La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 QUANTO È “SOCIAL” LA TUA AZIENDA? Indagine sull’utilizzo dei Social Media da parte delle aziende italiane che fanno Direct Marketing e Vendita a Distanza.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 QUANTO È “SOCIAL” LA TUA AZIENDA? Indagine sull’utilizzo dei Social Media da parte delle aziende italiane che fanno Direct Marketing e Vendita a Distanza."— Transcript della presentazione:

1 1 QUANTO È “SOCIAL” LA TUA AZIENDA? Indagine sull’utilizzo dei Social Media da parte delle aziende italiane che fanno Direct Marketing e Vendita a Distanza Decoding ANDEC - MARKETING MULTICANALE E SOCIAL INTELLIGENCE

2 Agenda 1.Introduzione - Obiettivi e Metodologia 2.Profilo delle aziende 3.Le aziende italiane & i social media 4.Conclusioni 2

3 BACKGROUND E OBIETTIVI DELL’INDAGINE COSA AIDiM, ANVED ed eCircle hanno condotto questa indagine per investigare l’esperienza della aziende italiane in ambito di social media marketing. Il bacino di raccolta è concentrato sulle aziende che fanno anche Direct Marketing e Vendita a distanza Scopo dell’indagine è di verificare le potenzialità di questo canale di comunicazione per raggiungere gli obiettivi di marketing/vendite ed il reale utilizzo nella gestione del dialogo con prospect e clienti. COME Sono stati invitati alla compilazione del questionario (online) una selezione di contatti dei database B2B di AIDiM, ANVED ed eCircle. Sono state raccolte 315 interviste online. QUANDO Il questionario è rimasto online dal 14 al 25 novembre Indagine Quanto è Social la tua Azienda? 3

4 Agenda 1.Introduzione - Obiettivi e Metodologia 2.Profilo delle aziende 3.Le aziende italiane & i social media 4.Conclusioni 4

5 Base: Totale Intervistati (N=315) PROFILO DELLE AZIENDE DIMENSIONE, FATTURATO E CANALI DI VENDITA Chi sono le Aziende che hanno partecipato all’indagine? Il 30% delle aziende rispondenti ha un fatturato di almeno 50 milioni di euro; le PMI sono ben rappresentate, in particolare le aziende di servizio B2B. Tutti i canali di vendita sono presenti nel campione dei rispondenti; quasi la metà delle aziende vende i propri prodotti tramite una rete di vendita diretta (prevalentemente di proposizione ad altre aziende: B2B, ma anche banche e assicurazioni, energia, etc.) Chi sono le Aziende che hanno partecipato all’indagine? Il 30% delle aziende rispondenti ha un fatturato di almeno 50 milioni di euro; le PMI sono ben rappresentate, in particolare le aziende di servizio B2B. Tutti i canali di vendita sono presenti nel campione dei rispondenti; quasi la metà delle aziende vende i propri prodotti tramite una rete di vendita diretta (prevalentemente di proposizione ad altre aziende: B2B, ma anche banche e assicurazioni, energia, etc.) 5

6 PROFILO DELLE AZIENDE SETTORE MERCEOLOGICO Chi sono le Aziende che hanno partecipato all’indagine? Tra i settori merceologici più rilevanti Internet, e-commerce Servizi Informatica - IT Editoria e Audiovisivi Abbigliamento, tessile, moda Turismo, Alberghiero, Ristorazione Bancario, finanziario, assicurativo Pubblicità, comunicazione e PR Chi sono le Aziende che hanno partecipato all’indagine? Tra i settori merceologici più rilevanti Internet, e-commerce Servizi Informatica - IT Editoria e Audiovisivi Abbigliamento, tessile, moda Turismo, Alberghiero, Ristorazione Bancario, finanziario, assicurativo Pubblicità, comunicazione e PR 6

7 Agenda 1.Introduzione - Obiettivi e Metodologia 2.Profilo delle aziende 3.Le aziende italiane & i social media 4.Conclusioni 7

8 I SOCIAL MEDIA SONO PERCEPITI PIÙ COME UN MEZZO DI INTERAZIONE GENERICA CHE COME STRUMENTO DI BUSINESS 8

9 IL 75% DELLE AZIENDE ITALIANE UTILIZZA GIÀ I SOCIAL MEDIA Base: Totale Intervistati (N=315) 9

10 LE AZIENDE ITALIANE PIÙ “SOCIAL” SONO QUELLE CHE OPERANO NEL SETTORE DELL’E-COMMERCE Per l’e-commerce i Social Media sono un concreto strumento di acquisition e di vendita e sono usati universalmente 10

11 NEGLI OBIETTIVI DEGLI USER SI CONFERMA LA PREVALENZA DI MOTIVAZIONI GENERICHE E NON SPECIFICHE 11

12 SIGNIFICATIVO IL MAGGIOR LIVELLO DI FOCALIZZAZIONE DI ECOMMERCE E VENDITA A DISTANZA Il livello di focalizzazione è un indice calcolato sul saldo netto tra l’orientamento ad obiettivi specifici e ad obiettivi generici 12

13 I SOCIAL NETWORK SONO I CANALI SOCIAL PIÙ UTILIZZATI DALLE AZIENDE ITALIANE Tra i social network preferiti dalle aziende troviamo -Facebook (84%) - LinkedIn (59%) - Twitter (56%) - YouTube (54%) - Google Plus (24%) Nonostante sia “appena nato” Google+ viene utilizzato già da un quarto delle aziende italiane che sono presenti sui social network. Tra i social network preferiti dalle aziende troviamo -Facebook (84%) - LinkedIn (59%) - Twitter (56%) - YouTube (54%) - Google Plus (24%) Nonostante sia “appena nato” Google+ viene utilizzato già da un quarto delle aziende italiane che sono presenti sui social network. 13

14 FAN PAGE E PROFILI SONO GLI STRUMENTI SOCIAL PREFERITI Più del 50% delle aziende italiane sceglie Fan Page e Profili per promuovere il proprio brand/prodotto sui social media. Si confermano qui i risultati dell’indagine European Social Media & Monitor (*) Più del 50% delle aziende italiane sceglie Fan Page e Profili per promuovere il proprio brand/prodotto sui social media. Si confermano qui i risultati dell’indagine European Social Media & Monitor (*) (*) European Social Media & Monitor, lo studio internazionale realizzato da eCircle in collaborazione con Mediacom Science che analizza il dialogo digitale con Facebook, Twitter & Co. in 6 Paesi europei (2011). 14

15 LE AZIENDE RETAIL, E-COMMERCE E VENDITA A DISTANZA AGGIORNANO PIÙ FREQUENTEMENTE I PROPRI PROFILI SOCIAL (*) Indice di frequenza media di aggiornamento L’indice di frequenza media di aggiornamento misura le dichiarazioni delle aziende ed ha un valore massimo di 4 (regolarmente) e minimo 0 (mai) 15

16 L’INVESTIMENTO IN RISORSE INTERNE ED ESTERNE È ANCORA LIMITATO Poche risorse specialistiche interne (meno di una) e ricorso ridotto a risorse esterne (preferibilmente specializzate nei Social Media e non le Agenzie di Comunicazione). Retail e Vendita a distanza utilizzano più risorse specifiche Poche risorse specialistiche interne (meno di una) e ricorso ridotto a risorse esterne (preferibilmente specializzate nei Social Media e non le Agenzie di Comunicazione). Retail e Vendita a distanza utilizzano più risorse specifiche 16

17 MARKETING E COMUNICAZIONE DECIDONO L’ATTIVITÀ SUI SOCIAL MEDIA Ancora del tutto residuale la presenza R&D e Customer Care. Si conferma una presenza “media oriented” più che relazionale Ancora del tutto residuale la presenza R&D e Customer Care. Si conferma una presenza “media oriented” più che relazionale 17

18 DIALOGO SOCIAL TRA AZIENDE E CLIENTI Il 39% delle aziende viene contattata con regolarità tramite il proprio spazio social dai clienti I consumatori si dimostrano più focalizzati delle aziende e richiedono maggiormente un’interazione “operativa” con l’azienda. Il 39% delle aziende viene contattata con regolarità tramite il proprio spazio social dai clienti I consumatori si dimostrano più focalizzati delle aziende e richiedono maggiormente un’interazione “operativa” con l’azienda. 18

19 I SOCIAL MEDIA FUNZIONANO IN PARTICOLARE PER LE AZIENDE MEDIE CHE VENDONO A DISTANZA O FANNO E-COMMERCE Le aziende che vendono a distanza e quelle di e-commerce sono maggiormente soddisfatte dall’utilizzo dei social media. La ragione potrebbe stare nel fatto che sono maggiormente focalizzate sullo strumento ed investono dedicando più tempo e risorse all’attività di SMM. Le aziende che vendono a distanza e quelle di e-commerce sono maggiormente soddisfatte dall’utilizzo dei social media. La ragione potrebbe stare nel fatto che sono maggiormente focalizzate sullo strumento ed investono dedicando più tempo e risorse all’attività di SMM. Le piccole e medie imprese risultano più soddisfatte dall’utilizzo dei social media rispetto a quelle più grandi (*) valore ponderato con massimo 3 e minimo 0 19

20 E LE AZIENDE CHE NON UTILIZZANO I SOCIAL MEDIA? È PER LA MANCANZA DI UNA STRATEGIA DEDICATA La mancanza di una strategia chiara di utilizzo del mezzo è la ragione di gran lunga prevalente per spiegare il mancato utilizzo di questo canale di comunicazione. Base: Aziende che hanno risposto “No” alla domanda “La tua azienda usa già i social media?” (N=79) 20

21 MA IL SOCIAL ATTRAE: I DUE TERZI DELLE AZIENDE “NON SOCIAL” PENSANO DI DIVENTARLO NEL PROSSIMO ANNO Solo un terzo delle aziende dichiara che non inizierà sicuramente a sperimentare i Social Media nel prossimo anno. Base: Aziende che hanno risposto “No” alla domanda “La tua azienda usa già i social media?” (N=79) 21

22 Agenda 1.Introduzione - Obiettivi e Metodologia 2.Profilo delle aziende 3.Le aziende italiane & i social media 4.Conclusioni 22

23 2 2 Perché SI usano i Social Media? Il 75% dei rispondenti sperimenta l’utilizzo dei Social Media (quasi 100% per le aziende che fanno e-commerce) ma non li considera ancora come strumento di business. I due terzi delle aziende li usa per obiettivi generici e poco focalizzati quali : - l’aumento dell’interazione con i consumatori - la raccolta di opinioni/ informazioni. Perché SI usano i Social Media? Il 75% dei rispondenti sperimenta l’utilizzo dei Social Media (quasi 100% per le aziende che fanno e-commerce) ma non li considera ancora come strumento di business. I due terzi delle aziende li usa per obiettivi generici e poco focalizzati quali : - l’aumento dell’interazione con i consumatori - la raccolta di opinioni/ informazioni. 1 1 HIGHLIGHTS: INDAGINE SULL’UTILIZZO DEI SOCIAL MEDIA DA PARTE DELLE AZIENDE ITALIANE Perché NON si usano i Social Media? Il motivo prevalente è la mancanza di una strategia chiara sul mezzo Solo un quinto dei rispondenti ritiene il mezzo non idoneo alle proprie politiche di marketing In ogni caso, due su tre pensa di sperimentarlo certamente (22%) o probabilmente (42%) nel corso del prossimo anno 23

24 3 3 HIGHLIGHTS: INDAGINE SULL’UTILIZZO DEI SOCIAL MEDIA DA PARTE DELLE AZIENDE ITALIANE Come vengono usati i Social Media Le decisioni sull’utilizzo del mezzo sono in capo a marketing (79%) e/o comunicazione (64%). Il commitment aziendale è ancora piuttosto contenuto: solo il 54% ha almeno una risorsa interna dedicata e solo il 30% richiede il supporto di risorse esterne, preferibilmente specializzate più che dell’agenzia di comunicazione. Lo spazio social viene aggiornato regolarmente solo dal 58% delle aziende rispondenti. 4 4 La soddisfazione per i risultati Il livello di soddisfazione è piuttosto moderato. Solo l’8% delle aziende dichiara di avere centrato i propri obiettivi, ma ancora più significativo è che il 19% dei rispondenti non ha alcun obiettivo quantitativo specifico per questa attività. Le aziende più soddisfatte sono quelle che fanno e-commerce e Vendita a Distanza, probabilmente anche per un atteggiamento meno sperimentale e più orientato al risultato 24

25 ANTICIPAZIONI SUL PROSSIMO APPUNTAMENTO Nella giornata di formazione del 8 maggio 2012 “Fare business con i Social Media” approfondiremo: – Struttura, finalità e opportunità dei diversi tipi di presenza su FB (fan page, gruppo, ads, apps, open graph e plug in) – La comunicazione diretta integrata con i social media e gli strumenti di viralità – Da FB al sistema di CRM interno e le implicazioni per il database marketing – Aspetti legali di privacy nell’utilizzo dei dati nei social media 25

26 eCircle 26 Per ulteriori informazioni o aggiornamenti … Via Melchiorre Gioia, MILANO T:02/ Via Ostiglia Milano T – Via Pietro Orseolo Milano T –


Scaricare ppt "1 QUANTO È “SOCIAL” LA TUA AZIENDA? Indagine sull’utilizzo dei Social Media da parte delle aziende italiane che fanno Direct Marketing e Vendita a Distanza."

Presentazioni simili


Annunci Google