La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ORIENTAMENTO «I giovani in età scolare: accompagnarli ed orientarli nella scelta del percorso di studi universitario per rispondere alle esigenze del territorio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ORIENTAMENTO «I giovani in età scolare: accompagnarli ed orientarli nella scelta del percorso di studi universitario per rispondere alle esigenze del territorio."— Transcript della presentazione:

1 ORIENTAMENTO «I giovani in età scolare: accompagnarli ed orientarli nella scelta del percorso di studi universitario per rispondere alle esigenze del territorio e contenere la "fuga di cervelli"»

2

3 ORIENTARSI… oggi “Orientarsi in un mondo indeterminato vuol dire accettare il carattere paradossale della vita, fare delle scelte, consapevoli del loro carattere fragile e provvisorio, impegnarsi in un percorso di progetti precisi con una strategia di attuazione, ben sapendo che saranno da rivedere, forse da abbandonare e fare come Cristoforo Colombo, imbarcarsi per le Indie… e scoprire l’America.” Robert Solazzi

4 “ Si sta assistendo, in questi ultimi anni, ad un pressoché unanime riconoscimento del fatto che l’orientamento deve essere considerato come una delle componenti fondamentali dell’educazione e dell’istruzione e che, pertanto, la sua sede più naturale non può che essere la scuola, quel luogo, cioè, in cui, istituzionalmente, ci si occupa dello sviluppo della maturazione dei futuri cittadini” Soresi

5 La strategia Europea post Lisbona – Europa 2020 La Comunicazione della Commissione “Europa 2020” rilancia con forza alcuni dei temi chiave della strategia di Lisbona, puntando nel decennio a:  Sviluppare un’economia basata sulla conoscenza e sull’innovazione  Migliorare l’occupazione promuovendo una crescita inclusiva  Sostenere la modernizzazione del mercato del lavoro in Europa attraverso anche adeguando i sistemi formativi ed educativi alle nuove sfide dell’economia mondiale, ovvero consentendo ai cittadini europei di acquisire quelle competenze che il mercato del lavoro richiede “New skills for new jobs”

6 Lo scenario attuale Forti e continui cambiamenti della societ à e del contesto economico e culturale la dimensione globale il forte incremento demografico e la competitivit à internazionale la rivoluzione digitale le diversit à culturali il rinnovarsi del sapere e delle tecnologie le continue modificazioni del mondo del lavoro In questo contesto : Solo un forte investimento in istruzione e formazione consente una crescita del capitale umano e del livello di istruzione. La possibilit à di realizzazione personale porta al benessere individuale e sociale.

7 Il concetto chiave: Un buon orientamento facilita il successo formativo e la realizzazione personale, di conseguenza favorisce la riduzione della dispersione scolastica. La strategia di intervento: Porre attenzione all ’ orientamento, formare gli insegnanti ad una dimensione orientativa basata sulla consapevolezza del soggetto, mettersi in rete con il territorio, validare e valutare le proprie azioni. Orientamento e successo formativo

8 Lisbona 2000: Economia basata sulla conoscenza Portare al 10% il tasso di abbandono scolastico, entro il Oggi: Europa 2020 – Crescita intelligente, sostenibile, inclusiva Affrontare il problema dell'abbandono scolastico riducendone il tasso dall'attuale 15% al 10% e aumentando la quota della popolazione di et à compresa tra 30 e 34 anni che ha completato gli studi superiori dal 31% ad almeno il 40% nel 2020 Dagli obiettivi di Lisbona alla strategia Europa 2020

9 Orientarsi significa realizzare un percorso di conoscenza e/o approfondimento della conoscenza di sé (attitudini, interessi, caratteristiche personali…) e delle opportunità del territorio per la definizione del proprio progetto scolastico formativo, professionale e/o di vita

10 ORIENTAMENTO…come Percorso di promozione umana e sociale che passa attraverso la conoscenza di sé e del mondo esterno, in vista di un inserimento lavorativo quanto più possibile adeguato rispetto alle caratteristiche dei singoli e alle esigenze del mondo economico e produttivo.

11 Ricerca attiva del lavoro CERCARE UN LAVORO E’… … UN LAVORO!!!

12 DEVO CONOSCERE I CAMBIAMENTI DEL MERCATO DEL LAVORO Mercato del lavoro ProfessioniFormazione Velocità Si modificano e perdono o acquistano importanza più velocemente Formazione continua Flessibilità Svolgere più mansioni, adattarsi ai cambiamenti (funzioni, contesti, contratti) Importante per svolgere molte funzioni e mansioni Cambiamento Cambiano in seguito ai cambiamenti sociali, tecnologici Formazione continua Motivazione Viene richiesta motivazione specifica a “quel posto di lavoro” per cui ci si candida Formazione culturale trasversale

13 Imprese: quali competenze chiedono ai giovani (Ministero del Lavoro 2010) Capacità direttive e di coordinamento 19% Conoscenza di una o più lingue straniere 28% Capacità di risolvere problemi 38% Capacità di lavorare in autonomia 45% Capacità di lavorare in gruppo 55% Capacità di gestire rapporti con i clienti 40% Capacità comunicative scritte e orali 32% Competenze informatiche 43% Abilità manuali 41%

14 Il processo che la persona mette in atto spontaneamente per gestire il proprio rapporto con l’esperienza formativa e lavorativa ORIENTAMENTO L’azione professionale che viene erogata da esperti per supportare in modo positivo la capacità del soggetto di far fronte a un processo di cambiamento

15 Insieme di azioni finalizzate a sviluppare, durante tutto l’arco di vita, le capacità di scelta e di decisione autonoma, quindi di conoscenza di sé, delle proprie risorse e desideri Azioni finalizzate alla definizione dei propri progetti di vita attraverso un confronto tra le proprie rappresentazioni e la situazione sociale e lavorativa ORIENTAMENTO

16 L’INTERVENTO ORIENTATIVO NON È FINALIZZATO AD AIUTARE IL SOGGETTO A PRENDERE DECISIONI SAGGE MA A PRENDERE LE SUE DECISIONI SAGGIAMENTE (Watts, 1977)

17 Da tempo si parla di “Longlife learning” Si è fatta strada, nel mondo della scuola, l’esigenza di creare le condizioni per un ORIENTAMENTO LUNGO TUTTO L’ARCO DELLA VITA (C.M. n. 43 del 15/04/2009)

18 Orientamento scolastico Orientamento universitario Orientamento professionale

19 L’Orientamento, quindi, innanzitutto come strumento per combattere la dispersione scolastica che è: conseguenza di un cattivo orientamento causa di insuccesso formativo causa di futuri comportamenti a rischio

20 Secondo le recenti disposizioni del MIUR, nella scuola l’orientamento deve essere: attività istituzionale parte integrante di ogni disciplina parte integrante di ogni curricolo scolastico

21 Nella scuola l’orientamento deve contribuire a: 1.realizzare il diritto al successo scolastico 2.realizzare il diritto al successo formativo 3.poter individuare in ciascun alunno abilità attitudini passioni aspettative competenze

22 L’orientamento come attività mirata, costante trasversale alle diverse discipline Imparare NON le discipline ma CON le discipline Ogni docente deve caricarsi dello sforzo di reinterpretare la propria disciplina reinterpretare i curricoli scolastici L’alternativa è cedere territorio al cosiddetto orientamento silenzioso dei massmedia e degli agenti formativi esterni con risultanti spesso devastanti

23 Un Orientamento efficace principalmente serve per individuare il migliore percorso di studi universitari al fine di soddisfare bisogni ed aspettative del singolo studente e del mondo del lavoro Strategico diviene il contributo dei vari Atenei nelle attività di orientamento presso le scuole e/o con attività laboratoriali presso le varie Università. Si segnalano molte esperienze qualificanti ed efficaci in tal senso come il Piano “Lauree Scientifiche”

24 L’Orientamento per l’università non è un gioco

25 GRAZIE PER L’ATTENZIONE


Scaricare ppt "ORIENTAMENTO «I giovani in età scolare: accompagnarli ed orientarli nella scelta del percorso di studi universitario per rispondere alle esigenze del territorio."

Presentazioni simili


Annunci Google