La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Cooperazione allo sviluppo e formazione "Formazione alla Cooperazione allo sviluppo in Italia" LE CLASSI DI LAUREA 35 E 88/S SCIENZE SOCIALI PER LA COOPERAZIONE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Cooperazione allo sviluppo e formazione "Formazione alla Cooperazione allo sviluppo in Italia" LE CLASSI DI LAUREA 35 E 88/S SCIENZE SOCIALI PER LA COOPERAZIONE."— Transcript della presentazione:

1 Cooperazione allo sviluppo e formazione "Formazione alla Cooperazione allo sviluppo in Italia" LE CLASSI DI LAUREA 35 E 88/S SCIENZE SOCIALI PER LA COOPERAZIONE LO SVILUPPO E LA PACE Osvaldo Pieroni – Presidente Corso di Laurea DES – Università della Calabria

2 le classi 35 (19 (19 corsi) corsi) e 88s (14 (14 corsi) cooperazione cooperazione sviluppo sviluppo pace

3 Ateneo Cdl Classi 35 – 31 gennaio 2004 Fonte: MIUR, Uff. Stat. TOTALE di cui In corso di cui al 1° anno In Corso di cui immatricolati al 1° anno per la 1° volta Totale di cui Donne Totaledi cui DonneTotaledi cui DonneTotaledi cui Donne 1. Arcavacata di Rende - Università della Calabria Bari - Università degli studi Bologna - Università degli studi Cagliari - Università degli studi Campobasso - Università del Molise Firenze - Università degli studi Lecce - Università degli studi Macerata - Università degli studi Milano - Università Cattolica Napoli - Università "L' Orientale" Padova - Università degli studi Palermo - Università degli Studi Parma - Università degli studi Pavia - Università degli studi Perugia - Università degli studi Pisa - Università degli studi Roma - III Università degli studi Roma - Università "La Sapienza" Torino - Università degli studi Urbino - Università degli studi TOTALE

4 18 universita’ Facoltà di Scienze Politiche -Economia – Lettere e Filosofia – Scienze della Formazione – Scienze della Comunicazione – Agraria – Giurisprudenza…. Interfacoltà

5 1.Università degli Studi di BOLOGNA Sviluppo e cooperazione internazionale (SVIC), Facoltà di Scienze Politiche Università degli Studi di BOLOGNAUniversità degli Studi di BOLOGNA 1.- Cooperazione e sviluppo locale e internazionale (specialistica) 2.- Cooperazione internazionale, regolazione e tutela dei diritti e dei beni etno-culturali (Ravenna) (specialistica) 2.Università degli Studi di CAGLIARI Scienze sociali per lo sviluppo Università degli Studi di CAGLIARIUniversità degli Studi di CAGLIARI 1.- Scienze sociali e cooperazione allo sviluppo (specialistica) 3.Università della CALABRIA Discipline economiche e sociali per la cooperazione lo sviluppo e la pace Facoltà di Economia Università della CALABRIAUniversità della CALABRIA 1.– Discipline economiche e sociali per la cooperazione e lo sviluppo (specialistica) 4.Università degli Studi di FIRENZE Operatori per la pace Interfacoltà di Scienze della Formazione e Scienze Politiche Università degli Studi di FIRENZEUniversità degli Studi di FIRENZE 5.Università degli Studi di FIRENZE Sviluppo economico e cooperazione internazionale Facoltà di Economia Università degli Studi di FIRENZEUniversità degli Studi di FIRENZE 1.- Economia dello sviluppo avanzata (specialistica) 6.Università degli Studi di LECCE Scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e il non-profit (CiSN), Facoltà di Lettere e Filosofia Università degli Studi di LECCEUniversità degli Studi di LECCE 7.Università degli Studi di MACERATA Scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e la pace Facoltà di Scienze Politiche Università degli Studi di MACERATAUniversità degli Studi di MACERATA 8.Università degli Studi di NAPOLI "L'Orientale" Sviluppo e cooperazione internazionale Facoltà di Scienze Politiche Università degli Studi di NAPOLI "L'Orientale"Università degli Studi di NAPOLI "L'Orientale" 1.Politiche della cooperazione allo sviluppo (specialistica) 9.Università degli Studi di PADOVA Cooperazione allo sviluppo Interfacoltà Università degli Studi di PADOVAUniversità degli Studi di PADOVA 10.Università degli Studi di PALERMO Sviluppo economico e cooperazione internazionale (SECI), Interfacoltà di Economia e Scienze della Formazione Università degli Studi di PALERMOUniversità degli Studi di PALERMO 1.– Scienze per la cooperazione allo sviluppo (specialistica) 11.Università degli Studi di PARMA, Corso di laurea in Economia dello sviluppo e della Cooperazione internazionale, Facoltà di Economia (Classe XXVIII) 12.Università degli Studi di PAVIA Scienze sociali per la cooperazione e lo sviluppo (CeSV), Facoltà di Scienze Politiche Università degli Studi di PAVIAUniversità degli Studi di PAVIA 13.Università degli Studi di PERUGIA Corso di laurea in cooperazione internazionale per lo sviluppo e la pace Università degli Studi di PERUGIAUniversità degli Studi di PERUGIA 14.Università di PISA Scienze per la pace, Interfacoltà Università di PISAUniversità di PISA 1.Scienze per la pace: cooperazione allo sviluppo, mediazione e trasformazione dei confitti (specialistica) 15.Università degli Studi di ROMA "La Sapienza" Economia della cooperazione internazionale e dello sviluppo Università degli Studi di ROMA "La Sapienza"Università degli Studi di ROMA "La Sapienza" 1.- Cooperazione e sviluppo (specialistica) 2.- Innovazione e sviluppo (specialistica) 16.Università degli Studi di ROMA "La Sapienza"Scienze e istituzioni per la cooperazione e lo sviluppo Facoltà di Scienze della Comunicazione Università degli Studi di ROMA "La Sapienza"Università degli Studi di ROMA "La Sapienza" 1.- Scienze economiche e sociali per la cooperazione internazionale e lo sviluppo (specialistica) 17.Università degli Studi ROMA TRE Consulente esperto per i processi di pace, cooperazione e sviluppo Facoltà di Scienze Politiche Università degli Studi ROMA TREUniversità degli Studi ROMA TRE 18.Università degli Studi “S.Pio V” 1.Scienze per la cooperazione allo sviluppo (specialistica) 19.Università degli Studi di TORINO Sviluppo e cooperazione Facoltà di Scienze Politiche Università degli Studi di TORINOUniversità degli Studi di TORINO 1.Cooperazione, sviluppo, mercati transnazionali (specialistica) 20.Università degli Studi di TRIESTE 1.Cooperazione allo sviluppo in una realtà interculturale (88/S) (specialistica) 21.Università degli Studi di URBINO "Carlo BO" Cooperazione internazionale e politiche per lo sviluppo Interfacoltà di Giurisprudenza e Scienze Politiche. Università degli Studi di URBINO "Carlo BO"Università degli Studi di URBINO "Carlo BO" Università di Bari, Università del Molise (Campobasso), Università Cattolica del “Sacro Cuore”(Milano)

6 31 gennaio 2004 : 4183 iscritti di cui 1766 al 1° anno per la prima volta Al 30 novembre 2004 : 1346 nuovi immatricolati.Al 30 novembre 2004 : 1346 nuovi immatricolati. Nel complesso vi sono oggi oltre 5000 studenti impegnati nella formazioneNel complesso vi sono oggi oltre 5000 studenti impegnati nella formazione Al 30 novembre 2004 : 1346 nuovi immatricolati. Nel complesso vi sono oggi oltre 5000 studenti impegnati nella formazione 14 corsi di laurea specialistica

7 Scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e la pace n. corsi 4 -Cooperazione allo sviluppo (Univ. Padova sede Padova) -Discipline economiche e sociali (DES) (Univ. Calabria sede Rende) -Politica ed economia per la cooperazione allo sviluppo PECOS (Univ. Parma sede Parma) -Sviluppo e cooperazione internazionale (Univ. Bologna sede Bologna) Campuslike - Sviluppo economico e cooperazione internazionale (Univ. Palermo)

8 Cooperazione Internazionale – Decentrata Istituzioni – Ong e associazioni - Migranti Cooperazione Internazionale – Decentrata Istituzioni – Ong e associazioni - Migranti

9 Sviluppo Sviluppo locale autocentrato Impresa – Istituzioni - Terzo settore – No profit

10 pace pace Costruttori di pace – Mediazione culturale Risoluzione pacifica dei conflitti

11 Di base Min 22 Cfu Istituzioni di economia e politica economica Discipline storico- antropologiche Discipline giuridico- politiche Caratterizzanti Min 50 Cfu Cooperazione e sviluppo 13 Geografia e organizzazione del territorio 12 Sociologia e sistemi sociali e politici 12 Discipline antropologiche 13 Affini o integrative Min 18 Cfu & + Discipline giuridiche Istituzioni per lo sviluppo LingueInformatica La struttura dei corsi – Ordinamenti didattici cl Crediti formativi

12 I laureati nei corsi di laurea della classe devono: possedere adeguata conoscenza di base nell'area delle discipline demoetnoantropologiche, dello sviluppo e del mutamento sociale, anche con conoscenza delle politiche di pari opportunità; avere familiarità con i fenomeni della mondializzazione dell'economia, con le dinamiche interculturali e di genere e con le componenti antropologiche, sociali, culturali, geografiche e istituzionali dello sviluppo, anche a livello locale; essere in grado di utilizzare efficacemente, in forma scritta e orale, almeno due lingue dell’UE, oltre all’italiano, nell'ambito specifico di competenza e per lo scambio di informazioni generali; possedere adeguate competenze e strumenti per la comunicazione e la gestione dell'informazione; essere capaci di lavorare in gruppo, di operare con definiti gradi di autonomia e di inserirsi prontamente negli ambienti di lavoro.

13 I curricula dei corsi di laurea della classe: comprendono attività finalizzate all'acquisizione di conoscenze fondamentali nei vari campi delle scienze umane e sociali applicate allo sviluppo; comprendono attività formative caratterizzate da un'approfondita conoscenza delle metodiche disciplinari. Prevedono la formazione per la progettazione, la gestione, la valutazione e il coordinamento di iniziative e attività riguardanti la cooperazione allo sviluppo. Prevedono, in relazione a obiettivi specifici, attività esterne, come tirocini formativi presso amministrazioni e centri di ricerca, oltre a soggiorni di studio presso altre università italiane ed estere, anche nel quadro di accordi internazionali.

14 Gran parte dei fallimenti della cooperazione, anche nei casi in cui si dichiari di adottare strategie dal basso e di operare in partenariato, consiste nel non saper comprendere strategie, modi di fare, tecniche delle persone e dei gruppi sociali di riferimento e nell’aver imposto (o anche soltanto proposto) in nome di una implicita e presunta superiorità culturale e tecnica azioni, strumenti, programmi che puntualmente sono stati rifiutati (nei casi migliori) o hanno provocato veri e propri disastri oppure non hanno prodotto nulla, sprecando risorse materiali ed umane.

15 Sviluppo locale pacecooperazione Globalizzazione. Nuove tensioni internazionali. Instabilità finanziaria. Inasprimento delle disuguaglianze. Guerra. Migrazioni. Disastri ambientali e crisi ecologica. Difficoltà UN. Fallimento politiche WTO, WB, FMI. Inadeguatezza interventi Istituzioni Internazionali e Nazionali. “Il “Il vero dramma non è che il governo non faccia cooperazione, ma che questa sia fatta male.”

16 Approccio multidisciplinare interdisciplinare transdisciplinare Approccio multidisciplinare interdisciplinare transdisciplinare Superamento delle visioni unilineariSuperamento delle visioni unilineari Superamento delle visioni monodimensionaliSuperamento delle visioni monodimensionali Approccio sistemicoApproccio sistemico Capacità criticaCapacità critica Capacità autocriticaCapacità autocritica Superamento delle visioni unilineari Superamento delle visioni monodimensionali Approccio sistemico Capacità critica Capacità autocritica

17 COORDINAMENTO NAZIONALE CLASSI DI LAUREA XXXV Scienze Sociali per la Cooperazione, lo Sviluppo e la Pace COORDINAMENTO NAZIONALE CLASSI DI LAUREA XXXV Scienze Sociali per la Cooperazione, lo Sviluppo e la Pace - Differenti impostazioni didattiche - Differenti contenuti formativi - Differenti referenti esterni - Differenti competenze offerte - La diversificazione è valutata positivamente - E’ espressione delle diverse competenze nei diversi Atenei - Consente agli studenti di scegliere tra più percorsi di studio - Risponde a specifiche domande esterne del territorio - Copre nel complesso il vasto insieme di obiettivi formativi

18 I corsi hanno assunto denominazioni diverse che rispecchiano le loro peculiarità nel rapporto tra offerta e domanda di formazione. In molti casi e nel rapporto con le istituzioni non si tratta soltanto di rispondere ad una domanda formativa, ma di formare l’offerta e fare emergere la domanda, laddove questa sia ancora latente. L’università ed i corsi di laurea si propongono non solo come sede di formazione, ma anche come “nodi” di relazioni e “soggetti politici” in grado di integrare conoscenze generali e codificate, ricerca ed esperienze “sul campo” con la partecipazione di attori sociali ed istituzionali, locali ed internazionali.

19 Un nuovo stile di studio e di lavoro Alla base delle competenze offerte vi è la capacità di cogliere il punto di vista dell’altro, di saperlo interpretare al di fuori di schemi etnocentrici, di mettere in discussione il proprio punto di vista e le proprie stesse competenze tecniche, economiche, sociologiche. Alla base delle competenze offerte vi è la capacità di cogliere il punto di vista dell’altro, di saperlo interpretare al di fuori di schemi etnocentrici, di mettere in discussione il proprio punto di vista e le proprie stesse competenze tecniche, economiche, sociologiche.

20 A N D R E G U N D E R F R A N K

21 COORDINAMENTO NAZIONALE CLASSI DI LAUREA 35 e 88s Scienze Sociali per la Cooperazione, lo Sviluppo e la Pace


Scaricare ppt "Cooperazione allo sviluppo e formazione "Formazione alla Cooperazione allo sviluppo in Italia" LE CLASSI DI LAUREA 35 E 88/S SCIENZE SOCIALI PER LA COOPERAZIONE."

Presentazioni simili


Annunci Google