La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

WEB QUEST DESTINATARI: Classe V - Istituto Tecnico Industriale “J.F. Kennedy” (Pordenone) AMBITO DISCIPLINARE : Disegno, Progettazione e Organizzazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "WEB QUEST DESTINATARI: Classe V - Istituto Tecnico Industriale “J.F. Kennedy” (Pordenone) AMBITO DISCIPLINARE : Disegno, Progettazione e Organizzazione."— Transcript della presentazione:

1 WEB QUEST DESTINATARI: Classe V - Istituto Tecnico Industriale “J.F. Kennedy” (Pordenone) AMBITO DISCIPLINARE : Disegno, Progettazione e Organizzazione Industriale PROGETTO DI UN IMPIANTO INDUSTRIALE

2 PROGETTO DI UN IMPIANTO INDUSTRIALE web-quest INTRODUZIONE Nel corso dell’ultimo anno di studi, il corso di Disegno, Progettazione e Organizzazione Industriale affronta problemi inerenti le tecnologie applicate alla produzione, la progettazione delle attrezzature, la elaborazione dei cicli di lavorazione e, appunto, l’organizzazione della produzione industriale. Quest’ultimo argomento viene approfondito con lo studio delle caratteristiche dei processi produttivi, dei costi, del lay-out degli impianti e della logistica industriale (ricerca operativa, programmazione dell’officina, ecc…). Per darvi l’opportunità di applicare in maniera pratica quanto appreso in quest’insegnamento, ho progettato un’attività scolastica che si prefigge di farvi indossare i panni delle principali figure presenti in un’impresa in fase di allestimento, ambiti lavorativi in cui potreste svolgere la vostra attività di Periti Industriali. Sarete, quindi, chiamati a indossare i panni dei responsabili dell’ufficio tecnico, dell’ufficio marketing, della produzione e tutte le altre figure indispensabili all’azienda. Ognuno di voi svolgerà un ruolo che porterà al successo imprenditoriale dell’azienda ed allora Sursum corda, il successo ci aspetta

3 COMPITO 1/3 Una società di capital venture ha deciso di aprire uno stabilimento industriale in cui si produrranno particolari meccanici per nuovi elettrodomestici, dei quali si conoscono le caratteristiche ed i cicli produttivi. Più precisamente, si conosce denominazione provvisorio del particolare, volume iniziale e volume finale, peso iniziale e peso finale, ciclo di lavorazione e macchine necessarie alla produzione, scarti e polluzioni generati, produzione presunta in pezzi/ora e scorte. Sulla base dei dati forniti si richiede alla società di servizi “Kennedy” di Pordenone la stesura del progetto dello stabilimento che deve comprendere: lo studio particolareggiato del plant-layout, completo di disegni quotati in scala 1:100 con la disposizione delle macchine, dei magazzini e dei servizi generali. il Piano Regolatore Generale dello stabilimento che prevede un ampliamento, fino al raddoppio, della superficie inizialmente costruita, riportare gli accessi, i collegamenti con la rete viaria ordinaria; dovrà pure indicare la forma e le dimensioni del terreno atto a consentire l’ampliamento suddetto. le pratiche necessarie per ottenere le autorizzazioni alla produzione e tutto ciò che serve dal punto di vista burocratico per l’apertura dello stabilimento nella provincia di Pordenone; sul plant-layout (scala 1:100) dovrà essere riportato il flusso dei materiali; relativamente ai magazzini e ai depositi dovranno essere specificati ed illustrati i sistemi di immagazzinamento e gli impianti di movimentazione. PROGETTO DI UN IMPIANTO INDUSTRIALE web-quest

4 COMPITO 2/3 Gli studi, i progetti, i disegni ed i calcoli suddetti dovranno essere accompagnati da una relazione descrittiva, la quale svilupperà, fra l’altro, i seguenti argomenti: - volume di produzione annuo dei diversi prodotti; -area totale del comprensorio, superficie coperta, volume costruito, “maglia” dei diversi corpi di fabbrica, altezza netta sotto filo catena, tipo di struttura e di copertura, posizione degli accessi, ecc...; - indici caratteristici dei magazzini; - impianti generali previsti: energia elettrica (fonte di illuminazione, potenza installata, potenza utilizzata, rete di distribuzione), illuminazione (tipo e potenza installata), impianti antincendio (reti generali di distribuzione, eventuali sistemi specifici, di protezione e di rilevamento), aria compressa (consumi, rete di distribuzione, serbatoi di accumulo, rete di distribuzione); - movimentazione dei materiali, specificando come arrivano, come vengono scaricati, come vengono immagazzinati, come vengono prelevati dal magazzino, come vengono movimentati lungo il ciclo produttivo, come vengono caricati sui mezzi di spedizione, con che frequenza ed in quali quantità arrivano e partono. PROGETTO DI UN IMPIANTO INDUSTRIALE web-quest

5 COMPITO 3/3 Gli studi, i progetti, i disegni ed i calcoli suddetti dovranno essere accompagnati da una relazione descrittiva, la quale svilupperà, fra l’altro, i seguenti argomenti: - volume di produzione annuo dei diversi prodotti; -area totale del comprensorio, superficie coperta, volume costruito, “maglia” dei diversi corpi di fabbrica, altezza netta sotto filo catena, tipo di struttura e di copertura, posizione degli accessi, ecc...; - indici caratteristici dei magazzini; - impianti generali previsti: energia elettrica (fonte di illuminazione, potenza installata, potenza utilizzata, rete di distribuzione), illuminazione (tipo e potenza installata), impianti antincendio (reti generali di distribuzione, eventuali sistemi specifici, di protezione e di rilevamento), aria compressa (consumi, rete di distribuzione, serbatoi di accumulo, rete di distribuzione); -movimentazione dei materiali, specificando come arrivano, come vengono scaricati, come vengono immagazzinati, come vengono prelevati dal magazzino, come vengono movimentati lungo il ciclo produttivo, come vengono caricati sui mezzi di spedizione, con che frequenza ed in quali quantità arrivano e partono. Inoltre, deve essere valutato il preventivo di spesa ed il costo annuo dell’impianto progettato, tenendo conto anche del costo in opera delle diverse unità operatrici. PROGETTO DI UN IMPIANTO INDUSTRIALE web-quest

6 PROCEDURA E TEMPISTICA La classe è suddivisa in sette gruppi (due/tre allievi per gruppo), in modo che ognuno possa occuparsi di una delle seguenti funzioni interne ad un’azienda: - Studio Marketing e vendite: collega il territorio con l’azienda svolgendo la funzione basilare e vitale di quantificare l’entità di produzione nell’immediato e per il futuro; inoltre, deve risolvere i problemi del “saper presentare”, del “far conoscere”, del “giustificare il costo”, per “garantire la distribuzione”. - Studio tecnico dei prodotti: ha il compito di evidenziare le implicazioni tecnologiche e tutti i parametri che serviranno durante la progettazione e produzione. - Personale: accerta il numero di unità lavorative necessarie al normale funzionamento dell’azienda, oltre a occuparsi della gestione delle carriere, remunerazioni e formazione. - Finanze e Amministrazione: ha lo scopo di tener sempre sotto controllo la resa del capitale investito e puntare all’obiettivo di trarre utili, interfacciandosi con banche e finanziatori; gestisce i rapporti con il territorio da un punto di vista delle norme e dei regolamenti. - Ufficio logistico: ha il compito di occuparsi delle attività coinvolte nella movimentazione e nella giacenza dei materiali, comprendendo i trasporti interni, esterni, i magazzini e i rapporti con i fornitori e i clienti. - Ufficio impianti e manutenzione: si occupa della progettazione, realizzazione e manutenzione di tutti gli impianti ausiliari alla produzione. PROGETTO DI UN IMPIANTO INDUSTRIALE web-quest

7 PROCEDURA E TEMPISTICA Tutte le funzioni che agiscono nell’impresa devono continuamente collaborare tra loro per il conseguimento dell’obiettivo finale. Il compito si deve suddividere in tre fasi: A) lavoro autonomo di ogni gruppo reperimento di tutte le informazioni necessarie al raggiungimento degli obiettivi dell’azienda: produrre il massimo con il minimo costo. Ogni gruppo cercherà, allora, di individuare le varie soluzioni possibili: i numeri del mercato sugli elettrodomestici simili a quelli da produrre, prospettive di vendita degli elettrodomestici, concorrenti, sistemi di pubblicità utilizzati per la tipologia di prodotti, sistemi di distribuzione; determinazione del numero di macchine, dei tempi di produzione, del numero di addetti, degli utensili e delle attrezzature, del tipo di utenze ausiliarie e dell’entità delle richieste ausiliarie (energia elett., ec…); organizzazione del personale e stesura di un organigramma, costi connessi alla manodopera, oneri vari, formazione obbligatoria e costi connessi; tenere la contabilità generale, gestire e contabilizzare le spese, valutare i tassi di interessi bancari, determinare gli ammortamenti, assolvere alle pratiche burocratiche con enti e Pubblica Amministrazione (CCIAA, ecc…); PROGETTO DI UN IMPIANTO INDUSTRIALE web-quest

8 PROCEDURA E TEMPISTICA determinare i sistemi di trasporto, le risorse necessarie, le dimensioni dei magazzini e dei bancali in base alle indicazioni, le modalità di ricevimento materie prime e loro stoccaggio e invio dei prodotti finiti in base a fornitori e clienti; determinazione delle caratteristiche degli impianti ausiliari: energia elettrica (fonte di illuminazione, potenza installata, potenza utilizzata, rete di distribuzione), illuminazione (tipo e potenza installata), impianti antincendio (reti generali di distribuzione, eventuali sistemi specifici, di protezione e di rilevamento), aria compressa (consumi, rete di distribuzione, serbatoi di accumulo, rete di distribuzione); operare come anello di congiunzione tra tutte le funzioni supportando quelle soggette a maggiore carico di lavoro e assumendo il compito di supervisionare lo sviluppo del lavoro. B) lavoro in comune i vari gruppi si interfacciano per scambiarsi le informazioni necessarie alla scelta delle varie soluzioni trovate da ogni gruppo in merito alla sua funzione. Ad esempio, lo studio tecnico chiederà allo studio Finanze e Amministrazione informazioni sulle norme e le regolamentazioni sulla rumorosità e sulla composizione delle acque di scarico e sulle polluzioni. PROGETTO DI UN IMPIANTO INDUSTRIALE web-quest

9 PROCEDURA E TEMPISTICA C) lavoro autonomo di ogni gruppo ogni gruppo redigerà la parte di relazione tecnica di competenza e il gruppo “ufficio Pianificazione” si occuperà di uniformare i documenti secondo uno standard unico (formattazione del documento). Si prevedono i seguenti tempi per le tre fasi sopra indicate distribuite nel periodo fine 1° quadrimestre – inizio secondo quadrimestre (gennaio – marzo) in maniera da aver affrontato almeno in parte gli argomenti necessari al compito: FASE A FASE B FASE C Le attività saranno svolte sia durante l’orario curriculare sia nel corso di rientri pomeridiani. PROGETTO DI UN IMPIANTO INDUSTRIALE web-quest

10 RISORSE 1/2 Per portare al termine efficacemente il lavoro assegnato dovrete utilizzare le seguenti risorse: WEB: comune di Pordenone Provincia di Pordenone Camera di Commercio di Pordenone Industriali di Pordenone Italiana Retailer Elettrodomestici Specializzati Sistemi di stoccaggio Impianti ausiliari e trasporti rivenditori di macchine utensili e professionisti Associazione banche italiane Electrolux Gestione della Logistica I grandi e i piccoli elettrodomestici: il mercato italiano e un confronto internazionale. Negozi elettrodomestici a Pordenone Normative sugli elettrodomestici e tendenze generali Cgil, cisl, uil, fiom, ecc…Sindacati ed enti per contrattazione stipendi I magazzini industriali PROGETTO DI UN IMPIANTO INDUSTRIALE web-quest

11 RISORSE 2/2 Per portare al termine efficacemente il lavoro assegnato dovrete utilizzare le seguenti risorse: ALTRO - appunti e dispense delle lezioni; - - materiale tecnico consegnato dai professionisti contattati; - - riviste di settore; - libri di testo e manuali tecnici. PROGETTO DI UN IMPIANTO INDUSTRIALE web-quest

12 VALUTAZIONE Saranno valutati i seguenti elementi:  Organizzazione e lavoro di gruppo.  Materiale reperito e sua rilevanza  Capacità di elaborazione dei dati.  Logica/Efficacia delle scelte  Capacità di interfaccia e scambio informazioni.  Prodotto finale. PROGETTO DI UN IMPIANTO INDUSTRIALE web-quest INDICATORE ORGANIZZAZIONE DEI COMPITI E LAVORO DI GRUPPO Assenza di organizzazione dei compiti e lavoro prevalentemente autonomo Organizzazione dei compiti grossolana e lavoro di gruppo altalenante. Organizzazione dei compiti chiara e lavoro di gruppo regolare. Organizzazione dei compiti particolareggiat a e lavoro di gruppo propositivo

13 VALUTAZIONE PROGETTO DI UN IMPIANTO INDUSTRIALE web-quest INDICATORE LOGICA E EFFICACIA DELLE SCELTE Il gruppo ha fatto scelte casuali e improbabili. Il gruppo ha fatto scelte superficiali e poco utili. Il gruppo ha fatto scelte logiche e funzionali. Il gruppo ha fatto scelte meditate e originali. INDICATORE CAPACITA’ DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI Il gruppo non ha effettuato alcuna elaborazione limitandosi al “copia-incolla” Il gruppo ha effettuato una mediocre elaborazione, modificando poco le informazioni Il gruppo ha elaborato le informazioni in maniera sufficiente Il gruppo ha elaborato le informazioni giungendo a delle conclusioni personali INDICATORE MATERIALE REPERITO E SUA RILEVANZA Il gruppo ha reperito poco materiale e di scarsa rilevanza Il gruppo ha reperito abbastanza materiale, ma non del tutto rilevante Il gruppo ha reperito materiale sufficiente e attinente. Il gruppo ha reperito molto materiale e di ottima rilevanza.

14 VALUTAZIONE PROGETTO DI UN IMPIANTO INDUSTRIALE web-quest INDICATORE CAPACITA’ DI INTERFACCIA E SCAMBIO INFORMAZIONI Il gruppo non è riuscito a fornire supporto e a sfruttare il lavoro degli altri gruppi Il gruppo ha fornito poco supporto agli altri gruppi e non è riuscito a sfruttare al meglio il lavoro degli altri gruppi. Il gruppo ha fornito supporto agli altri gruppi e ha utilizzato il lavoro degli altri gruppi. Il gruppo ha fornito supporto agli altri gruppi aiutandoli nelle scelte e ha sfruttato al meglio il lavoro degli altri gruppi INDICATORE PRODOTTO FINALE Documento inadeguato alle richieste. Documento non del tutto adeguato alle richieste. Documento adeguato alle richieste. Documento come richiesto e con integrazioni (allegati, disegni e grafici) La valutazione finale in trentesimi sarà quindi riportata in decimi.

15 CONCLUSIONI PROGETTO DI UN IMPIANTO INDUSTRIALE web-quest Al termine del lavoro, verrà distribuita ad ogni gruppo una copia del documento elaborato e il docente evidenzierà i risultati ottenuti facendo porre l’attenzione agli studenti sui punti deboli e sui punti di forza, evitando riferimenti positivi o negativi ai vari gruppi, ma sottolineando l’azione sinergica che la classe ha fatto per raggiungere l’obiettivo. Il docente provvederà, se il lavoro avrà raggiunto un risultato globale accettabile, a far trovare nella copia del documento una lettera di congratulazioni della società di capital venture per il lavoro svolto.


Scaricare ppt "WEB QUEST DESTINATARI: Classe V - Istituto Tecnico Industriale “J.F. Kennedy” (Pordenone) AMBITO DISCIPLINARE : Disegno, Progettazione e Organizzazione."

Presentazioni simili


Annunci Google