La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Direzione Provinciale e Ufficio Territoriale di Modena Ufficio Provinciale Territorio di Modena.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Direzione Provinciale e Ufficio Territoriale di Modena Ufficio Provinciale Territorio di Modena."— Transcript della presentazione:

1

2 Direzione Provinciale e Ufficio Territoriale di Modena Ufficio Provinciale Territorio di Modena

3 Insieme per Fisco e scuola

4 L’uomo ha bisogno di vivere in gruppo Ogni gruppo ha bisogno di regole Buone regole sono alla base di una pacifica convivenza

5 Ogni gruppo ha le sue regole per poter funzionare! La famiglia è un gruppo La squadra di calcio è un gruppo La società è un gruppo La scuola è un gruppo La classe è un gruppo

6 Ma per poter avere una pacifica convivenza non basta avere buone regole… occorre che qualcuno ne garantisca il rispetto!

7 Le regole della nostra società vengono fissate dalle leggi. La legge fondamentale dello Stato è la Costituzione entrata in vigore il 1° gennaio 1948

8 “Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della propria capacità contributiva” “Il sistema tributario è informato a criteri di progressività” Art. 53

9 Questo vuol dire che più si ha un reddito elevato più si deve concorrere alla spesa pubblica. Più il reddito è basso, invece, meno si può contribuire.

10 Entrate Uscite Il bilancio dello Stato

11 Tutti siamo chiamati a versare i tributi affinché ci siano le risorse necessarie per soddisfare le esigenze della società

12 11 TRIBUTI in cambio di servizi pubblici!

13 Ma come si fa, in pratica, a contribuire ai bisogni della società in base alle nostre ricchezze? Si pagano le tasse e le imposte al Fisco!

14 Fisco è una parola di origine latina e significa cesto, canestro, contenitore.

15 I tributi si dividono in tasse ed imposte. La tassa si paga per avere in cambio un determinato servizio individuale. L’imposta si paga affinché lo Stato possa garantire i servizi per tutta la collettività.

16 Le imposte si dividono in: imposte indirette imposte dirette

17 Le imposte indirette non sono commisurate al reddito del contribuente, ma colpiscono la ricchezza al momento del trasferimento o del consumo (imposta di registro, bollo, etc.). La più importante è l’I.V.A. IVA Imposta sul Valore Aggiunto

18 I.V.A. Quando acquistiamo un panino al bar o un quaderno in cartoleria, ci rilasciano uno scontrino dove l’importo che paghiamo è comprensivo di I.V.A.. Sarà il commerciante che verserà I.V.A. l’I.V.A. da noi pagata nelle “casse” dello Stato.

19 Le imposte dirette vengono pagate in base al reddito o meglio in base alla ricchezza posseduta (stipendio, fabbricati, terreni). I.R.PE.F. La più importante è l’I.R.PE.F. IRPeF Imposta Reddito Persone Fisiche

20 Oltre il reddito da lavoro anche il possesso di case e terreni (beni immobili) serve per calcolare la ricchezza di ognuno… Anche queste cose, infatti, fanno reddito!

21 Come si pagano le imposte? Attraverso una dichiarazione annuale, che deve essere presentata da tutte le persone che hanno percepito redditi, usando i modelli predisposti dall’Agenzia delle Entrate. La famosa DICHIARAZIONE DEI REDDITI!

22 L’Agenzia delle Entrate è la struttura organizzativa incaricata di gestire l’Amministrazione Finanziaria. Le attività dell’ufficio sono organizzate in due aree distinte: Ufficio Provinciale Territorio Ufficio Territoriale e Ufficio Controlli

23 UFFICIO PROVINCIALE TERRITORIO Gestisce le attività inerenti: -Il catasto terreni e il catasto fabbricati (di chi è il bene immobile, dove si trova, il reddito fondiario) -La Conservatoria dei Registri immobiliari (pubblicizza la trascrizione degli atti – compravendite - iscrive le garanzie – ipoteche- ed annota le cancellazioni) -La stima e le valutazioni degli immobili per conto dell’Ufficio Controlli e di Altri Enti.

24 Il Catasto Fabbricati e il Catasto Terreni e il Reddito Fondiario Il Catasto Edilizio definisce la rendita catastale di ogni unità immobiliare censita nei propri atti suddividendo gli immobili in categorie di fabbricati. (gruppi A,B,C,D,E) Il Catasto Terreni stabilisce il reddito dei terreni agricoli dividendolo in reddito agrario proprio dell’attività agricola e reddito dominicale proprio del proprietario o titolare di altri diritti reali sul bene al netto dell’eventuale reddito agrario Il Catasto Edilizio definisce la rendita catastale di ogni unità immobiliare censita nei propri atti suddividendo gli immobili in categorie di fabbricati. (gruppi A,B,C,D,E) Il Catasto Terreni stabilisce il reddito dei terreni agricoli dividendolo in reddito agrario proprio dell’attività agricola e reddito dominicale proprio del proprietario o titolare di altri diritti reali sul bene al netto dell’eventuale reddito agrario

25 La Rendita catastale Come si determina? RENDI TA Dipende principalmente da ….. AFFITTASI K EPOCA DI COSTRUZIONE E STATO DI CONSERVAZIONE ESPOSIZIONE PREVALENTE QUALITA’ DEI TRASPORTI PUBBLICI GENERE DELLA LOCALITA’ QUALITA’ DELLE STRUTTURE E DEGLI IMPIANTI GRADO DI FINIMENTO B MERCATO DELLE LOCAZIONI AMPIEZZA MEDIA DEI VANI

26 Fornisce informazioni e assistenza per gli adempimenti fiscali, riceve e tratta le dichiarazioni, gli atti e i rimborsi. UFFICIO TERRITORIALE

27 UFFICIO CONTROLLI Controlla l’operato dei contribuenti, accerta eventuali evasioni, recupera le imposte e sanziona gli evasori.

28 FACOLTATIVO Una delle attività dell’Ufficio Territoriale è il rilascio del codice fiscale. Ad ogni persona è associato un codice fiscale che identifica sempre e solo lei.

29 Alla nascita, ad ognuno di noi, come prima cosa viene attribuito il codice fiscale che ci seguirà per tutta la vita ed al quale si farà riferimento nelle più importanti occasioni (acquisti, vendite, locazioni, apertura di conto corrente, assunzione, ecc.).

30 Il codice fiscale è un’espressione alfanumerica formata da 16 caratteri fra numeri e lettere.

31 Ed ora proviamo a ricavare il nostro codice fiscale.

32 RossiRSS MariaMRA nata nel a settembreP il giorno 18 (+40)58 a ModenaF257 RSS MRA 67 P 58 F257 F

33 RSSRossi Le prime tre lettere sono le prime tre consonanti del cognome; se il cognome ha meno di tre consonanti, queste sono seguite dalle prime vocali. Se il cognome ha due caratteri, il terzo sarà X.

34 MRAMaria Lo stesso criterio vale per il nome; se questo però è formato da più di tre consonanti, si prendono la prima, la terza e la quarta.

35 67nata nel 1967 I primi due numeri sono le ultime cifre dell’anno di nascita.

36 P 58il 18 settembre Il nono carattere è una lettera che rappresenta il mese di nascita. I successivi due numeri sono il giorno di nascita (per le donne è aumentato di 40).

37 F257a Modena I caratteri dalla 12° posizione alla 15° identificano il luogo di nascita (codice del comune).

38 Fcarattere di controllo L’ultimo carattere è una casella di controllo attribuita dal sistema.

39 E….. i beni immobili come si identificano? Anche gli immobili - come le persone - hanno i loro dati identificativi che consentono di individuarli univocamente sul territorio Ogni bene immobile s’identifica come unità immobiliare

40 L’Unità immobiliare urbana – cosa rappresenta? Un intero fabbricato: - villino o villa - scuola - albergo - ecc. Un intero fabbricato: - villino o villa - scuola - albergo - ecc.

41 Unità immobiliare urbana – come è individuata? è identificata con: nome del Comune es. Modena H4AA numero del foglio di mappa es. 125 numero della particella es. 100 numero del subalterno es. 12 è identificata con: nome del Comune es. Modena H4AA numero del foglio di mappa es. 125 numero della particella es. 100 numero del subalterno es. 12 Codice Catastale Comune - foglio - particella - subalterno Comune - foglio - particella - subalterno


Scaricare ppt "Direzione Provinciale e Ufficio Territoriale di Modena Ufficio Provinciale Territorio di Modena."

Presentazioni simili


Annunci Google