La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Carlo Maria Rotella, Laura Pala La terapia nel DMT1 Dipartimento di Scienze Biomediche Sperimentali e Cliniche «Mario Serio» Università di Firenze Sezione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Carlo Maria Rotella, Laura Pala La terapia nel DMT1 Dipartimento di Scienze Biomediche Sperimentali e Cliniche «Mario Serio» Università di Firenze Sezione."— Transcript della presentazione:

1 Carlo Maria Rotella, Laura Pala La terapia nel DMT1 Dipartimento di Scienze Biomediche Sperimentali e Cliniche «Mario Serio» Università di Firenze Sezione di Endocrinologia

2 Il paziente con diabete mellito tipo 1 manca di secrezione insulinica e la terapia sostitutiva che è indispensabile per la sopravvivenza è L’INSULINA

3 Obiettivo della Terapia Buon controllo glicometabolico Buona qualità della vita

4 LA TERAPIA INSULINICA Come farla Quale fare Le conseguenze Come monitorizzarla

5 Modalità di iniezione dell’insulina

6

7 Penne per insulina

8 Quali schemi terapeutici Secrezione insulinica di un soggetto non diabetico

9 QUALI STRUMENTI ? TipoInizioPiccoDurata Regolare20-60’2-3 h6-8 h Intermedia (NPH)1-4 h6-8 h14-18 h LysPro10-15’1-1.5 h4 h Aspart10-15’1-1,5 h4-5 h Glulisina10-15’1-1,5 h4-5 h Glargine1h 30’ 4 h20-24h Detemir 1h 30’ 4 h18-20h

10 PERCHE’? Mima la fisiologica secrezione di insulina Miglior controllo dei picchi postprandiali Miglior compenso glicometabolico Minor ipoglicemie

11

12 Secrezione insulinica di un soggetto non diabetico SCHEMI DI TERAPIA INSULINICA

13 Schema multiniettivo nel DM tipo 1 Terapia intensiva con LysPro/Aspart/Glulisine e Glargine/Detemir Terapia intensiva con LysPro/Aspart/Glulisine e Glargine/Detemir LA TERAPIA OGGI

14 Microinfusore Insight Roche

15 Attuali indicazioni: Diabetici tipo 1 scompensati (HbA1c>7.5%) nonostante lo schema multiniettivo insulinico ottimale. Diabetiche tipo 1 in gravidanza Diabetici tipo 1 con ipoglicemie inavvertite Diabetici tipo 1con malattia instabile Diabetici tipo 1 in età pediatrica o infantile EDUCAZIONE DEL PAZIENTE

16 Come funzionano ?

17

18 Microinfusore: manutenzione 1) Cambiare set di infusione ogni 3 giorni 2) Riempire serbatoio per insulina ogni 4 giorni o prima in base al fabbisogno

19 Paradigm Real Time: microinfusore e holter glicemico

20 Patch pump il microinfusore senza fili Omnipod di Ypsomed Italia

21 Metodi per la valutazione del grado di controllo metabolico nel paziente diabetico: 1.Emoglobina glicata 1.Emoglobina glicata (HbA1c) 2.Glicemia a digiuno 3.Autocontrollo delle glicemie Controllo metabolico

22 AUTOMONITORAGGIO GLICEMICO.. ….dai glucometri ai misuratori in continuo della glicemia

23 Carlo Maria Rotella, Laura Pala La terapia nel DMT2 Dipartimento di Scienze Biomediche Sperimentali e Cliniche «Mario Serio» Università di Firenze Agenzia Obesiologia Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi

24 Patogenesi del diabete tipo 2 Inadeguata secrezione Insulino- resistenza Genetica Ambiente Alimentazione Sedentarietà Obesità Iperglicemia Lipotossicità Glucotossicità Disfunzione beta-cell.

25 obesità 100 % 0 Funzione beta cellulare % IGT/IFG Anni dalla diagnosi Iperglicemia postprandiale Diabete mellito tipo – Diabete mellito tipo 2 Storia naturale del DMT2

26 86% dei DMT2 alla diagnosi era sovrappeso o obeso Daousi C et al. Postgrad Med J 82: 280-4, 2006

27 Raggiungere i targets terapeutici Ridurre la morbilità e la mortalità CV ma anche…….. Preservare la funzione pancreatica Controllo del peso OBIETTIVI TERAPEUTICI

28 LA PIRAMIDE TOSCANA MENSILE / OCCASIONALE SETTIMANALE GIORNALIERA

29 Effetto di dieta + esercizio fisico Metaanalisi di 46 studi clinici Perdita di peso (kg) Perdita massa grassa su peso perduto (%) Ballor & Poehlman, Int J Obes, 1994

30

31 Insulino sensibilizzanti FEGATO TESSUTO ADIPOSO MUSCOLO Metformina Pioglitazone

32 Metformina Riduce la gluconeogenesi epatica Migliora l’uptake del glucosio a livello dei tessuti periferici Migliora la glicemia a digiuno

33 Pioglitazone E’ un agonista di fattori di trascrizione PPAR-y con azione insulino-sensibilizzante Riduce l’insulino-resistenza a livello del tessuto muscolare, adiposo e epatico Aumentano il trasporto di glucosio nel muscolo e nel tessuto adiposo aumentando la sintesi e la traslocazione di specifiche forme di proteine di trasporto del glucosio Migliora la glicemia a digiuno

34 Stimolanti secrezione insulinica Sistema delle incretine Sulfaniluree e glinidi

35

36 Terapia incretinica Analoghi del GLP-1: Exenatide bid, Exenatide LAR, Liraglutide, Lixisenatide Inibitori DPP-4: Linagliptin, Saxagliptin, Sitagliptin, Vildagliptin

37 Sulfaniluree (glibenclamide, gliclazide, glimepiride) e Glinidi (Repaglinide) Meccanismo d’azione : stimolo della secrezione di insulina per blocco dei canali del potassio ATP- dipendenti delle cellule β- pancreatiche.

38 Ridotto assorbimento di glucosio: Riduce l’assorbimento intestinale di glucosio Riduce i picchi iperglicemici post-prandiali e per questo è particolarmente indicato nei pazienti con un buon controllo della glicemia a digiuno, ma scarso controllo glicemico post-prandiale Acarbose

39

40 TERAPIA INSULINICA IN POLE POSITION…….. …….A TEMPO DETERMINATO QUANDO?

41 INFARTO MIOCARDICO ICTUS INFEZIONI GRAVI CON FEBBRE ALIMENTAZIONE PARENTERALE DIABETE GESTAZIONALE

42 COME ULTIMA SPIAGGIA ……. ……DI LUNGA DURATA

43 NEI SOGGETTI CON GRAVE SCOMPENSO GLICO-METABOLICO NEI SOGGETTI IN ESAURIMENTO PANCREATICO NEI PAZIENTI IN SECONDARY FAILURE NEI PAZIENTI CON GRAVE INSUFFICIENZA RENALE, EPATICA, CARDIACA O RESPIRATORIA

44 Modificazione stile di vita + Metformina 2° farmaco ?

45 PERSONALIZZARE LA TERAPIA DOPO AVER FENOTIPIZZATO IL PAZIENTE

46 PERSONALIZZARE LA TERAPIA SULLA BASE DI : AUTOMONITORAGGIO CARATTERISTICHE CLINICHE ADA EASD 2012


Scaricare ppt "Carlo Maria Rotella, Laura Pala La terapia nel DMT1 Dipartimento di Scienze Biomediche Sperimentali e Cliniche «Mario Serio» Università di Firenze Sezione."

Presentazioni simili


Annunci Google