La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ITE Enrico Tosi - Busto Arsizio Polo per lo sviluppo delle competenze nel settore dell’informazione e dei servizi applicati alla comunicazione LA CERTIFICAZIONE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ITE Enrico Tosi - Busto Arsizio Polo per lo sviluppo delle competenze nel settore dell’informazione e dei servizi applicati alla comunicazione LA CERTIFICAZIONE."— Transcript della presentazione:

1 ITE Enrico Tosi - Busto Arsizio Polo per lo sviluppo delle competenze nel settore dell’informazione e dei servizi applicati alla comunicazione LA CERTIFICAZIONE CONDIVISA DELLE COMPETENZE ACQUISITE NEL PERCORSO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO Maria Rosaria Ramponi

2 PROFILI PROFESSIONALI DI RIFERIMENTO - Amministrazione finanza e marketing - Relazioni internazionali per il marketing - Indirizzo Turismo - Indirizzo Economico internazionale quadriennale Focus su Amministrazione Finanza e Marketing Maria Rosaria Ramponi NELL’ESPERIENZA dell’ Istituto Tecnico Economico ENRICO TOSI di Busto Arsizio

3 Maria Rosaria Ramponi LA PREMESSA INDISPENSABILE: PROGETTAZIONE CONGIUNTA SCUOLA-AZIENDA 1.Punti di attenzione:  Elaborata insieme o almeno condivisa dall’azienda sulla base di una proposta della scuola  Basata sulla verifica della possibilità di conseguire in azienda non solo competenze “di indirizzo” ma anche di natura organizzativa e comportamentale legate allo “stare in azienda”  Finalizzata, attraverso questa modalità, al maggior coinvolgimento del tutor aziendale, al conseguimento senza fraintendimenti degli obiettivi prefissati

4 Maria Rosaria Ramponi PROGETTAZIONE CONGIUNTA SCUOLA-AZIENDA 2.Importanza cruciale del processo di progettazione PRIMA FASE  Per avviare la collaborazione, con alcuni referenti aziendali più attenti e disponibili – appartenenti ai diversi ambiti in cui si potrebbe svolgere l’esperienza del nostro allievo (azienda – studio professionale – banca) il nostro istituto definisce un repertorio abilità da conseguire e attività connesse DI SEGUITO, ESEMPIO RELATIVO ALLA CLASSE QUARTA CONTESTO AZIENDALE O STUDIO PROFESSIONALE

5 prof. Maria Rosaria Ramponi INDIVIDUAZIONE ATTIVITA’ POSSIBILI DURANTE IL PERIODO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO 1 COMPETENZEAbilitàAttività in azienda Attività possibili Indicare con una X GESTIRE IL SISTEMA DELLE RILEVAZIONI AZIENDALI CON L’AUSILIO DI PROGRAMMI DI CONTABILITA’ INTEGRATA Economia aziendale e Informatica A - REPERIRE, RAPPRESENTARE E COMMENTARE DATI ECONOMICI IN FUNZIONE DI SPECIFICHE ESIGENZE CONOSCITIVE Economia aziendale  Stampa bilancio di verifica  Stampa dei mastri  Effettuazione dei controlli (Clienti/fornitori - Mastri fondamentali - Competenza economica temporale) B - REDIGERE LA CONTABILITA’ UTILIZZANDO anche PROGRAMMI APPLICATIVI INTEGRATI Economia aziendale e Informatica  Rilevazioni contabili di integrazione/rettifica (Svalutazione crediti – Fondi rischi - Calcolo accantonamento fine mandato amministratori - Contenziosi ag. Entrate - Contenziosi con clienti/fornitori - Fondi manutenzione - Indennità agenti – Ammortamenti)

6 prof. Maria Rosaria Ramponi INDIVIDUAZIONE ATTIVITA’ POSSIBILI DURANTE IL PERIODO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO 2 COMPETENZEAbilitàAttività in azienda Attività possibili Indicare con una X APPLICARE I PRINCIPI E GLI STRUMENTI D ELLA PROGRAMMAZIONE E DEL CONTROLLO DI GESTIONE, ANALIZZANDONE I RISULTATI Informatica C - SCEGLIERE E PERSONALIZZARE SOFTWARE APPLICATIVI IN RELAZIONE AL FABBISOGNO AZIENDALE  Manutenzione e adattamenti di software di utilità e software gestionali Altre attività: INDIVIDUARE E ACCEDERE ALLA NORMATIVA PUBBLICISTICA, CIVILISTICA E FISCALE CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLE ATTIVITA’ AZIENDALI Economia aziendale Diritto D - INDIVIDUARE LE FONTI E ANALIZZARE I CONTENUTI DEI PRINCIPI CONTABILI Economia aziendale  Dai conti di mastro specifici individuazione delle informazioni necessarie  Redazione di prospetti di dettaglio della nota integrativa E - RICONOSCERE LA NORMATIVA RIGUARDANTE L’INFORMATIVA DI BILANCIO E LA TUTELA DEI DIRITTI DELL’IMPRESA E APPLICARLA A CASI SPECIFICI Diritto  Dai conti di mastro specifici individuazione delle informazioni necessarie  Calcolo imposte esercizio/anticipate/differite

7 Maria Rosaria Ramponi PROGETTAZIONE CONGIUNTA SCUOLA-AZIENDA 2.SECONDA FASE  Incontro con il referente aziendale per: - Illustrare il profilo professionale degli studenti per i quali stiamo organizzando l’esperienza di Alternanza scuola-lavoro e verificare il settore di riferimento all’interno dell’azienda - Definire quali competenze tecniche siamo interessati a sviluppare nello studente durante la permanenza in azienda - Dato un elenco già predisposto – individuare quali competenze e abilità sia effettivamente possibile conseguire in azienda e di conseguenza le attività che lo studente potrà svolgere nel contesto aziendale

8 Maria Rosaria Ramponi PROGETTAZIONE CONGIUNTA SCUOLA-AZIENDA 3.Stesura Progetto Formativo dell’allievo sulla base delle decisioni prese con la scheda precedente OBIETTIVI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO A - Competenze chiave di cittadinanza 1.Collaborazione e disponibilità ad assumersi incarichi e portarli a termine 2.Organizzare il proprio lavoro 3.Agire in modo autonomo e responsabile nel rispetto delle regole 4.Comunicare correttamente con i soggetti interni ed esterni all'azienda 5.Svolgere i compiti assegnati in modo affidabile B – Didattici connessi alle discipline scolastiche: a – Reperire, rappresentare e commentare dati economici in funzione di specifiche esigenze conoscitive b – Redigere la contabilità utilizzando anche programmi applicativi integrati c – Scegliere e personalizzare software applicativi in relazione al fabbisogno aziendale d – Individuare le fonti e analizzare i contenuti dei principi contabili e – Riconoscere la normativa riguardante l’informativa di bilancio

9 Maria Rosaria Ramponi 4. Predisposizione scheda di valutazione di competenze per tutor aziendale sulla base del Progetto Formativo PROGETTAZIONE CONGIUNTA SCUOLA-AZIENDA

10 GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA CONNESSE AGLI SKILLS COMPETENZE DI RIFERIMENTO F OCUS DELL ’ OSSERVAZIONE LIVELLO 1- COOPERAZIONE E DISPONIBILITÀ AD ASSUMERSI INCARICHI E A PORTARLI A TERMINE 4 Nel gruppo di lavoro è disponibile alla cooperazione, assume volentieri incarichi, che porta a termine con notevole senso di responsabilità 3 Nel gruppo di lavoro è abbastanza disponibile alla cooperazione, assume incarichi e li porta generalmente a termine con responsabilità 2 Nel gruppo di lavoro accetta di cooperare, portando a termine gli incarichi avvalendosi del supporto dei docenti e del gruppo 1 Nel gruppo di lavoro coopera solo in compiti limitati, che porta a termine solo se sollecitato 2 - ORGANIZZARE IL PROPRIO LAVORO 4 Dopo avere analizzato la consegna, pianifica in autonomia le fasi del lavoro e rispetta i tempi organizzandosi in modo efficace 3 Dopo il confronto con altri, mette a punto una buona pianificazione del lavoro, rispettando sostanzialmente i tempi 2 Segue la pianificazione messa a punto da altri e ha bisogno della sollecitazione e del supporto del gruppo per rispettare i tempi di consegna 1 Mette in atto esecutivamente la pianificazione concordata con altri e deve essere costantemente supportato per il rispetto dei tempi Maria Rosaria Ramponi

11 prof. Maria Rosaria Ramponi GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA CONNESSE AGLI SKILLS COMPETENZE DI RIFERIMENTO F OCUS DELL ’ OSSERVAZIONE LIVELLO 3 – AUTONOMIA E RESPONSABILITÀ 4 È completamente autonomo nello svolgere il compito, nella scelta degli strumenti e/o delle informazioni, anche in situazioni nuove e problematiche. È di supporto agli altri in tutte le situazioni 3 È autonomo nello svolgere il compito, nella scelta degli strumenti e/o delle informazioni. È di supporto agli altri 2 Ha un’autonomia limitata nello svolgere il compito, nella scelta degli strumenti e/o delle informazioni ed abbisogna spesso di spiegazioni integrative e di guida 1 Non è autonomo nello svolgere il compito, nella scelta degli strumenti e/o delle informazioni e procede solo se supportato 4 – COMUNICARE CORRETTAMENTE CON SOGGETTI INTERNI ED ESTERNI 4L’allievo entra in relazione con gli adulti in modo aperto e costruttivo 3 L’allievo si relaziona con gli adulti adottando un comportamento pienamente corretto 2Nelle relazioni con gli adulti interagisce generalmente con correttezza 1L’allievo si relaziona con gli adulti in modo dipendente 5 - SVOLGERE I COMPITI ASSEGNATI IN MODO AFFIDABILE 4 Dopo avere analizzato la consegna, pianifica in autonomia le fasi del lavoro e rispetta i tempi organizzandosi in modo efficace 3 Dopo il confronto col gruppo, mette a punto una buona pianificazione del lavoro, rispettando sostanzialmente i tempi 2 Segue la pianificazione messa a punto dal gruppo e ha bisogno della sollecitazione e del supporto del gruppo per rispettare i tempi di consegna 1 Mette in atto esecutivamente la pianificazione concordata dal gruppo e deve essere costantemente supportato per il rispetto dei tempi

12 5 - l’ esito I.T.E. “Enrico Tosi” Busto Arsizio (VA) Visto il Progetto di Formazione in Alternanza scuola-lavoro approvato dall’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Si dichiara che NOME COGNOME Classe …. Indirizzo AFM ha partecipato al progetto ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO nell’anno scolastico nel periodo …….. …… presso AZIENDA…….…….. di …… Il Dirigente Scolastico AZIENDA Angela Nadia Cattaneo Il referente aziendale Maria Rosaria Ramponi

13 Competenze comportamentali ( rilevate nell’esercizio delle abilità tecniche sotto descritte) OTTIMEBUONESUFFICIENTINON SUFF. 1 - COLLABORARE E PARTECIPARE □□□□ 2 - ORGANIZZARE IL PROPRIO LAVORO □□□□ 3 - DIMOSTRARE AUTONOMIA E RESPONSABILITÀ □□□□ 4 - COMUNICARE CORRETTAMENTE CON SOGGETTI INTERNI ED ESTERNI □□□□ 5 - SVOLGERE I COMPITI ASSEGNATI IN MODO AFFIDABILE □□□□ Valutazione della Formazione in Azienda Maria Rosaria Ramponi

14 Abilità tecniche OTTIMEBUONESUFFICIENTI NON SUFFICIENTI NON RILEVATO REPERIRE, RAPPRESENTARE E COMMENTARE DATI ECONOMICI IN FUNZIONE DI SPECIFICHE ESIGENZE CONOSCITIVE □□□□□ REDIGERE LA CONTABILITA’ UTILIZZANDO ANCHE PROGRAMMI APPLICATIVI INTEGRATI □□□□□ SCEGLIERE E PERSONALIZZARE SOFTWARE APPLICATIVI IN RELAZIONE AL FABBISOGNO AZIENDALE □□□□□ REALIZZARE TABELLE E RELAZIONI DI UN DATA BASE RIFERITI A TIPICHE ESIGENZE AMMINISTRATIVO- CONTABILI □□□□□ INDIVIDUARE LE FONTI E ANALIZZARE I CONTENUTI DEI PRINCIPI CONTABILI □□□□□ RICONOSCERE LA NORMATIVA RIGUARDANTE L’INFORMATIVA DI BILANCIO E LA TUTELA DEI DIRITTI DELL’IMPRESA E APPLICARLA A CASI SPECIFICI □□□□□ ALTRO: □□□□□ Maria Rosaria Ramponi

15 GIUDIZIO COMPLESSIVO Il referente aziendale Timbro e firma ___________________________ Il Dirigente scolastico _______________________ Maria Rosaria Ramponi

16 PROGETTAZIONE CONGIUNTA SCUOLA-AZIENDA 6. Inserimento nelle valutazioni didattiche di ogni studente Il Docente referente per la classe sintetizza le valutazioni che i docenti inseriranno nel registro web con le altre conseguite nella disciplina COMPETENZE DISCIPLINARI ALTERNANZA SCUOLA/LAVORO - CLASSE 4 XX - A.S DITTACOGNOME NOMEabcd e 1 ALFAROSSI GIOVANNI ABILITA' DISCIPLINE CONNESSE a REPERIRE, RAPPRESENTARE E COMMENTARE DATI ECONOMICI IN FUNZIONE DI SPECIFICHE ESIGENZE CONOSCITIVE ECONOMIA AZ.LE b REDIGERE LA CONTABILITA’ UTILIZZANDO anche PROGRAMMI APPLICATIVI INTEGRATI ECONOMIA AZ.LE c SCEGLIERE E PERSONALIZZARE SOFTWARE APPLICATIVI IN RELAZIONE AL FABBISOGNO AZIENDALE INFORMATICA d REALIZZARE TABELLE E RELAZIONI DI UN DATA BASE RIFERITI A TIPICHE ESIGENZE AMMINISTRATIVO-CONTABILI INFORMATICA e RICONOSCERE LA NORMATIVA RIGUARDANTE L’INFORMATIVA DI BILANCIO E LA TUTELA DEI DIRITTI DELL’IMPRESA E APPLICARLA A CASI SPECIFICI DIRITTO

17 Maria Rosaria Ramponi - il rispetto del progetto formativo individuale concordato con i tutor esterni; - il grado di possesso delle competenze acquisite (in base agli obiettivi concordati del percorso formativo); - lo sviluppo, il consolidamento, il potenziamento delle competenze relazionali e cognitive rispetto alla fase d’aula ed alle esperienze maturate in azienda; - le competenze tecnico-professionali acquisite e la ricaduta sul gruppo classe dell’esperienza condotta in ambiente lavorativo IMPORTANTE VERIFICARE

18 Maria Rosaria Ramponi - Griglie di osservazione e valutazione delle competenze comportamentali da consegnare e far compilare al tutor aziendale, con l’avvertenza che esse non vanno osservate in astratto, ma riferite alle modalità con cui vengono esercitate le abilità concordate - Relazione finale individuale o altro Prodotto richiesto allo studente - “Diario di bordo” - Prova o prove di accertamento delle competenze elaborate dai docenti del consiglio di classe sulla base della progettazione formativa e dell’esperienza svolta dagli studenti STRUMENTI DI VERIFICA E VALUTAZIONE


Scaricare ppt "ITE Enrico Tosi - Busto Arsizio Polo per lo sviluppo delle competenze nel settore dell’informazione e dei servizi applicati alla comunicazione LA CERTIFICAZIONE."

Presentazioni simili


Annunci Google