La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il DECADENTISMO Ultimi vent’anni dell’Ottocento. 1857 Filone fantastico Dalla scissione «io/mondo» alla scoperta dell’inconscio Filone realistico ROMANTICISMO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il DECADENTISMO Ultimi vent’anni dell’Ottocento. 1857 Filone fantastico Dalla scissione «io/mondo» alla scoperta dell’inconscio Filone realistico ROMANTICISMO."— Transcript della presentazione:

1 Il DECADENTISMO Ultimi vent’anni dell’Ottocento

2 1857 Filone fantastico Dalla scissione «io/mondo» alla scoperta dell’inconscio Filone realistico ROMANTICISMO POSITIVISMODECADENTISMO SIMBOLISMOREALISMO Madame Bovary di Falubert LI fiori del male di Baudelaire

3 Cos’è La storiografia letteraria italiana ha assunto il termine per designare un intero movimento artistico letterario che si sviluppa, a partire dalla Francia, in tutta Europa dalla seconda metà dell’Ottocento fino agli albori del Novecento Caratterizzato dalla assoluta volontà di opposizione al razionalismo tipico del Positivismo scientifico e del Naturalismo In realtà originariamente indicava un movimento letterario nato nella Parigi di fine Ottocento da alcuni intellettuali che avevano la coscienza di vivere un'età di trasformazioni e di trapasso, di crisi, e avvertivano che il loro compito non era quello di proporre nuove certezze, ma di approfondire i termini esistenziali di quella crisi sul piano conoscitivo, di manifestare il malessere del vivere sociale, nello spirito e nel gusto.

4 Nell’accezione più ampia Simbolismo estetismo impressionismo surrealismo dadaismo panismo e in ambito strettamente italiano, secondo alcuni, anche: ermetismo, futurismo e crepuscolarismo ingloba tendenze diverse come:

5 Il termine 1883 su «Le Chat Noir»: Languer, Paul Verlaine: Sono l'Impero alla fine della decadenza, che guarda passare i grandi Barbari bianchi componendo acrostici indolenti dove danza il languore del sole in uno stile d'oro L’autore si identifica con l’atmosfera di stanchezza e di estenuazione spirituale dell’Impero romano alla fine della decadenza: compiacimento autodistruttivo

6 DECADENT NEGATIVO POSITIVO La critica lo usa per indicare una generazione dei poeti maledetti che davano scandalo incitando al rifiuto della morale borghese Viene assunto dai poeti stessi in polemica per indicare un nuovo modo di pensare, come diversità ed estraneità rispetto alla società contemporanea (un privilegio spirituale da esibire) 1886 RIVISTA creata dai decadenti chiamata così provocatoriamente P. Verlaine presenta i Poètes maudits (Rimbaud, Mallarmé…) tema della "decadenza sociale" e della crisi di valori con forti risvolti esistenzialivaloriesistenziali

7 Presupposti storici: gli anni Ottanta La crisi dei valori del positivismo;positivismo Gli effetti della rivoluzione industriale; Nascita dell’IMPERIALISMO (sviluppo industriale e bellico, che poté permettere la conquista colonie in Asia e Africa, paesi capaci di fornire mano d'opera e materie prime a basso costo) Le borghesie europee voltano le spalle alle masse popolari, disattendendo così ai principi di liberté, egalité e fraternité. Infatti, depositaria dell'economia, cura i propri interessi e conduce un tipo di vita perbenista e conformista ed è insensibile verso il popolo.economia Nascono così le prime «questioni sociali» (i sindacati e lotte proletarie). Urbanizzazione forzata e stratificazione sociale

8 Conseguenza diretta sarà che: L'uomo tende a interrogarsi su di sé, sui suoi bisogni, sui suoi desideri La scienza deve ammettere i suoi limiti: in realtà non è propriamente in grado di spiegare tutto, ma solamente di classificare e categorizzare

9 Nuove teorie scientifiche e… Fisica quantistica (principio di indeterminazione di Heisenberg) ammette la casualità, la probabilità e l'improbabilità, la definizione matematica e l'inesattezza come realtà di cui prendere coscienza.principio di indeterminazione di Heisenberg la relatività di Einstein rivoluzionò la fisica tradizionale mostrando come i fenomeni siano basati su indeterminatezza e relatività, dipendendo dal luogo in cui ci si trova, dalla velocità e dalla direzione del movimento.Einstein La psicanalisi di Freud che spiegare i vari istinti e riflessi inconsciistintiinconsci

10 …filosofiche Filosofia di Kierkegaard rifiutò l’idealismo di HegelKierkegaard Le correnti filosofiche antipositivistiche, di impronta spiritualistica ed irrazionalistica: il misticismo di Arthur Schopenhauer, il vitalismo di Nietzsche, l'intuizionismo di Henri Bergson, il contingentismo di Boutroux, il neoidealismo di Benedetto Croce.misticismo Arthur SchopenhauervitalismoNietzscheintuizionismoHenri Bergsoncontingentismo BoutrouxBenedetto Croce La crisi del positivismo determinò un ritorno allo spiritualismo che, nelle sue varie forme, riaffermò il valore della volontà, della libertà e della spiritualità umana, riscoprendo, contro l'arido razionalismo, gli impulsi più reconditi dell'animo, l'intuizione, il mistero. spiritualismo

11 L’intellettuale L'intellettuale, portavoce della crisi popolare, si chiude così in sé stesso, ricercando l'individualismo, l'egoismo e l'alibi per non affrontare una realtà grigia e senza stimoli, pressoché incomunicabile.individualismoegoismoalibi NON E’ più né il vate romantiche né lo scienziato, ma recupera la sua genialità e libertà creatrice maledetto, l’esteta, l’inetto, il fanciullino, il superuomo, il santo Figura che assume una dimensione mitica: il maledetto, l’esteta, l’inetto, il fanciullino, il superuomo, il santo Si differenzia dalla massa di cui non condivide i valori

12 L’arte Venendo meno il valore della scienza e ammessa l'impossibilità di conoscere la realtà più profonda mediante l'esperienza, la ragione, è l’arte l'organo di conoscenza per eccellenza soltanto la poesia (e non il romanzo), per il suo carattere di immediata intuizione, può attingere al mistero della vita, esprimere le rivelazioni dell'ignoto La poesia è pura illuminazione, espressione simbolica

13 La poetica Parte dell’interpretazione della realtà e dell’arte di Baudelaire

14


Scaricare ppt "Il DECADENTISMO Ultimi vent’anni dell’Ottocento. 1857 Filone fantastico Dalla scissione «io/mondo» alla scoperta dell’inconscio Filone realistico ROMANTICISMO."

Presentazioni simili


Annunci Google