPR alla comunità diocesana 27 marzo 2004 convegno di presentazione dei risultati del primo anno di lavoro alla comunità civile ed ecclesiale

16 Documenti prodotti dallOPR nel suo primo anno di attività…

17 La GUIDA ai servizi socio-assistenziali Base: indagine (1999) promossa dalla Consulta Ecclesiale degli organismi socio- assistenziali sui servizi collegati con la Chiesa Cattolica in Italia Estesa ai servizi pubblici e privati Anno servizi -> 88% esistente rilevato

18 Lettura delle povertà nel Comune di Ladispoli (RM) Fonte principale: Centro di Ascolto Diocesano Altre fonti: Centri di Ascolto Parrocchiali Piano sociale di zona (F2) Osservazione del territorio Centro Diurno Periodo:gennaio-dicembre 2003

19 Relazioni e partecipazioni attivate Coordinamento nazionale OPR Rete nazionale OPR-CdA Rete regionale OPR-CdA Indagine sui vissuti familiari Piani di zona distretti socio sanitari RM F2 – RM D1

20 Nodi da sciogliere Coinvolgimento attivo delle parrocchie Visibilità dello strumento Fragilità delléquipe Coinvolgimento altre figure professionali

21 Prospettive Terminare sospesi Continuazione dei percorsi intrapresi (rete, piani di zona, coordinamento OPR) Nuova osservazione Realizzazione di una mappa della Diocesi con gli elementi rilevati Visita Pastorale Collaborazione con università

22 Valutazione dellaccompagnamento Caratteristiche: Incontri frequenti, anche grazie alla vicinanza, sia in diocesi che presso CI Riunioni con lèquipe o per piccoli gruppi Definite linee da seguire e modalità per attuarle Input sulla teoria e sulla metodologia

23 Valutazione dellaccompagnamento Elementi positivi: Possibilità di concentrarsi per un lungo periodo sulla costituzione e lavvio dello strumento Formazione permanente degli operatori Instaurazione di relazioni ed interazioni Massima disponibilità del tutor

24 Valutazione dellaccompagnamento Elementi negativi: …

25 Il lavoro visto dalla Diocesi Dal Vescovo (nuovo): Valutazione complessivamente positiva Prospettiva di diocesanità dellOPR Accompagnamento alla Visita Pastorale Dai presbiteri: Viene dalla Caritas, perciò...

26 Budget del progetto Una responsabile part-time per un anno 8.000,00 preparazione ed esecuzione interviste (88) 4.400,00 Inserimento dati 1.200,00 Varie (cancelleria, utenze, ecc) 700,00 Preparazione incontri e convegni 500,00 Materiale pubblicitario osservatorio 200,00 Rimborsi a tutor nessuno Pubblicazione della guida e del rapporto 3.000,00 TOTALE a carico della Diocesi: ,00

27 Caritas Italiana Direttore don Vittorio Nozza Tutor dott. Renato Marinaro e tutti gli amici Caritas Diocesana di Porto – Santa Rufina Vescovo Mons. Gino Reali Direttore diacono Enzo Crialesi

28 Tutti coloro che hanno collaborato a vario titolo e sostenuto il progetto Le operatrici del centro diurno Le ragazze in servizio civile I rilevatori Caritas Regione Lazio (Renata Covito)

29 Chi sogna di giorno, conosce molte cose che sfuggono a chi sogna solo di notte E. A. Poe


Scaricare ppt "Osservatorio Diocesano delle Povertà e delle Risorse (OPR) Diocesi Suburbicaria di Porto – Santa Rufina."

Presentazioni simili


Annunci Google