La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L’UNIONE EUROPEA OGGI L'UE ha una struttura istituzionale unica nel suo genere: le priorità generali dell'UE sono fissate dal Consiglio europeo,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L’UNIONE EUROPEA OGGI L'UE ha una struttura istituzionale unica nel suo genere: le priorità generali dell'UE sono fissate dal Consiglio europeo,"— Transcript della presentazione:

1

2

3 L’UNIONE EUROPEA OGGI

4

5 L'UE ha una struttura istituzionale unica nel suo genere: le priorità generali dell'UE sono fissate dal Consiglio europeo, che riunisce i leader politici a livello nazionale ed europeo; i deputati europei, eletti direttamente, rappresentano i cittadini nel Parlamento europeo; gli interessi globali dell'UE sono promossi dalla Commissione europea, i cui membri sono nominati dai governi nazionali; i governi difendono i rispettivi interessi nazionali in seno al Consiglio dell'Unione europea. LE ISTITUZIONI DELL’UNIONE EUROPEA

6 Eletti direttamente a suffragio universale ogni 5 anni, i membri del Parlamento europeo rappresentano i cittadini dell'UE. Il Parlamento, insieme al Consiglio dell'Unione europea, è una delle principali istituzioni legislative dell'UE. Il Parlamento europeo ha tre funzioni principali: - discutere e approvare le normative europee insieme al Consiglio; - controllare le altre istituzioni dell'UE, in particolare la Commissione, per accertarsi che agiscano democraticamente; - discutere e adottare il bilancio dell'UE insieme al Consiglio.

7 La Commissione europea è una delle principali istituzioni dell'Unione europea: rappresenta e tutela gli interessi dell'UE, prepara nuove proposte, gestisce l'assegnazione dei fondi. La Commissione sovrintende ed esegue le politiche dell'UE: -propone atti legislativi al Parlamento e al Consiglio; -gestisce il bilancio dell'UE e attribuisce i finanziamenti; -vigila sull'applicazione del diritto dell’UE (congiuntamente alla Corte di giustizia); - rappresenta l'Unione europea a livello internazionale, per esempio nei negoziati con paesi terzi per la conclusione di accordi.

8 IL PROCESSO LEGISLATIVO Sono 3 le principali istituzioni che partecipano al processo legislativo nell'UE: il Parlamento europeo, il Consiglio dell'Unione europea e la Commissione europea. Queste tre istituzioni elaborano insieme le politiche e le leggi che si applicano in tutta l'UE. In linea di principio, la Commissione propone i nuovi atti legislativi, che il Parlamento europeo e il Consiglio devono adottare. La Commissione e i paesi membri applicano poi le norme, e la Commissione si assicura che vengano applicate e fatte rispettare correttamente.

9 I DIRITTI FONDAMENTALI L'UE è fondata sui valori della dignità umana, della libertà, della democrazia, della parità, dello Stato di diritto e del rispetto per i diritti umani, tra cui i diritti delle minoranze.

10 La Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea riunisce in un unico testo tutti i diritti personali, civici, politici, economici e sociali di cui godono le persone nell'UE. La Carta è divenuta giuridicamente vincolante nell'UE con l'entrata in vigore del trattato di Lisbona nel 2009.

11 In linea con l'attuazione della Carta dei diritti fondamentali, la Commissione promuove la lotta contro razzismo, xenofobia e omofobia e la tutela delle minoranze

12 CITTADINANZA EUROPEA La cittadinanza dell'UE, conferita automaticamente a ogni cittadino dell'UE, comporta una serie di diritti di importanza essenziale: Ogni persona che abbia la cittadinanza di uno Stato membro dell'UE è automaticamente anche un cittadino dell'UE. La cittadinanza dell'UE costituisce un complemento della cittadinanza nazionale e non sostituisce quest'ultima. La cittadinanza dell'Unione è conferita direttamente a ogni cittadino dell'UE.

13 QUALI DIRITTI HA IL CITTADINO EUROPEO? Il trattato sul funzionamento dell'Unione europea comporta il diritto a: circolare e soggiornare liberamente nell'Unione europea; esercitare l'elettorato attivo e passivo per le elezioni del Parlamento europeo e comunali; essere tutelati da parte delle autorità diplomatiche e consolari di qualsiasi Stato membro; presentare petizioni al Parlamento europeo. Tali diritti si applicano a tutti i cittadini dell'Unione.

14 LOTTA ALLA DISCRIMINAZIONE L'UE opera nell'interesse dei cittadini dell'UE per impedire che vengano discriminati in base al sesso, alla razza o all'origine etnica, alla religione o alle convinzioni personali.

15 La Commissione europea intraprende azioni al fine di: migliorare la conoscenza della discriminazione mediante un'opera di sensibilizzazione; sostenere gli attori intermediari quali le ONG e i partner sociali per migliorare la loro capacità di combattere la discriminazione; sostenere lo sviluppo di politiche a favore delle pari opportunità; conseguire un reale cambiamento attraverso attività formative anti-discriminazione.

16 I PROGRAMMI EUROPEI: EUROPA 2020 Europa 2020 è la strategia decennale per la crescita sviluppata dall'Unione europea. Entro il 2020 l'UE è chiamata a raggiungere 5 obiettivi: 1. Occupazione – innalzamento al 75% del tasso di occupazione (per la fascia di età compresa tra i 20 e i 64 anni) 2. Ricerca e Sviluppo – aumento degli investimenti in ricerca e sviluppo al 3% del PIL dell'UE 3. Cambiamenti climatici e sostenibilità energetica – riduzione delle emissioni di gas serra del 20% rispetto al 1990 – 20% del fabbisogno di energia ricavato da fonti rinnovabili – aumento del 20% dell'efficienza energetica 4. Istruzione – Riduzione dei tassi di abbandono scolastico precoce al di sotto del 10% – aumento al 40% dei 30-34enni con un'istruzione universitaria 5. Lotta alla povertà e all'emarginazione – almeno 20 milioni di persone a rischio o in situazione di povertà ed emarginazione in meno

17

18 IL FONDO EUROPEO PER L’INTEGRAZIONE Il Fondo, istituito nel 2007, ha lo scopo di aiutare gli Stati membri dell’Unione europea a migliorare la propria capacità di elaborare, attuare, monitorare e valutare tutte le strategie e le politiche di integrazione dei cittadini di Paesi terzi, lo scambio di informazioni e buone prassi e la cooperazione per permettere ai cittadini di Paesi terzi, che giungono legalmente in Europa, di soddisfare le condizioni di soggiorno e di integrarsi più facilmente nelle società ospitanti.

19 Sulla base delle priorità di intervento specificate dalla Commissione Europea, il Ministero dell’Interno - Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione, individuato quale autorità responsabile per l’Italia, ha sviluppato una strategia per l’utilizzo delle risorse del Fondo, predisponendo un Programma pluriennale, relativo all’intero periodo di riferimento ( ).

20


Scaricare ppt "L’UNIONE EUROPEA OGGI L'UE ha una struttura istituzionale unica nel suo genere: le priorità generali dell'UE sono fissate dal Consiglio europeo,"

Presentazioni simili


Annunci Google