La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CITTA DI ALTAMURA Relazione sulla performance Anno 2012 Art. 10 co. 1 lett. b dlgs. 150/2009 Ente : COMUNE DI ALTAMURA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CITTA DI ALTAMURA Relazione sulla performance Anno 2012 Art. 10 co. 1 lett. b dlgs. 150/2009 Ente : COMUNE DI ALTAMURA."— Transcript della presentazione:

1 CITTA DI ALTAMURA Relazione sulla performance Anno 2012 Art. 10 co. 1 lett. b dlgs. 150/2009 Ente : COMUNE DI ALTAMURA

2 INQUADRAMENTO TERRITORIALE Posizionato nel cuore del Parco Nazionale dellAlta Murgia, il Comune di Altamura è rappresentato da una struttura territoriale ed urbanistica e da una realtà economico-produttiva estremamente complessa, soggetta negli ultimi decenni a rapidi fenomeni evolutivi che hanno originato notevoli trasformazioni, spesso conflittuali, con la forte valenza naturalistica e ambientale di questarea. CITTA DI ALTAMURA Dove: Regione Puglia Provincia: Bari Zona: Italia Meridionale Popolazione al 30/12/2012: Densità per Kmq: 163,8 Superficie: 427,75 Kmq PRESENTAZIONE DELLENTE

3 La consistenza della popolazione comunale residente dal 1981 al 2010: LE DINAMICHE DEMOGRAFICHE La serie storica ed il grafico sopra riportato evidenziano un costante incremento della popolazione PRESENTAZIONE DELLENTE

4 Nel territorio altamurano sono presenti tutte le filiere, con una prevalenza in termini di fatturato e di occupazione per il comparto delledilizia, della meccanica, del mobile imbottito e dellagroalimentare. IL CONTESTO SOCIO ECONOMICO PRESENTAZIONE DELLENTE

5 Il Comune di Altamura assieme ai Comuni di Gravina in Puglia, Santeramo in Colle e Poggiorsini, unitamente alla ASL BA compongono lAmbito Territoriale per la gestione associata dei servizi sociali, a servizio di una popolazione residente di circa abitanti. IL SISTEMA DI WELFARE PROSPETTO GENERALE DEI SERVIZI/INTERVENTI PREVISTI DAL PIANO SOCIALE DI ZONA PER IL TRIENNIO SUDDIVISI PER AREA D'INTERVENTO: PRESENTAZIONE DELLENTE

6 il COMUNE DI ALTAMURA… in cifre FONTE: Bilancio di Previsione 2012 PRESENTAZIONE DELLENTE

7 il COMUNE DI ALTAMURA… la struttura organizzativa PRESENTAZIONE DELLENTE SERVIZIO PROTOCOLLO INFORMATICO SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E STUDI SERVIZIO URBANISTICA SERVIZIO STATO CIVILE - LEVA - METRICO - AUTENTICAZIONI - SERVIZIO INDUSTRIA- COMMERCIO-ARTIGIANATO- POLIZIA AMM. SERVIZIO EDILIZIA SCOLASTICA SERVIZIO PERSONALE ACQUISIZIONE - TRATTAMENTO ECONOMICO E PENSIONISTICO SERVIZIO CULTURA - SPORT - TEMPO LIBERO SERVIZIO PATRIMONIO IMMOBILIARE ED UFFICIO CASA SERVIZIO PROGETTAZIONE CONGIUNTO: (SETTORE SVILUPPO E GOVERNO DEL TERRITORIO - SETTORE LL.PP.) SERVIZIO - SVILUPPO E FORMAZIONE DELLE RISORSE UMANE SERVIZIO ESPROPRIO E SICUREZZA SERVIZIO ASSISTENZA ECONOMICA E SOCIALE UFFICIO PENSIONI INVALIDI CIVILI SERVIZIO APPALTI E CONTRATTI Servizi Finanziamenti Comunitari -programmazione e gestione delle risorse comunitarie SERVIZIO VERDE, DIFESA DEL SUOLO, ED ARREDO URBANO SERVIZIO GABINETTO DEL SINDACO, P. RELAZIONI, DECENTRAMENTO, DIFENSORE CIVICO STAFF DEL SINDACO UFFICIO STAMPA SERVIZIO AMBIENTE E TERRITORIO SERVIZIO BILANCIO E PROGRAMMAZIONE ECONOMICA SERVIZIO ELETTORALE STATISTICO SEGRETARIO GENERALE Avv. Maria Angela Ettorre SERVIZIO C.E.D. SERVIZIO SEGRETERIA SERVIZIO TRIBUTI SERVIZIO AVVOCATURA COMUNALE SERVIZIO PROVVEDITORATO E ECONOMATO SERVIZIO TUTELA PATRIMONIO RURALE, AGRICOLTURA, CATASTO SERVIZIO EDILIZIA PUBBLICASERVIZIO EDILIZIA PRIVATA SERVIZIO URBANIZZAZIONE STRADE E PUBBLICA ILLUMINAZIONE SERVIZIO MOBILITA' URBANA, TRASPORTI PUBBLICI E TRAFFICO SERVIZIO PROTEZIONE CIVILE SERVIZIO PUBBLICA ISTRUZIONE- ASSISTENZA SCOLASTICA SERVIZIO ANAGRAFE ONOMASTICA E TOPONOMASTICA SERVIZIO POLIZIA URBANA ORGANISMO INDIPENDENTE VALUTAZIONE SINDACO Dr. Mario Stacca GIUNTA COLLEGIO DEI REVISORI 2° SETTORE: BILANCIO - FINANZA - PROGRAMMAZIONE 3° SETTORE SVILUPPO E GOVERNO DEL TERRITORIO 4° SETTORE: "Servizio alla Persona" 5° SETTORE : VIGILANZA E SERVIZI 1° SETTORE AFFARI GENERALI E PERSONALE 6° SETTORE: REALIZZAZIONE E MANUTENZIONE OPERE PUBBLICHE

8 IL COMUNE DI ALTAMURA: METODOLOGIE DI VALUTAZIONE

9 IL COMUNE DI ALTAMURA: METODOLOGIE DI VALUTAZIONE (segue)

10 IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE ORGANIZZATIVA La performance organizzativa dellEnte Comune è rappresentata dalla capacità di: attuare programmi strategici realizzare attività e servizi mantenere in buone condizioni le diverse dimensioni relative al proprio stato di salute produrre impatti nei confronti dei propri cittadini, dei portatori di interesse e del territorio, IL PIANO DELLE PERFORMANCE

11 La PERFORMANCE è il contributo (risultato e modalità di raggiungimento del risultato) che un soggetto (sistema, organizzazione, unità organizzativa, team, singolo) apporta attraverso la propria azione al raggiungimento delle finalità e degli obiettivi ed, in ultima istanza, alla soddisfazione dei bisogni per i quali lorganizzazione è stata costituita. IL PIANO DELLE PERFORMANCE

12 Gli ambiti di definizione della performance organizzativa identificati dal D.Lgs. 150 e sono i seguenti: 1.lattuazione delle politiche e la soddisfazione dei bisogni della collettività; 2.lattuazione di piani e programmi; 3.la soddisfazione dei destinatari delle attività e dei servizi; 4.la modernizzazione ed il miglioramento qualitativo dellorganizzazione; 5.lo sviluppo qualitativo e quantitativo delle relazioni con cittadini e stakeholder; 6.lefficienza nellimpiego delle risorse; 7.la qualità e la quantità delle prestazioni e dei servizi erogati; 8.il raggiungimento degli obiettivi di promozione delle pari opportunità. IL PIANO DELLE PERFORMANCE: OBIETTIVI E FASI

13 Il Ciclo di Gestione della Performance: è linsieme dei processi finalizzati ad indirizzare, coordinare e controllare loperato dellAmministrazione; è scandito dalla predisposizione durante tutto larco dellanno da parte dellAmministrazione di diversi documenti; comprende ed integra una serie di cicli che sono già in essere nellAmministrazione: Il ciclo politico di indirizzo e definizione delle priorità strategiche; Il ciclo di programmazione e controllo; Il ciclo di programmazione economica, finanziaria e di bilancio; Il ciclo di gestione del personale. IL PIANO DELLE PERFORMANCE: OBIETTIVI E FASI

14 Fasi Documenti e Ruoli IL PIANO DELLE PERFORMANCE: OBIETTIVI E FASI

15 Sintesi processo di M & V della performance organizzativa NLE VARIABILI CONSIDERATE Attuazione politiche per bisogni collettività 2Grado attuazione Piani e Programmi 3Rilevazione grado soddisfazione servizi resi 4Modernizzazione e miglioramento org.vo 5Sviluppo relazioni cittadini e stakeholders 6Efficienza impiego risorse (costi e tempi) 7Qualità e quantità servizi erogati

16 Dalle linee programmatiche agli obiettivi strategici ed operativi Programma 7 linee di mandato Cod. O/S Ambito di intervento Obiettivi strategici triennio 2011/2013 O/OObiettivi Operativi Politiche sociali e di integrazione concrete. 1/1 Sistema integrato di interventi e servizi sociali ( istruzione, sanità, asilo nido, assistenza agli anziani, disabili) 1/1/ACostituzione tavolo tecnico Scuole/Comune 1/1/BProgetto Buona vista per i Bambini 1/1/CAttività socio-ricreative-didattiche per disabili. 1/1/DIstituzione consulta disabili 1/1/EProgetto assistenza farmaceutica per bambini. 1/1/FAttivazione servizi mense aperte. 1/1/G Programmi di sostegno al disagio scolastico, alla dispersione scolastica, ai minori in condizioni di disagio.

17 IL SISTEMA DEGLI INDICATORI... necessario per acquisire informazioni tempestive, chiare ed attendibili, sulle diverse dimensioni della performance o risultato, da monitorare. Indicatori temporali Indicatori finanziari Indicatori di prodotto Indicatori di impatto

18 COMUNICAZIONE INTERNA: I MOMENTI STRUTTURATI Incontri Assessori-Dirigenti (verifiche infrannuali, verifiche a consuntivo) Direzione operativa (settimanalmente si riunisce e presidia anche lattuazione degli obiettivi) Conferenza dei Dirigenti (si riunisce con cadenza quindicinale) Officina del PEG (si riunisce 3 o 4 volte lanno)

19 La Programmazione delle azioni di miglioramento; La Condivisione interna delle azioni di miglioramento; La Condivisione con altri gruppi di lavoro; La Revisione del documento sul sistema di misurazione; La Redazione del Piano della Performance; I RISULTATI ATTESI I RISULTATI ATTESI

20 IL CONTENUTO DELLE AZIONI DI MIGLIORAMENTO AZIONI RELATIVE AL SISTEMA DI MISURAZIONE Rafforzamento dei sistemi informativi; Estensione indicatori relativi allo stato di salute; Estensione indicatori relativi ad attività e servizi; Estensione indicatori relativi a obiettivi strategici e impatti. AZIONI RELATIVE AL CICLO DI GESTIONE DELLA PERFORMANCE Valutazione delle condizioni abilitanti; Sviluppo degli obiettivi strategici; Integrazione della programmazione economico finanziaria nel ciclo della performance; Revisione dei regolamenti interni. I RISULTATI ATTESI I RISULTATI ATTESI

21 IL PIANO DELLE PERFORMANCE: OBIETTIVI 2012 IL PIANO DELLE PERFORMANCE: OBIETTIVI 2012

22

23

24

25

26

27

28

29 IL PIANO DELLE PERFORMANCE: IL PIANO DELLE PERFORMANCE: RISULTANZE ANNO 2012

30 IL PIANO DELLE PERFORMANCE: IL PIANO DELLE PERFORMANCE: RISULTANZE ANNO 2012 – SEGRETARIO GENERALE

31 IL PIANO DELLE PERFORMANCE: IL PIANO DELLE PERFORMANCE: RISULTANZE ANNO 2012 – I SETTORE

32 IL PIANO DELLE PERFORMANCE: IL PIANO DELLE PERFORMANCE: RISULTANZE ANNO 2012 – I SETTORE (segue)

33 IL PIANO DELLE PERFORMANCE: IL PIANO DELLE PERFORMANCE: RISULTANZE ANNO 2012 – I SETTORE (segue)

34 IL PIANO DELLE PERFORMANCE: IL PIANO DELLE PERFORMANCE: RISULTANZE ANNO 2012 – II SETTORE

35 IL PIANO DELLE PERFORMANCE: IL PIANO DELLE PERFORMANCE: RISULTANZE ANNO 2012 – II SETTORE (segue)

36 IL PIANO DELLE PERFORMANCE: IL PIANO DELLE PERFORMANCE: RISULTANZE ANNO 2012 – III SETTORE

37 IL PIANO DELLE PERFORMANCE: IL PIANO DELLE PERFORMANCE: RISULTANZE ANNO 2012 – III SETTORE (segue)

38 IL PIANO DELLE PERFORMANCE: IL PIANO DELLE PERFORMANCE: RISULTANZE ANNO 2012 – IV SETTORE

39 IL PIANO DELLE PERFORMANCE: IL PIANO DELLE PERFORMANCE: RISULTANZE ANNO 2012 – IV SETTORE (segue)

40 IL PIANO DELLE PERFORMANCE: IL PIANO DELLE PERFORMANCE: RISULTANZE ANNO 2012 – V SETTORE

41 IL PIANO DELLE PERFORMANCE: IL PIANO DELLE PERFORMANCE: RISULTANZE ANNO 2012 – VI SETTORE

42 IL PIANO DELLE PERFORMANCE: IL PIANO DELLE PERFORMANCE: RISULTANZE ANNO 2012 – VI SETTORE (segue)

43 IL PIANO DELLE PERFORMANCE: OBIETTIVI RAGGIUNTI Validazione relazione IL PIANO DELLE PERFORMANCE: OBIETTIVI RAGGIUNTI Validazione relazione I sottoscritti componenti dellOIV VISTA La delibera di Giunta Comunale n. 46 del 30 Aprile 2012 con la quale è stata disposta lassegnazione provvisoria degli obiettivi gestionali per l'anno 2012; La delibera di Giunta Comunale n. 125 del 12/12/2012, con la quale si approvava, il Piano Esecutivo di Gestione per l'esercizio 2012, e laggiornamento del Piano delle Performance per lanno 2012; la Relazione sulle Attività svolte nellanno 2012 dal Segretario Generale e dai Dirigenti del I, II, III, IV, V e VI settore del Comune di Altamura; Visto lart. 11 del regolamento di disciplina della misurazione,valutazione, integrità e trasparenza della performance approvato con delibera di G.C. n. 155 del ; Vista la relazione predisposta dal Segretario Generale di concerto con i dirigenti dellEnte sulla base dei risultati delle attività svolte da ciascun settore sulla base degli obiettivi assegnati; CERTIFICA CHE Il Segretario Generale ed i Dirigenti del I, II, III, IV, V e VI Settore nel loro insieme hanno raggiunto gli obiettivi di natura istituzionale e programmatica assegnati. VALIDA Lallegata relazione sulla performance del Comune di Altamura MAINO – MARVULLI - CASTELLANO


Scaricare ppt "CITTA DI ALTAMURA Relazione sulla performance Anno 2012 Art. 10 co. 1 lett. b dlgs. 150/2009 Ente : COMUNE DI ALTAMURA."

Presentazioni simili


Annunci Google