La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il processo di miglioramento continuo di Barilla nell'uso dell‘Energia: strumenti e risultati Luca Ruini, HSE&E Health Safety Environment and Energy Milano,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il processo di miglioramento continuo di Barilla nell'uso dell‘Energia: strumenti e risultati Luca Ruini, HSE&E Health Safety Environment and Energy Milano,"— Transcript della presentazione:

1 Il processo di miglioramento continuo di Barilla nell'uso dell‘Energia: strumenti e risultati Luca Ruini, HSE&E Health Safety Environment and Energy Milano, 19 Giugno

2 Il Gruppo Barilla Barilla è leader nel mercato della pasta nel mondo, dei sughi pronti in Europa continentale, dei prodotti da forno in Italia e dei pani croccanti nei paesi scandinavi. PRESENZA DI BARILLA NEL MONDO Barilla dispone di 13 brand e ogni anno realizza 1,7 milioni di tonnellate di prodotti. Barilla dispone di 13 brand e ogni anno realizza 1,7 milioni di tonnellate di prodotti. 25 SEDI 1ITALIA 14EUROPA 10RESTO DEL MONDO 30 SITI PRODUTTIVI 14ITALIA 10EUROPA 6RESTO DEL MONDO

3 Barilla nel 2013 DIPENDENTI Persone DIPENDENTI Persone INVESTIMENTI (Beni Strumentali, Ricerca e Sviluppo) 141 milioni di euro INVESTIMENTI (Beni Strumentali, Ricerca e Sviluppo) 141 milioni di euro FATTURATO milioni di euro FATTURATO milioni di euro Essere l’azienda leader nel mercato globale del “pasto all’italiana” e, nei mercati in cui Barilla è presente, per i prodotti da forno. Sostenere e alimentare i mercati chiave in Europa e in America. Crescere fortemente in Brasile, Russia e Cina. Adattare l’offerta Barilla e i suoi prodotti ai gusti locali.

4 SOUTH. EU. BAKERY EU MEAL SOLUT. WESTH. EU. BAKERY NORTH.& CENTR EU BAKERY NORTH.& CENTR. AMERICA RUSSIA. 4

5 Castiglione delle Stiviere Pedrignano Rubbiano Cremona Novara Ascoli Piceno Foggia Melfi Marcianise Galliate Altamura Ferrara Castelplanio 5

6 Il percorso dell’Efficienza Energetica in Barilla 2012: Il progetto di implementazione del Sistema di Gestione dell’Energia (ISO 50001) 2003: Il progetto di implementazione del Sistema di Gestione Ambientale (ISO 14001) e la sua Certificazione 2004: Il progetto ESP Energy Saving Projects (interventi di efficientamento energetico e la Cogenerazione) 2006: Il progetto EMS Energy Monitoring System (sistema di monitoraggio dei consumi energetici in remoto) 2008: Il progetto CSR Corporate Social Responsibility 2010: Avvio Attività di Audit energetico 6

7 Castiglione delle Stiviere Pedrignano Rubbiano Cremona Novara Ascoli Piceno Foggia Melfi Marcianise La Certificazione del Sistema di Gestione HSE Certificazioni OHSAS Certificazione ISO Galliate Altamura Ferrara Castelplanio

8

9 Il Rapporto di Sostenibilità L’impegno di Barilla verso l’efficienza energetica è stato sancito già dal primo Rapporto di Sostenibilità (2008) 9

10 I primi obiettivi CSR GWP 10

11 Ambiente

12 12 I GO-RECS sono titoli che attestano l’uso di sorgenti di Energia Rinnovabile per la produzione di Energia Elettrica. 1MWh = 1RECS Barilla ha infatti deciso di valutare forniture di energia elettrica che riducano la dipendenza da combustibili fossili: tutta l’energia elettrica necessaria per la produzione di prodotti Mulino Bianco, Gran Cereale, Pan di Stelle viene coperta da speciali certificati (GO-RECS) che attestano la produzione da fonti rinnovabili. Renewable Energy Certificate System RECS Le importanti riduzioni di emissione di CO 2 equivalente sono legate all’acquisto dei GO-RECS.

13 I progetti ESP e EMS: Energy Saving Projects e Energy Monitoring System 13

14 I progetti ESP e EMS Nel 2004 è stato lanciato il progetto ESP per ridurre i consumi di energia e acqua in tutti gli stabilimenti del Gruppo, attraverso interventi tecnico gestionali, al fine di ridurre i costi e minimizzare il carbon and water footprint. Nel 2006 è stato lanciato il progetto EMS per monitorare i consumi di energia elettrica, gas metano ed acqua, attraverso un sistema informatico e per indirizzare le iniziative di miglioramento. 14

15 Caldaie Reti distribuzione En.El. Illuminazione Compressori aria Gruppi frigoriferi Motori e azionamenti U.T.A Energia Elettrica Vapore Acqua refrigerata Acqua surriscald. Aria Compressa Gas metano Acqua Impianti riscaldamento Reflui Reti distribuzione fluidi Imp. Trattam. acqua Forni Essiccatoi ESP: gli impianti utilizzatori 15

16 Obiettivi Player Tech. Develop. Health Safety envir. & Energy Definizione delle Linee guida, nuove iniziative, soluzioni innovative e monitoraggio risultati. Auditing energetico. Energy Manager Definizione dei Contratti di Fornitura, i Fabbisogni e le previsioni di budget. Production Manager Sensibilizzazione del personale di linea per il mantenimento STD di consumo Impianti Produttivi. Energy Professional Proposta ed implementazione delle iniziative di ottimizzazione dei consumi energetici Un progetto interdisciplinare Technical Area Manager Mantenimento degli STD di consumo Utilities e Impianti Produttivi e Miglioramento continuo. Technological & Quality Manager Ottimizzazione dei Processi produttivi sia a regime che in transitorio (avviamenti e fermate). 16

17 Progetti specifici per la riduzione dei consumi Impianti di cogenerazione Recupero acqua depuratore Recupero calore forni, caldaie e nuove strategie di gestione Nuovi compressori oil free, riduzione della pressione di rete e perdite di aria Stand-by macchine di confezionamento Gestione automatica impianto luci Corpi illuminanti ad alto rendimento LED Gestione automatica / remoto UTA Gruppi frigo ad alto rendimento Motori elettrici alta efficienza Componenti ad alta efficienza (trasmissioni, ventilatori) Interventi gestionali sulle utilities e sulle linee di processo. 17

18 La cogenerazione Tutti i pastifici in Italia, Parma, Foggia e Caserta sono stati installati impianti di cogenerazione per la produzione combinata di energia elettrica e energia termica L’utilizzo di questi impianti consente una significativa riduzione delle emissioni di CO 2 equivalente. 18

19 19

20 Gli Audit Energetici 20

21 21 HSE&E Tech. Dev. Plant Audit energetico Action Plan 2 giorni + 1 giorno follow up Attività condivise fra TAM-ESP men Requisiti ISO Linee Guida GEP Best cases MIB FOCUS dell’Audit: 1) Analisi ripartizione consumi 2) Utilizzo del sistema di monitoraggio 3) Gap analysis Best Practices (gestionale e tecnico) 4) Gap analysis Format di Check list Report di sintesi

22 Sono stati analizzati e valutati: Aspetti tecnici e impiantistici Aspetti gestionali e organizzativi 22 L’attività di Audit

23 Il Sistema di Gestione HSE&E Barilla 23

24 24 Barilla ha già implementato e certificato un Sistema di Gestione Sicurezza e Ambiente, coerente alle norme e in TUTTI gli stabilimenti produttivi in Italia Il nostro Sistema di Gestione Sicurezza&Ambiente

25 L’integrazione dell’Energia con gli altri Sistemi di Gestione La ISO (Energia) è stata sviluppata per essere facilmente integrate con le norme ISO (Ambiente) OHSAS (Sicurezza) 25

26 L’implementazione del Sistema di Gestione per l’Energia Interventi di Energy Saving Implementazione del Sistema di Monitoraggio Pre Audit energetico Individuazione di ulteriori interventi e gap analysis rispetto alla Creazione del modello del Sistema di Gestione dell’Energia Applicazione del modello al singolo stabilimento Audit in preparazione alla Certificazione Audit di Certificazione 26

27 Il primo stabilimento italiano certificato ISO Lo stabilimento di Castiglione delle Stiviere è stato il primo in Italia ad aver conseguito la Certificazione del Sistema di Gestione dell’Energia. Prevediamo l’estensione progressiva in tutti gli stabilimenti. Quest’anno è prevista quello dello stabilimento di Altamura

28 28


Scaricare ppt "Il processo di miglioramento continuo di Barilla nell'uso dell‘Energia: strumenti e risultati Luca Ruini, HSE&E Health Safety Environment and Energy Milano,"

Presentazioni simili


Annunci Google