La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il testo storico e le difficoltà di comprensione Istituto comprensivo– Dosolo- Pomponesco- Viadana Anno scolastico 2013-2014 Maria Teresa Rabitti Libera.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il testo storico e le difficoltà di comprensione Istituto comprensivo– Dosolo- Pomponesco- Viadana Anno scolastico 2013-2014 Maria Teresa Rabitti Libera."— Transcript della presentazione:

1 Il testo storico e le difficoltà di comprensione Istituto comprensivo– Dosolo- Pomponesco- Viadana Anno scolastico Maria Teresa Rabitti Libera Università di Bolzano Clio ’92

2 Domande a cui cercheremo di dare risposta  Perché lavorare sul testo per comprendere la storia? Basta memorizzare e saper ripetere?  La storia è una materia orale?  Quali difficoltà incontrano gli allievi nella comprensione del testo storico?Non capiscono la storia o non capiscono il testo?  Il testo storico è sostanzialmente un testo letterario con termini specifici? La storia può contribuire all’educazione linguistica?  Quale mediazione didattica operare sui testi? Parafrasi, spiegazione, lettura individuale o collettiva, a voce alta a voce bassa, esercizi, riscrittura del testo scritta\orale ?  Come usare e selezionare i testi manualistici e i sussidiari?

3 Cosa è la storia, a cosa serve, cosa ha a che fare con la mia vita La storia non è altro che una continua serie di interrogativi rivolti al passato in nome dei problemi e delle curiosità - nonché delle inquietudini e delle angosce- del presente che ci circonda e ci assedia (F. Braudel, Il Mediterraneo )

4 Un’idea di storia la storia è la conoscenza del passatoche lo storico costruisce usando testi e fonti la storia è la conoscenza del passato che lo storico costruisce usando testi e fonti Lo storico comunica la sua ricerca producendo un testo storiografico La storia è testo

5 Come agisce lo storico muove dalle fonti produce informazion applica gli op. cognitivi costruisce il testo Come agisce lo studente muove dal testo usa /riconosce gli operatori cognitivi riconosce i significati comprende il testo Clio ‘92

6 Un testo storiografico è un complesso di informazioni organizzate da operazioni mentali (cognitive) di tipo storiografico allo scopo di produrre una conoscenza storica I testi storiografici (storici) sono rappresentazioni discorsive di: processi o stati di cose La storia è testo Clio ‘92

7 La comprensione del testo Comprensione Comprensibilità\ qualità del testo Operazione dello storico Abilità linguistiche Operazione dello studente Conoscenze Extra-testo Studente famiglia società contesto

8 la comunicazione di oggi si propone di a)presentarvi alcuni brevi testi storiografici che ritengo validi, di buona comprensibilità, in grado di costruire conoscenze significative b)analizzare come lo storico ha costruito quel testo c) trarre suggerimenti didattici; per sostituire o integrare o intervenire sul testo offerto dai manuali per favorire la comprensione del testo

9 Analizzeremo la comprensibilità  dei titoli del libro, dei capitoli, dei paragrafi;  delle frasi e delle sequenze di frasi per la comprensione complessiva dei blocchi testuali;  della sequenza dei blocchi discorsivi;  della sequenza dei capitoli Per cogliere la differenza tra comprensibilità linguistica e comprensione della struttura storica dei testi

10 Come è costruito un testo storico? Il testo storiografico può essere prevalentemente  Descrittivo  Narrativo  Argomentativo Ma generalmente è un testo misto con parti che si alternano Distinguere le forme testuali è già una operazione cognitiva importante

11 Paratesto  Immagini: fotografie, fotografie di documenti, di reperti museali, di siti archeologici, di oggetti quotidiani  Finestre di approfondimento del testo, offerte di testi storiografici,  Carte tematiche, geografiche, grafici temporali, diagrammi, tabelle  Indice,esercizi,verifiche

12 Per comprendere il testo Il testo può divenire più comprensibile se il lettore\ soggetto in apprendimento, guidato dall’insegnante, impara a riconoscere 1.Secondo i linguisti: chi, come, dove quando, perché 2.Secondo gli storici riconosce le operazioni cognitive usate dallo storico per costruire la conoscenza

13 Testo descrittivo  La descrizione (di un ambiente, di un luogo, di un personaggio, di un fatto, di un oggetto), costruisce, se ben fatta, un’immagine mentale; cioè lo scenario che ci permette di accedere alla comprensione di altri fatti, processi o contesti.  Senza l’immagine mentale del contesto, la narrazione storica o letteraria, perde di senso, di significato

14 La descrizione  La descrizione (di un ambiente, di un luogo, di un personaggio, di un fatto, di un oggetto), costruisce, se ben fatta, un’immagine mentale; cioè lo scenario che ci permette di accedere alla comprensione di altri fatti, processi o contesti.  Senza l’immagine mentale del contesto, la narrazione storica o letteraria, perde di senso, di significato

15 F.Braudel, Il Mediterraneo Lo spazio, la storia, gli uomini, le tradizioni Bompiani, Milano, 2003, pag 71, 72 La Fenicia è una ghirlanda di piccoli porti addossati alla montagna, situati su penisole e piccole isole, come se volessero mantenersi estranei a un continente troppo spesso ostile. Tiro, oggi unita alla terraferma da una serie di alluvioni, sorgeva su di una stretta isola. Qui la città trovava tutto ciò di cui aveva bisogno: una difesa efficace; due porti, uno a nord, che la collegava a Sidone, l'altro a sud per i traffici in direzione dell'Egitto; e infine, nel mare, una gorgogliante fonte di acqua potabile imbrigliata in mezzo all'acqua marina. Provvedere tutto il resto - viveri, olio, vino, materie prime - era compito dei marinai.

16 1.Blocco  La Fenicia è una ghirlanda di piccoli porti addossati alla montagna; situati su penisole e piccole isole,  come se volessero mantenersi estranei  a un continente troppo spesso ostile. 2. Blocco  Tiro, oggi unita alla terraferma da una serie di alluvioni, sorgeva su di una stretta isola.  Qui la città trovava tutto ciò di cui aveva bisogno: una difesa efficace; due porti, uno a nord, che la collegava a Sidone, l'altro a sud per i traffici in direzione dell'Egitto; e infine, nel mare, una gorgogliante fonte di acqua potabile imbrigliata in mezzo all'acqua marina. 3 Blocco  Provvedere tutto il resto - viveri, olio, vino, materie prime - era compito dei marinai. Tema: la Fenicia (nome antico di una terra) è ….. distribuzione, localizzazione in riva al mare ipotesi: messa in relazione della localizzazione delle città e dei porti con l’essere estranei, non condividere la storia del continente alle spalle, Tiro (nuovo soggetto): informazione semplice (ieri– oggi), confronto passato- presente, relazione di mutamento e spiegazione informazioni semplici : la difesa efficace, due porti sul mare, l’acqua potabile. Valutazione supportata da informazioni ( concetto di città nel mondo antico). Inferenze possibili: città autonoma, ricchezza commerciale Informazioni sui prodotti importati permette l’ inferenza sull’attività prevalente : il commercio marittimo. Un paese respinto verso il mare: la Fenicia Valutazione: presuppone altre conoscenze dello storico. Ostile perché?

17 La descrizione serve per spiegare 4 Blocco Città del genere non possono vivere che di commercio e di industria. Per acquistare all'estero i viveri di cui non dispongono, e per compensare il permanente squilibrio che ne deriva, le città fenicie sono costrette a commerciare e a esportare i prodotti delle proprie industrie. 5 Blocco Posseggono artigiani, fabbri, orefici, costruttori di navi I loro tessuti di lana sono molto apprezzati, e lo sono altrettanto le loro tinture, estratte da un mollusco, il murice, che vanno dal rosa al porpora al viola. Il crocevia in cui si trovano a vivere pone inoltre i fenici nelle migliori condizioni per imitare tutti gli stili e tutte le tecniche altrui, ad esempio le maioliche azzurre o i vetri policromi dell'Egitto. Ciò non toglie che vendano dappertutto, indifferentemente, i prodotti stranieri. Il loro commercio investe tutto il levante,raggiunge il mar Rosso, avanza verso l'oceano Indiano Informazioni semplici: produzione artigianale per l’esportazione Generalizzazione che deriva dall’analisi del contesto ambientale, dalla natura del territorio Valutazioni : squilibrio tra produzione agricola e bisogni (conoscenze dello storico) Spiegazione: Il commercio come conseguenza Valutazione: le migliori condizioni La spiegazione è ancora la posizione geografica (crocevia dei commerci): le loro condizioni li portano a imitare ….. Informazioni Localizzazioni delle rotte: informazioni dirette

18 Tema localizzazione distribuzione estensione Informazioni semplici: ambiente, posizione,morfologia del terreno, contesto Messa in relazione delle informazioni inferenze Messa in relazione dei vari blocchi testuali Informazioni possedute dallo storico interpretazioni\valutazioniSpiegazioni\concetti

19 Descrizioni da sussidiari 1.Lungo la costa orientale del mar Mediterraneo vivevano i Fenici. Essi avevano fondato alcune città indipendenti che non formarono mai uno Stato unitario (manca il legame,la relazione), ma grazie alla loro abilità nei commerci, furono uno dei popoli più ricchi del mondo antico ( valutazioni ). La Fenicia era una terra ricca di boschi che fornivano ottimo legname per costruire le navi sia quelle grosse usate per trasportare le merci sia quelle lunghe e strette per la guerra. 1.I Fenici si stabilirono nell’attuale Libano, una terra affacciata sul mare, circondata da monti allora coperti da foreste di cedri. Per molti secoli si dedicarono all’agricoltura poi, utilizzando l’abbondante legname, divennero esperti costruttori di navi, marinai e mercanti. 1.G. Morotti, Scopro faccio imparo, Giunti M. Amulfi, Voglia di conoscere, Capitello 1997

20 Testo espositivo\argomentativo  I testi manualistici sono detti espositivi e presentano una mescolanza di varie tipologie testuali  Presentano informazioni, inferenze, problemi non impliciti, valutazioni

21 Sfide per l’egemonia mondiale : l’imperialismo  Negli ultimi decenni dell’Ottocento, i Paesi che con la seconda rivoluzione industriale vivono un intenso sviluppo ambiscono a realizzare vaste conquiste coloniali. L’aspirazione a raggiungere una maggiore potenza e, quindi una posizione di preminenza sugli altri Paesi, si accompagna alla tendenza ad accumulare armamenti; in questo clima di accesa rivalità, nei primi anni del Novecento, maturano le cause di un grande conflitto G DE Luna, I fili della storia, vol 3°

22 Esercitazione  Riorganizzare per indicatori i due testi sui Fenici  Ricavare le informazioni semplici esplicite ed implicite  Individuare le relazioni  Cogliere inferenze e valutazioni


Scaricare ppt "Il testo storico e le difficoltà di comprensione Istituto comprensivo– Dosolo- Pomponesco- Viadana Anno scolastico 2013-2014 Maria Teresa Rabitti Libera."

Presentazioni simili


Annunci Google