La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Istituto Comprensivo “A.M.Ricci” Scuola secondaria di I Grado - Rieti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Istituto Comprensivo “A.M.Ricci” Scuola secondaria di I Grado - Rieti."— Transcript della presentazione:

1 Istituto Comprensivo “A.M.Ricci” Scuola secondaria di I Grado - Rieti

2 ICICLABILI VERD DIFERENZIATI NQUINANTI RBANI OSSICI NERTI

3 I rifiuti sono tutte quelle sostanze o oggetti che risultano di scarto o avanzo alle più svariate attività umane, anche se pericolose.

4 I rifiuti si dividono in tre gruppi: I rifiuti si dividono in tre gruppi:

5 I rifiuti solidi urbani sono rifiuti domestici formati da polveri e materiali misti non separabili il 65% è costituito da rifiuti separabili e riutilizzabili:residui alimentari organici (20%),carta e cartone (20%),vetro(10%),materie plastiche(8%),contenitori in alluminio e materiali ferrosi (7%).

6 I rifiuti tossici e nocivi sono un rischio per l’uomo e l’ambiente,come pile e batterie,farmaci,tubi catodici di televisori,prodotti chimici per la casa e il giardinaggio.

7 I rifiuti speciali sono residui di lavorazioni industriali e agricole;rifiuti di ospedali,non assimilabili a quelli urbani;calcinacci;macchinari,veicoli e rimorchi.

8 Il quantitativo globale di rifiuti prodotti giornalmente in tutti i paesi industrializzati è impressionante!In Italia ammontano in media a circa 0,95 kg al giorno per ogni abitante. Di conseguenza in un anno produciamo oltre 100 milioni di tonnellate di rifiuti (di cui 20 milioni sono RSU). I rifiuti solidi urbani hanno,per di più,un volume enorme perché costituiti in gran parte di materiali leggeri,ma ingombranti:si calcola che ogni chilogrammo di spazzatura occupa mediante uno spazio pari a un contenitore di 8 litri! Si tratta di una vera e propria montagna di rifiuti che rischia di seppellirci. Inoltre rappresentano un pericolo inconvente perché in buona parte essi vengono scaricati illegalmente in discariche abusive,con incalcolabili danni per l’ambiente e per la salute. Eppure i rifiuti non sono solo scarti da gettare,perché rappresentano una ricchezza:sappiamo che dalla spazzatura è possibile recuperare materie seconde di energia.

9

10 Sviluppo improprio: La specie umana ha il diritto di dominare sulle altre specie viventi sulla terra Tutte le forme di vita sono al servizio della specie umana La terra è grande e ha possibilità illimitate Questo modello di sviluppo ha causato gravissimi danni all’ambiente, ha distrutto preziose risorse naturali, ha fatto scomparire specie viventi, vegetali e animali Sviluppo sostenibile: Nuovo modello di sviluppo che tiene conto degli errori del passato (Conferenza mondiale sull’ Ambiente- Stoccolma 1972) che si basa sul: Rispetto della natura Effettive capacità del Pianeta in fatto di risorse Ha l’obiettivo di soddisfare i bisogni e le esigenze delle attuali generazioni senza compromettere le possibilità delle generazioni future, non arresta la crescita economica, tiene conto della conservazione dell’ambiente Consumismo Problema dei RIFIUTI Consumismo sostenibile Riduzione e Riciclaggio dei rifiuti

11

12 Smaltimento in discariche a volte non adatte allo scopo Svantaggi della discarica: Difficoltà a trovare un terreno adatto( impermeabile) La massa dei rifiuti organici produce processi di fermentazione con sviluppo di gas biologici infiammabili Enorme superficie di terreno, lontano dai centri abitati Non consente il recupero dei materiali ed energia RISULTATI: Danni per l’ambiente e per la nostra salute Raccolta differenziata Vantaggi della raccolta differenziata: Recupero di materie seconde riutilizzabili per la produzione di nuovi materiali e oggetti o di energia sottoforma di calore Riduzione della quantità e del volume complessivo dei RSU e quindi dei costi del loro smaltimento RISULTATI: Salvaguardia dell’ambiente e della salute Risparmio di materie prime ed energia

13 La DISCARICA CONTROLLATA è un sistema di smaltimento dei rifiuti (tipicamente Rifiuti Solidi Urbani) che consiste nello stoccaggio definitivo in sito oculatamente selezionato, attraverso il costipamento dei rifiuti per strati sovrapposti per il migliore sfruttamento delle superfici impegnate e il ricoprimento giornaliero con uno strato di terreno di adeguato spessore.

14 Per gestione dei rifiuti si intende l'insieme delle politiche volte a gestire l'intero processo dei r r r r r iiii ffff iiii uuuu tttt iiii, dalla loro produzione fino alla loro sorte finale, e coinvolgono quindi: la raccolta, il trasporto, il trattamento ( rrrr iiii cccc iiii cccc llll aaaa gggg gggg iiii oooo o smaltimento) e anche il riutilizzo dei materiali di scarto, solitamente prodotti dall'attività umana, nel tentativo di ridurre i loro effetti sulla ssss aaaa llll uuuu tttt eeee dell' uuuu oooo mmmm oooo e sull' aaaa mmmm bbbb iiii eeee nnnn tttt eeee. Un interesse particolare negli ultimi decenni riguarda la riduzione degli effetti dei rifiuti sulla natura e sull'ambiente e la possibilità di recuperare r r r r r iiii ssss oooo rrrr ssss eeee da essi, e la riduzione della produzione di rifiuti stessi.

15 Schema di termovalorizzatore

16 QUESTIONARIO SULLA RACCOLTA DIFFERENZIATA 1) Sai che cos’è la raccolta differenziata?si no 2) Nella tua famiglia si pratica la raccolta differenziata?si no 3) Sei d’accordo con questo tipo di raccolta differenziata?si no 4) Sei a conoscenza di quali sono i materiali riciclabili?si no 5) Sei a conoscenza del processo che porta al riciclaggio dei vari materiali? si no 6) Che tu sappia, nella tua città, si pratica la raccolta differenziata?si no 7) Conosci i vantaggi della raccolta differenziata?si no 8) Secondo te è possibile praticare la raccolta differenziata a scuola?si no 9) Per ridurre la quantità e il volume dei rifiuti sei disposto ad acquistare prodotti privi di confezione o con imballaggi che si possono riciclare? si no 10) Hai qualche proposta o suggerimento per migliorare e diffondere la raccolta differenziata?

17 RISULTATI QUESTIONARIO SULLA RACCOLTA DIFFERENZIATA (Totale alunni 125) Domande% 1) Sai che cos’è la raccolta differenziata?Si 93% 2) Nella tua famiglia si pratica la raccolta differenziata?Si 46 % 3) Sei d’accordo con questo tipo di raccolta differenziata?Si 87% 4) Sei a conoscenza di quali sono i materiali riciclabili?Si 90% 5) Sei a conoscenza del processo che porta al riciclaggio dei vari materiali? Si 63 % 6) Che tu sappia, nella tua città, si pratica la raccolta differenziata?Si 74 % 7) Conosci i vantaggi della raccolta differenziata?Si 86% 8) Secondo te è possibile praticare la raccolta differenziata a scuola?Si 77% 9) Per ridurre la quantità e il volume dei rifiuti sei disposto ad acquistare prodotti privi di confezione o con imballaggi che si possono riciclare? Si 59 % 10) Hai qualche proposta o suggerimento per migliorare e diffondere la raccolta differenziata? Risposte più numerose Bisognerebbe fare la raccolta differenziata sempre e dovunque; ci dovrebbero essere più cassonetti in città e a scuola la raccolta dovrebbe essere obbligatoria


Scaricare ppt "Istituto Comprensivo “A.M.Ricci” Scuola secondaria di I Grado - Rieti."

Presentazioni simili


Annunci Google