La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il metodo LCA per l’analisi socioeconomica di un modello turistico eco-compatibile in un PVS Dimitra Mintsidis Università degli studi di Siena.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il metodo LCA per l’analisi socioeconomica di un modello turistico eco-compatibile in un PVS Dimitra Mintsidis Università degli studi di Siena."— Transcript della presentazione:

1 Il metodo LCA per l’analisi socioeconomica di un modello turistico eco-compatibile in un PVS Dimitra Mintsidis Università degli studi di Siena

2 La valutazione integrata ambientale economica sociale per un modello turistico Metodo Life Cycle Assestment “processo che permette di valutare gli impatti ambientali associati ad un prodotto, processo o attività, nel suo intero ciclo di vita attraverso l’identificazione e la quantificazione dei consumi di materia, energia ed emissioni nell’ambiente e l’identificazione e la valutazione delle opportunità per diminuire questi impatti” Strumenti tradizionali per lo studio degli impatti socio-economici di una struttura turistica -rilevamenti e statistiche -analisi del moltiplicatore (effetti economici diretti, indiretti, indotti) -capacità di carico turistica -indicatori ambientali e socio-culturali

3 Il turismo internazionale 760 milioni di arrivi internazionali nel 2004 e 808 nel milioni di impieghi diretti (215 milioni con gli effetti indiretti) 4218 miliardi di $ nel commercio internazionale (622 miliardi di $ di entrate) 10,4% del PIL mondiale (5-10% nei paesi ind.ti e fino al 25% nei PvS) 12% del totale delle esportazioni PREVISIONI DEL WTO PER IL 2020: milioni di arrivi int.li (livello correnteX2) -Crescita del 4% annuo nel mondo e 5,5-6% nei PvS

4 La relazione tra turismo e sostenibilità dello sviluppo Un turismo sostenibile tiene conto degli impatti economici, ambientali, sociali e combina le necessità di visitatori, industria, ambiente e comunità ospitante, insieme preservando e potenziando l’integrità e le opportunità locali, nel lungo termine. Potenzialità del turismo Esercitare pressioni -Realizzare benefici + Sulla fragilità degli ecosistemi, Sulla popolazione ospitante e le sue tradizioni, Sull’uso delle risorse scarse, per es. acqua e suolo, Sull’inquinamento locale e globale, Sul patrimonio locale, Sulle entrate di reddito della comunità indigena Apportando valore alle risorse ambientali e culturali, Offrendo opportunità di sviluppo dell’imprenditoria e dell’impiego occupazionale e supportando i servizi, Rappresentando un’occasione di scambio interculturale

5 Il turismo è un possibile volano dello sviluppo e di lotta alla povertà a alle disuguaglianze è il settore che maggiormente si collega agli altri poiché il consumatore si reca nella destinazione ed essa ne costituisce il prodotto, è un’attività relativamente intensa in quanto a impiego di capitale umano ed assume un gran numero di donne, offre enormi opportunità ad aree che avrebbero poche alternative e competitività in esportazione, il prodotto turistico consta di risorse e beni, particolarità naturali o tradizionali, di cui anche i più poveri possono disporre pur trovandosi in condizioni di scarso accesso ad altre risorse o input. Interazione Dipendenza Coscienza

6 Gli impatti del turismo AmbientaliEconomiciSocio-culturali Pressioni generali da turisti e strutture Inquinamento atmosferico Perdita di biodiversità Alterazione dell’ambiente marino e costiero Consumo delle risorse Produzione di rifiuti Congestione del traffico e Inquinamento acustico Inquinamento idrico Contrazione della produzione agricola Degenerazione di porti di pesca e spiagge tradizionali Importazione di prodotti d’artigianato Eccessivo sfruttamento delle attrattive Saturazione delle infrastrutture esistenti Mancanza di reddito prodotto dagli scambi con l’estero Incremento delle spese statali Stagionalità, bassa qualità e importazione di lavoro Dipendenza Disuguaglianze e squilibri di reddito Patologie sociali Scomparsa della cultura locale e commercializzazione Degrado ambientale, paesaggistico, monumentale Effetti negativi sulla reputazione

7 Indicatori di sostenibilità per le destinazioni turistiche Strumento di supporto ai decisori, identificazione degli impatti e delle emergenze, misurazione della performance e dei progressi delle forme di turismo, riduzione del rischio di errori nella pianificazione, abbondante informazione e costante monitoraggio Uso ottimale delle risorse, elemento chiave dell’attività -  SOSTENIBILITA’ AMBIENTALE Rispetto dell’identità culturale della popolazione autoctona -  SOSTENIBILITA’ CULTURALE Benefici economici e sociali a tutti gli stakeholders -  SOSTENIBILITA’ SOCIO-ECONOMICA

8 Temi base  indicatori principali : Controllo dell’intensità d’uso  numero turisti su residenti, turisti per kmq Effetti sulle comunità  numero e capacità ricettiva servizi disponibili, rapporto tra turisti e locali Benefici economici derivanti dal turismo  numero locali occupati, percentuale del reddito generato da tale attività Stagionalità del turismo  arrivi, occupazione, apertura strutture ricettive e ricreative Soddisfazione del turista  questionari, numero di visitatori che ritornano Gestione dell’energia  consumi, fonti rinnovabili, misure di gestione energia Risorsa idrica, disponibilità e conservazione  consumi, risparmio, riutilizzo Qualità dell’acqua potabile  episodi intossicazione, rispetto standard Gestione dei rifiuti  volume produzione, riciclo Pianificazione dello sviluppo delle destinazioni turistiche  esistenza voce land use e aree protette

9 I casi esaminati: Progetto di turismo sostenibile, creazione di una cooperativa di servizi gestita dalla comunità autoctona di Samanà, formazione professionale, sensibilizzazione e valorizzazione ambientale, infrastrutture leggere igienico-sanitarie; 91 presenze turistiche giornaliere. Resort VentaClub Gran Dominicus, grande struttura alberghiera con gestione attenta alle problematiche sociali ed ambientali della zona de La Romana, risparmio energetico e idrico, gestione dei rifiuti, impiego di forza lavoro residente a condizioni occupazionali migliori, fornitori prodotti e servizi locali; 850 presenze. Turismo tradizionale, modello di villaggio all-inclusive di turismo di massa in Repubblica Dominicana, 850 presenze La destinazione: Repubblica Dominicana, abitanti e 2 milioni di turisti all’anno, tasso di crescita industriale del 2% e tasso di crescita del turismo del 12% nell’ultimo anno.

10 Scelta degli indicatori e loro adattamento al metodo INDICATORI SOCIALI SOSTANZE (INDICATORI)CATEGORIE DI IMPATTOCATEGORIE DI DANNO Numero di locali formati con qualifica alta Numero di locali formati con professionalità inferiore Professionalità Autonomia di gestione delle attività della popolazione locale Numero di locali coinvolti nelle decisioni Numero dei locali coinvolti nella realizz degli eventi tur Partecipazione della popolazione locale alle attività Coinvolgimento popolazione locale Numero locali occupati Numero donne locali occupate Impiego locali Percentuale di partecipazione locale al finanziamento di progetti di sviluppo regionale Partecipazione locale al finanziamento di progetti Percentuale di servizi locali Percentuale prodotti locali Sostegno al mercato di beni e serv loc Sostegno al mercato locale Numero locali occupati stagionali Numero locali occupati a tempo indeterminato Stabilità occupazionale Porzione % che rimane in loco sulla spesa media tur Permanenza media turista Turismo di qualità Qualità del turismo Km2/turista Abitanti/turisti Capacità di carico amb e socCapacità di carico della destinazione

11 Scelta degli indicatori e loro adattamento al metodo INDICATORI ECONOMICI SOSTANZE (INDICATORI)CATEGORIE DI IMPATTOCAT. DI DANNO Servizi gratuiti agli impiegati(Vitto e/o trasporti) Servizi gratuiti agli impiegati Euro ai locali: benefici econ-soc da impiego Investimenti per il futuro impiegati (Assicurazione e/o fondo pensione) Formazione Investimenti futuro impiegati Compenso impiegati (Stipendio, tredicesima, mance obbligatorie) Compenso impiegati Spesa giornaliera in loco euro Spesa per il viaggio distribuita sui 12 gg Visto distribuito sui 12 gg Spesa tour operator/ ong Spesa giornaliera in loco Spesa per il viaggio in aereo Spesa per il visto Spesa tour operator/ong Euro da turisti: spesa del turista Ammontare euro speso per prodotti e servizi locali Ammontare apportato per progetti di sviluppo Ammontare che rimane in loco della spesa media turistica Entrate per il visto Mantenimento e ammortamento struttura Spesa prodotti e servizi locali Appoggio prog svil reg Ammontare che rimane in loco della spesa turistica Ammontare che rimane in loco della spesa media turistica Entrate per il visto Mantenimento e ammortamento struttura Euro ai locali: benefici economici al tessuto locale Costi risorse umane Mantenim e ammortam struttura Prog svil reg Costi di gestione Costi struttura/progetto Extra Euro da org int.le: costi per l’impresa/org occidentale

12 LCA del turismo Obiettivo: confronto tra tre tipi di turismo (turismo sostenibile, resort Ventaclub e villaggio tradizionale) Unità funzionale: numero di turisti al giorno Metodo usato: Eco-Indicator 99 modificato Banca dati: SimaPro6

13 Il Turismo Sostenibile

14 I costi esterni del turismo sostenibile: 1° parte

15 I costi esterni del turismo sostenibile: 2° parte

16 I costi esterni del turismo sostenibile: 3° parte

17 I costi interni del turismo sostenibile

18 I costi sociali del turismo sostenibile

19 La valutazione in [Pt/turista*giorno] del confronto tra i costi esterni

20 La valutazione del confronto dei costi esterni Damage categoryUnitCosto esterno del turismo sostenibile Costo esterno del turismo tradizional e Costo esterno del turismo Ventaclub TotalPt/tg39,5748,7547,78 Human HealthPt/tg9,0511,2210,96 Ecosystem QualityPt/tg4,2095,3475,126 ResourcesPt/tg26,3132,1731,69

21 La valutazione [in Pt/turista*giorno] del confronto tra i costi esterni senza aereo

22 La valutazione [in Pt/turista*giorno] del confronto tra i costi interni

23 La Valutazione del confronto tra i costi interni Damage categoryUnitCosto Interno turismo sostenibil e Costo interno turismo tradizional e Costo interno turismo Ventaclub TotalPt/tg-64,85-2,857-34,79 Benefici econ.soc impiego Pt/tg-31,54-0,5739-2,726 Spesa del turistaPt/tg10,4714,188,809 Benefici tessuto localePt/tg-45,9-17,67-41,69 Costi per l'impresa/org. occid Pt/tg2,1191,210,8144

24 La valutazione [in Pt/turista*giorno] del confronto tra i costi sociali

25 La valutazione del confronto tra i costi sociali Damage categoryUnitCosto interno turismo sosteni bile Costo interno turismo tradizio nale Costo interno turismo Ventacl ub TotalPt/tg-64,85-2,857-34,79 Benefici econ.soc impiegoPt/tg-31,54-0,5739-2,726 Spesa del turistaPt/tg10,4714,188,809 Benefici tessuto localePt/tg-45,9-17,67-41,69 Costi per l'impresa/org. occid Pt/tg2,1191,210,8144

26 La valutazione [in Pt/turista] del confronto tra i tre tipi di turismo Danno totale T. sostenibile : Pt (vantaggio) T. Ventaclub: Pt T. convenzionale: Pt

27 La valutazione del confronto tra i tre tipi di turismo Damage categoryUnitTurismo sostenibile Turismo tradizionale Turismo Ventaclub TotalPt-102,943,445,552 Human HealthPt9,0511,2210,96 Ecosystem QualityPt4,2095,3475,126 ResourcesPt26,3132,1731,69 EnergiaPt000 FunzionePt0 X X Coivolgimento pop locPt-13,19-0,5929-1,551 Sostegno al mercato localePt-14,67-0,72-2,619 Autonomia gestione attivitàPt-24,750-1,355 Turismo di qualitàPt-15,65-0,3706-1,143 Capacità di caricoPt-9,371-0,7682 Benefici econ.soc impiegoPt-31,54-0,5739-2,726 Spesa del turistaPt10,4714,188,809 Benefici tessuto localePt-45,9-17,67-41,69 Costi per l'impresa/org. occidPt2,1191,210,8144

28 L’LCA può essere impiegato come valido strumento che consente di organizzare e valutare in una visione integrale ed indirizzata l’informazione complessa ed i molteplici dati eterogenei per una giusta pianificazione e gestione dell’attività turistica.


Scaricare ppt "Il metodo LCA per l’analisi socioeconomica di un modello turistico eco-compatibile in un PVS Dimitra Mintsidis Università degli studi di Siena."

Presentazioni simili


Annunci Google