La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Inno europeo: Nona Sinfonia composta nel 1823 da Ludwig van Beethoven. BELGIO CIPRO REPUBBLICA CECA DANIMARCA GERMANIA GRECIA SPAGNA ESTONIA ROMANIA UNGHERIA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Inno europeo: Nona Sinfonia composta nel 1823 da Ludwig van Beethoven. BELGIO CIPRO REPUBBLICA CECA DANIMARCA GERMANIA GRECIA SPAGNA ESTONIA ROMANIA UNGHERIA."— Transcript della presentazione:

1

2 Inno europeo: Nona Sinfonia composta nel 1823 da Ludwig van Beethoven. BELGIO CIPRO REPUBBLICA CECA DANIMARCA GERMANIA GRECIA SPAGNA ESTONIA ROMANIA UNGHERIA ITALIA IRLANDA LETTONIALITUANIA LUSSEMBURGO MALTA PAESI BASSI AUSTRIA POLONIA PORTOGALLO SLOVACCHIA SLOVENIA FINLANDIA SVEZIA REGNO UNITO FRANCIA BULGARIA di cittadini

3 BELGIO CIPRO GERMANIA GRECIA SPAGNA ITALIA LUSSEMBURGO MALTA PAESI BASSI AUSTRIA PORTOGALLO SLOVENIA FINLANDIA FRANCIA IRLANDA 15 PAESI CON LA MONETA UNICA

4 Questa è la bandiera europea. Essa rappresenta non solo il simbolo dell'Unione europea ma anche quello dell'unità e dell'identità dell'Europa in generale. La corona di stelle dorate rappresenta la solidarietà e l'armonia tra i popoli d'Europa. Il numero delle stelle non dipende dal numero degli Stati membri. Le stelle sono dodici in quanto il numero dodici è tradizionalmente simbolo di perfezione, completezza ed unità. La bandiera rimarrà pertanto invariata a prescindere dai futuri ampliamenti dell'Unione europea Nel 1972 il Consiglio d'Europa (il medesimo organismo che concepì la bandiera europea) adottò il tema dell'"Inno alla gioia" di Beethoven come proprio inno. Il celebre direttore d'orchestra Herbert von Karajan fu incaricato di scrivere tre adattamenti strumentali, per piano solo, per archi e per orchestra sinfonica. Senza parole, con il linguaggio universale della musica, questo inno esprime gli ideali di libertà, pace e solidarietà perseguiti dall'Europa. Nel 1985 l'inno alla gioia è divenuto l'inno dell'Unione Europea Il 9 maggio 1950, Robert Schuman presentava la proposta di creare un'Europa organizzata, indispensabile al mantenimento di relazioni pacifiche fra gli Stati che la componevano. La proposta, nota come "dichiarazione Schuman", è considerata l'atto di nascita dell'Unione europea. Questa giornata (Festa dell'Europa) del 9 maggio è diventata un simbolo europeo che, insieme alla bandiera, all'inno, al motto e alla moneta unica (l'euro), identifica l'entità politica dell'Unione Europea. La festa dell'Europa è l'occasione di dar vita a festività e di organizzare attività che avvicinano l'Europa ai suoi cittadini ed i popoli dell'Unione fra loro.

5 MOTTO DELL’UNIONE EUROPEA

6 IL 20° secolo in Europa è stato quanto mai contraddittorio, nella prima metà abbiamo avuto due guerre mondiali, nella seconda metà una situazione opposta, di pace, progresso e democrazia L’Unione Europea inizia praticamente nel 1950, cinque anni dopo la seconda guerra mondiale e la protagonista è la FRANCIA con Robert Schuman ritenuto uno dei padri fondatori della Unione Europea La Francia era molto ricca di acciaio mentre la Germania era molto ricca di carbone e quindi Schuman propone alla Germania e a chi ci vuole stare, di mettersi assieme per utilizzare queste risorse per fare l’acciaio. Nasce così nel 1951 il CECA, la Comunità Economica del Carbone e dell’Acciaio con 6 Paesi: (Francia, Germania Federale, Belgio, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi) Si produce acciaio per la ricostruzione

7 07/05/ 1948 PIANO MARSHAL (Con il Congresso dell’Aja, aiuti massicci per 4 anni allo scopo di ricostruire l’Europa. Vi facevano parte 17 Paesi tra cui l’Italia e fu costituita l’OECE organizzazione Europea di Cooperazione Economica) 18/04/ 1951 CECA (Francia, Germania Federale, Belgio, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi) 25/03/ 1957 TRATTATO DI ROMA che porta alla formazione della CEE con 6 Pesi: Italia, Francia, Belgio, Lussemburgo, Paesi Bassi, Germania 01/01/ 1973 Si aggiungono Gran Bretagna. Danimarca, Irlanda 01/12/ 1978 creazione dello SME (Sistema Monetario Europeo con meccanismi di stabilità di cambio tra le monete) 01/01/ 1981 Entra la Grecia 01/01/ 1986 Entrano Spagna e Portogallo 01/01/ 1995 Entrano Austria, Finlandia, Svezia 07/02/ 1992 TRATTATO DI MAASTRICHT 25/03/ 1995 dopo 10 anni entra in vigore il TRATTATO DI SCHENGEN 02/10/ 1997 TRATTATO DI AMSTERDAM (Occupazione, Politica, Sicurezza e Difesa Comune) 10/12/ 2000 TRATTATO DI NIZZA (Allargamento dell’Unione Europea) 01/05/ 2004 Sono entrati: Cipro, Estonia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Malta, Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia. 01/01/ 2007 Sono entrati: Romania e Bulgaria negoziati in corso con la Turchia, la Croazia e Ex Repubblica jugoslava di Macedonia

8 I L PARLAMENTO EUROPEO Rappresenta oltre 507 milioni di cittadini in 28 Stati membri

9 IL Parlamento europeo Il Parlamento europeo (PE) è eletto dai cittadini dell’Unione europea e ne rappresenta gli interessi. Le sue origini risalgono agli anni ’50 e ai trattati istitutivi; a partire dal 1979 i suoi membri sono eletti direttamente dalla popolazione che il Parlamento stesso rappresenta. Le elezioni parlamentari si svolgono ogni cinque anni e ogni cittadino dell’UE iscritto alle liste elettorali gode del diritto di voto. Il Parlamento esprime pertanto la volontà democratica dei cittadini dell’Unione (oltre 490 milioni di persone) e ne rappresenta gli interessi interagendo con le altre istituzioni dell’UE. I membri del Parlamento europeo non sono riuniti in base a schieramenti nazionali ma secondo sette gruppi politici paneuropei, che rappresentano, fra tutti, i diversi punti di vista sull’integrazione europea, da quello più fortemente federalista a quello apertamente euroscettico. Nel gennaio2007, Hans-Gert Pöttering è stato eletto presidente del Parlamento europeo.

10 The European Parliament The European Parliament (EP) is elected by the citizens of the European Union to represent their interests. Its origins go back to the 1950s and the founding treaties, and since 1979 its members have been directly elected by the people they represent. Elections are held every five years, and every EU citizen who is on an electoral roll is entitled to vote. Parliament thus expresses the democratic will of the Union's citizens (more than 490 million people), and represents their interests in discussions with the other EU institutions. The present parliament has 785 members from all 27 EU countries. Nearly one third of them are women. In principle, the number of Members of the European Parliament shall not exceed 736 from the next parliamentary term on (i.e – 2014). Since Bulgaria and Romania joined the Union in the course of the parliamentary term, the current maximum number of 732 seats in the EPwill be temporarily exceeded. Members of the European Parliament (MEPs) do not sit in national blocks, but in seven Europe-wide political groups. Between them, they represent all views on European integration, from the strongly pro-federalist to the openly Eurosceptic. In January 2007, Hans-Gert Pöttering was elected President of the European Parliament.

11 Il Parlamento Europeo: la composizione Gruppo del Partito popolare europeo (Democratici-cristiani) e dei Democratici europei seggi Gruppo socialista al Parlamento europeo seggi Gruppo dell'Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l'Europa 106 seggi Gruppo Identità, Tradizione, Sovranità - 21 seggi Gruppo Indipendenza/Democrazia - 24 seggi Gruppo "Unione per l'Europa delle nazioni“ - 44 seggi Gruppo Verde/Alleanza libera europea - 42 seggi Gruppo confederale della Sinistra unitaria europea/Sinistra verde nordica 41 seggi NI: 13 seggi

12 Il Parlamento Europeo: le elezioni del 2004 LA COMPOSIZIONE DELL’ASSEMBLEA Risultati delle elezioni europee del 25 maggio html

13 Numero dei seggi per paese Belgio2524 Bulgaria--18 Cipro-66 Repubblica ceca-24 Danimarca1614 Germania99 Grecia2524 Spagna6454 Estonia-66 Francia8778 Ungheria-24 Irlanda1513 Italia8778 Lettonia-99 Lituania-13 Lussemburgo666 Malta-55 Paesi Bassi3127 Austria2118 Polonia-54 Portogallo2524 Romania--36 Slovacchia-14 Slovenia-77 Finlandia1614 Svezia2219 Regno Unito8778 TOTALE (max)

14 Il presidente del Parlamento europeo: Martin Schulz Durata del mandato: gennaio luglio 2014 Eletto da: i deputati del Parlamento europeo Ruolo: si assicura che vengano seguite le procedure prescritte dal regolamento vigila sulle attività del Parlamento e delle sue commissioni rappresenta il Parlamento in tutte le questioni giuridiche e nelle relazioni internazionali dichiara l'adozione finale del bilancio.

15 La presidenza del PE In seguito ad uno scrutinio segreto, il candidato che ha raccolto la maggioranza assoluta dei voti espressi è eletto Presidente. Qualora dopo tre turni non sia raggiunta la maggioranza assoluta, il Presidente è eletto a maggioranza semplice al quarto turno. La durata del mandato è di 2 anni e mezzo, ossia metà- legislatura, ed è parzialmente rinnovabile. Il Presidente dirige l'insieme delle attività del Parlamento, presiede le sedute plenarie, e adotta il bilancio. Egli è il rappresentante istituzionale del Parlamento sia all'esterno, sia nelle relazioni con le altre istituzioni comunitarie. L'Ufficio di presidenza è composto dal Presidente del Parlamento europeo, di 14 vicepresidenti e di 6 questori eletti dall'assemblea e in carica per un periodo di due anni e mezzo, rinnovabile. Organo direttivo regolamentare del Parlamento europeo, stabilisce il progetto preliminare di stato di previsione del bilancio del Parlamento europeo e ha la competenza per le decisioni amministrative, relative al personale e organizzative.

16 Dove ha sede il Parlamento Il Parlamento europeo dispone per le sue attività di tre sedi: Bruxelles (Belgio), Lussemburgo e Strasburgo (Francia). Lussemburgo è sede degli uffici amministrativi, ovvero del “Segretariato generale”. Le riunioni generali del Parlamento, dette “sessioni plenarie”, si svolgono a Strasburgo e talvolta a Bruxelles. A Bruxelles si tengono inoltre le riunioni di comitato. Where is Parliament based? The European Parliament has three places of work: Brussels (Belgium), Luxembourg and Strasbourg (France). Luxembourg is home to the administrative offices (the ‘General Secretariat’). Meetings of the whole Parliament, known as ‘plenary sessions’, take place in Strasbourg and sometimes in Brussels. Committee meetings are also held in Brussels

17 PARLAMENTO EUROPEO

18 IL PARLAMENTO EUROPEO

19 L'emiciclo di Strasburgo del Parlamento europeo

20 L'emiciclo di Bruxelles del Parlamento europeo

21 Parliament has three main roles: Passing European laws – jointly with the Council in many policy areas. The fact that the EP is directly elected by the citizens helps guarantee the democratic legitimacy of European law. Parliament exercises democratic supervision over the other EU institutions, and in particular the Commission. It has the power to approve or reject the nomination of commissioners, and it has the right to censure the Commission as a whole. The power of the purse. Parliament shares with the Council authority over the EU budget and can therefore influence EU spending. At the end of the procedure, it adopts or rejects the budget in its entirety. Il Parlamento ha tre funzioni principali: condivide con il Consiglio il potere legislativo in molti settori d’intervento. L’elezione diretta del PE da parte dei cittadini contribuisce a garantire la legittimità democratica del diritto europeo. esercita il controllo democratico sulle altre istituzioni dell’UE e in particolare sulla Commissione. Ha il potere di approvare o respingere la nomina dei commissari e ha diritto di censura sulla Commissione nel suo insieme. condivide con il Consiglio il potere di bilancio dell’UE e può quindi incidere sulle spese comunitarie. Alla fine della procedura, adotta o respinge il bilancio nel suo complesso.

22 Il presidente del Consiglio europeo: Herman Van Rompuy Durata del mandato: giugno novembre 2014 Nominato da: i leader nazionali (capi di Stato o di governo dei paesi membri) Ruolo: presiede e anima i lavori del Consiglio europeo per stabilire gli orientamenti politici generali e le priorità dell'UE, in cooperazione con la Commissione promuove la coesione e il consenso in seno al Consiglio europeo assicura la rappresentanza esterna dell'UE per quanto riguarda le questioni di politica estera e di sicurezza.

23 Il Consiglio europeo (Bruxelles) Le riunioni del Consiglio europeo sono essenzialmente dei vertici durante i quali i leader dell'UE definiscono le priorità politiche e le principali iniziative. Il Consiglio europeo ha una duplice funzione: definire gli orientamenti e le priorità politiche generali dell'UE e gestire questioni complesse o delicate che non possono essere risolte a livello di cooperazione intergovernativa Sebbene influenzi l'agenda politica dell'UE, non può approvare atti legislativi. Il Consiglio europeo è composto dai capi di Stato o di governo dei paesi membri, dal presidente della Commissione e dal Presidente del Consiglio europeo stesso, che presiede le sessioni

24 Il Presidente della Commissione europea: José Manuel Barroso Durata del mandato: gennaio dicembre 2014 Nominato da: Il Presidente viene nominato dal Consiglio europeo. Il Consiglio inoltre, d'accordo con il Presidente eletto, designa gli altri Commissari. La designazione di tutti i Commissari, compreso il Presidente, è soggetta all'approvazione del Parlamento europeo. Ruolo: assicura la guida politica della Commissione convoca e presiede le riunioni del collegio dei commissari guida i lavori della Commissione per l'attuazione delle politiche dell'UE prende parte alle riunioni del G8 contribuisce ai più importanti dibattiti in Parlamento e Consiglio dell'Unione europea Consiglio dell'Unione europea

25 La Commissione Europea(Bruxelles) La Commissione europea è una delle principali istituzioni dell'Unione europea: rappresenta e tutela gli interessi dell'UE nel suo insieme; Prepara le proposte per nuove normative europee; Gestisce il lavoro quotidiano per l'attuazione delle politiche UE e l'assegnazione dei fondi. I 28 Commissari, uno per ogni paese dell'UE, rappresentano la guida politica della Commissione durante il mandato di cinque anni. Il Presidente attribuisce a ogni Commissario la responsabilità per settori politici specifici.

26 ROMA 29 ottobre 2004 FIRMA DELLA COSTITUZIONE EUROPEA DEI 25 STATI

27 La conferenza intergovernativa (CIG), composta dai Capi di Stato e di governo dei 25 Stati membri ha adottato, il 18 giugno 2004, il trattato che istituisce una Costituzione per l’Europa.

28 CIG COSTITUZIONE DALL’ADOZIONE DELLA COSTITUZIONE ALLA SUA ENTRATA IN VIGORE Elezioni PE Nuova Commissione 1/11/04 Ratifica degli Stati membri Firma dei Capi di Stato o di governo PER VIA PARLAMENTARE PER VIA REFERENDARIA ENTRATA IN VIGORE 1°maggio UE a 25 Commissione europea IRLANDAOLANDALUSSEMBURGO

29 Il testo del Trattato costituzionale europeo unifica in un documento organico tutti i precedenti trattati, da quelli più lontani di Roma del 1957 fino ai più recenti di Maastricht e Nizza. La Costituzione europea dovrà essere ratificata da tutti i 25 Paesi membri dell'Unione: alcuni Stati lo faranno per via parlamentare, altri con referendum popolari, altri ancora adotteranno una procedura mista. La Costituzione, una volta ratificata da tutti gli Stati, entrerà in vigore a partire dal 2009, per alcuni aspetti, e dal 2014 per altri. Fino a quel momento l'Unione europea continuerà a funzionare come oggi, con i Trattati in vigore.

30 (1° maggio)

31

32 I 10 nuovi paesi del 2004 Cipro Sigla: CY Capitale: Nicosia Lingue: greco e turco Moneta: lira, sterlina cipriota Superficie: Km² Popolazione: Estonia Sigla: EST Capitale: Tallinn Lingue: estone Moneta: corona estone Superficie: Km² Popolazione: Lettonia Sigla: LV Capitale: Riga Lingue: lettone Moneta: lats Superficie: Km² Popolazione:

33 Lituania Sigla: LT Capitale: Vilnius Lingue: lituano Moneta: litas Superficie: Km² Popolazione: Malta Sigla: M Capitale: Valletta Lingue: maltese e inglese Moneta: lira maltese Superficie: 316 Km² Popolazione: Polonia Sigla: PL Capitale: Varsavia Lingue: polacco Moneta: zloty Superficie: Km² Popolazione:

34 Repubblica ceca Sigla: CZ Capitale: Praga Lingue: ceco Moneta: corona ceca Superficie: Km² Popolazione: Slovacchia Sigla: SK Capitale: Bratislava Lingue: slovacco Moneta: corona slovacca Superficie: Km² Popolazione: Slovenia Sigla: SLO Capitale: Lubiana Lingue: sloveno Moneta: tallero sloveno Superficie: Km² Popolazione:

35 Ungheria Sigla: H Capitale: Budapest Lingue: ungherese Moneta: fiorino ungherese Superficie: Km² Popolazione: Bulgaria ( 2007) Sigla: BG Capitale: Sofia Lingue: bulgaro Moneta: lev Superficie: Km² Popolazione: Romania ( 2007) (2007)Sigla: RO Capitale: Bucarest Lingue: romeno Moneta: leu Superficie: Km² Popolazione:

36 Croazia (dal 2013) Sigla: HR Capitale: Zagabria Lingue: croato Moneta: kuna Superficie: Km² Popolazione: Turchia (2015) Sigla: TR Capitale: Ankara Lingue: turco Moneta: lira turca Superficie: Km² Popolazione: I prossimi paesi

37 Obiettivi del Trattato di Maastricht Moneta europea comune (1° gennaio 1999 nasce l’Euro diventando ufficialmente l’unica moneta in circolazione nei 12 Stati alla UME Unione Monetaria Europea dal 01 marzo 2002) Diritti Civili europei Promozione della difesa dei consumatori Creazione di grandi reti di trasporto Promozione della difesa dell’ambiente, della ricerca e sviluppo Collaborazione in materia di politica interna e giustizia Più poteri al Parlamento Europeo Coesione Economica e Sociale tra le Regioni povere e ricche dell’Unione

38 In rosso, i 12 stati membri della UE che usano l’EURO ITALIA SPAGNA PORTOGALLO FRANCIA GRECIA IRLANDA BELGIO PAESI BASSI GERMANIA AUSTRIA FINLANDIA LUSSEMBURGO

39 Città del Vaticano Lo Stato della Città del Vaticano è il più piccolo Stato del mondo. La sua superficie è infatti inferiore a 1 km quadrato. E’ il simbolo del mondo cattolico. Il Papa vi risiede. E’ ricca di opere d’arte: dalla Cappella Sistina, alla Basilica di San Pietro di Michelangelo Buonarroti ai Musei Vaticani. Repubblica di San Marino E’ la più antica Repubblica del mondo, nata nel Duecento come libero Comune. Pur non facendo parte dell’Unione europea e dell’Unione economica e monetaria, lo Stato della Città del Vaticano e la Repubblica di San Marino adottano l’euro. CURIOSITA’

40 “ IL QUADRO ISTITUZIONALE DELL’UNIONE EUROPEA ” 1. LE ISTITUZIONI POLITICHE (atti normativi) 1. LE ISTITUZIONI POLITICHE (atti normativi):  Commissione  Consiglio dei Ministri  Parlamento europeo 2. LE ISTITUZIONI DI CONTROLLO 2. LE ISTITUZIONI DI CONTROLLO:  La Corte dei conti (controllo contabile)  La Corte di giustizia (controllo giurisdizionale)  CONSIGLIO EUROPEO

41 IL CONSIGLIO DELL’UNIONE EUROPEA Il Consiglio dell’Unione europea: — noto in precedenza come Consiglio dei ministri – condivide con il Parlamento il compito di adottare norme legislative e decisioni politiche. Su di esso ricade inoltre la responsabilità principale delle azioni dell'UE nel campo della politica estera e di sicurezza comune, nonché in merito ad alcune questioni di giustizia e libertà. Il Consiglio è costituito da ministri dei governi nazionali di tutti i paesi comunitari. Alle riunioni partecipano i ministri competenti per gli argomenti discussi: a seconda dei casi, ministri degli Esteri, ministri dell'Economia e delle finanze, ministri dell'Agricoltura, ecc. Ogni paese dispone in Consiglio di un numero di voti che riflette approssimativamente l’entità della rispettiva popolazione, ponderata però a favore dei paesi più piccoli. La maggior parte delle decisioni viene presa a maggioranza, anche se per questioni sensibili in settori quali la tassazione, la politica di asilo e di immigrazione, o la politica estera e di sicurezza è necessaria l’unanimità. I presidenti e/o primi ministri degli Stati membri si incontrano nell’ambito del Consiglio europeo fino a quattro volte all'anno. È nel corso di questi “vertici” che vengono fissate le linee generali della politica UE.

42 The Council of the European Union The Council of the European Union: — formerly known as the Council of Ministers — shares with Parliament the responsibility for passing laws and taking policy decisions. It also bears the main responsibility for what the EU does in the field of the common foreign and security policy and for EU action on some justice and freedom issues. The Council consists of ministers from the national governments of all the EU countries. Meetings are attended by whichever ministers are responsible for the items to be discussed: foreign ministers, ministers of the economy and finance, ministers for agriculture and so on, as appropriate. Each country has a number of votes in the Council broadly reflecting the size of their population, but weighted in favour of smaller countries. Most decisions are taken by majority vote, although sensitive issues in areas like taxation, asylum and immigration, or foreign and security policy, require unanimity. Up to four times a year the presidents and/or prime ministers of the Member States meet as the European Council. These ‘summit’ meetings set overall EU policy.

43 Palazzo Justus Lipsius La sede del Consiglio dell'Unione europea a Bruxelles

44 Una riunione del Consiglio dell’UE a Bruxelles

45 Elenco dei paesi che avranno l’esercizio della presidenza del Consiglio PAESE GERMANIA PORTOGALLO SLOVENIA FRANCIA REP.CECA SVEZIA SPAGNA BELGIO UNGHERIA POLONIA DANIMARCA CIPRO IRLANDA LITUANIA GRECIA ITALIA LETTONIA LUSSEMBURGO PAESI BASSI SLOVACCHIA MALTA REGNO UNITO ESTONIA BULGARIA AUSTRIA ROMANIA FINLANDIA SEMESTRE Gennaio – giugno Luglio – dicembre Gennaio – giugno Luglio – dicembre Gennaio – giugno Luglio – dicembre Gennaio – giugno Luglio – dicembre Gennaio – giugno Luglio – dicembre Gennaio – giugno Luglio – dicembre Gennaio – giugno Luglio – dicembre Gennaio – giugno Luglio – dicembre Gennaio – giugno Luglio – dicembre Gennaio – giugno Luglio – dicembre Gennaio – giugno Luglio – dicembre Gennaio – giugno Luglio – dicembre Gennaio – giugno Luglio – dicembre Gennaio – giugno ANNO

46 Presidente Vicepresidente Relazioni istituzionali e strategia di comunicazione Vicepresidente Relazioni istituzionali e strategia di comunicazione Presidente Vicepresidente Relazioni istituzionali e strategia di comunicazione Vicepresidente Imprese e Industria Vicepresidente Trasporti Vicepresidente Affari amministrativi, audit e lotta antifrode Vicepresidente Giustizia, libertà e sicurezza Società dell'informazione e mezzi di comunicazione Ambiente Affari economici e monetari Politica regionale Pesca e affari marittimi Programmazione finanziaria e bilancio Scienza e ricerca Istruzione, formazione, cultura e multilinguismo Salute e tutela dei consumatori Allargamento Sviluppo e aiuti umanitari Fiscalità e unione doganale Concorrenza Agricoltura e sviluppo rurale Relazioni esterne e politica europea di vicinato Mercato interno e servizi Occupazione, affari sociali e pari opportunità Commercio Energia La Commissione Barroso è entrata in carica il 22 novembre Vicepresidente Relazioni istituzionali e strategia di comunicazione Vicepresidente Imprese e Industria Vicepresidente Trasporti Vicepresidente Affari amministrativi, audit e lotta antifrode Vicepresidente Giustizia, libertà e sicurezza Società dell'informazione e mezzi di comunicazione Politica regionale Pesca e affari marittimi Programmazione finanziaria e bilancio Scienza e ricerca Istruzione, formazione, cultura e multilinguismo Salute e tutela dei consumatori Allargamento Sviluppo e aiuti umanitari Fiscalità e unione doganale Concorrenza Agricoltura e sviluppo rurale Relazioni esterne e politica europea di vicinato Mercato interno e servizi Occupazione, affari sociali e pari opportunità Commercio Energia

47 La Commissione europea La Commissione europea rappresenta e difende gli interessi dell’Europa nel suo complesso. È indipendente dai governi nazionali. Prepara le proposte per la nuova normativa europea, che presenta quindi al Parlamento europeo e al Consiglio. Gestisce il lavoro quotidiano per l'attuazione delle politiche UE e l'assegnazione dei fondi. Vigila il rispetto della legislazione e dei trattati europei. Infine, può adire la Corte di giustizia contro chi viola le norme. La Commissione è composta da 27 donne e uomini – uno per ciascuno Stato membro – che sono assistiti da circa pubblici funzionari, la maggior parte dei quali lavora a Bruxelles. Il presidente della Commissione è scelto dai governi dell’Unione e approvato dal Parlamento europeo. Gli altri commissari sono nominati dai rispettivi governi nazionali in consultazione con il presidente nominato, e devono essere approvati dal Parlamento. Non rappresentano i governi dei loro paesi di provenienza e ciascuno di essi è responsabile di uno specifico settore UE. Il presidente e i membri della Commissione sono nominati per un periodo di cinque anni, che coincide con la legislatura del Parlamento europeo.

48 The European Commission the governments of their home countries. Instead, each of them has responsibility for a particular EU policy area. The European Commission represents and upholds the interests of Europe as a whole. It is independent of national governments. It drafts proposals for new European laws, which it presents to the European Parliament and the Council. It manages the day-to-day business of implementing EU policies and spending EU funds. The Commission also keeps an eye out to see that everyone abides by the European treaties and laws. It can act against rule-breakers, taking them to the Court of Justice if necessary. The Commission consists of 27 women and men — one from each EU country. They are assisted by about civil servants, most of whom work in Brussels. The President of the Commission is chosen by EU governments and endorsed by the European Parliament. The other commissioners are nominated by their national governments in consultation with the in-coming President, and must be approved by the Parliament. They do not represent The President and members of the Commission are appointed for a period of five years, coinciding with the period for which the European Parliament is elected.

49 Palazzo Berlaymont La sede della Commissione Europea a Bruxelles

50 La sala riunioni della Commissione europea a Bruxelles

51 ORGANISMI EUROPEI Nome e funzioneElettiItaliaDurataSede COMITATO DELLE REGIONI organo consultivo Fornisce pareri tecnici 344 Prima erano anni BRUXELLES COMITATO ECONOMICO SOCIALE organo consultivo Fornisce pareri tecnici Rappresenta datori di lavoro, sindacati, consumatori, agricoltori ecc. 344 Prima erano anni BRUXELLES BANCA EUROPEA PER GLI INVESTIMENTI Finanzia i progetti europei ( per almeno 25 milioni di euro/anno) 25 1 per Stato ( ministri Finanza) 1 LUSSEMBURGO Le Banche Degli Stati con l’Euro (12 Paesi) LE BANCONOTE E LE MONETE SONO ENTRATE IN CIRCOLAZIONE il 1° gennaio 2002 FRANCOFORTE (BCE) B C E BANCA CENTRALE EUROPEA

52 Uomini Importanti dell’ Unione Europea Javier Solana : Spagnolo, Alto rappresentante dell’Unione Europea per la politica estera e sicurezza comune (PECS); segretario generale del Consiglio Manuel Barroso : Portoghese, Presidente della Commissione Europea Dal 22 novembre 2004

53 Josep Borrell Fontelles (spagnolo) attuale Presidente del Parlamento Europeo (2004 – 2007) L'attuale Presidente del Consiglio, in carica dal luglio 2007 è il portoghese José Sócrates. Slovenia (gennaio-giugno 2008) Hans-Gert Pöttering (tedesco)Presidente del Parlamento Europeo dal 2007 al 2009

54 Antonio Tizzano :italiano, avvocato generale alla Corte di giustizia dal 7 ottobre Giorgio Clemente : italiano, Membro della Corte dei conti europea dal 1° gennaio 1993 JEAN-CLAUDE TRICHET : Francese, Presidente (Governatore) della Banca Centrale Europea (BCE)

55 Siti per lo studio dell’Unione Europea Indice con informazioni generali sugli stati membri e politiche gioco in inglese bambini giovani giochi didattici


Scaricare ppt "Inno europeo: Nona Sinfonia composta nel 1823 da Ludwig van Beethoven. BELGIO CIPRO REPUBBLICA CECA DANIMARCA GERMANIA GRECIA SPAGNA ESTONIA ROMANIA UNGHERIA."

Presentazioni simili


Annunci Google