La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ufficio coordinamento Polo regionale SBN VIA Catalogazione di monografie in Polo e in Indice SBN Treviso, 26 maggio 2010.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ufficio coordinamento Polo regionale SBN VIA Catalogazione di monografie in Polo e in Indice SBN Treviso, 26 maggio 2010."— Transcript della presentazione:

1 Ufficio coordinamento Polo regionale SBN VIA Catalogazione di monografie in Polo e in Indice SBN Treviso, 26 maggio 2010

2  In SBN ogni descrizione parte dal titolo, e in particolare dal titolo principale di una monografia o di un periodico. Tutti gli altri titoli e gli autori sono oggetto di legami e vengono creati a partire dal titolo base.  Ogni tipo di titolo è individuato da un particolare codice di natura (pag. 1 della guida SBN); a partire da ogni natura è possibile attivare particolari legami, sia con altre notizie bibliografiche (pag 111 della guida) che con autori, classificazioni, soggetti ecc. La descrizione in SBN

3  E' molto importante, quando si esamina una lista di titoli o una singola notizia bibliografica, saper riconoscere i codici di natura SBN: questi codici sono stati ideati per identificare diverse tipologie di notizie bibliografiche. Servono a distinguere, all'interno di una lista, notizie di tipologia diversa e servono a individuare, all'interno di un reticolo, ogni singolo elemento che compone una notizia bibliografica e ad attribuirgli il giusto significato.

4 Nature SBN (PAG. 1)‏  M = monografia  S = Seriale  C = Collezione  W = volume che fa parte di una pubblicazione a livelli privo di titolo proprio  A = titolo di raggruppamento controllato  B = Titolo di raggr. non controllato  D = Altro titolo  N = Titolo analitico  T = titolo subordinato  P = titolo parallelo

5 Definizioni  C = Collezione p.18  S = Pubblicazione in Serie p. 22  M = Pubblicazione monografica p. 23  A, B = Titolo di raggruppamento: p. 25  D = Altro titolo, Titolo sviluppato o estrapolato (pag. 1)‏

6 Legami tra nature  M = Monografia: p  S = Pubblicazione in serie: p. 114  C = Collezione: p. 115  W = Volume privo di tit.: p. 116  N = Titolo analitico: p. 118  A = Titolo di raggr. controllato: p. 119  B = Titolo di raggr. non controllato: p. 120

7  Le Nature SBN sono 10, ma qui esamineremo le più importanti.  La più frequente nei cataloghi è la natura M, che individua la notizia bibliografica principale relativa ad una Monografia (per quanto riguarda il nostro catalogo, nella maggior parte dei casi si tratta di testi a stampa, ma vi sono anche monografie relative a DVD, Risorse elettroniche ecc..)‏

8  Una Monografia è una pubblicazione che ha, di solito, un titolo proprio, un numero definito di autori o curatori, un insieme di argomenti identificabili (“soggetti”), quasi sempre una data di pubblicazione precisa. Le monografie sono identificate a livello internazionale da un codice standard (ISBN) a 13 cifre.  La Monografia è caratterizzata dall'essere, al momento della pubblicazione, completa in tutte le sue parti o comunque provvista di un piano editoriale che ne preveda il completamento in un numero determinato di parti separate.

9  Le Monografie in SBN possono essere Uniche oppure costruite a livelli (pag. 124 e segg. della guida SBN).  Nel caso di costruzione a livelli, avremo una Monografia superiore (Ms) che contiene delle monografie “figlio” o Monografie Inferiori (Mi, W).  La costruzione delle monografie a livelli in SBN può articolarsi al massimo su tre livelli, e in tal caso avremo anche delle Monografie intermedie (Mn) che si posizioneranno, nel reticolo (ovvero all'interno della struttura della notizia), tra la Ms e le Mi.

10  Le Monografie possono far parte di una Collezione, di una Monografia superiore, di un periodico.  Possono comprendere monografie di livello inferiore (Mi), Monografie prive di titolo significativo (W), Titoli analitici (N)‏  Possono essere collegate a Titoli di diversa natura (A, B, D, T, P) che vedremo più avanti Legami di monografie con altri tipi di nature bibliografiche

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20  Un'altra natura SBN è la natura S, che identifica la notizia bibliografica relativa ad una pubblicazione in serie o a un periodico. Un Periodico è una pubblicazione in serie (su qualsiasi supporto) che esce, regolarmente o irregolarmente, in parti sequenziali e numerate progressivamente, destinata a continuare indefinitamente qualunque ne sia la periodicità. Ha una veste editoriale uniforme e si compone, in genere, di contributi di vari autori; è identificata a livello internazionale da un codice di 8 cifre chiamato ISSN.

21  La notizia relativa a un seriale/periodico può: far parte di una collezione (C), comprendere una notizia di spoglio o titolo analitico (N) o una Monografia (M), avere per supplemento una Monografia (M) o un altro periodico (S) essere collegata a titoli di varia natura (A, B, D, P) Legami di pubblicazioni in serie con altre tipologie di notizie

22

23  La natura C corrisponde alla notizia bibliografica principale relativa ad una Collezione. La collezione identifica un insieme di pubblicazioni distinte, legate l'una all'altra dal fatto di riportare oltre al titolo proprio anche un titolo collettivo che si riferisce al gruppo. Le singole pubblicazioni hanno di solito una veste editoriale uniforme e possono o meno essere numerate.

24 Legami di collezioni con altre tipologie di notizie  La Collezione può comprendere monografie (M), periodici (S), notizie senza titolo significativo (W) e altre collezioni (C).  Può essere collegata con una forma variante del titolo (D)‏

25

26

27

28 Natura W: volume privo di titolo significativo  Questa natura (tipica di SBN) identifica notizie bibliografiche relative a volumi che fanno parte di pubblicazioni in più volumi e che sono PRIVI DI TITOLO PROPRIO. Queste notizie da sole NON ESISTONO: fanno SEMPRE parte di una monografia (M), possono far parte di collezioni (C), possono comprendere Titoli analitici (N)‏

29

30

31 Titolo di raggruppamento  Titolo che si adotta per fini catalografici quando un'opera si presenta nelle sue edizioni con diversi titoli. Quasi sempre coincide col titolo originale dell'opera nella sua prima edizione. Può essere Non controllato (B) se viene creato basandosi sul documento che si ha in mano, senza approfondire la ricerca sui repertori. Diventa Controllato o Uniforme quando chi lo crea effettua anche una serie di verifiche su repertori accreditati per accertarsi della corretta formulazione del titolo.

32 Legami di titoli di raggruppamento A e B con altre tipologie di notizie e autori  I titoli di raggruppamento A e B (p.119,120) possono essere collegati a notizie M, S, C, N. Possono inoltre essere collegati a titoli D (sviluppati, estrapolati o con forme varianti).  Vengono sempre collegati con l'autore principale dell'opera (se esistente). Non possono MAI essere collegati a dati gestionali (inventari). La descrizione consiste nel SOLO TITOLO.

33

34

35

36 Titolo analitico N  Il titolo analitico (N) corrisponde ad una notizia di spoglio, ovvero alla descrizione analitica di una parte (saggio breve, articolo di giornale) contenuta all'interno di una Monografia o di un Periodico. Il titolo N non esiste da solo, deve essere contenuto in una notizia M, S o W. Può essere collegato con un titolo di raggruppamento (A o B) o con un altro titolo (D). Deve essere collegato col l'autore. Può essere collegato con soggetti e classi. Non può MAI essere inventariato.

37

38

39 Altro titolo o titolo D (pag. 1)‏  Corrisponde a un altro titolo della pubblicazione diverso dal titolo proprio o al titolo in altra forma (forme varianti, forma sciolta di un titolo, forma corretta di un titolo con errori vari, ecc.). La descrizione consiste nel titolo puro e semplice. Può avere legami solo con altre notizie bibliografiche M, S, C, N, A, B (non legami con autori, soggetti ecc.); non può avere, ovviamente, dati gestionali collegati).

40

41

42

43

44 Carta d'identità  È l'insieme dei dati che vengono immessi a richiesta del programma quando si inizia una catalogazione, e che variano a seconda della natura del titolo (codice di natura, di materiale, di lingua, di genere)‏  L'insieme dei dati con cui una pubblicazione viene registrata ed identificata costituisce la Descrizione bibliografica.

45  Quindi per analizzare una notizia a catalogo, sia in Polo che in Indice, è necessario andare nella pagina di Dettaglio, dove potremo vedere descrizione bibliografica, qualificazioni (paese, lingua, data di pubblicazione, genere della pubblicazione) e nei Legami della notizia, dove ci verranno presentati tutti i residui elementi (autore, collezione, titoli vari collegati) oggetto di legame.

46

47


Scaricare ppt "Ufficio coordinamento Polo regionale SBN VIA Catalogazione di monografie in Polo e in Indice SBN Treviso, 26 maggio 2010."

Presentazioni simili


Annunci Google