La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La Spezia, 25 giugno 2012 PROTOCOLLO DI LEGALITA’ TRA LA PREFETTURA DELLA SPEZIA E LE AZIENDE DELLA GRANDE DISTRIBUZIONE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La Spezia, 25 giugno 2012 PROTOCOLLO DI LEGALITA’ TRA LA PREFETTURA DELLA SPEZIA E LE AZIENDE DELLA GRANDE DISTRIBUZIONE."— Transcript della presentazione:

1 La Spezia, 25 giugno 2012 PROTOCOLLO DI LEGALITA’ TRA LA PREFETTURA DELLA SPEZIA E LE AZIENDE DELLA GRANDE DISTRIBUZIONE

2 LE PARTI CONTRAENTI Coop Liguria Conad del Tirreno Sogegross - Basko Italianity Pam Club Prefettura della Spezia alla presenza del Ministro dell’Interno 2

3 LA GRANDE DISTRIBUZIONE NELLA PROVINCIA DELLA SPEZIA sono presenti nella provincia 71 strutture della grande e media distribuzione per una superficie complessiva di vendita di mq, gli addetti sono pari al 14% del totale degli occupati nel settore del commercio l’indice complessivo di diffusione delle medie e grandi strutture è il più alto della Liguria (a livello regionale l’indice di diffusione in oggetto, anche per il settore alimentare, è il più elevato) 3

4 PROTOCOLLI QUADRO NAZIONALI DI RIFERIMENTO 10 maggio 2010 – Protocollo Ministero dell’Interno e Confindustria rinnovato il 19 giugno ottobre 2011 – Protocollo Quadro per la legalità e la sicurezza delle imprese tra il Ministero dell’Interno e Confcommercio – Imprese per l’Italia 17 novembre 2011 – Ministero dell’Interno e Unioncamere 4

5 OBIETTIVI prevenzione territoriale mirata a garantire la libertà di impresa e la concorrenza leale anche nel settore privato collaborazione fra imprese e Istituzioni per attuare efficaci controlli ed il monitoraggio su meccanismi di mercato potenziamento dei presidi di governance per rafforzare le condizioni di sicurezza e di legalità nel mondo del lavoro, della produzione e dei servizi 5

6 IMPEGNI DELLE IMPRESE promuovere l’etica della responsabilità e l’adozione di principi che prevedono il dovere di denuncia di reati e situazioni illegali che limitano la libertà economica trasmettere alla Prefettura dati e informazioni relativi alla struttura organizzativa, al personale, alla rete dei punti vendita, alla filiera dei fornitori di beni e servizi e alla gestione delle attività di smaltimento rifiuti comunicare alla Prefettura per gli appalti concernenti nuove strutture destinate a punti vendita i dati relativi alla filiera delle imprese coinvolte nell’esecuzione degli interventi interrompere i rapporti contrattuali con le imprese nei confronti delle quali siano emersi collegamenti con la criminalità organizzata CULTURA DELLA LEGALITA’ 6

7 IMPEGNI DELLA PREFETTURA effettuare, su richiesta delle aziende, mirate verifiche sui partner, fornitori e dipendenti delle articolazioni locali dell’azienda promuovere iniziative volte a favorire la diffusione della cultura della legalità e dell’etica della responsabilità presso i dirigenti e i dipendenti dell’azienda 7

8 COMMISSIONE PER LA LEGALITA’ la Prefettura e le Aziende della grande distribuzione firmatarie del protocollo prevedono la partecipazione dei rappresentanti di tali aziende alla Commissione per la legalità istituita dal protocollo sul commercio del 20 dicembre 2011 tra Prefettura della Spezia, Confcommercio e Confesercenti della Spezia 8

9 DURATA DEL PROTOCOLLO il Protocollo ha durata biennale le parti hanno la possibilità di modificarne, concordemente, i contenuti e di definire sei mesi prima della scadenza le modalità del rinnovo 9

10 La Spezia, 25 giugno 2012 PROTOCOLLO DI LEGALITA’ TRA LA PREFETTURA DELLA SPEZIA E LE AZIENDE DELLA GRANDE DISTRIBUZIONE


Scaricare ppt "La Spezia, 25 giugno 2012 PROTOCOLLO DI LEGALITA’ TRA LA PREFETTURA DELLA SPEZIA E LE AZIENDE DELLA GRANDE DISTRIBUZIONE."

Presentazioni simili


Annunci Google