La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL COLLEGATO AL LAVORO – un anno dopo

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL COLLEGATO AL LAVORO – un anno dopo"— Transcript della presentazione:

1 IL COLLEGATO AL LAVORO – un anno dopo
Dipartimento Formazione Cisl ER 07/04/2017

2 Modificata dalla legge 10/11
Il collegato LEGGE 4 novembre 2010, n. 183 Deleghe al Governo in materia di lavori usuranti, di riorganizzazione di enti, di congedi, aspettative e permessi, di ammortizzatori sociali, di servizi per l'impiego, di incentivi all'occupazione, di apprendistato, di occupazione femminile, nonchè misure contro il lavoro sommerso e disposizioni in tema di lavoro pubblico e di controversie di lavoro Modificata dalla legge 10/11 Dipartimento Formazione Cisl ER 07/04/2017

3 Il collegato Il provvedimento è un omnibus composto da 50 articoli (originariamente da soli 9 articoli) : Pensionamento anticipato per chi svolge lavori usuranti Proseguimento del riordino degli enti vigilati dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali Riforma della maxisanzione contro il lavoro nero Revisione delle sanzioni relative all’orario di lavoro Mobilità del personale della p.a. Revisione dei part time nella p.a. Aspettativa per i dipendenti pubblici che intendono aprire una propria attività autonoma Dipartimento Formazione Cisl ER 07/04/2017

4 Un legge omnibus Pari opportunità e assenza di discriminazioni nelle p.a. Riordino dei congedi, delle aspettative e dei permessi Modifiche alla disciplina sui permessi per l’assistenza ai portatori di handicap Modalità di trasmissione dei certificati di malattia Disciplina della certificazione dei contratti di lavoro Disciplina della conciliazione e dell’arbitrato Disciplina del contratto a tempo determinato Dipartimento Formazione Cisl ER 07/04/2017

5 Un legge omnibus Accesso ispettivo, potere di diffida, verbale unico
Riapertura delle deleghe al Governo per la riforma degli ammortizzatori sociali e del collocamento (????) Apprendistato Collaborazioni coordinate e continuative (???) Dipartimento Formazione Cisl ER 07/04/2017

6 Pensionamento anticipato – lavori usuranti
Viene riproposta la delega già contenuta nella legge 247/07 (patto sul welfare) Spetta al Governo emanare entro 3 mesi dall’entrata in vigore della legge decreti legislativi per il pensionamento anticipato di chi svolge lavori usuranti Norme per chi ha maturato i requisiti per il pensionamento il 1 gennaio 2008 Su richiesta del lavoratore interessato presso ente previdenziale di riferimento Regole concertate con le parti sociali nell’ambito del protocollo sul welfare del 2007 ATTUATO CON Decreto Legislativo 21 aprile 2011 n. 67 per l'accesso anticipato al pensionamento per gli addetti alle lavorazioni particolarmente faticose e pesanti Dipartimento Formazione Cisl ER 07/04/2017

7 Pensionamento anticipato – lavori usuranti categorie
Addetti a mansioni particolarmente usuranti art. 2 decreto Min. Lavoro 19/5/1999 Lavoratori notturni così come definiti nel d.lgs. 2011 Lavoratori imprese allegato 1 elenco 1 del d.lgs. 2011 Conducenti di veicoli, capienza almeno 9 posti, adibiti a servizio pubblico di trasporto collettivo Dipartimento Formazione Cisl ER 07/04/2017

8 Pensionamento anticipato – lavori usuranti turnisti
Lavoratori a turni (art. 1 c. 2 lett. g) d.lgs. 66/2003) che svolgono attività notturna ai sensi della lett. d (almeno 7 ore comprendenti intervallo tra le h. 24 e le h. 5 del mattino) Almeno 6 h. per almeno 78 gg. all’anno per chi raggiunge il diritto a pensione anticipata tra 1/1/2008 e il 30/6/2009 Almeno 64 gg. all’anno per chi raggiunge diritto a pensione anticipata dal 1/7/2009 Lavoratori che prestano attività per almeno 3 ore tra le h. 24 e le h. 5 del mattino per intero anno lavorativo Dipartimento Formazione Cisl ER 07/04/2017

9 Pensionamento anticipato – lavori usuranti in catena di montaggio
Impegnati in processi produttivi in serie Con ritmo determinato da misurazione di tempi di produzione Con mansioni organizzate in sequenze di postazioni Che svolgano attività con ripetizione costante dello stesso ciclo lavorativo su parti staccate di un prodotto finale Che si spostano a flusso continuo o a scatti con cadenze brevi determinate dall’organizzazione del lavoro/tecnologia Con esclusione degli addetti a lavorazioni collaterali a linee di produzione/manutenzione/rifornimento materiali, attività di regolazione o controllo computerizzato delle linee e al controllo di qualità Dipartimento Formazione Cisl ER 07/04/2017

10 Pensionamento anticipato – lavori usuranti in catena di montaggio
Voce Lavorazioni 1462 Prodotti dolciari, additivi per bevande e altri alimenti 2197 Lavorazione/trasformazione resine sintetiche e materiali polimerici termoplastici e termoindurenti, produzione articoli finiti 6322 Macchine per cucire e macchine rimagliatrici per uso industriale e domestico 6411 Costruzione autoveicoli e rimorchi 6581 Apparecchi termici: di produzione vapore, riscaldamento, refrigerazione, condizionamento 6582 Elettrodomestici 6590 Altri strumenti e apparecchi 8210 Confezione con tessuti di articoli per abbigliamento ed accessori … 8230 Confezione calzature q.siasi materiale anche per singole fasi del ciclo produttivo Dipartimento Formazione Cisl ER 07/04/2017

11 Pensionamento anticipato – lavori usuranti clausola di salvaguardia
Qualora emergano scostamenti tra gli oneri derivanti dalle domande accolte e la copertura finanziaria prevista, … trova applicazione un criterio di priorità, nella decorrenza dei trattamenti pensionistici, in ragione: della maturazione dei requisiti agevolati, e, a parità degli stessi, della data di presentazione della domanda Si richiede che le mansioni siano svolte per almeno 7 anni prima della pensione (per pensioni con decorrenza 31/12/2017) e per almeno metà della vita lavorativa (dal 1/1/2018), esclusi i periodi di contribuzione solo figurativa Dipartimento Formazione Cisl ER 07/04/2017

12 Pensionamento anticipato – lavori usuranti plafond finanziario
2011 312 milioni € 2012 350 milioni € Dal 2013 383 milioni € Dipartimento Formazione Cisl ER 07/04/2017

13 Pensionamento anticipato – lavori usuranti domanda
Domanda per beneficio usuranti all’ente di previdenza: Entro 30/9/2011 se requisiti agevolati sono maturati entro 31/12/2011 Entro 1 marzo dell’anno di maturazione requisiti agevolati se essi sono maturati a partire dal 1/1/2012 Documentazione (art. 2 c. 2): Copia/estratti documentazione dello svolgimento attività usurante Elementi di prova di data certa In riferimento a qualità e quantità attività usuranti e assetto organizzativo azienda Dipartimento Formazione Cisl ER 07/04/2017

14 Pensionamento anticipato – lavori usuranti beneficio
Dal 1/1/2013 riduzione di 3 unità della quota (sommatoria età anagrafica + contribuzione versata) Norme transitorie per periodo dal 1/1/08 al 31/12/12 – differenziate tra turnisti e non turnisti (sic!) Dipartimento Formazione Cisl ER 07/04/2017

15 Pensionamento anticipato – lavori usuranti beneficio non turnisti
1/1/ /06/2009 1/7/ /12/2009 2010 Età + ctb Età+ctb Quota 57 anni + 35 c. 57 a.+ 36 c. 58 a. +35 c. 93 57 a. +37 c. 58 a. +36 c. 94 57 a c. Dal adeguamento speranza di vita Età + ctb Quota 58 età + 36 ctb 59 età + 35 ctb 94 Dipartimento Formazione Cisl ER 07/04/2017

16 Pensionamento anticipato – lavori usuranti beneficio turnisti
1/7/ /12/2009 2010 Età+ctb Quota 58 a.+ 35 c. 93 58 a. +36 c. 59 a. +35 c. 94 58 a c. Dal 2013 Dal adeguamento speranza di vita Età + ctb Quota 60 età + 35 ctb 95 ctb minima 35 anni Dipartimento Formazione Cisl ER 07/04/2017

17 Congedi, aspettative, permessi
Entro tre mesi dall’entrata in vigore della norma, il Governo potrà emanare decreti legislativi per riordinare la materia dei congedi, delle aspettative, dei permessi La delega prevede esplicitamente: Il riordino degli istituti in relazione alle situazioni costituzionalmente tutelate Ridefinizione dei presupposti oggettivi e soggettivi Semplificazione delle modalità di fruizione Uniformità tra pubblico e privato Razionalizzazione del documentazione da presentare per comprovare il diritto alla fruizione Dipartimento Formazione Cisl ER 07/04/2017

18 Congedi, aspettative, permessi
E' in vigore dallo scorso 11 agosto il D. Lgs.vo n. 119 del di riforma di congedi, aspettative e permessi Tale riforma riguarda : astensioni per maternità congedi per assistenza delle persone diversamente abili congedi e cure degli invalidi diritto allo studio congedi a seguito di adozione. Dipartimento Formazione Cisl ER 07/04/2017

19 Maternità Prima Oggi L’interruzione spontanea o terapeutica della gravidanza dopo il 180° giorno o la morte prematura del neonato venisse considerato come parto prematuro, pertanto si applicava l’astensione obbligatoria dei 3 mesi successivi al parto La lavoratrice può rientrare prima al lavoro, purché : Preavviso almeno 10 gg. al datore Presenza doppia certificazione (medico SSN e medico competente aziendale) Per i genitori di minore portatore di handicap grave, previsto il prolungamento del periodo di congedo parentale retribuito a 3 anni nei primi otto anni di vita del bambino con decorrenza dal periodo di astensione facoltativa e con conseguente possibilità della somma dei due congedi Il periodo dei 3 anni, fruibili in misura continuativa o frazionata, costituisce il periodo massimo di congedo dei genitori nell’arco dei primi 8 anni di vita del bambino portatore di handicap grave Congedo fruibile anche se il bimbo è ricoverato in struttura ospedaliera, ma solo se i sanitari prevedono la presenza del genitore Dipartimento Formazione Cisl ER 07/04/2017

20 Assistenza persona con handicap grave
Prima Oggi Per i genitori, fino al compimento del terzo anno di vita del bambino con handicap in situazione di gravità e in alternativa al prolungamento del periodo di congedo parentale, prevista la facoltà di chiedere due ore di permesso giornaliero retribuito È possibile scegliere tra 1) i tre giorni mensili di permesso retribuito fruibili da ambedue i genitori alternativamente 2) due ore di permesso giornaliero retribuito 3) prolungamento del congedo parentale Congedo straordinario assistenza persona con handicap grave - periodo di congedo continuativo o frazionato non superiore a 2 anni Si prevede una sorta di “scaletta” dei beneficiari prevedendo cioè un ordine di priorità ; infatti solo in caso di decesso, mancanza o patologie invalidanti dei soggetti titolari si scalerà a favore dei “sostituti” : coniuge, genitore adottivo, figlio/a convivente, fratello/sorella convivente Dipartimento Formazione Cisl ER 07/04/2017

21 Assistenza persona con handicap grave
Prima Oggi Congedo straordinario assistenza persona con handicap grave - periodo di congedo continuativo o frazionato non superiore a 2 anni Poteva venire concesso più volte a fronte di mutamento di posto di lavoro Riordinata e aggiornata la disciplina contenente le modalità di fruizione di tale congedo : dev’essere accordato entro 60 gg. dalla richiesta, max 2 anni/persona disabile, una sola volta nella vota lavorativa Congedo straordinario assistenza persona con handicap grave Non rileva ai fini della maturazione delle ferie, della tredicesima mensilità e del Tfr Legge 104 – assistenza persona non autosufficiente Il dipendente ha diritto di prestare assistenza nei confronti di più persone in situazione di handicap grave, a condizione che si tratti del coniuge o di un parente od affine di primo grado o entro il secondo grado se i genitori o il coniuge del soggetto con grave handicap abbiano compiuto i 65 anni, siano mancanti, deceduti o affetti da patologie invalidanti Dipartimento Formazione Cisl ER 07/04/2017

22 Assistenza persona con handicap grave
Prima Oggi Legge 104 – assistenza persona non autosufficiente L’assistenza di un soggetto portatore di grave handicap residente ad una distanza stradale superiore a 150 chilometri va attestata con titolo di viaggio (es. biglietto del treno ,dell’aereo ecc..) o altra idonea documentazione Dipartimento Formazione Cisl ER 07/04/2017

23 Congedo invalidi Prima Oggi
Si prevede per i lavoratori mutilati e invalidi civili con una riduzione della capacità lavorativa superiore al 50% possono fruire ogni anno, anche in maniera frazionata, di un congedo per cure per un periodo non superiore a 30 giorni - richiesta medico SSN Periodo NON rientrante nel periodo di comporto Retribuito come se si fosse in malattia Dipartimento Formazione Cisl ER 07/04/2017

24 Genitori adottivi Prima Oggi
Le disposizioni in materia di riposi dei genitori vengono estese anche nel caso di adozioni ed affidamenti, e sono riconosciute entro il primo anno dall’ingresso del minore nella famiglia Estende le disposizioni sui riposi dei genitori anche al caso di adozioni Sostituisce il riferimento agli anni di vita del bambino, con il suo ingresso in famiglia Dipartimento Formazione Cisl ER 07/04/2017

25 Certificati di malattia
Passaggio al certificato di malattia telematico Circolare 4/2011 Presidenza consiglio dei ministri e ministero del lavoro Circ. INPS 1117/11 Dal 13 settembre 2011 via certificata (PEC) l’Inps lo trasmetterà al datore di lavoro, dopo averlo ricevuto a sua volta dal medico curante del lavoratore/lavoratrice Per medico curante s’intende colui che ha verificato l’esistenza di una malattia che impedisce di lavorare : Medico di famiglia Medico specialista ambulatoriale Medico del pronto soccorso (ma sono attrezzati alla trasmissione telematica?) Guardia medica (ma sono attrezzati alla trasmissione telematica?) Medico ospedaliero (in caso di ricover0) Medico in libera professione Dipartimento Formazione Cisl ER 07/04/2017

26 Certificati di malattia
Il certificato (che il medico deve trasmettere all’INPS) deve riportare l’indicazione di diagnosi e prognosi Il certificato è gratuito per il lavoratore Dipartimento Formazione Cisl ER 07/04/2017

27 Certificati di malattia
Prima Dopo Tempi Il lavoratore era tenuto entro 2 giorni a portare una coppia del certificato all’INPS, l’altra al datore Il lavoratore non è più tenuto a trasmettere il certificato entro 2 gg. Sarà il datore (o suo intermediario) a visualizzare il certificato on line Dal 1/10/11 DDL potrà richiedere le visite di controllo unicamente attraverso la procedura on line Dipartimento Formazione Cisl ER 07/04/2017

28 Certificati di malattia – il lavoratore
Il medico deve rilasciare, al momento della visita, copia cartacea del certificato e dell’attestato di malattia telematica al lavoratore Ciò consente al lavoratore di prendere visione della corretta digitazione dei dati anagrafici e, tra questi, dell’indirizzo di reperibilità, la cui esatta indicazione rimane un onere a carico del lavoratore stesso Il lavoratore può in alternativa richiedere al medico di inviare copia dei suddetti documenti, in formato pdf, alla propria casella di posta elettronica Inoltre … il lavoratore riceve dal medico il numero di protocollo identificativo del certificato inviato telematicamente (nel privato : fornito al DDL qualora ne faccia richiesta – vedi anche accordi sindacali) Resta fermo l'obbligo del lavoratore di segnalare tempestivamente al datore di lavoro la propria assenza e l'indirizzo di reperibilità, qualora diverso dalla residenza o domicilio abituale, per i successivi controlli medico fiscali Dipartimento Formazione Cisl ER 07/04/2017

29 Certificati di malattia
Il lavoratore può prendere visione, ed eventualmente stampare, un proprio attestato di malattia accedendo al sito web dell'INPS (www.inps.it) tramite il proprio codice fiscale e il numero di protocollo del certificato fornitogli dal medico Per andare incontro ai DDL “meno attrezzati”, l’INPS ha predisposto un servizio per inviare i certificati ai consulenti delle aziende (es. settore agricolo) In caso di impossibilità della trasmissione da parte del medico … vecchio sistema Dipartimento Formazione Cisl ER 07/04/2017

30 Apprendistato Il collegato prevedeva la delega al Governo per la riforma organica di riformati : Collocamento Incentivi all’occupazione Apprendistato Leggi a sostegno dell’occupazione femminile Dlgs di riforma dell’apprendistato (in via di pubblicazione sulla GU) Dipartimento Formazione Cisl ER 07/04/2017

31 Apprendistato Importante : lo scorso 27 ottobre avviso comune tra tutte le parti sociali il Ministero al lavoro e le Regioni in merito a : apprendistato professionalizzante tirocini formativi e di orientamento Dipartimento Formazione Cisl ER 07/04/2017

32 Apprendistato – la recente riforma
Riconduce alle parti sociali il contratto d’apprendistato Infatti, la disciplina generale comune affidata alla contrattazione collettiva nel rispetto di alcuni principi: Forma scritta del contratto Piano formativo individuale per iscritto Conferma del sottoinquadramento di due livelli o percentualizzazione Presenza di un tutor Registrazione della formazione nel libretto formativo Riconoscimento della qualifica professionale ai fini contrattuali Definizione standard professionali di riferimento ai fini della verifica degli esiti dei percorsi formativi in apprendistato professionalizzante Conferma che il contratto d’apprendistato è a tempo indeterminato Dipartimento Formazione Cisl ER 07/04/2017

33 Apprendistato – la recente riforma
L’apprendistato professionalizzante o contratto di mestiere, riservato ai giovani tra 18 e 29 anni nonché ai lavoratori in mobilità, saranno gli accordi interconfederali e i contratti collettivi, e non più le Regioni, a stabilire durata e modalità di erogazione della formazione in funzione dei profili professionali stabiliti nei sistemi di classificazione e inquadramento del personale, nonché la durata del contratto, 3 anni ovvero 4 nel caso di diploma quadriennale regionale. Formazione di base e trasversale a carico delle Regioni Dipartimento Formazione Cisl ER 07/04/2017

34 Grazie! Dipartimento Formazione Cisl ER 07/04/2017


Scaricare ppt "IL COLLEGATO AL LAVORO – un anno dopo"

Presentazioni simili


Annunci Google