La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Commissione speciale dell’Informazione (III) L ’Archivio nazionale dei contratti collettivi di lavoro seminario interno Sala Gialla - 15 novembre 2012.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Commissione speciale dell’Informazione (III) L ’Archivio nazionale dei contratti collettivi di lavoro seminario interno Sala Gialla - 15 novembre 2012."— Transcript della presentazione:

1 1 Commissione speciale dell’Informazione (III) L ’Archivio nazionale dei contratti collettivi di lavoro seminario interno Sala Gialla - 15 novembre 2012

2 2 L’istituzione dell’Archivio nazionale CNEL dei contratti collettivi di lavoro LEGGE 30 dicembre 1986, n. 936: “Art Archivio dei contratti e banca di dati. 1. È istituito presso il CNEL l'archivio nazionale dei contratti e degli accordi collettivi di lavoro presso il quale vengono depositati in copia autentica gli accordi di rinnovo e i nuovi contratti entro 30 giorni dalla loro stipula e dalla loro stesura. 2. Il deposito avviene a cura dei soggetti stipulanti. 3. L'organizzazione dell'archivio nazionale dei contratti e degli accordi collettivi di lavoro deve consentire la loro conservazione nel tempo e la pubblica consultazione. I contenuti dei contratti e degli accordi collettivi di lavoro vengono memorizzati secondo criteri e procedure stabiliti d'intesa con il Ministero del lavoro e della previdenza sociale e con il centro elettronico di documentazione della Corte di cassazione, previa consultazione delle organizzazioni sindacali dei lavoratori e dei datori di lavoro.” (…)

3 3 La gestione dell’Archivio nazionale CNEL dei contratti collettivi di lavoro L'Archivio è gestito dal II° Ufficio di supporto agli Organi collegiali sulla base delle direttive della Commissione speciale dell’Informazione Art.16 della legge 30 dicembre 1986, n. 936: “La Commissione dell’Informazione: (…) d) impartisce le direttive per l'organizzazione dell'archivio nazionale dei contratti e degli accordi collettivi di lavoro di cui all'articolo 17; (…)

4 4 Le aree dell’Archivio nazionale CNEL dei contratti collettivi di lavoro Contrattazione nazionale – Settori pubblico e privato. Contratti nazionali e integrativi del settore pubblico (art. 55 d.lgs. 150/2009). Accordi tra governo e parti sociali. Contratti Collettivi Nazionali Quadro del settore pubblico. Accordi interconfederali. Raccolta campionaria sulla contrattazione decentrata.

5 5 L’area: “Contrattazione nazionale – Settori pubblico e privato” In quest'area sono consultabili i contratti collettivi nazionali del settore privato depositati al CNEL in attuazione dell'art. 17 della legge 30 dicembre 1986, n. 936, nonché i contratti collettivi nazionali di comparto del settore pubblico depositati al CNEL prima dell'entrata in vigore dell'art. 55 del decreto legislativo 27 ottobre 2009, n L’area è ripartita in tre sezioni: Archivio corrente Archivio storico Analisi avanzate sui CCNL

6 6 L’area: “Contrattazione nazionale – Settori pubblico e privato” Al 1° novembre 2012 risultano catalogati in Archivio 551 CCNL vigenti e un totale di documenti contrattuali delle varie tipologie (Testo definitivo, Accordo di rinnovo, Economico 2° biennio, Verbale integrativo), così suddivisi: Archivio Corrente: documenti Archivio Storico: documenti

7 7 L’area: “Contrattazione nazionale – Settori pubblico e privato” I documenti contrattuali risultano suddivisi per tipologia come segue: Testo definitivo: Accordo di rinnovo: 897 Economico 2° biennio (o adeguamenti solo economici): 762 Verbale Integrativo: 739

8 8 Contrattazione nazionale: la consultazione sul portale Cnel Tutti i CCNL depositati nell’Archivio sono consultabili on-line attraverso il portale del Cnel (www.cnel.it), suddivisi nei seguenti settori: Agricoltura Alimentaristi-Agroindustriale Altri Vari Amministrazione Pubblica Aziende di Servizi Chimici Commercio Credito Assicurazioni Edilizia Enti e Istituzioni Private Meccanici Poligrafici e Spettacolo Tessili Trasporti Per ogni settore è possibile visualizzare, ed eventualmente scaricare in formato pdf, tutti gli atti contrattuali relativi alle corrispondenti categorie che risultano depositati nell’Archivio nazionale dei contratti del CNEL.

9 9 La sezione: “Analisi avanzate” La sezione “analisi avanzate” rende possibile la consultazione “tematica” dei c.c.n.l. sulla base di uno schema per argomenti strutturato secondo i principali istituti oggetto della contrattazione; di tale strumento di analisi riportiamo di seguito l’articolazione secondo le principali voci di ricerca: AL – Ambiente di lavoro e Tutela della Salute CC – Contrattazione Collettiva CR – Cessazione del Rapporto CS – Costituzione del Rapporto GE – Gestione delle Eccedenze LL – Luogo di Lavoro MQ – Mansioni e Qualifiche ND – Norme Disciplinari OD – Organizzazione del Lavoro OR – Orario di Lavoro RS – Rapporti e Diritti Sindacali SR – Sospensione del Rapporto TE – Trattamento Economico AA – Altre Materie

10 10 L’area: “Contrattazione nazionale – Settori pubblico e privato” Per la pubblica amministrazione sono raccolti i CCNL sottoscritti secondo le regole vigenti prima dell’accordo quadro 30 aprile 2009 sulla riforma del modello contrattuale nel settore pubblico e del decreto legislativo 27 ottobre 2009, n La classificazione rispecchia i “comparti” e le “aree” di contrattazione definiti dal Contratto collettivo nazionale quadro 11 giugno 2007 (non dirigenti) e dal Contratto collettivo nazionale quadro 1 febbraio 2008 (dirigenti).

11 11 L’area: “Contratti nazionali e integrativi del settore pubblico – art. 55 d.lgs. 150/2009” Il decreto legislativo 150/2009 ha previsto l’obbligo per le pubbliche amministrazioni di trasmettere al CNEL tutti gli accordi di contrattazione collettiva nazionale e integrativa Dal novembre 2009 è stata creata una specifica area dedicata agli accordi trasmessi dalle pubbliche amministrazioni ai sensi della “legge Brunetta”. L’area è suddivisa in tre sezioni: Contratti collettivi nazionali di comparto Contratti nazionali integrativi di amministrazioni o ente Contratti decentrati integrativi

12 12 L’area: “Contratti nazionali e integrativi del settore pubblico – art. 55 d.lgs. 150/2009” Alla data del l’area raccoglie: accordi di contrattazione integrativa decentrata, 101 accordi di contrattazione integrativa nazionale. Per effetto del blocco dei rinnovi contrattuali, non sono ancora presenti in questa sezione accordi di contrattazione collettiva nazionale di comparto (CCNL).

13 13 L’area: “Contratti nazionali e integrativi del settore pubblico – art. 55 d.lgs. 150/2009” accordi di contrattazione integrativa decentrata risultano così suddivisi per macro-area di contrattazione: relativi al settore istruzione e università, relativi al settore Regioni ed autonomie locali, 128 relativi al settore aziende ed enti del SSN, 31 relativi al settore amministrazioni centrali.

14 14 L’area: “Contratti nazionali e integrativi del settore pubblico – art. 55 d.lgs. 150/2009” Incidenza dei settori di contrattazione sul totale degli accordi decentrati integrativi classificati (5.610)

15 15 L’area: “Contratti nazionali e integrativi del settore pubblico – art. 55 d.lgs. 150/2009”

16 16 L’area: “Contratti nazionali e integrativi del settore pubblico – art. 55 d.lgs. 150/2009”

17 17 Dei accordi afferenti al settore dell’istruzione, ben provengono da scuole e istituti di istruzione primaria e secondaria e 72 da università statali. Rispetto al dato complessivo, risulta ulteriormente accentuato lo squilibrio territoriale a favore delle regioni del Nord. L’area: “Contratti nazionali e integrativi del settore pubblico – art. 55 d.lgs. 150/2009”

18 18 L’area: “Contratti nazionali e integrativi del settore pubblico – art. 55 d.lgs. 150/2009”

19 19 L’area: “Contratti nazionali e integrativi del settore pubblico – art. 55 d.lgs. 150/2009” Dei accordi afferenti al settore delle Regioni e delle autonomie locali, provengono da Comuni o Unioni di comuni, 122 da Province, e solo 17 da Regioni. I rimanenti 151 provengono da altri enti a cui si applica il CCNL del settore Enti Locali (ad esempio: agenzie, autorità, consorzi, Camere di commercio, ecc). Distribuzione geografica: si conferma la netta prevalenza del Nord, sebbene in proporzione inferiore rispetto al totale degli accordi integrativi.

20 20 L’area: “Contratti nazionali e integrativi del settore pubblico – art. 55 d.lgs. 150/2009”

21 21 L’area: “Contratti nazionali e integrativi del settore pubblico – art. 55 d.lgs. 150/2009” Possibili direttrici di indagine da sviluppare nell’ambito degli strumenti informativi dell’Ufficio sotto l’aspetto quantitativo: Andamento della contrattazione integrativa nel tempo, Tasso di ritardo nel rinnovo degli accordi decentrati, Incidenza degli aspetti normativi rispetto a quelli economici, Percentuali di copertura contrattuale rispetto alla platea degli enti e/o del personale interessato, ecc.

22 22 L’area: “Contratti nazionali e integrativi del settore pubblico – art. 55 d.lgs. 150/2009” Un esempio sulla base dei dati in possesso dell’Archivio:

23 23 L’area: “Contratti nazionali e integrativi del settore pubblico – art. 55 d.lgs. 150/2009” Possibili direttrici di indagine da sviluppare nell’ambito degli strumenti informativi dell’Ufficio sotto l’aspetto dei contenuti: Recepimento di norme e principi ex d.lgs. 150/2009, Elementi di correlazione tra salario accessorio e produttività, Sviluppo di forme di welfare “aziendale”, Flessibilità nell’organizzazione del lavoro legata ad obiettivi di maggiore efficienza (orari, mobilità, forme di lavoro flessibile…), ecc.

24 24 L’area: “Contratti nazionali e integrativi del settore pubblico – art. 55 d.lgs. 150/2009” Rapporto sulla contrattazione collettiva nel settore del lavoro pubblico, presentato al CNEL il Alcuni aspetti della contrattazione collettiva decentrata integrativa nel comparto delle Università (dicembre 2011) Esempi recenti di indagini realizzate sulla base dei dati dell’Archivio CNEL dei contratti collettivi di lavoro:

25 25 L’area: “Contratti nazionali e integrativi del settore pubblico – art. 55 d.lgs. 150/2009” A breve il CNEL renderà operativo un sistema per l’inserimento automatico degli accordi nell’Archivio da parte delle pubbliche amministrazioni.

26 26 L’area: “Contratti nazionali e integrativi del settore pubblico – art. 55 d.lgs. 150/2009” L’ufficio verificherà la corretta compilazione delle schede di registrazione.

27 27 L’area: “Raccolta campionaria sulla contrattazione decentrata” In quest’area dell’Archivio è possibile consultare i seguenti campioni sulla contrattazione decentrata nel settore privato e nel settore pubblico: circa accordi del settore privato relativi al periodo (campione composto da poco più di imprese, di cui circa 600 con numero di dipendenti variabile fra 100 e 1.000, e 500 con più di dipendenti). circa accordi del settore pubblico relativi al periodo , provenienti da 450 amministrazioni. circa 900 accordi di entrambi i settori relativi al periodo

28 28 L’area: “Raccolta campionaria sulla contrattazione decentrata” Tutti gli accordi di contrattazione decentrata contenuti in quest’area possono essere consultati attraverso il portale CNEL, selezionando i campi di richiesta.

29 29 All’interno della stessa area, l’Archivio possiede un campione di accordi sulla contrattazione territoriale nel settore privato. Il campione è costituito da una raccolta di poco più di 700 accordi che coprono il periodo dal 1977 al Si tratta prevalentemente di accordi relativi all'Edilizia e all'Agricoltura, che hanno una tradizione pluriennale di negoziazione a questo livello. Per le altre categorie, nella grande maggioranza dei casi gli accordi riguardano il settore dell'Artigianato. L’area: “Raccolta campionaria sulla contrattazione decentrata”

30 30 L’area: “Raccolta campionaria sulla contrattazione decentrata” Tutti gli accordi di contrattazione territoriale contenuti in quest’area possono essere consultati sul portale CNEL, selezionando la regione di appartenenza.

31 31 L’area: “Raccolta campionaria sulla contrattazione decentrata” L’Ufficio ha avviato i seguenti contatti istituzionali, anche attraverso audizioni, finalizzati ad acquisire ulteriori dati sulla contrattazione decentrata: INPS, effettua rilevazioni sull’andamento delle domande di accesso alla de- contribuzione per le retribuzioni di produttività. Non dispone di una propria banca dati sugli accordi di contrattazione aziendale; Banca d’Italia, effettua rilevazioni campionarie su imprese del settore industria e del settore servizi. Campo di indagine: esistenza di accordi aziendali, ricorso a premi salariali, flessibilità dei premi, ecc. ISTAT, effettua rilevazioni su un campione di imprese, analizzando la copertura della contrattazione aziendale, le tipologie dei contratti applicati, le materie oggetto di contrattazione, ecc. ISFOL, effettua rilevazioni su un campione predefinito di aziende, analizzando l’esistenza di contratti collettivi decentrati aziendali o territoriali, nonché la presenza di RSU/RSA.

32 32 L’area: “Raccolta campionaria sulla contrattazione decentrata” A seguito delle indicazioni a suo tempo fornite dalla Commissione III, l’Ufficio ha avviato una serie di indagini preliminari presso alcuni uffici periferici del Ministero del Lavoro, nonché presso la Direzione Generale della tutela delle condizioni di lavoro dello stesso Ministero, per verificare la possibilità di acquisire gli accordi di contrattazione decentrata aziendale e territoriale ivi depositati. Al riguardo, nel marzo 2011 la Presidenza del CNEL ha scritto al ministro Sacconi, senza esito. Attualmente la Presidenza del CNEL sta verificando con il Ministro Fornero la possibilità di attivare una convenzione per la cooperazione nell’ambito della ricerca e dello scambio di informazioni statistiche.

33 33 L’area: “Accordi interconfederali” In questa sezione dell'Archivio sono raccolti gli accordi interconfederali, stipulati dal dopoguerra sino ai giorni nostri e depositati dalle associazioni firmatarie o acquisiti successivamente dal CNEL. I 253 accordi contenuti in questa sezione riguardano prevalentemente il settore del lavoro privato e si riferiscono al periodo Per comodità di consultazione, gli accordi sono stati suddivisi in 5 aree tematiche, ciascuna delle quali riguarda una serie di argomenti il più possibile omogenei o collegati fra loro. In alcuni casi la collocazione può essere definita solo in via indicativa (ad esempio, con riferimento all'argomento prevalente), stante la eterogeneità dei temi trattati.

34 34 L’area: “Accordi interconfederali” Le 5 aree tematiche sono:  Assetti contrattuali - Relazioni sindacali - RSU – Contenzioso  Politiche attive del lavoro - Ammortizzatori sociali - Bilateralità - Politiche sociali e assistenziali - Tutela della salute - Sicurezza sul lavoro - Occupazione femminile - Pari opportunità  S truttura della retribuzione - Adeguamenti salariali  Sviluppo - Mezzogiorno - Infrastrutture - Competitività - Politiche previdenziali - Politiche fiscali  Tipologie contrattuali - Forme flessibili - Apprendistato - Formazione professionale - Contratti di formazione e di inserimento

35 35 L’area: “Accordi interconfederali”

36 36 L’area: “Contratti Collettivi Nazionali Quadro – Settore pubblico” Per quanto riguarda il lavoro pubblico, esiste una specifica sezione dell'Archivio Contratti del CNEL dedicata ai Contratti Collettivi Nazionali Quadro (CCNQ) sottoscritti presso l'ARAN a partire dal I 71 accordi pubblicati in questa sezione sono organizzati in ordine cronologico e suddivisi in 4 aree in base alla materia trattata: Comparti e aree di contrattazione collettiva Comparti e aree di contrattazione collettiva Forme di lavoro flessibili - Previdenza complementare – TFR Forme di lavoro flessibili - Previdenza complementare – TFR Libertà e prerogative sindacali - Rappresentatività - Procedure di raffreddamento dei conflitti - Conciliazione e arbitrato - Contributi sindacali Libertà e prerogative sindacali - Rappresentatività - Procedure di raffreddamento dei conflitti - Conciliazione e arbitrato - Contributi sindacali RSU - RLS RSU - RLS

37 37 L’area: “Contratti Collettivi Nazionali Quadro – Settore pubblico”

38 38 L’area: “Accordi tra Governo e Parti sociali” In quest’area dell'Archivio CNEL sono raccolti in ordine cronologico 32 Accordi stipulati tra Governo e Parti Sociali dal 1981 ad oggi.

39 39 Dal 1997 al 2005 il CNEL ha pubblicato con cadenza trimestrale il “Notiziario sulla contrattazione”. Nel marzo 2011 nasce un nuovo strumento informativo, il “Notiziario dell’Archivio contratti”, sempre a cadenza trimestrale. Il Notiziario viene predisposto a cura dell’Ufficio ed approvato dalla Commissione III. Il “Notiziario dell’Archivio contratti”


Scaricare ppt "1 Commissione speciale dell’Informazione (III) L ’Archivio nazionale dei contratti collettivi di lavoro seminario interno Sala Gialla - 15 novembre 2012."

Presentazioni simili


Annunci Google