La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

All’inizio ci fu un grande scoppio e poi si formarono … Clicca sulle parole colorate per andare a quell’argomento Clicca sulla casetta per tornare a questa.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "All’inizio ci fu un grande scoppio e poi si formarono … Clicca sulle parole colorate per andare a quell’argomento Clicca sulla casetta per tornare a questa."— Transcript della presentazione:

1 All’inizio ci fu un grande scoppio e poi si formarono … Clicca sulle parole colorate per andare a quell’argomento Clicca sulla casetta per tornare a questa pagina Clicca sulla freccia per proseguire con lo stesso argomento Se clicchi sul tasto freccia del computer potrai comunque muoverti da una pagina all’altra. Dove vedi questo simbolo c’è un fimato …. Clicca sul filmato e partirà.

2 L'universo 1) L'universo è infinito oppure no? Nessuno lo può sapere. 2) L'universo c'è sempre stato oppure no? Anche a questa domanda è difficile rispondere. La risposta della nostra religione. La nostra religione dice che Dio ha creato l'universo e che prima non c'era niente. La Bibbia o Vecchio Testamento è il libro più vecchio che racconta questa storia, proprio all'inizio, nella genesi. La risposta della scienza Gli scienziati dicono che circa 14 miliardi di anni fa, l'universo potrebbe essere "nato" da un grande scoppio, il big - bang. Al tempo del "big - bang" tutto quello che c'è oggi nell'universo, cioè la materia, era radunato in un solo punto; poi, con il grande scoppio, la materia si è sparpagliata intorno, allontanandosi sempre di più. 3) L'universo finirà o ci sarà per sempre? Alcuni dicono che un giorno l'universo potrebbe finire ( Big Crunch ) Altri sostengono che potrebbe rimanere sempre com'è e non cambiare mai. Altri ancora dicono che potrebbe continuare ad espandersi, cioè a diventare sempre più grande. Big Bang Inizio del tempo e dello spazio La materia si allontana sempre di più

3 Le galassie Sistema stellare Tanti sistemi stellari formano una galassia Tante galassie formano un ammasso Tanti ammassi formano un super-ammasso I superammassi in un raggio di 2 miliardi di anni luce da noi.

4 Molte galassie, come la nostra, hanno una forma a spirale, causata dal loro movimento di rotazione. La nostra galassia si chiama Via lattea Le galassie sono grandissime: variano dalle più piccole galassie nane, contenenti poche decine di milioni di stelle, sino alle galassie giganti, che arrivano a contare al loro interno anche miliardi di stelle. Oggi si possono vedere galassie lontanissime grazie ai telescopi degli osservatori astronomici sulla Terra e anche a quelli spaziali come l’Hubble.

5 Le nebulose Le nebulose sono un grande insieme di polvere, acqua e gas. Possono essere luminose o scure. La nebulosa Testa di Strega La nebulosa testa di cavallo

6 Comete Una cometa è un oggetto celeste composto da un nucleo circondato da una chioma che spesso ha una coda. Le comete possono avere forme molto diverse; alcune sono lunghe e sottili, altre corte e larghe, a forma di ventaglio e di scimitarra. Le orbite delle comete possono essere lunghissime, così prima che una cometa si possa vedere di nuovo dalla Terra possono passare centinaia o anche migliaia di anni. Ogni Cometa Hale-Bopp Ogni Cometa Hyakutake La cometa di Halley Questa cometa torna a farsi vedere ogni 75,3 anni, quindi è stata osservata molte volte fin dai tempi preistorici. Le comete hanno vita relativamente breve. I ripetuti passaggi vicino al Sole consumano alcuni elementi della cometa, finchè la coda non si può più formare, e rimane solo il materiale roccioso. Cometa di Halley disegnata sopra un arazzo del medio evo. Alcune comete possono subire una fine più violenta: cadere nel Sole oppure scontrarsi con un pianeta.

7 Un asteroide (a volte chiamato pianetino o planetoide) è un corpo celeste generalmente privo di una forma sferica; che ha un diametro solitamente inferiore al chilometro, anche se non mancano corpi di grandi dimensioni, Una meteora è un frammento di asteroide che entrando all'interno dell'atmosfera si incendia a causa dell'attrito. Si pensa che la notte delle stelle cadenti sia il 10 agosto perchè è la notte del mito di S. Lorenzo, però i giorni migliori per vedere lo spettacolo sono il 12 e il 13. Uno sciame meteorico avviene quando la Terra, attraversa l'orbita di una cometa che ha lasciato una scia di detriti. Entrando a contatto con l'atmosfera ad una velocità di alcune decine di chilometri al secondo, questi piccoli frammenti di roccia vengono bruciati per attrito con l'atmosfera, lasciando delle spettacolari scie luminose (ovvero le meteore, dette anche stelle cadenti). Gli sciami sono fenomeni che ricorrono ogni anno attorno alla stessa data, perché la Terra attraversa la stessa zona di spazio ogni anno. I nomi degli sciami meteorici si riferiscono ai nomi delle costellazioni da cui sembrano provenire tutte le scie luminose. Gli sciami più famosi sono le Leonidi, le Geminidi, e le Perseidi. Asteroidi e meteoriti

8 Barringer Crater, in Arizona. L'età del cratere risulta essere di circa anni. A quell'epoca, sul posto, c'era una vasta pianura con molte piante e molti animali, i quali sono stati spazzati via fino a 150 km di distanza ed i frammenti del meteorite sono ricaduti nel raggio di oltre 10 km. Per quanto possa sembrare strano, il Meteor Crater è stato causato da un meteorite giudicato piccolo, in quanto aveva un diametro di appena metri

9 I pianeti. Un pianeta è un corpo celeste che si muove (gira) attorno ad una stella. Se guardi il cielo stellato, i pianeti sono quelli che non luccicano. Orbite circolari Saturno Plutone Nettuno Urano Giove Marte Terra Mercurio Venere Sole Il movimento di un pianeta intorno a una stella si chiama: moto di rivoluzione Il giro del pianeta intorno alla propria stella si chiama orbita. Una stella con i pianeti che le girano intorno formano un sistema stellare La nostra stella si chiama Sole e il nostro sistema, "sistema solare“. Le orbite non sono proprio circolari ma ellittiche, cioè dei cerchi schiacciati, ma di poco. In tanti disegni puoi vedere le orbite molto ellittiche, ma è un effetto che c’entra con il modo in cui si guardano le cose, per esempio da di fronte invece che da sopra. Cerchio della palestra Visto: da sopra in obliquo di fronte

10 Mercurio Venere Terra Marte Giove Saturno Urano Nettuno Plutone Impara i nomi dei pianeti, dal più vicino al sole (Mercurio), al più lontano (Plutone). Quale sarà il più caldo? E il più freddo?

11 Confronto fra grandezze dei pianeti del sistema solare Qual è il più grande? Il più piccolo? Quale pianeta è grande quasi come la Terra?

12 Il tempo che ci mette un pianeta a fare il giro intorno alla sua stella è l’anno di quel pianeta. L’anno della Terra dura circa 365 giorni perché la Terra ci mette questo tempo a fare il giro al sole viaggiando alla velocità di 30 Km al secondo. L’anno di Mercurio dura 88 giorni perché il suo giro è più corto e la sua velocità è alta. 48 Km al secondo L’anno di Plutone dura 248 anni perché il suo giro è lunghissimo e la sua velocità “ da lumaca “… 5 Km al secondo. Clicca per vedere la velocità di rivoluzione dei pianeti

13 Clicca sopra gli schermi neri per vedere i pianeti, il sole e le orbite in scala Le distanze e le grandezze sono così enormi che è impossibile vedere tutto insieme: quando su un libro o in una animazione vedi tutto insieme, le grandezze e le distanze non sono in scala: sono solo esempi.

14 Le stelle Quando di notte osservi il cielo stellato vedi pianeti e stelle. Le stelle si distinguono dai pianeti perché baluginano, la loro luce “si muove”, è intermittente. A occhio nudo si possono contare circa 6000 stelle, ma con un piccolo telescopio nel posto dove ne vedevi 6 puoi osservarne circa Le stelle sono lontanissime; la più vicina è la nostra che si chiama Sole. Dato che sono molto lontane, la distanza viene misurata con la velocità maggiore che si conosca. Ciò che viaggia più veloce di ogni altra cosa è la luce: percorre quasi Km in un secondo. In pratica in un secondo la luce potrebbe fare 7 volte il giro della Terra. Ma anche andando così veloce, la luce ci può mettere un sacco di tempo per arrivare da una stella fin qui sulla Terra, magari qualche anno, così la distanza si misura in anni luce. La luce del sole ci mette 8 minuti per arrivare sulla Terra: quando vediamo il sole tramontare, in realtà è tramontato da 8 minuti. La stella più vicina alla Terra, dopo il Sole, è Proxima Centauri: dista “solo” 4 anni luce. Se adesso scoppiasse vedremmo lo scoppio fra 4 anni.

15 Gli uomini hanno immaginato che le stelle formassero delle figure che si dicono costellazioni. Queste sono alcune costellazioni che puoi vedere guardando verso nord. Stella polare

16 Questi sono i nomi delle costellazioni che puoi vedere guardando verso nord. Stella polare

17 Queste sono le figure immaginate delle costellazioni che puoi vedere guardando verso nord.

18 Se guardi verso sud vedi altre costellazioni

19 Anche se le stelle si muovono, rispetto alla Terra sembrano ferme. Durante la notte le stelle cambiano posizione perché è la Terra che si muove ruotando su se stessa. La stella polare è sopra il polo e non cambia posizione …trovala. Clicca sopra gli schermi per vedere il movimento delle costellazioni.

20 Sole Polluce Sirio Arturo Rigel Deneb Antares Betelgeuse Per noi che stiamo sulla Terra, il Sole è enorme, ma rispetto ad altre stelle appare molto piccolo, addirittura minuscolo, come puoi vedere nella prossima figura.

21 Mu Cephei Antares Cassiopea VY Canis Majoris Il nostro sole VY Canis Majoris Ci sono stelle così grandi che il nostro sole potrebbe starci dentro centinaia di milioni di volte.

22 Clicca sul rettangolo per vedere il confronto fra le grandezze dei pianeti del nostro sistema e il sole. E il sole confrontato ad altre stelle

23 Movimento di rotazione Il giro dura mediamente un giorno, cioè 24 ore. Mentre la Terra gira, il sole la illumina, così in ogni posto del pianeta si alternano il dì e la notte. La Terra gira su se stessa (intorno al proprio asse) come una trottola. Il giro avviene in senso antiorario rispetto all’asse terrestre. Come vedrai dopo, in certi momenti dell’anno i poli si trovano ad essere quasi sempre illuminati o in ombra, così, anche se la Terra gira, il sole non tramonta, oppure è sempre notte: guarda gli omini…

24 Nei due emisferi le stagioni sono invertite: quando da noi( emisfero nord o boreale ) è estate, nell’emisfero sud o australe è inverno, e viceversa. Il moto di rivoluzione e le stagioni La Terra gira intorno al sole formando un’orbita a forma di ellisse. Siccome l’asse terrestre è inclinato, ci sono zone della Terra che in certi momenti dell’anno ricevono più luce e calore di altre: questo provoca le stagioni. Il sole non si trova al centro dell’ellisse, così la Terra in certi momenti dell’anno è più vicina al sole che in altri. Per esempio, quando da noi è estate, la Terra si trova più lontana dal sole. N S N S N S N S Estate emisfero nord Inverno emisfero sud Inverno emisfero nord Estate emisfero sud

25 Vista dal sole. La terra è illuminata a tutti e due i poli. Equinozio di autunno: 23 settembre. La notte dura come il dì. Da questo momento, nell’emisfero nord, il dì comincia ad accorciarsi e la notte a durare di più Il buio continuerà ad aumentare fino al 21 dicembre. Vista laterale: l’asse è inclinato in avanti, per questo nel filmato o in altri disegni sembra dritto. Inizio autunno

26 Solstizio d’inverno: 21 dicembre È la notte più lunga dell’anno. D’ora in poi il dì comincia a crescere ma la notte è comunque più lunga. Inizio inverno Segui il movimento della Terra Al polo nord il sole non sorge mai e per tutta la giornata è notte

27 Equinozio di primavera: 21 marzo. La notte dura come il dì. Da questo momento, nell’emisfero nord, il dì comincia a durare più della notte. Inizio primavera

28 Solstizio d'estate: 21 giugno È il giorno più lungo dell’anno. D’ora in poi la notte comincia a crescere ma il dì è comunque più lungo. Inizio estate Segui il movimento della Terra Al polo nord il sole non tramonta mai e per tutta la giornata è dì. Il sole rimane molto basso sull’orizzonte per tutta la giornata

29 Precessione degli equinozi La Terra cambia in modo lento ma continuo l'orientamento del suo asse di rotazione. L'asse terrestre subisce una precessione cioè una rotazione dell'asse simile a quella di una trottola. Ogni anni circa l’asse terrestre compie un giro su se stesso. Nel corso del tempo la posizione della Terra rispetto alle stelle cambia lentamente: infatti, tra circa anni sarà Vega e non l'attuale Stella Polare, a indicare il polo nord.

30 Satelliti: la Luna Un satellite è un piccolo pianeta che gira intorno ad un pianeta più grande. La luna è il satellite della Terra. Si chiamano lune anche i satelliti di altri pianeti; certi pianeti ne hanno molte, Giove per esempio ne ha 67, le più note sono Io, Europa, Ganimede e Callisto. A causa dei movimenti della Luna e della Terra: - Noi vediamo sempre la stessa faccia della Luna. - La Luna sembra crescere o calare: a volte vediamo la Luna intera, altre volte solo un falcetto ( gobba a ponente - alla tua destra – luna crescente, gobba a levante - a sinistra - luna calante ) Da una luna piena ad un’altra passano circa 29 giorni: questa è la durata del mese lunare In quasi tutte le civiltà antiche si contava il passare del tempo in mesi lunari. Lune di Giove a confronto

31 Se la rotazione della luna durasse meno della rivoluzione, vedremmo tutte e due le facce della luna Dato che la rotazione della luna dura quanto la rivoluzione, vediamo sempre la stessa faccia della luna. In questa animazione si vedono: La parte rossa, che è la faccia della luna che possiamo vedere. La luce del sole sulla luna. La luce sulla parte rossa mostra il “pezzo” di luna visibile dalla Terra.

32 Ombra della Terra Ombra della Luna Le eclissi : uno strano fenomeno Eclissi di sole: Quando la luna si trova fra la Terra e il sole, su qualche punto della Terra diventa buio per alcuni minuti Eclissi di luna: Quando la luna si trova nell’ombra della Terra, per un po’ non la si vede più. L’ombra della Terra non fa vedere la luna L’ombra della Luna non fa vedere il Sole

33 Animazione particolare Prima: sole, terra, luna Poi il disegno bianco del movimento della luna, visto da lontano. Poi il disegno bianco del movimento della luna, visto da vicino alla Terra Poi le orbite di terra e luna che sembrano incrociarsi Infine la traccia dell’ orbita lunare rispetto al sole.


Scaricare ppt "All’inizio ci fu un grande scoppio e poi si formarono … Clicca sulle parole colorate per andare a quell’argomento Clicca sulla casetta per tornare a questa."

Presentazioni simili


Annunci Google