La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corso di base per computer CONCETTI TEORICI DI BASE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corso di base per computer CONCETTI TEORICI DI BASE."— Transcript della presentazione:

1

2 Corso di base per computer

3 CONCETTI TEORICI DI BASE

4 Detto anche elaboratore elettronico, il computer non è altro che una macchina progettata per svolgere determinate funzioni in modo veloce e preciso.

5 Il rapido sviluppo delle reti informatiche degli ultimi anni sta letteralmente cambiando la nostra vista, si parla sempre più frequentemente di NEW ECONOMY ed E- COMMERCE. L’uso di internet come canale di pubblicità e di vendita di servizi e prodotti ha consentito la globalizzazione del mercato mondiale è infatti possibile acquistare, con una semplice transazione telematica, i più svariati prodotti o servizi da un capo all’altro del mondo restando comodamente fermi in casa propria o in ufficio ( e-commerce ).

6 In un elaboratore bisogna distinguere due parti essenziali e complementari l’una all’altra nel senso che non esiste computer fatto di solo HARDWARE ( parte fisica, tangibile ) o SOFTWARE ( parte intangibile ) ovvero l’insieme dei programmi che ne consentono l’utilizzo. IL SOFTWARE al pari delle opere letterarie è protetto da COPYRIGHT una protezione contro la pirateria informatica a tutela dei diritti di autore.

7 HARDWARE Parte fisica, tangibile ( componenti materiali ) Istruzioni, parte intangibile (insieme programmi ) COMPUTER SOFTWARE

8 IMPIEGHI DI UN COMPUTER Il computer ha aree di impiego nelle quali opera sicuramente meglio di una persona,nella tabella successiva evidenzieremo gli aspetti positivi e negativi di un elaboratore elettronico:

9 VANTAGGI E SVANTAGGI VANTAGGISVANTAGGI Rapidità di esecuzione Mancanza di intelligenza autonoma Alta precisione e affidabilità Mancanza di creatività Capacità di eseguire lavori ripetitivi Difficoltà a interpretare un discorso

10 Il computer è composto da una serie di componenti elettronici assemblati tra di loro che costituiscono il sistema di elaborazione, le parti principali sono:

11 -MEMORIA CENTRALE : che registra le singole istruzioni dei programmi e i dati ; U.C.E. ( Unità Centrale di Elaborazione ) che effettua le operazioni richieste dai programmi, decide in base al risultato ottenuto e interagisce con le unità perifiche di INPUT e OUTPUT; MEMORIA CENTRALE U.C.E UNITA’ CENTRALE DI ELABORAZIONE ESEMPIO UNITA’ DI INPUT UNITA’ DI OUTPUT

12 U.C.E. – Unità Centrale di Elaborazione o Central Processing Unit ( C.P.U ) raggruppa le funzioni di calcolo, controllo e supervisione dell’elaborazione. Esegue tutte le istruzioni di programma, controlla le periferiche di ingresso ( input ) e di uscita ( output ) dati. È costituita da microprocessore ( es. PENTIUM IV ) ed è installata sulla scheda madre o motherborad ed è composta da due elementi : A.L.U. ( Arithmetic Logic Unit ) Componente essenziale di calcolo e di confronto dei dati elaborati ; UNITA’ DI CONTROLLO che attiva e controlla le operazioni di ingresso e di uscita dei dati.

13 Quali sono i dispositivi di input e output DISPOSITIVI DI INPUT : Tastiera, mouse, scanner, lettore ottico etc. DISPOSITIVI DI OUTPUT : Schermo, Stampante, casse acustiche etc

14 ? L’ unità centrale di elaborazione può utilizzare i dati solo quando questi si trovano nella MEMORIA CENTRALE detta anche MEMORIA PRINCIPALE o MEMORIA VELOCE, in quanto può garantire elevate prestazioni nell’accesso ai dati. La memoria di un elaboratore è formata da due componenti

15 RAM ROM RAM ( Random Access Memory ) memoria usata per la registrazione dei dati e delle istruzioni dei programmi. E’ detta anche memoria principale e deve avere i seguenti requisiti : -Registrazione dati; -Localizzazione dati -Lettura e modifica dati; E’ una memoria veloce e quindi costosa ed è volatile, all’interruzione dell’energia elettrica i dati vengono perduti ROM(Read Only Memory ) memoria di sola lettura il cui contenuto non può essere modificato e che viene utilizzata per la registrazione dei programmi o software applicativi, e permette l’avviamento del software di base BIOS- Basic Input Output System

16 - HARD DISK O DISCO FISSO DEL COMPUTER ( principale memoria di massa ); - CD ROM ( Compact disk read only memory) (grande capacità di memoria) -FLOPPY DISK – (principale sistema per copiare o spostare dati, bassa capacità

17 ? Il BYTE ( raggruppamenti di tipo binario “binary digit” ) è l’unità minima che si può indirizzare verso le memorie dell’elaboratore, in ordine crescente e sempre espresse da potenze di 2, per rispettare il sistema binario abbiamo la seguente scala : 1 byte=8 bit 1 Kbyte=1024 Byte 1 Mbyte=1024 Kbyte 1 Gbyte=1024 Mbyte 1 Tbyte=1024 Gbyte

18 I software o programmi essenziali per il funzionamento del sistema ( elaboratore ) possono essere di due tipi: Software di SISTEMA : che viene solitamente fornito a corredo del computer ( Hardware ) per garantirne le funzioni di base ( Es. Sistema Operativo Windows ) Software APPLICATIVO : che ha invece il compito di risolvere problemi specifici dell’utente e che viene acquistato in funzione di determinate esigenze ( es. programma di contabilità per uno studio commerciale ).

19 Le reti informatiche In un sistema moderno di elaborazione dei dati è indispensabile che più utenti mediante terminali, possano contemporaneamente accedere alle banche dati attraverso le quali ricevere o trasmettere informazioni, questo ha portato allo sviluppo dell’ ITC ( Information & Communication Technology ) di seguito elenchiamo le principali reti di comunicazione conosciute:

20 RETI LOCALI : LAN ( Local Area Network ) RETI GEOGRAFICHE:WAN ( Wide Area Network ) per connettere sistemi informatici su brevi distanze che utilizzano cavi dedicati e interfaccia tra le unità e la rete; per connettere sistemi di elaborazione e terminali utilizzando la linea telefonica che può essere di tipo ANALOGICA o DIGITALE, se si utilizza la normale linea telefonica analogica occorre trasformare il segnale ricevuto in digitale ( modulazione ) per questo occorre uno strumento che effettui l’operazione di conversione chiamato MODEM. La velocità di trasmissione o ricezione ovvero quantità di informazioni ricevute o trasmesse si misura in BAUD, l’unità di misura è il BPS ( numero di bit per secondo ).

21 La posta elettronica ( o elettronic mail ) è sicuramente la più popolare funzione messa a disposizione dalle reti di trasmissione. E’ uno strumento che permette la trasmissione di messaggi scritti ad altri utenti della rete. Di seguito evidenzieremo i vantaggi e gli svantaggi della posta elettronica

22 VANTAGGI E SVANTAGGI DELLA POSTA ELETTRONICA VANTAGGISVANTAGGI Velocità operativa elevataPericolo di virus informatici Asincrona ovvero non è necessario che l’altro utente sia collegato Eccessiva posta inutile o propaganda commerciale ( spamming ) Inoltro di documenti elettronici, dati, immagini, suoni etc. Conferma e quindi sicurezza nell’inoltro del messaggio

23 L’indirizzo è solitamente dato da dove per utente si intende il proprietario della casella postale e per indirizzo.xx il nome del gestore del servizio

24 INTERNET Nata negli anni 60 come rete militare per la trasmissione di informazioni anche in caso di guerra atomica è definita oggi come la rete delle reti ovvero la madre di tutte le reti è un sistema mondiale di trasmissione e ricezione dati praticamente un’autostrada dell’informazione. Il servizio più diffuso è il www. ( World Wide Web ) rete mondiale che consente il collegamento ai nodi chiamati SITI

25 Il linguaggio utilizzato per le pagine è l’ HTML ( Hipertext Markup Language ) ed è universale. La Pagina iniziale è chiamata solitamente HOME PAGE mentre l’ indirizzo del sito è l’ URL ( Uniform Resource Locator ). L’accesso al servizio www. avviene per mezzo di programma interfaccia chiamato BROWSER ( es. explorer o netscape ) che permette di visualizzare sullo schermo immagini, testi, animazioni, filmati, etc.

26 .com per i siti commerciali;.org per le organizzazioni;.net per i poli di rete, etc La parte finale dell’ URL, dopo il punto es. rappresenta il DOMINIO (.it ). I domini si differenziano in base al tipo di organizzazione : o in base alla nazione di appartenenza : esempio.it italia.fr francia.es spagna

27 IL PROTOCOLO TC/IP Affinché tra un computer e l’altro possa avvenire uno scambio di dati via internet è necessario un protocollo comune, ovvero regole comuni su come deve essere strutturato un messaggio. A tale scopo è stato creato il protocollo TCP/IP ( Transmission Control Protocol ) che dopo essere stato ideato per Internet è diventato uno standard mondiale.

28 Ogni utente che accede alla rete viene identificato dall’indirizzo IP composto da quattro serie di numeri ( esempio indirizzo numerico ) ( indirizzo simbolico ). L’IP può essere statico ( sempre uguale ) o dinamico ( l’ ultima serie cambia ad ogni connessione )

29 IL VIRUS contrariamente a ciò che si possa immaginare non è altro che un programma che inserito all’interno del computer fa compiere all’elaboratore operazioni che provocano danni temporanei o permanenti.

30 rottura di parti fisiche ( HARD DISK ) nei casi più gravi, danneggiamento o cancellazione degli archivi; danneggiamento o cancellazione del sistema operativo o di software applicativi; rallentamento delle funzioni del computer segnalazioni di errori inesistenti DANNI CAUSATI DA VIRUS

31 I virus si propagano nella rete velocemente durante gli scambi di dati da un utente all’altro, oppure sono in grado di autoreplicarsi o di spedirsi ad altri computer spesso mediante l’utilizzo della rubrica di POSTA ELETTRONICA.

32 Spesso i danni dovuti a VIRUS sono alla base di attività illegali compiute dai cosiddetti HACKER, meglio conosciuti come PIRATI INFORMATICI, a volte veri e propri geni capaci anche di violare siti di importanza mondiale come recentemente è avvenuto per la NASA Ente Spaziale Americano o di accedere a BANCHE DATI e sottrarre informazioni riservate.

33 Per questo le maggiori case mondiali di ANTIVIRUS si danno battaglia per immettere sul mercato software sempre più innovativi e sofisticati per impedire le intrusioni degli HACKER all’interno dei sistemi informatici di Banche, Ministeri, Ospedali etc.

34 Fine modulo 1 Faticoso? Ma noo ! Vi aspetto per il Modulo n. 2 ! Il sig. Rossi


Scaricare ppt "Corso di base per computer CONCETTI TEORICI DI BASE."

Presentazioni simili


Annunci Google