La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Formazione e aggiornamento per gli operatori addetti alla manipolazione dei medicinali antiblastici per la prevenzione degli errori e la riduzione dei.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Formazione e aggiornamento per gli operatori addetti alla manipolazione dei medicinali antiblastici per la prevenzione degli errori e la riduzione dei."— Transcript della presentazione:

1 Formazione e aggiornamento per gli operatori addetti alla manipolazione dei medicinali antiblastici per la prevenzione degli errori e la riduzione dei rischi Dr. Massimo Sansone Farmacia – I.F.O. Roma,16 maggio 2006

2 FLUOROURACILE Soluzione limpida o giallo pallido in flaconi da 0, ,5 - 5 g alla concentrazione di 50 mg/ml Stabilità: 15-25° al riparo dalla luce a 50 mg/ml è batteriostatica a 2-8° precipita : NON CONSERVARE IN FRIGO ad alta Temperatura decompone (giallo intenso) : NON SOMMINISTRARE per esposizione alla luce decompone (giallo bruno) : NON SOMMINISTRARE DOSE da ALLESTIRE: da 350 a 6000 mg ( ml) Diluizione: Sol. Fisiologica o Glucosio al 5% ( ml) Stabile per 14 giorni a 25° ed al riparo dalla luce Contenitore: Vetro o Sacca Somministrazione : E.V. Bolo (3-5’), Infusione (30-60’), Infusione continua (4-7 giorni)

3 CICLOFOSFAMIDE Polvere bianca in flaconi da 500 e 1000 mg Stabile sotto i 25° e al riparo dalla luce a temperature superiori decompone ingiallendo Ricostituzione Solo con S. F. - Non Usare Acqua p.p.i. Agitare energicamente Scartare se non è Limpida Stabilità: 1 giorno a 25° o 6 giorni a 2-8° Concentrazione: 20 mg/ml Diluizione S. F., Glucosio al 5%, Ringer lattato, Mesna (250 ml) Stabilità: con S. F. 6 giorni a 25° o 14 giorni a 4° con Glucosio al 5% 8-24h a 25° o 6 giorni a 4° Somministrazione: I.M., E.V. (bolo o infusione)

4 BLEOMICINA Polvere liofilizzata 15mg equivalenti a 15U.I. stabile a 2-8°C ed al riparo dalla luce Ricostituzione 5-15ml di S.F. concentrazione di 3-1U.I./ml Diluizione Solo con S.F., Non Usare Glucosio al 5% stabile per 7 giorni a 2-8 °C ed al riparo dalla luce Somministrazione -i.m.: 15 U.I. in 5ml di S.F. -bolo e.v.: 2-3 minuti -Infusione e.v.: ml in 15’ - s.c. : ricostituire con 1ml di S.F. (conc. 15 mg/ml).

5 CARBOPLATINO Soluzione pronta. 10mg/ml Stabile a 20-25°C ed al riparo dalla luce in siringhe di plastica 5 giorni a 4° Diluizione pref. glucosio 5%. alla concentrazione di 2-0,5 mg/ml L’ulteriore diluizione con soluzioni contenenti ioni cloruro accelera la degradazione del farmaco Stabile 24h a 25°C Se ulteriormente diluito in S.F. utilizzare entro le 8 ore. Modalità di somministrazione e.v.: bolo 15’-30’ ; Infusione: 15’ e 60’ ; Infusione continua in 24h ; Incompatibilità con dispositivi medici L’alluminio nei set per infusione (precipitazione o perdita di potenza).

6 CARMUSTINA Polvere 100 mg + solvente, stabile a 5°C Ricostituzione: 3 ml etanolo + 27 ml acqua p.p.i. (per alti dosaggi,>400 mg, 1 ml etanolo + 29 ml acqua p.p.i.) stabile 1 h a 4°C Diluizione: ml glucosio 5%, stabile 4-8 h a 25°C Somministrazione E.V min. Utilizzare Solo contenitori in vetro o polietilene Fotosensibile

7 CISPLATINO Soluzione pronta: mg (0.5 mg/ml) Stabile a °C ed al riparo dalla luce. Diluizione : Soltanto con S. F. Non diluire con Glucosio al 5% Se la concentrazione di 0,05-0,2mg/ml a 2-8°C per 4 giorni Dopo ulteriore diluizione è stabile per 20 ore a 25° ed al riparo dalla luce. Somministrazione Infusione e.v. : minuti Infusione e.v. continua da 1 a 5 giorni. Somministrazione intraarteriosa,endoperitoneale, Instillazione endovescicale Precauzioni nella somministrazione: Per ridurre la nefrotossicità indotta da cisplatino, è necessaria un'adeguata idratazione. Incompatibilità chimico-fisica con dispositivi medici L’alluminio presente nei set per infusione interagisce con il cisplatino portando alla formazione di precipitati o alla perdita di potenza del farmaco. Fotosensibilità. Conservare al riparo dalla luce. Le soluzioni di cisplatino non necessitano di protezione dalla luce se utilizzate entro le 6 ore dalla preparazione. Per periodi di tempo superiore alle 6 ore, ed in condizioni di luce intensa le soluzioni devono sempre essere protette.

8 CITARABINA Polvere mg o Soluzione pronta : 100mg/ml e 20 mg/ml Ricostituzione: acqua p.p.i. Stabile per 5 giorni a temperatura ambiente Diluizione : Sodio cloruro 0,9% o con glucosio 5% Stabile a 25°, al riparo dalla luce Modalità di somministrazione: s.c. La polvere liofilizzata può essere ricostituita con volumi di acqua p.p.i. concentrazioni comprese tra 20 e 100mg/ml. e.v.: Bolo, Infusione : 500 ml minuti. Se la dose richiesta è maggiore di 1g/mq, la soluzione deve essere infusa in più di due ore. Infusione continua:in 8,12,120,168 ore. Somministrazione intratecale: La polvere liofilizzata da 100 mg può essere ricostituita con soluzione B di Elliot (soluzione artificiale simile al liquido cerebro-spinale), con il liquido cerebro-spinale del paziente stesso, con sodio cloruro 0,9% o glucosio 5% a concentrazione di 20 mg/ml. La soluzione NON DEVE CONTENERE CONSERVANTE e deve essere utilizzata immediatamente. Fotosensibilità Conservare al riparo dalla luce.

9 DACARBAZINA Polvere liofilizzata: 100 mg Stabile a temperatura inferiore a 25 °, al riparo dalla luce. Ricostituzione : 10 ml di acqua p.p.i 10 mg/ml. Stabile per 24 ore a temperatura ambiente e per 96 ore a 4 °, se protetta dalla luce. Diluizione Diluire ulteriormente con sodio cloruro 0,9% o con glucosio 5% Dopo diluizione la soluzione è stabile per 24 ore a 4°, se protetta dalla luce. Modalità di somministrazione e.v.: - Bolo : in 2-3’. -Infusione : minuti -intraarteriosa Si raccomanda di non somministrare il farmaco a concentrazione superiore a 25 mg/ml. Fotosensibilità. Proteggere dalla luce ed utilizzare set ambrati durante la somministrazione. decomposizione da giallo pallido a rosa o rosso.

10 DOCETAXEL SOLUZIONE 20 mg e 80 mg. Stabile tra 2° e 25°, al riparo dalla luce. RICOSTITUZIONE (Prediluizione) Portare i flaconi a temperatura ambiente per 5 minuti; Aspirare l’intero contenuto del flacone di solvente e iniettarlo nel flacone contenente la soluzione concentrata di docetaxel; Agitare per 15 secondi; Lasciar riposare il flacone di soluzione prediluita, a temperatura ambiente, per 5 minuti e quindi controllare che la soluzione risulti chiara ed omogenea. La formazione di schiuma è dovuta alla presenza di polisorbato 80 nella formulazione e può persistere anche dopo 5 minuti. Si ottiene una concentrazione di 10mg/ml Stabile per 8 ore a temperatura ambiente e tra 2- 8°. DILUIZIONE sodio cloruro 0,9% o glucosio 5%. Si raccomanda di non superare la concentrazione di 0,74 mg/ml. Dopo diluizione la soluzione è stabile per 4 ore a temperatura ambiente e alle normali condizioni di luce ambientale. Modalità di somministrazione : E.V. Incompatibilità: Utilizzare solo: vetro, polipropilene o poliolefine nonché dispositivi di somministrazione privi di PVC Fotosensibilità Conservare al riparo dalla luce. Potenziale tossicità locale Vescicante

11 DOXORUBICINA Polvere o Soluzione pronta mg Polvere, a 25° ed al riparo dalla luce Soluzione pronta 2 mg/ml, 2-8 ° ed al riparo dalla luce; Ricostituzione : acqua p.p.i o S. F. (da preferire) : 5-25 ml. Stabile per 48 ore a 25°C e alle normali condizioni di luce artificiale e per 15 giorni a 2-8°C ; Con S. F. è stabile in siringhe di polipropilene, per almeno 28 giorni a 4°C ; Diluizione S. F. o Glucosio al 5%. Modalità di somministrazione : E.V. - bolo 3-5’ Lavare bene la vena con la soluzione rimanente al termine della somministrazione endovenosa. - Infusione : 30’ in tandem con sodio cloruro 0,9% o glucosio 5%. - Infusione endovenosa continua; giorni endovescicale (polvere); intraarteriosa, intraperitoneale Non Somministrare i.m., s.c. o intratecale. Fotosensibile quando la concentrazione è inferiore ai 0.1 mg/ml e la somministrazione avviene per un tempo prolungato

12 DOXORUBICINA Liposomiale Polvere e sostanze additive per dispersione liposomiale 50mg set contenente 3 flaconcini: - flacone contenente polvere liofilizzata rossa Doxorubicina cloridrato 50 mg - flacone contenente la soluzione liposomiale - flacone contenente la soluzione tampone citrato Stabile tra 2-8°C ed al riparo dalla luce solare. Ricostituzione 20 ml di sodio cloruro 0.9%. Agitare per favorire la dissoluzione e scaldare la soluzione così allestita utilizzando idonea strumentazione. Stabile 8 ore a 25°C, 5 giorni ad 2-8°C Per aggiustare il pH dei liposomi aggiungere alla soluzione tampone 1.9 ml di soluzione liposomiale. Aspirare tutto il contenuto dei liposomi a pH regolato e aggiungerlo alla soluzione di doxorubicina HCl ricostituita e riscaldata e agitare vigorosamente. La preparazione ricostituita contiene 50mg/25ml di doxorubicina HCl dispersione liposomiale (2mg/ml). Diluizione in sodio cloruro 0.9% o in glucosio 5% concentrazione finale da 0.4 a 1.2 mg/ml Modalità di somministrazione Infusione e.v. in 60’. Non deve essere somministrata né in bolo né per via intramuscolare.

13 DOXORUBICINA Liposomiale Pegilata ( Caelyx ) Sospensione pronta : 2mg/ml, mg Stabile a 2-8°C ed al riparo dalla luce ; evitare il congelamento Diluizione: per dosi 90mg diluire in 500 ml di glucosio 5% Stabile 24 ore tra 2-8°C Modalità di somministrazione Infusione e.v. la dose iniziale 1mg/min., le successive in 60’

14 EPIRUBICINA Polvere : 10 mg e 50 mg Soluzione pronta : 10 mg/5ml e 50 mg/25ml tra 2-8°C Ricostituzione acqua p.p.i o sodio cloruro 0,9% (da preferire perché soluzione isotonica): - 5 ml per il flacone da 10mg - 25 ml per il flacone da 50mg. Si ottiene una soluzione con concentrazione di 2mg/ml. Si agita delicatamente. (La soluzione pronta ha una concentrazione di 2 mg/ml e un pH di 3). 48 ore a 2-8 °C e per 24 ore a temperatura ambiente in siringhe di polipropilene, per almeno 28 giorni, a 4 °C al riparo dalla Diluizione È possibile effettuare ulteriore diluizione con sodio cloruro 0,9% o glucosio 5%. Modalità di somministrazione : - bolo e.v.: 5-10’ - Infusione e.v.: 30’ con sodio cloruro 0,9% o glucosio 5%. Infusione e.v. :in giorni. Somministrazione endovescicale: può essere utilizzata solo la polvere liofilizzata ( mg in 50 ml di fisiologica o di acqua p.p.i.). Somministrazione intraparenchimale: (chemioembolizzazione) la polvere liofilizzata alla dose di mg totali viene ricostituita con 4-5ml di sodio cloruro 0,9% e poco prima della somministrazione miscelata con Lipiodol® Non somministrare per via i.m., s.c. o intratecale. - Una soluzione 10mg/500ml in glucosio 5% è stabile per 7 giorni a 4 °C protetta dalla luce. Fotosensibile. Conservare al riparo dalla luce del sole. È necessario proteggere la soluzione dalla luce quando la concentrazione è inferiore ai 100 µg/ml e la somministrazione avviene per un tempo prolungato; per soluzioni preparate di fresco con concentrazioni uguali o superiori a 500 µg/ml non è necessaria la protezione dalla luce

15 ETOPOSIDE Soluzione 100mg/5ml (20mg/ml) Stabile a 25°C, al riparo dalla luce Diluizione sodio cloruro 0,9 % o glucosio 5 % fino a ottenere una concentrazione finale compresa tra 0,2-0,4 mg/ml Stabile a 25 °C : 96 ore (0,1-0,2 mg/ml), 48 ore (0,4 mg) 8 ore (0,6 mg/ml) Somministrazione e.v.: 30-60’ Precauzioni nella somministrazione - Controllare la soluzione prima dell’infusione e frequentemente durante la stessa per verificare l’assenza di precipitati. Per la presenza di alcool benzilico non somministrare a bambini al di sotto dei due anni La soluzione a concentrazione superiore a 0,4 mg/ml può precipitare in un qualsiasi momento, pertanto deve essere somministrata con deflussore con filtro in linea Incompatibilità Dispositivi di somministrazione privi di PVC a causa di estrazione di ftalati da parte del surfactante della soluzione La soluzione non diluita è incompatibile con dispositivi di somministrazione costituiti da plastica ABS (acrilonitrile, butadiene, stirene) per la presenza, nella formulazione, di PEG 300. Fotosensibilità flaconi integri e le soluzioni pronte al riparo dalla luce

16 FLUDARABINA Polvere 50mg Stabile a max 30°C ed al riparo dalla luce. Ricostituzione 2 ml di acqua p.p.i. Si ottiene una soluzione con concentrazione di 25 mg/ml stabile per 16 giorni in condizioni di luce normale ed a temperatura ambiente Diluizione Diluire la soluzione ricostituita con sodio cloruro 0,9% o glucosio 5%. stabile per 48 ore sia a temperatura ambiente che a temperatura compresa tra 2-8°C Modalità di somministrazione: bolo e.v.: iniettare il farmaco diluito in almeno 10ml di sodio cloruro 0,9%. Infusione e.v.: infondere il farmaco diluito in ml di soluzione compatibile in 30’ Fotosensibilità Conservare al riparo dalla luce.

17 FOTEMUSTINA Polvere 208 mg Stabile a 2-8°C ed al riparo dalla luce Ricostituzione in 4 ml di soluzione alcolica sterile Diluizione Diluire in soluzione glucosata al 5% ( ml) Stabile 8 ore a 20°C e al riparo dalla luce o 72 ore a 2-8°C Modalità di somministrazione : e.v. Fotosensibilità Conservare al riparo dalla luce. Note Non congelare mai la soluzione

18 GEMCITABINA Polvere 200 mg e 1 g. stabile a °C Ricostituzione: S.F ml (agitare) concentrazione di 40 mg/ml Stabile 24 ore a 20-25°C al riparo dalla luce Diluizione : Sol. Fisiologica fino a 0,1 mg/ml stabile 35 giorni a 23°C al riparo dalla luce Non conservare a 2-8 C° poiché potrebbero verificarsi cristallizzazioni non più dissolvibili a temperatura ambiente Modalità di somministrazione Somministrazione e.v.: infondere il farmaco ricostituito o ulteriormente diluito in 30-60’ Fotosensibilità Conservare al riparo dalla luce.

19 IFOSFAMIDE Polvere : 1g, Stabile a 25°, a °C può degradare assumendo l’aspetto di sostanza fusa Ricostituzione 50 o 25 ml di acqua p.p.i. Agitare vigorosamente fino a completa dissoluzione. Si ottiene una soluzione con concentrazione rispettivamente di 20 e 40 mg/ml. Stabile 7 giorni a 25°C e 6 settimane a 2-8°C Diluizione: glucosio 5%, Sol. Fisiologica, Ringer lattato concentrazione finale compresa tra 0,6 e 20 mg/ml. Stabile 7 giorni a 22-30°C e per 6 settimane a 2-8°C in serbatoio (PVC) di pompa portatile per 8 giorni a 35°C Modalità di somministrazione : - Bolo e.v.: a concentrazione non superiore al 4% (40 mg/ml). - Infusione e.v.: concentrazione finale consigliata non superiore a 25 mg/ml, tra 30’ e 120’. - Infusione e.v. continua: in 24 ore Fotosensibilità Conservare al riparo dalla luce.

20 IRINOTECAN Soluzione, 40 mg e 100 mg concentrazione di 20 mg/ml Stabile a 20-25°C, al riparo dalla luce Diluizione : Sol. Fisiologica o Glucosio al 5%, concentrazione finale tra 0,12-1,1 mg/ml. Stabile 24 ore a temperatura ambiente e in condizioni normali di luce, in glucosio 5% il farmaco è stabile per 48 ore a 2-8°C Sconsigliato refrigerare la soluzione diluita in Sol.Fisiologica Modalità di somministrazione Somministrazione e.v.: infondere il farmaco diluito nel volume opportuno di soluzione compatibile in un tempo compreso tra 30 e 90 minuti. Somministrare solo dopo opportuna diluizione. Fotosensibilità Conservare al riparo dalla luce.

21 MELFALAN Polvere 50 mg Stabile sotto i 30°C al riparo dalla luce Ricostituzione 10 ml di solvente incluso nella confezione. 5mg/ml. Agitare vigorosamente fino a completa dissoluzione. Si decompone rapidamente, pertanto si raccomanda che la somministrazione venga completata entro 60’ dalla ricostituzione Non refrigerare perché potrebbe precipitare Diluizione Diluire ulteriormente con sodio cloruro 0,9% immediatamente dopo la ricostituzione fino ad ottenere una concentrazione non superiore a 0,45 mg/ml. Si consiglia di non superare la concentrazione di 1 mg/ml. Modalità di somministrazione e.v.: infondere il farmaco diluito nel volume opportuno di soluzione compatibile in 30’ e comunque in un tempo non inferiore a 15-20’ minuti. Incompatibilità A causa dell’instabilità del melfalan in sodio cloruro 0,9%, utilizzare la soluzione nel più breve tempo possibile. Incompatibile con glucosio 5%, Ringer lattato, Fotosensibilità : al riparo dalla luce.

22 METOTRESSATO Soluzione pronta. 50 mg/2ml e 500 mg/20ml Stabile a 25°C ed al riparo dalla luce Diluizione sodio cloruro 0,9%, con glucosio 5% Stabile 7 giorni a temperatura ambiente. 30 giorni a 2-8°C, in siringhe di plastica Modalità di somministrazione - s.c. i.m. e.v.: - bolo e.v: in 2-3 minuti. - Infusione e.v.: in almeno 15 minuti, in 50ml di soluzione compatibile, alla concentrazione massima di 2mg/ml. Infusione e.v. continua: la somministrazione di alte dosi può avvenire in un tempo che va dalle 4-8 ore alle 36 ore. Somministrazione intratecale Si consiglia di non superare la dose di 15 mg. La soluzione pronta 25mg/ml deve essere ulteriormente diluita con sodio cloruro 0,9%, soluzione B di Elliot o con il liquido cerebro-spinale del paziente stesso fino a una concentrazione di 1mg/ml Concentrazione massima: 3mg/ml. Per la somministrazione intratecale e a alte dosi utilizzare soluzioni che NON contengono conservante. utilizzare immediatamente Fotosensibilità Conservare al riparo dalla luce. Una prolungata esposizione alla luce solare causa la formazione di un precipitato giallo.

23 MITOMICINA C Polvere mg. Ricostituzione 10 ml o 20 ml di acqua p.p.i. Si ottiene una soluzione con concentrazione rispettivamente di 1 mg/ml e 0,5 mg/ml. - La polvere liofilizzata (40mg) si può ricostituire con 40 ml o 80 ml di acqua p.p.i. Diluizione sodio cloruro 0,9%. Modalità di somministrazione Somministrazione e.v.: infondere il farmaco diluito in ml di sodio cloruro 0,9% in 15 minuti. Lavare bene la vena al termine della somministrazione. Somministrazione intraarteriosa. Somministrazione intraepatica (chemoembolizzazione). Somministrazione intravescicale: mg in 50 ml di acqua p.p.i. o fisiologica. Somministrazione intraperitoneale Somministrazione intrapleurica. Stabilità nella pratica clinica - Il flacone integro deve essere conservato a temperatura ambiente al riparo dalla luce. - Dopo ricostituzione alla concentrazione di 0,6 mg/ml, la soluzione è stabile per 7 giorni a 4°C, a concentrazioni maggiori (0,8 mg/ml, 1 mg/ml) la soluzione può dare origine a un precipitato se posta a 4°C. A temperatura di 25°C e al riparo dalla luce la soluzione ricostituita è stabile 24ore. - Dopo ulteriore diluizione la soluzione deve essere utilizzata preferibilmente entro le 12 ore. Fotosensibilità Conservare al riparo dalla luce.

24 MITOXANTRONE Soluzione mg (2 mg/ml) 15°-30°C), al riparo dalla luce Diluizione sodio cloruro 0,9%, con glucosio 5% in contenitori di PVC, per 7 giorni a temperatura ambiente e a 4°C in contenitori di vetro, per 48 ore a temperatura ambiente e a 4°C in siringhe di plastica (polipropilene), per 28 giorni a 4°C e a 20°C, per 24ore a 37°C Modalità di somministrazione e.v.: - Bolo : sconsigliato. - Infusione : infondere il farmaco ulteriormente diluito in almeno, 50 ml di soluzione compatibile in un tempo compreso tra minuti, in tandem con sodio cloruro 0,9% o glucosio 5%. Si raccomanda che la somministrazione avvenga sempre in un tempo superiore a 3 minuti Infusione continua: in 24ore. Incompatibilità chimico-fisica con dispositivi medici Vetro: il farmaco viene adsorbito sulle pareti del contenitore. Questo non avviene con contenitori in polipropilene o PVC. Fotosensibilità Conservare al riparo dalla luce.

25 OXALIPLATINO Polvere 50 e 100 mg. Stabile a 15-25°C al riparo dalla luce Ricostituzione: Acqua p.p.i ml (concentrazione di 5 mg/ml ) stabile 48 ore a 2-8°C Diluizione : con Glucosio 5% ( ml). Non utilizzare mai soluzioni di cloruro di sodio a qualsiasi concentrazione. Modalità di somministrazione Somministrare immediatamente Somministrazione e.v.: infondere il farmaco diluito nel volume opportuno di soluzione compatibile, in un tempo compreso tra 2-6 ore... Incompatibilità con altri farmaci Con soluzioni a pH alcalino o contenenti cloruro a qualsiasi concentrazione. Non miscelare con altri medicinali Incompatibilità con dispositivi medici L’alluminio presente nei set per infusione interagisce con l’oxaliplatino portando alla formazione di precipitati o alla perdita di attività del farmaco. Fotosensibilità Conservare al riparo dalla luce.

26 PACLITAXEL Soluzione 30 mg/5ml e 100 mg/17 ml concentrazione di 6mg/ml 15-20°C e al riparo dalla luce se refrigerato, può dar luogo a un precipitato che si dissolve Dopo il primo prelievo dal flacone integro, l’eventuale soluzione rimanente può essere conservata, a temperatura tra °C e alle normali condizioni di luce ambientale, fino a 28 giorni. Diluizione : sodio cloruro 0,9% o glucosio 5%, o glucosio 5% in soluzione di Ringer fino a concentrazione compresa tra 0,3-1,2 mg/ml Non agitare durante le operazioni di diluizione. A causa del surfactante la soluzione diluita può presentare opalescenza stabile per più di 27 ore non deve essere refrigerata Modalità di somministrazione e.v.: infondere il farmaco diluito nel volume opportuno di soluzione compatibile in 3 ore è stata anche valutata l’infusione in 60-90’ Infusione e.v. continua: in 24 o 96 ore Somministrare mediante dispositivo in polietilene con filtro “on-line” di 0,22 microns Incompatibilità chimico-fisica con dispositivi medici Devono essere utilizzati contenitori in vetro, polipropilene o poliolefine, nonché dispositivi di somministrazione privi di PVC, a causa di estrazione di ftalati da parte del surfactante della soluzione Fotosensibilità Conservare al riparo dalla luce.

27 RALTITREXED Polvere 2 mg stabile a 25°C Ricostituzione con 4ml di acqua p.p.i. Si ottiene una soluzione con concentrazione di 0,5 mg/ml. Diluizione Diluire ulteriormente con sodio cloruro 0,9% o glucosio 5% fino ad ottenere una soluzione con concentrazione finale compresa tra mg/ml Modalità di somministrazione Somministrazione e.v.: infondere il farmaco diluito nel volume opportuno di soluzione compatibile nell’arco di 15 minuti. Stabilità nella pratica clinica - Il flacone integro deve essere conservato a temperatura compresa tra i °C e al riparo dalla luce. - Il prodotto ricostituito e/o ulteriormente diluito è stabile per 24 ore se conservato a tempera tura compresa tra 2-8 °C. Non contiene conservanti: allestire il farmaco in ambiente sterile con tecnica asettica. Fotosensibilità Conservare al riparo dalla luce.

28 TOPOTECAN Polvere 4 mg °C Ricostituzione La polvere liofilizzata si ricostituisce con 4ml di acqua p.p.i. Si ottiene una soluzione con concentrazione di 1 mg/ml. stabile per almeno 24 ore a temperatura compresa a 20-25°C in condizioni normali di luce.Si raccomanda la conservazione a temperatura compresa tra 2°e 8°C. Diluizione Diluire ulteriormente con sodio cloruro 0,9% o glucosio 5% fino ad ottenere una soluzione con concentrazione finale compresa mg/ml. Stabile 24 ore in condizioni normali di luce e a temperatura ambiente; e per 7 giorni protetta dalla luce e ad una temperatura di 5°C Modalità di somministrazione Somministrazione e.v.:in 30 minuti. Fotosensibilità Conservare al riparo dalla luce.

29 VINBLASTINA Polvere 10 mg. 2°- 8°C ed al riparo dalla luce. è stabile per 30giorni a 8°-25°C, al riparo dalla luce Ricostituzione 10ml di sodio cloruro 0,9%. concentrazione di 1mg/ml. La soluzione risultante deve essere limpida. 24 ore a 4°C. in siringhe di plastica 7giorni a 4°C. Diluizione sodio cloruro 0,9% o con glucosio 5%. concentrazione di 0,2 mg/ml Modalità di somministrazione Esclusivamente per via Endovenosa - bolo alla concentrazione di 1mg/1ml in almeno un minuto (fleboclisi in corso)- ulteriormente diluito in 50 ml di glucosio 5% in almeno 15 minuti, (fleboclisi in corso)- - Infusione continua: fino cinque giorni Precauzioni nella somministrazione - Le preparazioni di vinblastina pronte per la somministrazione devono riportare in etichetta la seguente dicitura: “ATTENZIONE: PER ESCLUSIVO USO ENDOVENOSO. LA SOMMINISTRAZIONE INTRATECALE È FATALE”. Fotosensibile

30 VINCRISTINA Soluzione pronta 1mg/1ml Stabile a 2-8 °C ed al riparo dalla luce ; 30 giorni a 15-30°C o tra 8-15 °C Diluizione : Sodio cloruro 0.9% o con Glucosio 5% Stabile 24 ore Modalità di somministrazione: e.v. - bolo - iniettare il farmaco alla concentrazione di 1 mg/ 1ml in e.v. in almeno un minuto attraverso il tubolare di una fleboclisi in corso di soluzione compatibile infondere il farmaco ulteriormente diluito in 50 ml di glucosio 5% in almeno 15’ Infusione continua: infusione continua fino cinque giorni La Vincristina deve essere somministrata esclusivamente per via endovenosa. Precauzioni nella somministrazione Le preparazioni di vincristina pronte per la somministrazione devono riportare in etichetta la seguente dicitura: “ATTENZIONE: PER ESCLUSIVO USO ENDOVENOSO. LA SOMMINISTRAZIONE INTRATECALE È FATALE. Fotosensibile

31 VINDESINA Polvere + solvente 5 mg. Stabile a 2-8°C Ricostituzione: 5 ml di solvente incluso o di sodio cloruro 0,9%. concentrazione finale di 1 mg/ml Stabile 30 giorni a 2-8°C Diluizione sodio cloruro 0,9% o con glucosio 5%. Stabile 24 ore a 15-30°C Modalità di somministrazione e.v.: -bolo in 2-3’ attraverso il tubolare di una fleboclisi in corso di soluzione compatibile -Infusione continua: giorni La vindesina deve essere somministrata per esclusiva via endovenosa. La somministrazione intratecale è fatale Precauzioni nella somministrazione - A causa della presenza di alcool benzilico nel solvente non somministrare a bambini al di sotto dei due anni; in questo caso utilizzare, come solvente, sodio cloruro 0,9% privo di conservante. - L’etichetta deve riportare la seguente dicitura: ATTENZIONE: PER ESCLUSIVO USO ENDOVENOSO. LA SOMMINISTRAZIONE INTRATECALE È FATALE. Incompatibilità chimico-fisica con altri farmaci Soluzioni multielettrolitiche come Ringer lattato e soluzioni con PH >6, in quanto il farmaco potrebbe precipitare Fotosensibilità Conservare al riparo dalla luce.

32 VINORELBINA Soluzione pronta 10 mg/1ml e 50 mg/5ml Stabile 2-8°C e protetta dalla luce, tra 15-30°C per 72 ore Diluizione: sodio cloruro 0,9%, glucosio 5%, Ringer lattato. 24 ore in condizioni di luce normale tra 5 e 30 °C Modalità di somministrazione e.v.: (concentrazione tra 0,3 e 1,5 mg/ml) in 15’-20’, -e.v. continua: quattro giorni La vinorelbina deve essere somministrata per esclusiva via endovenosa. La somministrazione intratecale è fatale Precauzioni nella somministrazione L’etichetta deve riportare la seguente dicitura: ATTENZIONE: PER ESCLUSIVO USO ENDOVENOSO. LA SOMMINISTRAZIONE INTRATECALE È FATALE. Fotosensibilità Conservare al riparo dalla luce.

33 BEVACIZUMAB Soluzione 25 mg per ml ( 100mg/4ml - 400mg/16ml) stabile a 2-8°C Diluizione: cloruro di sodio 9 mg/ml (0,9%) fino a un volume totale di 100 ml esame visivo prima di somministrare, onde escludere la presenza di particolato e segni di variazione di colore. Stabile 48 ore a 2-30°C, meglio utilizzare immediatamente conservazione, che normalmente non dovrebbero superare le 24 ore a temperatura compresa tra 2-8°C, a meno che la diluizione sia avvenuta in condizioni asettiche controllate e validate. Posologia La dose raccomandata: 5 mg/kg, ogni 14 giorni mediante infusione endovenosa. La dose iniziale in 90’. Se la prima infusione e' ben tollerata, la seconda può essere somministrata in 60’. Se l'infusione di 60’ e' ben tollerata, tutte le infusioni successive possono essere somministrate in 30’. La dose iniziale deve essere somministrata dopo la chemioterapia; tutte le dosi successive possono essere somministrate prima o dopo la chemioterapia. Non miscelare con soluzioni di glucosio

34 BORTEZOMIB Polvere 3,5 mg,bianco o bianco-crema. Stabile max a 30°C Ricostituzione: 3,5 ml di soluzione iniettabile di cloruro di sodio da 9 mg/ml (0,9%). 1 ml di soluzione iniettabile contiene 1 mg di bortezomib.. limpida e incolore utilizzata immediatamente Stabile 8 ore. a 25 °C Si consiglia di indossare guanti e altri indumenti protettivi per impedire il contatto con la cute. Diluizione: nessuna Somministrazione: e.v. bolo in 3-5 secondi, mediante un catetere endovenoso periferico o centrale, seguita da un lavaggio con una soluzione fisiologica.

35 CETUXIMAB Soluzione pronta : 2 mg/ml, flacone da 50 ml. incolore che può contenere particelle visibili biancastre e amorfe correlate al prodotto Conservare in frigorifero (2 -8°C). Non congelare La dose iniziale è di 400 mg/mq le successive sono di 250 mg/mq stabile 20 ore a 25°C Non contiene conservanti antimicrobici o agenti batteriostatici. Da un punto di vista microbiologico, il prodotto dovrebbe essere usato immediatamente dopo l'apertura. non dovrebbe superare le 24 ore a 2-8 °C, a meno che l'apertura sia avvenuta in condizioni asettiche controllate e validate. Somministrazione: fleboclisi a goccia, pompa per infusione o pompa a siringa. Per l'infusione deve essere utilizzata una linea di infusione separata, e al termine dell'infusione la linea deve essere lavata con una soluzione sterile per iniezione di cloruro di sodio,. Queste particelle non influiscono sulla qualità del prodotto. Tuttavia la soluzione deve essere filtrata, durante la somministrazione, mediante un filtro in linea con pori di dimensione nominale di 0,2 micrometri o 0,22, in caso di ostruzione sostituire

36 PEMETREXED Polvere 500 mg ). da bianco a giallo chiaro o giallo-verde Ricostituzione : 20 ml soluzione di cloruro di sodio 0,9 % (conc. finale25 mg/ml). Stabile 24 ore a temperatura refrigerata o a 25 °C ; soluzione chiara variabile da incolore a giallo o giallo-verde senza influenzare negativamente la qualità del prodotto Diluizione: diluire a 100 ml con una soluzione di cloruro di sodio Stabile 24 ore a temperatura refrigerata o a 25 °C ;a meno che la ricostituzione / la diluizione abbiano avuto luogo in condizioni di asepsi controllate e validate. Incompatibilità con i solventi che contengono calcio, compresi Ringer lattato Somministrazione per infusione endovenosa in 10’. Non eseguire la somministrazione se viene osservata presenza di. Il prodotto non utilizzato deve essere smaltito.

37 RITUXIMAB Soluzione 100 e 500 mg di rituximab in 10 – 50 ml (10 mg/ml). tra 2-8°C al riparo dalla luce è un liquido limpido e incolore somministrata per infusione endovenosa tramite deflussore dedicato. stabile 24 ore a 2-8 °C e successivamente per 12 ore a temperatura ambiente. Diluizione: sodio cloruro 0,9 % o glucosio 5%, a concentrazione tra 1 e 4 mg/ml la soluzione preparata per l'infusione deve essere utilizzata immediatamente. Se non viene utilizzata immediatamente, non si dovrebbero normalmente superare le 24 ore a temperatura compresa tra 2 °C e 8 °C, a meno che la diluizione sia avvenuta in condizioni asettiche controllate e validate.. Evitare il formarsi di schiuma. Osservare le tecniche di asepsi. Controllare visivamente per verificare la presenza di particelle o alterazioni del colore, prima di somministrare

38 TRASTUZUMAB Polvere: 150 mg colore da bianco a giallo chiaro stabile a 2-8°C Ricostituzione : con 7,2 ml di acqua sterile per preparazioni iniettabili (Evitare l'uso di altri solventi per ricostituzione). Si ottengono così 7,4 ml di soluzione contenente circa 21 mg/ml Una eccedenza di volume pari al 4% garantisce l'aspirazione dal flaconcino della dose programmata di 150 mg Stabile per 48 ore a 2-8°C La dose di carico iniziale consigliata è di 4 mg/kg di peso corporeo. La dose settimanale consigliata è di 2 mg/kg somministrato come infusione di 90 minuti Se la dose di carico iniziale è stata ben tollerata, le dosi successive possono essere somministrate con una infusione di 30 minuti Non somministrare come iniezione o bolo per via endovenosa. Diluizione: cloruro di sodio 0,9% in sacca da 250 ml. Usare immediatamente soluzioni per infusione in sacche di polivinilcloruro o di polietilene contenenti 0,9% di cloruro di sodio rimangono fisicamente e chimicamente stabili per 24 ore a temperatura non superiore ai 30°C. Il prodotto non deve essere conservato una volta ricostituito e diluito, a meno che ciò sia avvenuto in condizioni di asepsi controllate e validate. Non utilizzare soluzioni contenenti glucosio L'eccessiva formazione di schiuma provocata durante la ricostituzione o l'agitazione della soluzione ricostituita possono determinare problemi in termini di quantità che può essere prelevata dal flaconcino Non agitare! La lieve formazione di schiuma durante la ricostituzione non è insolita. Lasciare riposare il flaconcino per circa 5 minuti. Una volta ricostituito assume l'aspetto di una soluzione trasparente, da incolore a giallo chiaro, con totale assenza di particelle visibili. Una volta preparata, l'infusione deve essere somministrata immediatamente.

39 IXABEPILONE (o EPOTILONE) Polvere bianca : 15 mg ( in realtà sono 16 mg, l’eccesso è dovuto alla perdita che si verifica in fase di ricostituzione), Stabile a 2-8°C Ricostituzione: 8 ml di solvente accluso ( conc. finale 2 mg/ml ) Agitare lentamente evitando la formazione di schiuma. Utilizzare immediatamente! Diluizione: solo con Ringer lattato, volume finale 250 ml Utilizzare entro 4 ore !


Scaricare ppt "Formazione e aggiornamento per gli operatori addetti alla manipolazione dei medicinali antiblastici per la prevenzione degli errori e la riduzione dei."

Presentazioni simili


Annunci Google