La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ministero dellInterno Diagnosticare per intervenire insieme a cura del Laboratorio di Sociologia e del Cantiere dInnovazione sul Benessere Organizzativo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ministero dellInterno Diagnosticare per intervenire insieme a cura del Laboratorio di Sociologia e del Cantiere dInnovazione sul Benessere Organizzativo."— Transcript della presentazione:

1 Ministero dellInterno Diagnosticare per intervenire insieme a cura del Laboratorio di Sociologia e del Cantiere dInnovazione sul Benessere Organizzativo del Ministero dellInterno Le iniziative a sostegno del Benessere in unorganizzazione complessa Dr.ssa Barbara Nardi

2 MINISTERO DELLINTERNO Benessere Organizzativo 4 Organizzazione complessa 4 Professionalità diverse 4 Attività diversificate 4 Estensione su tutto il territorio nazionale

3 MINISTERO DELLINTERNO Benessere Organizzativo 4 Riforma dellorganizzazione del Governo 4 D.Lgs. N.300 del 30 luglio Regolamento di organizzazione degli Uffici centrali di livello dirigenziale generale del Ministero 4 D.P.R. n.398 del 7 settembre 2001

4 MINISTERO DELLINTERNO Benessere Organizzativo Dipartimento per gli affari interni e territoriali Dipartimento della pubblica sicurezza Dipartimento per le libertà civili e limmigrazione Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e delle difesa civile 4 Gabinetto del Ministro 4 Ufficio Legislativo e Relazioni Parlamentari 4 Servizio di Controllo Interno

5 MINISTERO DELLINTERNO Benessere Organizzativo 4 D.P.R. n.98 del 21 marzo 2002 – Regolamento di organizzazione degli uffici di diretta collaborazione con il Ministro 4 D.lgs.n. 139/ Riforma della carriera prefettizia 4 D.M. 18 novembre 2002 – Individuazione dei posti di funzione dirigenziali della carriera prefettizia 4 Riqualificazione del personale contrattualizzato

6 MINISTERO DELLINTERNO Benessere Organizzativo 4 Organizzazione gerarchico funzionale 4 Organizzazione per processi e per progetti

7 Benessere Organizzativo Edizione Il Ministero dellInterno con la partecipazione di qualificato personale aderisce e collabora alle attività del Laboratorio e inizia la sperimentazione dellindagine in alcune strutture organizzative

8 Benessere Organizzativo Edizione Somministrazione questionario : (novembre-dicembre 2002) 4 Direzione Centrale delle Politiche dellImmigrazione e dellAsilo (Dipartimento per le Libertà Civili e per lImmigrazione) 4 Direzione Centrale dei Servizi Civili per Limmigrazione e LAsilo (Dipartimento per le Libertà Civili e per lImmigrazione) 4 lUfficio Affari Legislativi e Relazioni Parlamentari (Diretta collaborazione del Ministro) 4 U.T.G. di Enna 4 U.T.G. di Grosseto

9 Benessere Organizzativo Edizione Costituzione di: 4 Cantiere dInnovazione sul benessere organizzativo 4 (23 settembre 2003) 4 Laboratorio di Sociologia (23 dicembre 2003) 4 del Ministero dellInterno

10 Benessere Organizzativo Edizione Viene somministrato il questionario a tutti gli uffici del Dipartimento dei Vigili del Fuoco, della Difesa Civile e del Soccorso Pubblico 4 (1 marzo -5 maggio 2004) 4 Il Ministero dellInterno svolge in completa autonomia tutte le fasi della ricerca quantitativa

11 Benessere Organizzativo Edizione Attività di formazione presso la SSAI 4 Analisi dei risultati, diagnosi, e progettazione interventi presso le Prefetture-UTG di Enna (15-18 marzo 2004) e Grosseto (22-24 giugno 2004) 4 Impiego di tecniche di ricerca sociale qualitativa: 4 Interviste 4 Family groups 4 Focus groups 4 Storie di vita

12 Benessere Organizzativo Edizione Analisi dei risultati e ricerca qualitativa presso lUfficio Legislativo e Relazioni Parlamentari 4 Analisi ed elaborazione dati relativi al Dipartimento dei Vigili del Fuoco, della Difesa Civile e del Soccorso Pubblico 4 Somministrazione questionari presso le Prefetture-UTG. di: 4 Napoli (25 gennaio 2005) 4 Perugia (31 gennaio 2005) 4 Viterbo (3 marzo 2005) 4 LAquila (10 marzo 2005)

13 Al responsabile dellunità organizzativa vengono consegnati: il fascicolo completo con i risultati della ricerca un prospetto con i dati relativi alle 14 dimensioni del benessere organizzativo lesperto di Cantieri si pone in ascolto prima di decidere che cosa consigliare Dopo di che, può effettuare una o più delle seguenti proposte: Che venga convocata una riunione di tutti i dirigenti dellunità organizzativa per un lavoro di gruppo sui risultati della ricerca Che venga convocato, in orari diversi, tutto il personale dellunità organizzativa per discutere a gruppi sui risultati della ricerca Che si proceda ad uno o più colloqui individuali DIAGNOSI Colloquio con il responsabile dellunità organizzativa LETTURA DEI RISULTATI

14 DIAGNOSI Lavoro di gruppo dei dirigenti LETTURA DEI RISULTATI lesperto di Cantieri: presenta ai dirigenti i risultati della ricerca e consegna loro: un prospetto con tutti i dati relativi alle 14 dimensioni del benessere organizzativo la Gerarchia delle dimensioni il Repertorio degli interventi le schede di individuazione degli interventi propone al gruppo il seguente task: segnalare le aree critiche che risulti fattibile migliorare compilare le schede di individuazione degli Interventi formulare un piano degli interventi con i relativi tempi

15 DALLA DIAGNOSI AGLI INTERVENTI Strumenti per il lavoro di gruppo dei dirigenti La gerarchia delle dimensioni e il repertorio degli interventi 4 La gerarchia delle dimensioni 4 è uno schema che permette di conoscere le aree critiche della propria unità organizzativa ed i rapporti di pregiudizialità tra le dimensioni sulle quali intervenire 4 Il repertorio degli interventi 4 è un sintetico manuale che permette di conoscere gli interventi che possono avere efficacia su ciascuna dimensione

16 Ministero dellInterno Gerarchia delle dimensioni obiettivi chiarezza degli obiettivi comunicazione circolazione delle informazioni disponibilità allascolto tecnologie innovazione tecnologica e culturale politiche di gestione RU valorizzazione relazioni interpersonali equità di trattamento senso di utilità clima organizzativo conflittualità stress processi scorrevolezza operativa compiti lavorativi sicurezza sicurezza sul lavoro comfort confortevolezza dellambiente di lavoro dimensione critica dimensione positiva dimensione media

17 Repertorio degli Interventi sul Benessere Organizzativo DIMENSIONIINTERVENTI 1) Confortevolezza dellambiente di lavoro Ergonomia Manutenzione Prossemica Ristrutturazione Artefatti 2) Chiarezza degli obiettivi Presentazione della direttiva annuale del Ministro Presentazione degli obiettivi strategici ed operativi Riunioni di miglioramento continuo di 1° e 2° livello Riunioni di valutazione dei risultati 3) Valorizzazione del personale Colloqui di assessment Banca delle ore Formazione decentrata Formazione congiunta dirigenti-funzionari di Area C Lavoro in gruppi di processo Metabletica Mobilità interna Polifunzionalità degli operatori Progetti finalizzati Rilevazione dei fabbisogni formativi Riunioni di miglioramento continuo di 2° livello

18 Repertorio degli Interventi sul Benessere Organizzativo DIMENSIONIINTERVENTI 4) Disponibilità allascolto Counseling Dinamiche di gruppo Formazione congiunta dirigenti-funzionari di Area C Metabletica Riunioni di miglioramento continuo di 1° e 2° livello 5) Circolazione delle informazioni Comunicazione interna Lavoro in gruppi di processo Presentazione della direttiva annuale del Ministro Presentazione degli obiettivi strategici ed operativi di Area C Rituali sociali Riunioni di miglioramento continuo di 1° e 2° livello 6) Conflittualità Counseling Dinamiche di gruppo Formazione congiunta dirigenti-funzionari di Area C Rituali sociali Riunioni di miglioramento continuo di 1° e 2° livello

19 Repertorio degli Interventi sul Benessere Organizzativo DIMENSIONIINTERVENTI 7) Relazioni Interpersonali Counseling Dinamiche di gruppo Formazione congiunta dirigenti-funzionari di Area C Rituali sociali Lavori in gruppi di processi Riunioni di miglioramento continuo di 1° e 2° livello 8) Scorrevolezza operativa Benchmarking Comunicazione interna Lavoro in gruppi di processo Metabletica Polifunzionalità degli operatori Progetti finalizzati Reingegnerizzazione dei processi di lavoro Rilevazione dei carichi di lavoro Riunioni di miglioramento continuo di 1° e 2° livello 9) Equità di trattamento Colloqui di assessment Elogi ed encomi Fondo di amministrazione Rilevazione dei carichi di lavoro Rituali sociali Valutazione del personale

20 Repertorio degli Interventi sul Benessere Organizzativo DIMENSIONIINTERVENTI 10) Stress Counseling Dinamiche di gruppo Formazione outdoor Tecniche di controllo dello stress 11) Senso di utilità Artefatti Formazione congiunta dirigenti-funzionari di Area C Indagini di customer satisfaction Lavoro in gruppi di processo Polifunzionalità degli operatori Presentazione degli obiettivi strategici ed operativi Progetti finalizzati Rituali sociali Riunioni di miglioramento continuo di 1° e 2° livello 12) Sicurezza sul lavoro Informazione sulla sicurezza Manutenzione Ristrutturazione

21 Repertorio degli Interventi sul Benessere Organizzativo DIMENSIONIINTERVENTI 13) Compiti lavorativi Banca delle ore Lavoro in gruppi di processo Mobilità interna Polifunzionalità degli operatori Progetti finalizzati Riunioni di miglioramento continuo di 2° livello 14) Innovazione tecnologica e culturale Artefatti Dinamiche di gruppo Formazione decentrata Formazione sulle ICT Formazione congiunta dirigenti-funzionari di Area C Lavoro in gruppi di processo Polifunzionalità degli operatori Progetti finalizzati Rituali sociali

22 DALLA DIAGNOSI AGLI INTERVENTI I lavori di gruppo con il personale 4 distribuzione dei prospetti riassuntivi con i dati 4 lettura e discussione dei risultati 4 distribuzione del repertorio degli interventi 4 individuazione delle dimensioni sulle quali intervenire 4 individuazione delle modalità di intervento 4 formalizzazione di alcune proposte operative Lesperto di Cantieri può assegnare lapprofondimento di una o più dimensioni a ciascun gruppo di lavoro

23 DIAGNOSI I livelli di intervento STRATEGICO (lungo termine) PIANO DEGLI INTERVENTI IMPLEMENTAZIONE DEL CAMBIAMENTO (agente di cambiamento) OPERATIVO GRUPPI DI MIGLIORAMENTO Ministero dellInterno ORGANIZZATIVO

24 innovazione 2,35 compiti lavorativi 2,52 * scorrevolezza operativa 2,54 chiarezza degli obiettivi 2,39 I fattori dellorganizzazione stress 2,62 * disponibilità ascolto 2,77 circolazione informazione 2,59 conflittualità 2,46* relazioni interpersonali 2,67 valorizzazione del personale 2,17 equità di trattamento 2,03 senso di utilità 2,76 comfort 2,27 sicurezza 2,23 aspetti strutturali aspetti relazionali aspetti organizzativi Media 2,5 * Dati a polarità invertita Ministero dellInterno


Scaricare ppt "Ministero dellInterno Diagnosticare per intervenire insieme a cura del Laboratorio di Sociologia e del Cantiere dInnovazione sul Benessere Organizzativo."

Presentazioni simili


Annunci Google