La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il colore del mantello nel Cane da Pastore Bergamasco Dr Stefano Paolo Marelli Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Dipartimento.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il colore del mantello nel Cane da Pastore Bergamasco Dr Stefano Paolo Marelli Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Dipartimento."— Transcript della presentazione:

1 Il colore del mantello nel Cane da Pastore Bergamasco Dr Stefano Paolo Marelli Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Dipartimento di Scienze Animali Sez. Zootecnica Veterinaria

2 Importanza del colore del mantello Il colore dipende dalla specie di appartenenza Adattamenti cromatici: – Colorazione mimetica – Livree di avvertimento – Mimetismo batesiano Lupo pochi stimoli evolutivi a cambiare il proprio colore (grigio, bianco, nero) Addomesticamento = colori svantaggiosi in natura Standard di razza Colori da squalifica: non estetici, disfunzioni biologiche, lavoro, ibridazione con altre razze

3 Colorazioni del lupo

4 Standard Bergamasco Colore del manto: Colore grigio uniforme o a chiazze di tutte le gradazioni dalle più tenui di grigio fino al molto chiaro e al nero, anche con sfumature isabella e fulvo chiaro. E' ammesso il colore uniforme nero purché opaco (zaino). Il colore bianco uniforme è proscritto. Sono tollerate le chiazze bianche quando la superficie delle stesse non supera il quinto della superficie totale del mantello.

5 Base cellulare Lo studio genetico della pigmentazione considera l’ereditabilità dei caratteri che influenzano i granuli di pigmento. Dal punto di vista chimico il colore nei mammiferi dipende dalla presenza di melanine nella cute e nel pelo, queste sono polimeri complessi formati da tirosina e cisteina. Le melanine sono sintetizzate nei melanosomi, organelli citoplasmatici delle cellule chiamate melanociti, quindi depositate nella cute e nei peli.

6 Il Colore dipende da pigmenti nella midollare o nella corticale: Granuli Variazioni cromatiche (Russel 1946): – colore dei granuli – forma dei granuli – numero di granuli per cellula midollare – numero di granuli per unità di corteccia – Raggruppamento dei granuli in formazione dense o sparse – Dimensione dei granuli – Tendenza a disposizione distali nelle cellule della midollare Importanza del colore del mantello

7 Chimicamente i colori dei pigmenti sono: emoglobina e melanine Eumelanina (nero-marrone), Feomelanina (giallo-rossastro) Le melanine si formano durante lo sviluppo fetale e postnatale Errori di nomenclatura Stesso colore differenti nomi Importanza del colore del mantello

8 I loci genetici della pigmentazione del mantello La grande varietà di colori e combinazioni del mantello del cane è dovuta a differenti alleli in differenti loci Questi alleli controllano qualità, quantità, distribuzione ed estensione del pigmento agendo indipendentemente o in associazione o contrastandosi. Difficoltà di isolamento della funzione di ciascun allele Azione dei loci a diverso livello della melanogenesi

9 Serie agouti (locus A) Gli alleli del locus A influenzano quantità e disposizione del pigmento sia eu che feomelanina agisce sul metabolismo della cisteina > = >feomelanina serie molto complessa colorazione scura alla nascita variazioni tra zone dorsali e ventrali ed estremità

10 Serie agouti (locus A): A y = mantello giallo o sabbia,restringe l’area scura,se espresso completamente produce il rosso-bruno a g (grey): grigio lupo, a w a s (saddle): sella nera o bruna sulla groppa,macchie rosse estese a t (tan):pezzatura estesa sulla maggior parte del tronco, focature su muso e piedi a: nero recessivo

11 Serie K del nero dominante (locus K): K = nero dominante k br = tigrature k = l’agouti prevale

12 Serie Black (locus B) B-: nero bb: cioccolato,marrone, rosso-bruno, fegato, rosso - impossibilità di formazione del pigmento nero poligeni rufus solo su mantelli marrone, fegato, rosso

13 Serie colore o albina (locus C) Permette di avere individui normalmente pigmentati, agisce su tirosinasi e melanine sintetizzate,regola numero e forma dei melanosomi e la quantità di melanina depositata La massima espressione si ha nell’allele c determinante l’albinismo vero ALLELI: – C: fattore colore permette la formazione di melanina e quindi la piena espressione del colore – c ch : cincillà, determina un albinismo parziale, Cc ch sbiadisce il rosso senza influire sul nero

14 Serie Colore o Albina (locus C) – c d : mantello bianco con naso e occhi scuri, secondo Little mantello bianco e mucosa e occhi scuri con c ch c ch con ee o a y a y – c b : mantello grigio chiaro (cornaz) con occhi celesti – c o c a : albinismo con occhi e naso rosa – dominanza come da elenco, a volte incompleta – razze con geni di giallo-marrone con c ch c ch possono dare origine al bianco – con a g a g c ch c ch dà colore pepe-sale di schnauzer e elkhund jpg

15 Serie Diluizione (locus D) Non determina alcun colore ma agisce sui colori determinati dalle altre serie modificandone l’espressione. ALLELI: – D: intensa pigmentazione – d: provoca la diluizione del pigmento D-: colore determinato da altri loci dd: colore diluito con grado dipendente da altri fattori modificatori. CDA: alopecia da diluizione del colore 00_3841.jpg

16 Serie estensione (locus E) E m : superestensione del pigmento scuro con presenza di maschera scura E: codifica la formazione del pigmento scuro su tutto il corpo senza maschera scura e: restrizione, non permette che si distribuisca il pigmento nero, il pigmento si manifesta solo a livello di naso e occhi dominanza come da elenco aszkos.jpg

17 Serie di Ingrigimento (locus G) Causa il graduale schiarirsi del pelo nero alla nascita in blu e del marrone in rosso, è dominante ALLELI: – G:determina una tinta sempre più grigia – g: non si verifica nessun ingrigimento del mantello

18 Serie Merle (locus M) Scoperta in relazione a difetti riscontrati in soggetti con genotipo MM ALLELI: – M : riduce la pigmentazione in alcune aree lasciando altre intensamente pigmentate e aumenta le zone bianche o grigie – m: non si verifica nessuna diminuzione della pigmentazione in nessuna area – Merle modificatori:tweed aree marroni

19 Serie Spotting (locus S) Condizionano la pezzatura bianca del mantello,carattere recessivo o parzialmente recessivo Soggetto all’azione di geni modificatori ALLELI: – S: colore uniforme – s i : irish, pezzatura irlandese – s p : piebald, pezzato – s w : white, massima estensione delle aree bianche con poche e piccole macchie scure

20 Alcuni Colori nel Bergamasco Cucciolo


Scaricare ppt "Il colore del mantello nel Cane da Pastore Bergamasco Dr Stefano Paolo Marelli Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Dipartimento."

Presentazioni simili


Annunci Google