La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

“Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi “ Marcel Proust Per la futura Classe Prima 7 0ttobre 2014.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "“Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi “ Marcel Proust Per la futura Classe Prima 7 0ttobre 2014."— Transcript della presentazione:

1 “Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi “ Marcel Proust Per la futura Classe Prima 7 0ttobre 2014

2 ISTITUTO PARITARIO “SAN GAETANO” delle SUORE ORSOLINE DI GANDINO

3 LA NOSTRA SCUOLA SI ISPIRA Ai principi della Costituzione Alla dichiarazione dei diritti dei bambini Ai valori Cristiani Alla tradizione pedagogica di Sant’Angela Merici

4 VALORI Centralità della persona Gradualità e continuità Responsabilizzazione e partecipazione

5 LA SCUOLA CAMBIA prima… STRUTTURA VERTICISTICA CENTRALIZZATA CONCENTRATA SU CIO’ CHE DEVE ESSERE INSEGNATO E SULLE MODALITA’ DELL’INSEGNAMENTO Ministero Scuola Docente Alunno PROGRAMMA DEFINITO DALL’ALTO, UGUALE PER TUTTI, RIGIDO NEI TEMPI E NELLE MODALITA’

6 poi l’autonomia… ORGANIZZA- TIVA RICERCA E SPERIMENTAZIONE DIDATTICA istruzione, formazione, orientamento. Scelta libera e programmata di metodologie, strumenti, organizzazione e tempi di insegnamento. Libertà progettuale. Ampliamento dell’offerta formativa. Insegnamenti opzionali, facoltativi o aggiuntivi. Tecnologica, apertura delle classi e superamento del vincolo dell’unità oraria di lezione. Nuove modalità di impiego dei docenti. Coordinamento scuola – territorio. Proficuo esercizio dell’autonomia didattica e organizzativa

7 …ora Scuola Classe Alunno La scuola attraverso i docenti definisce il curricolo di studio e lo concretizza a partire dagli alunni concreti e dalle classi concrete in cui avviene l’insegnamento - apprendimento Collegio docenti Curricolo Team della classe: Obiettivi didattici ed educativi Docenti: Obiettivi disciplinari

8 GLI OBIETTIVI GENERALI DELLA SCUOLA PRIMARIA

9 Il cammino educativo e didattico punta a favorire la crescita del soggetto persona (…) Vengono date dal Ministero le INDICAZIONI PER IL CURRICOLO PER LA SCUOLA D’INFANZIA, PRIMO CICLO D’ISTRUZIONE: PRIMARIA + SECONDARIA DI 1°GRADO Un unico cammino formativo!

10 La scuola e i docenti costruiscono i concreti piani di studio degli alunni (Curricolo), le metodologie da utilizzare, le attività multidisciplinari, realizzandoli poi in classe giorno dopo giorno e definendoli continuamente sulle esigenze concrete della classe e dei singoli (anno dopo anno) (Le nostre assemblee di inizio anno espongono i risultati attesi e fanno il punto dei progressi raggiunti)

11 È scopo evidente della scuola la formazione integrale della persona umana e del/della cittadino/a in tutte le sfere ove essa può trovare linee di sviluppo: cognitiva, affettiva, relazionale, etica, religiosa ecc. La scuola Primaria non può ridursi al semplice apprendimento disciplinare e/o al potenziamento di alcune discipline a scapito di altre (…). L’organizzazione didattica e la valutazione degli alunni segue tale principio, chiedendo alle famiglie la collaborazione educativa necessaria alla trasformazione dell’intero tempo scolastico in tempo di crescita e potenziamento delle capacità di ciascuno.

12 VALUTAZIONE Obiettividiapprendimento Contenutieattività Traguardi di sviluppo dellecompetenze

13 I TEMPI della scuola Primaria: TRIENNIO (CL 1^-2^-3^) BIENNIO (CL 4^-5^) Fine quinta: ammissione alla scuola secondaria di I grado

14 OBIETTIVI FORMATIVI DELINEATI DAL COLLEGIO DOCENTI

15 INTERIORIZZARE CONCETTI FONDAMENTALI QUALI; RICONOSCIMENTO, DENOMINAZIONE, ESPRESSIONE, COMUNICAZIONE E CONTROLLO DIVENTARE CONSAPEVOLI SU TEMATICHE CHIAVE QUALI; SALUTE, INTERCULTURA, LEGALITA’ CITTADINANZA, APPARTENENZA CONTESTUALIZZARE LA DIMENSIONE ETICA PER VIVERE E PER CONVIVERE RISOLVERE IL PROBLEMA DEL SENSO DEFINIRE CONGETTURE, PROCEDURE E CONFIGURAZIONI IMPARARE A CONOSCERSI E A VIVERE INSIEME IMPARARE A CONOSCERSI E A VIVERE INSIEME ACQUISIRE SENSO DI RESPONSABILITA’ VERSO SE STESSI E LA SOCIETA’ ACQUISIRE SENSO DI RESPONSABILITA’ VERSO SE STESSI E LA SOCIETA’ ESSERE CONSAPEVOLI DELL’IMPORTANZA DELLE REGOLE PER LA CONVIVENZA ESSERE CONSAPEVOLI DELL’IMPORTANZA DELLE REGOLE PER LA CONVIVENZA ACQUISIRE MOTIVAZIONE E PIACERE DI APPRENDERE E DECISIONE DI ESPRIMERSI LIBERAMENTE ACQUISIRE MOTIVAZIONE E PIACERE DI APPRENDERE E DECISIONE DI ESPRIMERSI LIBERAMENTE ACQUISIRE UN METODO DI STUDIO ACQUISIRE UN METODO DI STUDIO

16 SCELTE DIDATTICHE E ORGANIZZATIVE

17 DIALOGO TRA LE DISCIPLINE 1)RELIGIONE CATTOLICA 2)ITALIANO 3)LINGUA INGLESE 4)STORIA 5)GEOGRAFIA 6)MATEMATICA 7)SCIENZE ( TECNOLOGIA) 8)MUSICA 9)ARTE E IMMAGINE 10)EDUCAZIONE FISICA 11)TECNOLOGIA …Il non voler definire “dall’alto” una aggregazione delle discipline in aree. Ogni scuola è chiamata a muoversi creativamente su questo terreno procedendo all'integrazione fra le discipline e alla loro possibile aggregazione in aree o in assi

18 DISCIPLINADOCENTEORE SETTIMANALI RELIGIONE CATTOLICAPREVALENTE2 ITALIANOPREVALENTE6 LINGUA INGLESESPECIALISTA2 STORIAPREVALENTE2 GEOGRAFIAPREVALENTE2 MATEMATICAPREVALENTE5 SCIENZEPREVALENTE1 MUSICAPREVALENTE2 ARTE E IMMAGINEPREVALENTE2 EDUCAZIONE FISICASPECIALISTA2 TECNOLOGIAPREVALENTE RE LABORATORIALI LABORATORIORE ANNUALI MADRELINGUAEASY LIFE SCUOLA DI METODO 30 INFORMATICASPECIALISTA30 ESPRESSIVO TEATRALECOMPAGNIA TEATRALE AIRESIS 20 ORARIO SETTIMANALE DISCIPLINARE PER LA CLASSE PRIMA 30 ORE SETTIMANALI

19 LA GIORNATA SCOLASTICA

20 LA NOSTRA STRUTTURA 5 AULE (DOTATE DI LIM) 2 AULE POLIVALENTI 1 AULA DI INFORMATICA 1 PALESTRA ATTREZZATA 1 CORTILE SPAZIO-GIOCO 2 TERRAZZE SPAZIO-GIOCO 1 SALA MENSA

21 PROGETTI

22 La Proposta Il progetto avrà inizio a ottobre 2014 e terminerà a maggio Il monte ore di attività per classe previsto è n. 30. Le attività saranno svolte in orario da concordare in funzione del calendario scolastico. La frequenza delle lezioni è di 1 ora a settimana per gruppo con un insegnante di madrelingua. PROGETTO MADRELINGUA Nei corsi dedicati a bambini in età scolare, la caratteristica fondamentale è l’insegnamento della lingua straniera attraverso il gioco, insegnamento svolto in modo naturale e spontaneo. Filmati, cartoni animati, storie e la creatività dei nostri insegnanti contribuiscono a creare un’atmosfera divertente dove il bambino apprenderà velocemente e senza alcun sacrificio. L’obiettivo è quello di portare i bambini a comunicare in una lingua diversa dalla propria, mentre svolgono attività piacevoli e coinvolgenti, proprie di questa fascia di età. Sviluppare l'identità personale di ognuno, sollecitando atteggiamenti di sicurezza, di stima di sé e di fiducia nelle proprie capacità.. Condurre il bambino alla progressiva conquista dell'autonomia, consentendogli di cogliere il senso delle sue azioni, ed avviandolo al rispetto di sé, degli altri e dell'ambiente. Consolidare le abilità sensoriali, percettive, motorie, linguistiche ed intellettive.. Obiettivi linguistici per le scuole elementari

23 PROGETTO TEATRO Programma del Corso Per i bambini che fanno quest’anno il loro ingresso nella Scuola Primaria, l’attività teatrale sarà presentata dagli insegnanti sotto forma di “gioco teatrale”, ponendo quindi in particolare attenzione all’aspetto ludico dell’apprendimento, per interessarli e coinvolgerli. Lo scopo del corso sarà introdurli al linguaggio teatrale, per aiutare lo sviluppo delle loro capacità creative e rappresentative. Sviluppo del corso Laboratorio Teatrale della durata di 5 mesi, con un incontro settimanale di un’ora per ogni gruppo classe. Ogni gruppo classe lavorerà con uno o due operatori con esperienza in ambito didattico- teatrale, un’ora a settimana per un totale di 20 ore. Alla fine del corso si prevede la realizzazione di uno spettacolo teatrale finale per ciascun gruppo classe, aperta anche ai genitori. Il corso inizierà nel mese di ottobre e terminerà a marzo.

24 PROGETTO INFORMATICA ● Educazione degli allievi alla multimedialità e alla comunicazione. ● Miglioramento nell’apprendimento di alcune discipline.

25 SPORTELLO D’ASCOLTO L’attivazione di questo Servizio sarà un’occasione per i ragazzi di: ascolto accoglienza e accettazione sostegno alla crescita orientamento informazione gestione e risoluzione di problemi/conflitti. Rispetto ai genitori, si privilegia il potenziamento delle capacità genitoriali e delle abilità comunicativo- relazionali con i figli, affinché essi possano trovare ascolto e supporto: nell’esercizio di una genitorialità piena e consapevole nell’empowerment delle proprie competenze educative. Nei confronti dei docenti, infine, vengono fornite specifiche indicazioni psicopedagogiche da integrare nelle attività curriculari. Il progetto sarà realizzato durante tutto l’anno scolastico. È prevista un’ora a settimana per gli incontri. I colloqui verranno svolti, previo appuntamento fissato telefonicamente tramite la segreteria della scuola o attraverso richiesta scritta da consegnare in segreteria o all’insegnante di sezione. Il servizio offerto dalla scuola è completamente gratuito.

26 PROGETTO CONTNUITA’ Il progetto vuole inserirsi nell’ambito delle buone pratiche finalizzate alla realizzazione di una continuità “verticale” in relazione al metodo e ai contenuti di studio. Per tale motivo si innesta nel ed integra il curricolo tanto della scuola dell’Infanzia quanto della scuola Primaria; poiché prevede una serie di incontri attuativi scanditi mensilmente (da gennaio a maggio) funge altresì da strumento di sperimentazione di un sistema di valutazione delle competenze che potrà poi essere riutilizzato negli anni a venire, se ritenuto valido. Per il nostro gruppo di lavoro la continuità è la prosecuzione dell’educazione, secondo i ritmi dell’apprendere che sono propri di ogni persona. Per questo, il seguente progetto è concepito come un vero “laboratorio” e coinvolge, in fasi di lavoro diverse ma su finalità di risultati comuni, sia gli insegnanti dei due ordini di scuola che i loro discenti.

27 La scuola offre le seguenti opportunità Attività Musicale (corso di pianoforte) Attività Sportiva non agonistica Doposcuola ATTIVITA’ EXTRA-SCOLASTICHE Madrelingua

28 Per scaricare il POF e seguire ogni giorno la vita della scuola

29 Iscrizione € 260,00 Contributo integrativo € 1.970,00 comprensivo di Progetto Informatica per tutte le classi Progetto Madrelingua per tutte le classi Progetto teatrale per tutte le classi Sportello d’ascolto per tutti Fotocopie didattiche Assicurazioni Spese Amministrative, di Segreteria e di tutto quanto è necessario per il buon funzionamento della scuola ( riscaldamento, pulizie, sicurezza, abbonamenti, manutenzione ordinaria e straordinaria) Gli importi sono cosi suddivisi Iscrizione € 260,00 al momento della consegna della domanda per la classe prima entro il 31 maggio dell’anno corrente per le altre classi Contributo 1^ contributo € 190,00 il 30/09/2015 2^ contributo € 190,00 il 30/10/2015 3^ contributo € 190,00 il 30/11/2015 4^ contributo € 190,00 il 30/12/2015 5^ contributo € 190,00 il 30/01/2016 6^ contributo € 190,00 il 30/02/2016 7^ contributo € 190,00 il 30/03/2016 8^ contributo € 190,00 il 30/04/2016 9^ contributo € 190,00 il 30/05/2016 Contributo € 260,00 il 30/05/2016 continuità scolastica I COSTI

30 ALTRI COSTI Costo della Mensa:€ 6,00 per pasto Costo del Doposcuola (dalle ore 16 alle ore 18):€ 5,00 l’ora Divisa scolastica (maglione e polo con logo + gonna/pantalone+ cappellino + sacchetta scarpe) Tuta con logo della scuola I COSTI

31 Sabato 29 novembre Ore 15.00—18.00 Accoglienza e visita all’Istituto “S. Gaetano” a cura degli alunni e delle docenti.

32 E’ SEMPRE UNA GIOIA ACCOGLIERLI

33 C’E’ UN PIZZICO DI ORGOGLIO E UN VELO DI MALINCONIA NEL LASCIARLI ANDARE


Scaricare ppt "“Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi “ Marcel Proust Per la futura Classe Prima 7 0ttobre 2014."

Presentazioni simili


Annunci Google