La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il Piano dell’Offerta Formativa 2014/2015 è stato realizzato dalla Commissione P.O.F.: proff. Palma Emilia, Novi Tiziana, Cuozzo Maria Luigia, Perla Valeria,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il Piano dell’Offerta Formativa 2014/2015 è stato realizzato dalla Commissione P.O.F.: proff. Palma Emilia, Novi Tiziana, Cuozzo Maria Luigia, Perla Valeria,"— Transcript della presentazione:

1

2 Il Piano dell’Offerta Formativa 2014/2015 è stato realizzato dalla Commissione P.O.F.: proff. Palma Emilia, Novi Tiziana, Cuozzo Maria Luigia, Perla Valeria, Sferra Daniela, Casizzone Maria. PRESENTAZIONE CARTACEA, DIGITALE E IN POWERPOINT a cura della F.S. P.O.F. prof. Palma Emilia

3 “Se si perde loro (i ragazzi più difficili) la scuola non è più scuola. É un ospedale che cura i sani e respinge i malati”. Don Milani

4 I CARE “Me ne importa, mi sta a cuore”

5 MICRO/MACRO CRIMINALITA’ L I V E L L I E L E V A T I D I A S S E N T E I S M O S C O L A S T I C O MALAVITA ORGANIZZATA DISAGIO SOCIO / ECONOMICO / CULTURALE DEMONIZZAZIONE DELLE ISTITUZIONI ILLEGALITA’ DIFFUSA MANCANZA DI SPERANZA RASSEGNAZIONE C A R E N Z E O C C U P A Z I O N A L I I S T I T U Z I O N A L I C U L T U R A L I A G G R E G A T I V E FORTE INCIDENZA DI FENOMENI DI TOSSICODIPENDENZA I.C. VIRGILIO 4 Scuola dell’Infanzia, Primaria e Secondaria I° SCAMPIA / LE VELE / I SETTE PALAZZI

6 PROMUOVERE “L’IDEA SCUOLA” COME AGENZIA FORMATIVA, ISTITUZIONE SUL TERRITORIO, CENTRO DI SOCIALIZZAZIONE PRIMARIA E PRESIDIO PERMANENTE DI LEGALITÀ ACCOMPAGNARE GLI ALUNNI NEL PROCESSO DI CRESCITA DANDO LORO PUNTI DI RIFERIMENTO CULTURALI, SOCIALI ED EDUCATIVI POTENZIARE L’IMPEGNO E LA CURA DELLA DISABILITÀ CONTRASTARE LA DEVIANZA MINORILE E L’ABBANDONO SCOLASTICO

7 S C U O L A D E L L A P R E V E N Z I O N E D E I D I S A G I E D E L R E C U P E R O D E G L I S V A N T A G G I S C U O L A D E L L A C O N O S C E N Z A E D E L L A C U L T U R A SCUOLA DI RIFERIMENTO SOCIALE S C U O L A C O M E B A L U A R D O E P R E S I D I O D I L E G A L I T À SCUOLA DELL’ATTENZIONE E CURA DELLA DISABILITÀ

8 lo sviluppo DELL’ALUNNO COME PERSONA CONOSCERE COMUNICARE ESSERE CURIOSO ESSERE PROTAGONISTA IMPARARE AD IMPARARE COLTIVARE INTERESSI PARTECIPARE ATTIVAMENTE SENTIRSI UTILE E CONSAPEVOLE DI UN RUOLO SCEGLIERE ED ESPRIMERE LE PROPRIE IDEE RELAZIONARSI SELEZIONARE INFORMAZIONI UTILI PER RISOLVERE PROBLEMI Dell’OFFERTA FORMATIVA ESSERE FELICE SVILUPPARE IL SENSO DELLA BELLEZZA

9 RICERCARE E SPERIMENTARE INSIEME STIMOLARE LA PARTECIPAZIONE SCOPRIRE INSIEME IL SAPERE FAVORIRE IL CONFRONTO TRA PARI PERSONALIZZARE E INDIVIDUALIZZARE GLI INTERVENTI FACILITARE LINGUISTICAMENTE L’APPRENDIMENTO E LA COMUNICAZIONE PROMUOVERE IL PEER TUTORING VALORIZZARE E GRATIFICARE SCOPRIRE INSIEME EMOZIONI E SENTIMENTI

10 IINSEGNARE AD IMPARARE  GUIDARE LA COSTRUZIONE DEL LORO SAPERE AATTIVARE PERCORSI STRUTTURATI DI PROBLEM SOLVING  FAVORIRE PROCESSI METACOGNITIVI DELL’APPRENDIMENTO PPERCORSI PLURIDISCIPLINARI ATTRAVERSO L’INDIVIDUAZIONE DI OBIETTIVI/CONTENUTI CONDIVISI DAI SINGOLI C.D.C. PPERCORSI DI APPRENDIMENTO CHE FACCIANO RIFERIMENTO AI PRINCIPI DELLA “SCUOLA ATTIVA” DI FREINET O ALLA “SCUOLA DI BARBIANA” DI DON LORENZO MILANI.

11 CCOSTRUZIONE DI MAPPE CONCETTUALI TTECNICA DEL BRAINSTORMING MMODALITÀ DI COMUNICAZIONE CIRCOLARE E LINEARE  A ATTIVITÀ DI STUDIO GUIDATO ALL’INTERNO DI PICCOLI GRUPPI LLAVORI DI GRUPPO TTEST E PROVE DIFFERENZIATE LLABORATORI COME MEZZO DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE

12 PER LO SVILUPPO DELL’ALUNNO COME PERSONA, LA SCUOLA METTE IN ATTO UN RACCORDO OPERATIVO E SINERGICO INTER ED EXTRATERRITORIALE

13 SCUOLA IN RETE CON SCUOLE DEL TERRITORIO COMMISSARIATO DI ZONA SERVIZI SOCIALI TRIBUNALE PER I MINORI COOPERATIVE “OBIETTIVO UOMO” “CASA ARCOBALENO ISTITUTO M. SCIUTI CONSULTORI ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO E PRIVATO SOCIALE VIII MUNICIPALITÀ ASSESSORATO COMUNE DI NAPOLI FONDAZIONI E CENTRI DI CULTURA PARROCCHIE CONFRONTO CON ALTRE REALTÀ, ANCHE EUROPEE (COMENIUS ) INTER ED EXTRATERRITORIALE ACCORDI CON ASSOCIAZIONI ONLUS, SOCIO-CULTURALI E SPORTIVE ASS.NE GENITORI “AGE” GPA. GRUPPO PROGRAMMA ADOLESCENTI UTB48

14 STRATEGIE DI CONTATTO, COMUNICAZIONE, ATTIVAZIONE DI MEETING, ORGANIZZAZIONE DI EVENTI CULTURALI, DIBATTITI CREAZIONE DI ACCORDI DI RETE E DI PROTOCOLLI DI INTESA CON MOLTEPLICI ORGANIZZAZIONI DI DIVERSI SETTORI ATTIVITÀ FINALIZZATE A FARE DELL’ISTITUTO COMPRENSIVO LA SCUOLA –PILOTA DEL TERRITORIO ATTIVAZIONE DIRETTA DI MOMENTI DI PARTECIPAZIONE DELLE ENTITÀ POLITICHE IMPEGNATE SUL TERRITORIO ALLE MANIFESTAZIONI CHE SCANDISCONO IL CORSO DELL’A.S. PARTENARIATO COMENIUS REGIO-SPAGNA CONTRO IL RISCHIO DI ESCLUSIONE SOCIALE E ABBANDONO SCOLASTICO PRECOCE SCAMBIO SCOLASTICO-CULTURALE COL 3° CIRCOLO DIDATTICO DI PERUGIA

15 PARTECIPAZIONE DEL PARLAMENTO DEI RAGAZZI ALLE RIUNIONI IN SEDE PRESSO L’VIII MUNICIPALITÀ CON VISITE AL PARLAMENTO ITALIANO ED EUROPEO INIZIATIVE IN CUI LA SCUOLA VIENE COINVOLTA DA PROTAGONISTA DALL’USR CAMPANIA, DALLA REGIONE CAMPANIA, DALL’ASSESSORATO ALL’ISTRUZIONE DEL COMUNE DI NAPOLI, DALL’VIII MUNICIPALITÀ PARTECIPAZIONE A BANDI EUROPEI E NAZIONALI DEI VARI MINISTERI E DEGLI ENTI LOCALI AL FINE DI PREVENIRE LA DISPERSIONE SCOLASTICA

16 CONOSCENZE E COMPETENZE LEGALITÀ RISPETTO DELLA DIVERSITÀ E DELLA DISABILITÀ SENSO DI APPARTENENZA DIFESA DELLA PACE E DEI DIRITTI UMANI TUTELA DELL’AMBIENTE DIFESA DEL DIRITTO ALLO STUDIO TUTELA DELLA SALUTE COOPERAZIONE

17 PLAN Definizione degli obiettivi RACCORDO ORGANIZZATIVO LOGISTICO ACT Azioni di miglioramento CHECK Verifica/Valutazione/ Autovalutazione dei risultati DO Esecuzione delle attività pianificate

18 EDUCARE ALLA CONOSCENZA E AL RISPETTO DELLE REGOLE, DELLE PERSONE, DELL’AMBIENTE INNALZARE IL LIVELLO DI COMPETENZE, FORMAZIONE E SUCCESSO SCOLASTICO DI CIASCUN ALLIEVO E FAR COMPRENDERE L’IMPORTANZA DELLA SCUOLA PER UN PROGETTO DI VITA EDUCARE AD UNA SANA E CORRETTA ALIMENTAZIONE: “EDUCAZIONE ALLA SALUTE COME EDUCAZIONE ALLA VITA”. PROMUOVERE UNA CULTURA DELLA SOLIDARIETÀ, DEL RISPETTO DELLA DIGNITÀ UMANA E DEL RIFIUTO DELLA VIOLENZA. DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI LEGALITÀ RISPETTO DELLA DIVERSITÀ E DELLA DISABILITÀ FAVORIRE IL CONFRONTO E L’INTEGRAZIONE TRA GLI ALLIEVI, LA RELAZIONE CON GLI ALTRI E IL SUPERAMENTO DEL PREGIUDIZIO CONOSCENZE E COMPETENZE TUTELA DELLA SALUTE DIFESA DELLA PACE E DEI DIRITTI UMANI

19 SENSO DI APPARTENENZA EDUCARE ALLA CITTADINANZA ATTIVA E SVILUPPARE IL SENSO DI APPARTENENZA AL PROPRIO TERRITORIO (SCUOLA – QUARTIERE – CITTÀ – NAZIONE) TUTELA DELL’AMBIENTE SOLLECITARE NEGLI ALLIEVI ABITUDINI E COMPORTAMENTI CORRETTI NEI CONFRONTI DELLA NATURA E DELL’AMBIENTE IN CUI SI VIVE DIFESA DEL DIRITTO ALLO STUDIO RENDERE CONCRETO L’ESERCIZIO DEL DIRITTO ALLO STUDIO GARANTENDO UGUAGLIANZA DI OPPORTUNITÀ EDUCATIVE E CONTRASTANDO LE INNUMEREVOLI CAUSE CHE INDUCONO ALLA DISPERSIONE SCOLASTICA. COOPERAZIONE PROMUOVERE LO SVILUPPO DELL’IDENTITA’, DELLA RELAZIONE, DELL’INTERAZIONE E DELLA COOPERAZIONE ALL’INTERNO DEL GRUPPO CLASSE, CREANDO UN FAVOREVOLE CONTESTO DI APPRENDIMENTO

20 ESECUZIONE DELLE ATTIVITÀ PIANIFICATE ATTRAVERSO SCELTE OPERATIVE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE INDICAZIONI NAZIONALI SCHEDE DI OSSERVAZIONE PLANNING DI CLASSE REGISTRO ELETTRONICO ATTIVITÀ FORMATIVE CURRICOLARI ED EXTRACURRICOLARI LABORATORI: INFORMATICA, SCIENTIFICO, MUSICALE, ARTISTICO, LINGUISTICO, DANZA, TEATRO, BIBLIOTECA, VIDEOTECA, RECUPERO ALUNNI A RISCHIO, LAVAGNE LIM ATTIVITÀ PER FAVORIRE L’INCLUSIONE DEGLI ALUNNI PORTATORI DI ABILITÀ DIVERSE LABORATORI, PISCINA, LOGOPEDIA, ATTIVITÀ SPORTIVE, INSERIMENTO IN TUTTE LE ATTIVITÀ PROGETTUALI, VISITE GUIDATE

21 ATTIVITÀ LUDICO SPORTIVE CON ASSOCIAZIONI SPORTIVE GIOCHI DELLA GIOVENTÙ, TORNEO DI BOOWLING, PALLAVOLO, CAMPETTO DI CALCIO, PISCINA LABORATORI DI RECUPERO SCOLASTICO PER ALUNNI A RISCHIO “CASA ARCOBALENO E “OBIETTIVO UOMO ” Progetto PON Azione F3 FINALIZZATA ALLA PREVENZIONE E AL CONTRASTO DELL’ABBANDONO SCOLASTICO E DEL FALLIMENTO FORMATIVO PRECOCE AREE A RISCHIO PER LA PREVENZIONE DEL DISAGIO SCOLASTICO E DI ATTEGGIAMENTI DEVIANTI

22 RACCORDO ORGANIZZATIVO LOGISTICO DIRIGENTE SCOLASTICO COLLABORATORI DEL DIRIGENTE RESPONSABILI DI PLESSO COORDINATORI DI CLASSE FF.SS. LAB. ARTE FONDAZIONI ASSOCIAZIONISMO CENTRI DI CULTURA CENTRI SPORTIVI VOLONTARIATO CONVENZIONI ENTI TERRITORIALI PARROCCHIE LE PARTNERSHIP DSGA PERSONALE ATA DISABILITÀ E DISAGIO BIBLIOTECA VIDEOTECA P.O.F. DOCENTI CONTINUITÀ E ORIENTAMENTO TECNOLOGIE INFORMATICHE SITO WEB REGISTRO ELETTRONICO LAB. MATEMATICA LAB. SCIENTIFICO MONITORAGGIO ASSENZE INFANZIA VIAGGI E VISITE GUIDATE REFERENTI ATTIVITÀ FUNZIONALI AL POF

23 FLESSIBILITÀ ORARIA ( DPR 275/99) per gli alunni della scuola secondaria di I° unità oraria di 50 minuti con un “risparmio” quotidiano di 60’ FLESSIBILITÀ DEL CURRICOLO Per consentire agli alunni un impegno antimeridiano un pò meno gravoso e per poter utilizzare la quota oraria settimanale residua dei docenti in attività parallele motivanti e gratificanti nonché di recupero per i ragazzi. Nella scuola secondaria di primo grado si studia la lingua inglese come prima lingua comunitaria, il francese come seconda. Nel Corso C si studia lo Spagnolo come seconda lingua comunitaria

24 LE SCELTE EDUCATIVE E DIDATTICHE DELLA SCUOLA UN PROGETTO DIDATTICO SPERIMENTALE CHE RIGUARDA UN ESIGUO NUMERO DI ALUNNI DI SECONDA E TERZA MEDIA, RIPETENTI E/O INSOFFERENTI AD UNA DIDATTICA TRADIZIONALE. FREQUENZA SCOLASTICA TRISETTIMANALE apprendimento cooperativo modalità di comunicazione circolare percorsi strutturati di problem solving tecnica del brainstorming trattazione di tematiche sociali Attività sul territorio in partenariato con associazioni presenti a Scampia. NEI RESTANTI DUE GIORNI DELLA SETTIMANA

25 B. E. S. BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI D. S. A. D I S T U R B I S P E C I F I C I D E L L ’ A P P R E N D I M E N T O DISABILITÀ S A L U T E E P R E V E N Z I O N E LA NOSTRA SCUOLA È PARTICOLARMENTE ATTENTA A TALI PROBLEMATICHE

26 B. E. S. BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI GLI ALUNNI DISABILI GLI ALUNNI CON DISTURBO SPECIFICO DI APPRENDIMENTO GLI ALUNNI CON DISTURBO DELL’ATTENZIONE E IPERATTIVITÀ GLI ALUNNI CON DISAGIO SOCIALE GLI ALUNNI STRANIERI La scuola, nella valorizzazione della “PARI DIGNITÀ SOCIALE”, tende ad ispirarsi a tre criteri fondamentali: DARE DI PIÙ A CHI HA MENO DIFFERENZIARE LA PROPOSTA FORMATIVA VALORIZZARE LE MOLTEPLICI RISORSE

27 D.S.A. DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO DISLESSIA DIFFICOLTÀ A RICONOSCERE E A COMPRENDERE I SEGNI ASSOCIATI ALLA PAROLA DISORTOGRAFIA SI RISCONTRANO DIFFICOLTÀ NELLO SCRIVERE LE PAROLE USANDO TUTTI I SEGNI ALFABETICI E A COLLOCARLI AL POSTO GIUSTO DISGRAFIA RIPRODUZIONE DEI SEGNI ALFABETICI E NUMERICI CON TRACCIATO INCERTO E IRREGOLARE. DISCALCULIA DIFFICOLTÀ NELLE ABILITÀ DI CALCOLO E SCRITTURA E LETTURA DEL NUMERO.

28 TUTELA DELLA SALUTE CONOSCENZA COMPETENZ A DIFESA DELLA PACE E DEI DIRITTI UMANI SENSO DI APPARTENENZA TUTELA DELL’ AMBIENTE ATTIVITÀ CURRICULARI COMUNI AI TRE ORDINI DI SCUOLA DELL’ISTITUTO I PROGETTI EXTRACURRICOLARI PRIMARIA – SC. SECONDARIA I° “ Adotta UNA CLASSE” con il contributo di Fondazioni e Associazioni private PON FSE AZIONI F3 CONI ASS. GENITORI CAMPANIA AREE A RISCHIO - PROGETTO “PISCINA” (INNER WHEEL), LAB. SCIENTIFICO – TOUCH MATH – (LAB. DI MATEMATICA/INFORMATICA)FOND. AMIOTTI PROGETTI ESTERNI FINANZIATI COOPERAZION E DIFESA DEL DIRITTO ALLO STUDIO L E G A L I T À RISPETTO DELLA DIVERSITÀ DISABILITA’

29 I PROGETTI EXTRACURRICOLARI

30 “IGIENE E DINTORNI” " EXPO" NIAMO LA NOSTRA ALIMENTAZIONE "PINOCCHIO UNO E BINO ….. " ARS MAIEUTICA" “TOUCH MATH” " VIAGGIANDO NEL FANTASTICO MONDO DELLA DISNEY" “THE BEAUTIFUL CHRISTMAS LIGHT ” “IL BELLO DEL RICICLO “NOI E IL CIBO”

31 “IL PARLAMENTO DEI RAGAZZI” “L’A.B.C. DEI SENTIMENTI” “INSIEME CI ESIBIAMO” “ SPORT A SCUOLA” “CHI SOGNA… REALIZZA!”

32 FINANZIAMENTO MINISTERIALE Prosieguo azioni ( Attività fino al 30/11/2014) LABORATORIO DI MATEMATICA/INFORMATICA PER LA COSTRUZIONE DI UN SOFTWARE DI MATEMATICA PER ATTIVARE PROGETTI REALIZZATI DAI DOCENTI INTERNI ALLA SCUOLA PER LA PREVENZIONE DEL DISAGIO SCOLASTICO E DI ATTEGGIAMENTI DEVIANTI. AREE A RISCHIO TOUCH MATH PROGETTI ESTERNI FINANZIATI

33 PROSIEGUO AZIONI PROGETTO PON FSE – AZIONI F3 – VIRGILIO 4 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO – STAR BENE A SCUOLA TEMPO SCUOLA VIRGILIO 4 -1 TEMPO SCUOLA VIRGILIO 4 -2 ENTE COLLABORATORE S.EGIDIOIPAM OCCHI APERTI OBIETTIVO UOMO LA ROCCIA STAR JUDO CLUB IPAMS.EGIDIO OCCHI APERTI OBIETTIVO UOMO

34 AL PROGETTO “Adotta UNA CLASSE” HANNO CONFERMATO LA PROPRIA COLLABORAZIONE: BORSE DI STUDIO PER ALUNNI MERITEVOLI DELLE CLASSI TERZE DELLA SC. SECONDARIA DI I° GRADO LA FONDAZIONE “IL MEGLIO DI TE”, COLLABORA CON UN FINANZIAMENTO ALLA REALIZZAZIONE DI: VISITE GUIDATE PER LE CLASSI PRIME E SECONDE E TERZE DELLA SC. SECONDARIA DI I° CONTRIBUTO PER IL BUS SCOLASTICO E CAMPI SCUOLA

35 International Inner Wheel Italia HELP bring HOPE “LA SCUOLA… IN ACQUA!!”. COLLABORA CON UN FINANZIAMENTO PER IL PROGETTO PISCINA:

36 ED UN CONTRIBUTO PER LO SPETTACOLO TEATRALE DI FINE ANNO SCOLASTICO

37 Verifica/Valutazione/Autovalutazione dei risultati CHI? (STAKEHOLDERS) Alunni, docenti, genitori, EE.LL. D.S, ATA COSA? Apprendimenti, POF, organizzazione, struttura, mezzi e strumenti, strategie, risorse umane, qualità. QUANDO? ANTE : in ingresso IN ITINERE : periodiche - Valutaz. ester.(In.Val.Si) POST : OUTPUT (risultati di beni e servizi) OUTCOME (L’effetto globale che gli output producono sui portatori di interesse) COME? (strumenti) Registro elettronico scheda di valutaz., verbali, certificaz. delle competenze, monitoraggio d’Istituto/ progetti – CAF/VALES

38 PROCESSO (Attività fra loro correlate finalizzate al raggiungimento di obiettivi definiti) OUTPUT PROCESSO (Qualità erogata) MONITORAGGIO DI ISTITUTO (Misura la qualità del servizio erogato) CUSTOMER SATISFACTION Giudizio globale di soddisfazione STAKEHOLDERS ATTESE STAKEHOLDERS QUALITÁ PERCEPITA

39 Azioni di miglioramento MODIFICHE E/O MIGLIORAMENTI IN RELAZIONE AI RISULTATI RAGGIUNTI

40 La Commissione P.O.F. augura a tutti… BUON LAVORO!!!


Scaricare ppt "Il Piano dell’Offerta Formativa 2014/2015 è stato realizzato dalla Commissione P.O.F.: proff. Palma Emilia, Novi Tiziana, Cuozzo Maria Luigia, Perla Valeria,"

Presentazioni simili


Annunci Google