La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Entra esci. Personalmente mi ha molto colpito la grande quantità di giovani presenti, cosa che dimostra il lavoro effettuato nelle scuole per educare.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Entra esci. Personalmente mi ha molto colpito la grande quantità di giovani presenti, cosa che dimostra il lavoro effettuato nelle scuole per educare."— Transcript della presentazione:

1 entra esci

2

3 Personalmente mi ha molto colpito la grande quantità di giovani presenti, cosa che dimostra il lavoro effettuato nelle scuole per educare le nuove generazioni a prevenire fenomeni come il pizzo e l’usura. Elio Gaarthuis indice Altre foto

4 indice Palermo (Piazza Magione) Alcuni striscioni realizzati dagli studenti delle scuole partecipanti alla manifestazione

5 Giorno 14 aprile 2007 la classe III F si è impegnata nella distribuzione di questionari anonimi da somministrare ai commercianti per un’indagine del Comitato Addio-Pizzo che aveva come scopo quello di raccogliere dati sul fenomeno del racket a Palermo. indice Dei 28 questionari distribuiti solo 19 sono stati compilati (7 consegnati 2 bianchi.) Per visualizzare, in percentuale, il numero delle risposte date clicca su ciascuna delle domande scritte a sinistra. 1) Pensa che le forze dell’ordine possano contrastare il fenomeno del racket? 2) In caso di minaccia pagherebbe il pizzo? 3) Ritiene che in fondo il pizzo sia una tassa da pagare allo Stato? 4) In caso di minaccia sarebbe disposto a contattare degli “amici” per evitare il pizzo o per avere uno sconto? 5) Pensa che il pizzo possa limitare lo sviluppo economico della Sicilia? 6) Nel suo quartiere sono avvenuti negli ultimi anni danneggiamenti o intimidazioni a danno dei commercianti.

6 Giorno 14 aprile 2007 la classe III F si è impegnata nella distribuzione di questionari anonimi da somministrare ai commercianti per un’indagine del Comitato Addio-Pizzo che aveva come scopo quello di raccogliere dati sul fenomeno del racket a Palermo. 1) Pensa che le forze dell’ordine possano contrastare il fenomeno del racket? 2) In caso di minaccia pagherebbe il pizzo? 3) Ritiene che in fondo il pizzo sia una tassa da pagare allo Stato? 4) In caso di minaccia sarebbe disposto a contattare degli “amici” per evitare il pizzo o per avere uno sconto? 5) Pensa che il pizzo possa limitare lo sviluppo economico della Sicilia? 6) Nel suo quartiere sono avvenuti negli ultimi anni danneggiamenti o intimidazioni a danno dei commercianti? indice

7 Giorno 14 aprile 2007 la classe III F si è impegnata nella distribuzione di questionari anonimi da somministrare ai commercianti per un’indagine del Comitato Addio-Pizzo che aveva come scopo quello di raccogliere dati sul fenomeno del racket a Palermo. 1) Pensa che le forze dell’ordine possano contrastare il fenomeno del racket? 2) In caso di minaccia pagherebbe il pizzo? 3) Ritiene che in fondo il pizzo sia una tassa da pagare allo stato? 4) In caso di minaccia sarebbe disposto a contattare degli“amici” per evitare il pizzo o per avere uno sconto? 5) Pensa che il pizzo possa limitare lo sviluppo economico della Sicilia? 6) Nel suo quartiere sono avvenuti negli ultimi anni danneggiamenti o intimidazioni a danno dei commercianti? indice

8 Giorno 14 aprile 2007 la classe III F si è impegnata nella distribuzione di questionari anonimi da somministrare ai commercianti per un’indagine del Comitato Addio-Pizzo che aveva come scopo quello di raccogliere dati sul fenomeno del racket a Palermo. 1) Pensa che le forze dell’ordine possano contrastare il fenomeno del racket? 2) In caso di minaccia pagherebbe il pizzo? 3) Ritiene che in fondo il pizzo sia una tassa da pagare allo Stato? 4) In caso di minaccia sarebbe disposto a contattare degli “amici” per evitare il pizzo o per avere uno sconto? 5) Pensa che il pizzo possa limitare lo sviluppo economico della Sicilia? 6) Nel suo quartiere sono avvenuti negli ultimi anni danneggiamenti o intimidazioni a danno dei commercianti? indice

9 Giorno 14 aprile 2007 la classe III F si è impegnata nella distribuzione di questionari anonimi da somministrare ai commercianti per un’indagine del Comitato Addio-Pizzo che aveva come scopo quello di raccogliere dati sul fenomeno del racket a Palermo. 1) Pensa che le forze dell’ordine possano contrastare il fenomeno del racket? 2) In caso di minaccia pagherebbe il pizzo? 3) Ritiene che in fondo il pizzo sia una tassa da pagare allo Stato? 4) In caso di minaccia sarebbe disposto a contattare degli“amici” per evitare il pizzo o per avere uno sconto? 5) Pensa che il pizzo possa limitare lo sviluppo economico della Sicilia? 6) Nel suo quartiere sono avvenuti negli ultimi anni danneggiamenti o intimidazioni a danno dei commercianti? indice

10 Giorno 14 aprile 2007 la classe III F si è impegnata nella distribuzione di questionari anonimi da somministrare ai commercianti per un’indagine del Comitato Addio-Pizzo che aveva come scopo quello di raccogliere dati sul fenomeno del racket a Palermo. 1) Pensa che le forze dell’ordine possano contrastare il fenomeno del racket? 2) In caso di minaccia pagherebbe il pizzo? 3) Ritiene che in fondo il pizzo sia una tassa da pagare allo Stato? 4) In caso di minaccia sarebbe disposto a contattare degli “amici” per evitare il pizzo o per avere uno sconto? 5) Pensa che il pizzo possa limitare lo sviluppo economico della Sicilia? 6) Nel suo quartiere sono avvenuti negli ultimi anni danneggiamenti o intimidazioni a danno dei commercianti? indice

11 Giorno 14 aprile 2007 la classe III F si è impegnata nella distribuzione di questionari anonimi da somministrare ai commercianti per un’indagine del Comitato Addio-Pizzo che aveva come scopo quello di raccogliere dati sul fenomeno del racket a Palermo. indice 1) Pensa che le forze dell’ordine possano contrastare il fenomeno del racket? 2) In caso di minaccia paghereste il pizzo? 3) Ritiene che in fondo il pizzo sia una tassa da pagare allo Stato? 4) In caso di minaccia sarebbe disposto a contattare degli “amici” per evitare il pizzo o per avere uno sconto? 5) Pensa che il pizzo possa limitare lo sviluppo economico della Sicilia? 6) Nel suo quartiere sono avvenuti negli ultimi anni danneggiamenti o intimidazioni a danno dei commercianti?

12 Giorno 5 maggio, durante la giornata Pizzo-Free, noi alunni della III F abbiamo distribuito delle lettere ai commercianti che avevano allestito i loro stand all’interno di Piazza Magione, per confortarli nella lotta che stanno conducendo contro il pizzo. Ecco alcune riflessioni tratte dalle nostre lettere. … non bisogna avere paura di … (continua)(continua) … dovremmo comprare dai … (continua)(continua) … sapevo già grazie alle notizie … (continua)(continua) … recentemente abbiamo avuto … (continua)(continua) … facendo il vostro dovere … (continua)(continua) … la mafia è come uno … (continua)(continua) indice Libero Grassi Tano Grasso Alice Grassi

13 Giorno 5 maggio, durante la giornata Pizzo-Free, noi alunni della III F abbiamo distribuito delle lettere ai commercianti che avevano allestito i loro stand all’interno di Piazza Magione, per confortarli nella lotta che stanno conducendo contro il pizzo. Ecco alcune riflessioni tratte dalle nostre lettere. …… non bisogna avere paura di dire NO perchè si può sempre contare sull’aiuto di tantissima gente, tra cui gli altri commercianti che hanno firmato, su ragazzi del Comitato Addio-Pizzo e soprattutto su di noi consumatori. Nicoletta Lo Cascio … non bisogna avere paura di … (continua)(continua) … dovremmo comprare dai … (continua)(continua) … sapevo già grazie alle notizie … (continua)(continua) … recentemente abbiamo avuto … (continua)(continua) … facendo il vostro dovere … (continua)(continua) … la mafia è come uno … (continua)(continua) indice

14 Giorno 5 maggio, durante la giornata Pizzo-Free, noi alunni della III F abbiamo distribuito delle lettere ai commercianti che avevano allestito i loro stand all’interno di Piazza Magione, per confortarli nella lotta che stanno conducendo contro il pizzo. Ecco alcune riflessioni tratte dalle nostre lettere. …… dovremmo comprare dai commercianti che come te non pagano il pizzo. Molta gente va ad acquistare da commercianti che “buttano” i soldi nelle casse dei mafiosi. Riccardo Speranza … non bisogna avere paura di … (continua)(continua) … dovremmo comprare dai … (continua)(continua) … sapevo già grazie alle notizie … (continua)(continua) … recentemente abbiamo avuto … (continua)(continua) … facendo il vostro dovere … (continua)(continua) … la mafia è come uno … (continua)(continua) indice

15 Giorno 5 maggio, durante la giornata Pizzo-Free, noi alunni della III F abbiamo distribuito delle lettere ai commercianti che avevano allestito i loro stand all’interno di Piazza Magione, per confortarli nella lotta che stanno conducendo contro il pizzo. Ecco alcune riflessioni tratte dalle nostre lettere. … sapevo già, grazie alle notizie diffuse dai mass media del clima di insicurezza che c’era in questa città. Penso che questa mia sensazione si sia rafforzata quando uno dei miei amici che sono andato a trovare mi ha raccontato di essere appena stato fermato per strada da due ragazzi con la moto che gli hanno rubato il giubbotto e il portafogli. Naturalmente conoscevo già il pizzo come forma di tassa illegale, ma non ho mai pensato che potesse essere un fenomeno esteso alla maggior parte dei negozi della città, ai mendicanti, ai parcheggiatori abusivi e persino ai pensionati. Elio Gaarthuis … non bisogna avere paura di … (continua)(continua) … dovremmo comprare dai … (continua)(continua) … sapevo già grazie alle notizie … (continua)(continua) … recentemente abbiamo avuto … (continua)(continua) … facendo il vostro dovere … (continua)(continua) … la mafia è come uno … (continua)(continua) indice

16 Giorno 5 maggio, durante la giornata Pizzo-Free, noi alunni della III F abbiamo distribuito delle lettere ai commercianti che avevano allestito i loro stand all’interno di Piazza Magione, per confortarli nella lotta che stanno conducendo contro il pizzo. Ecco alcune riflessioni tratte dalle nostre lettere. …recentemente abbiamo avuto modo di incontrare Don Ciotti che ci ha fatto riflettere sul nostro dovere di rispettare la legalità così da poter aggiungere il fine della Giustizia. Uno dei pensieri che mi hanno colpito di più è una frase che è stata detta da Carlo Alberto dalla Chiesa: “Lo Stato dia come diritto ciò che la mafia dà come favore”. Ciò vuol dire avere fiducia nello Stato e nelle Istituzioni facendo anche la nostra parte, rispettando i nostri doveri. Agnese Aluia … non bisogna avere paura di … (continua)(continua) … dovremmo comprare dai … (continua)(continua) … sapevo già grazie alle notizie … (continua)(continua) … recentemente abbiamo avuto … (continua)(continua) … facendo il vostro dovere … (continua)(continua) … la mafia è come uno … (continua)(continua) indice

17 Giorno 5 maggio, durante la giornata Pizzo-Free, noi alunni della III F abbiamo distribuito delle lettere ai commercianti che avevano allestito i loro stand all’interno di Piazza Magione, per confortarli nella lotta che stanno conducendo contro il pizzo. Ecco alcune riflessioni tratte dalle nostre lettere. … facendo il vostro dovere di cittadini contribuirete alla sconfitta dell’intero sistema mafioso, che conquista il potere col consenso e l’aiuto dei cittadini omertosi e privi di coraggio. La mafia non esisterà più, non avrà più tanto potere perché saremo noi a punire la mafia con la giustizia! Roberta Fazio … non bisogna avere paura di … (continua)(continua) … dovremmo comprare dai … (continua)(continua) … sapevo già grazie alle notizie … (continua)(continua) … recentemente abbiamo avuto … (continua)(continua) … facendo il vostro dovere … (continua)(continua) … la mafia è come uno … (continua)(continua) indice

18 Giorno 5 maggio, durante la giornata Pizzo-Free, noi alunni della III F abbiamo distribuito delle lettere ai commercianti che avevano allestito i loro stand all’interno di Piazza Magione, per confortarli nella lotta che stanno conducendo contro il pizzo. Ecco alcune riflessioni tratte dalle nostre lettere. … la mafia è come uno Stato illegale, che chiede le tasse, il pizzo, per mantenere le famiglie dei Boss in carcere, quelle dei latitanti e per finanziare gli avvocati. Alessia Vitale … non bisogna avere paura di … (continua)(continua) … dovremmo comprare dai … (continua)(continua) … sapevo già grazie alle notizie … (continua)(continua) … recentemente abbiamo avuto … (continua)(continua) … facendo il vostro dovere … (continua)(continua) … la mafia è come uno … (continua)(continua) indice

19 Multimediale realizzato da: Agnese Aluia e Roberta Fazio III F Impostazione didattica guidata dalla prof.ssa Mariella Contorno Aspetti tecnici - organizzativi curati dalla prof.ssa Concetta Sciumbata indice esci


Scaricare ppt "Entra esci. Personalmente mi ha molto colpito la grande quantità di giovani presenti, cosa che dimostra il lavoro effettuato nelle scuole per educare."

Presentazioni simili


Annunci Google