La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Gli usi dell’infinito In italiano L’infinito sostantivato Verifica sommativa Lessico Gli usi dell’infinito L’infinito in proposizioni indipendenti La.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Gli usi dell’infinito In italiano L’infinito sostantivato Verifica sommativa Lessico Gli usi dell’infinito L’infinito in proposizioni indipendenti La."— Transcript della presentazione:

1

2 Gli usi dell’infinito

3 In italiano L’infinito sostantivato Verifica sommativa Lessico Gli usi dell’infinito L’infinito in proposizioni indipendenti La proposizione infinitiva

4 In italiano Il modo infinito esprime il puro significato del verbo, esprime cioè solo l’evento, l’azione, il fatto o la situazione indicati dal verbo. L’infinito è allo stesso tempo forma verbale e nominale e, quindi, può essere utilizzato sia come verbo che come nome. INFINITO IN FUNZIONE DI VERBO: INFINITO IN FUNZIONE DI NOME: in proposizioni subordinate aventi forma implicita (soggettive, oggettive, finali, causali, consecutive, ecc.); in dipendenza da verbi servili o fraseologici; in alcune proposizioni indipendenti, con valore: iussivo, nelle ricette, nei foglietti illustrativi, ecc. (es: “Mescolare lentamente”, “Assumere lontano dai pasti”); imperativo negativo (es: “Non correre!”); interrogativo ed esclamativo (es. “Che pensare?”, “Poterlo rifare!”); narrativo, preceduto da “ecco” o da “a” (es: “Ecco arrivare la zia”, “Tutti a correre e a gridare”). infinito sostantivato: usato come un sostantivo (come soggetto, oggetto o complemento indiretto); in genere è preceduto da un determinativo (articolo, aggettivo, preposizione articolata).

5 Gli usi dell’infinito L’infinito è un modo verbale non definito nella persona. Esso indica il processo verbale in sé, in astratto. L’infinito è un sostantivo verbale, in quanto presenta una doppia natura, una sostantivale e una verbale e, di conseguenza, presenta un doppio impiego: come sostantivo e come verbo. L’INFINITO USATO COME SOSTANTIVO: L’INFINITO USATO COME VERBO: infinito sostantivato in funzione di soggetto; in proposizioni indipendenti: infinito storico; infinito esclamativo; infinito iussivo; infinito sostantivato in funzione di nome del predicato; infinito sostantivato in funzione di complemento oggetto; infinito sostantivato in funzione di secondo termine di paragone; infinito sostantivato in funzione epesegetica (=esplicativa). in proposizioni dipendenti: proposizione infinitiva.

6 L’infinito sostantivato L’infinito può essere usato in funzione di sostantivo, cioè come un semplice nome astratto indicante l’azione pura e semplice. In questo caso può assumere tutti i ruoli logici che nella frase competono al nome: soggetto → in dipendenza da verbi o espressioni impersonali (licet, utile est). Es.: Taedet audire eadem miliens (“È noioso ascoltare le stesse cose mille volte”); nome del predicato → in dipendenza dal verbo sum usato come copula. Es: Hoc non est dividere, sed frangere (“Questo non è dividere, ma spezzare”); oggetto → spesso in dipendenza da verbi servili o fraseologici (possum, debeo, volo, quaero, cunctor, incipio, desisto, ecc). Es.: Hic vereri perdidit (“Costui ha perduto la vergogna” – lett.: “il vergognarsi”) Es.: Si vis amari, ama (“Se vuoi essere amato, ama”); secondo termine di paragone →introdotto da quam. Es.: Quid dolcius quam habere amicum? (“Che cosa c’è di più dolce che avere un amico?”); apposizione epesegetica (esplicativa) → riprende e sviluppa meglio un pronome o un sostantivo generico che lo precede. Es.: Est haec condicio liberorum populorum, posse dare quod velint (“È questa la condizione dei popoli liberi, (cioè) poter dare tutto ciò che vogliono”).

7 L’infinito sostantivato Il nome del predicato, il complemento predicativo, l’attributo e l’apposizione che si riferiscono a un infinito sostantivato sono espressi in caso: accusativo se l’infinito ha funzione di soggetto o comunque se il soggetto dell’infinito non coincide con quello del verbo da cui dipende Es.: Ars est bonum fieri → È un’arte diventare buono; nominativo se vi è identità di soggetto tra l’infinito e il verbo da cui esso dipende Es.: Brevior incipio fieri → Comincio a diventare più breve. Ricorda che…

8 L’infinito in proposizioni indipendenti L’infinito storico L’infinito storico, detto anche descrittivo o narrativo, è un infinito presente usato al posto dell’indicativo per descrivere con vivacità una serie di eventi. Non compare mai isolato, ma in successione, al fine di conferire maggiore immediatezza a una scena movimentata in cui è presente una sequenza di avvenimenti. Il soggetto può essere di I o III persona ed è espresso in caso nominativo. L’infinito storico generalmente si traduce con l’indicativo imperfetto (avente valore descrittivo), ma anche con l’infinito storico italiano. L’infinito esclamativo Si tratta di un infinito presente o perfetto usato in proposizioni esclamative. Il soggetto dell’infinito esclamativo (insieme agli eventuali attributi, apposizioni, complementi predicativi) si esprime in caso accusativo. L’infinito iussivo Si tratta di un infinito usato con valore iussivo, cioè imperativo. È assai raro e, come in italiano, ricorre in testi di carattere tecnico in cui si forniscono istruzioni, prescrizioni o ricette.

9 La proposizione infinitiva La proposizione infinitiva è una subordinata completiva, ovvero una proposizione dipendente che completa il senso del predicato della reggente, svolgendo la stessa funzione di un sostantivo in caso diretto (soggetto o oggetto). LE INFINITIVE CORRISPONDONO IN ITALIANO A: soggettive → svolgono la funzione di soggetto; oggettive → svolgono la funzione di complemento oggetto; dichiarative epesegetiche (esplicative) → riprendono o “spiegano” meglio un pronome o un sostantivo generico che le precede nella reggente. verbi e locuzioni impersonali (oportet, constat, utile est, ecc.). Si trovano in dipendenza da: verba dicendi o declarandi: dico, narro, annuntio, promitto, ecc.; verba putandi: puto, existimo, credo, arbitror, ecc.; verba sentiendi o cognoscendi: video, audio, scio, cognosco, ecc.; verba affectuum: gaudeo, doleo, spero, miror, ecc.; verba voluntatis o iubendi: volo, nolo, malo, cupio, iubeo, ecc.. Si trovano in dipendenza da: Le infinitive si presentano con un predicato espresso al modo infinito e un soggetto espresso in caso accusativo. Accusativo + Infinito Es.: Puto Marcum esse contentum → Ritengo che Marco sia contento.

10 La proposizione infinitiva Le soggettive e le oggettive in italiano si possono esprimere con: l’indicativo (introdotto da “che”): quando sono introdotte da verbi che indicano certezza o un dato oggettivo. Es.: Affermo che sei intelligente; il congiuntivo (introdotto da “che”): quando sono introdotte da verbi che indicano eventualità, incertezza o un parere soggettivo. Es.: Ritengo che tu sia intelligente; l’infinito (introdotto da “di”): quando c’è identità di soggetto con la reggente. Es.: Ritieni di essere intelligente (= tu ritieni che tu sei intelligente). Ricorda che…

11 La proposizione infinitiva Ricorda che… I tempi dell’infinito hanno valore relativo, cioè si regolano in base al rapporto temporale che hanno con la reggente: l’infinito presente esprime contemporaneità rispetto alla reggente; l’infinito perfetto esprime anteriorità rispetto alla reggente; l’infinito futuro esprime posteriorità rispetto alla reggente. Quando si traduce un’infinitiva con un modo definito (indicativo o congiuntivo), occorre fare attenzione anche al tempo della reggente (tempo principale o tempo storico) al fine di rispettare la consecutio temporum italiana.

12 La proposizione infinitiva Ricorda che… RAPPORTOREGGENTEINFINITIVAITALIANO Cont. Adfirmo (t.pr.) te vincere Affermo che vinci Puto (t.pr.)Penso che tu vinca Adfirmabam (t.st.)Affermavo che vincevi Putabam (t.st.)Pensavo che tu vincessi Ant. Adfirmo (t.pr.) te vicisse Affermo che hai vinto Puto (t.pr.)Penso che tu abbia vinto Adfirmabam (t.st.)Affermavo che avevi vinto Putabam (t.st.)Pensavo che tu avessi vinto Post. Adfirmo (t.pr.) te victurum esse Affermo che vincerai Puto (t.pr.)Penso che vincerai Adfirmabam (t.st.)Affermavo che avresti vinto Putabam (t.st.)Pensavo che avresti vinto L’infinito futuro può essere sostituito dalla perifrasi: fore / futurum esse + ut + cong. pres. (se t.pr.) / cong. impf (se t. st.)

13 La proposizione infinitiva Verifica immediata Scrivi la traduzione di ciascuna delle seguenti frasi. Cesare riteneva che i nemici superassero il ponte Cesare ritiene che i nemici abbiano superato il ponte Cesare riteneva che i nemici avessero superato il ponte Cesare ritiene che i nemici supereranno il ponte Cesare ritiene che i nemici superino il ponte Frasi da scrivere FRASETRADUZIONE Caesar putat hostes pontem superare Inserire qui il testo Caesar putat hostes pontem superavisse Inserire qui il testo Caesar putat hostes pontem superaturos esse Inserire qui il testo Caesar putabat hostes pontem superare Inserire qui il testo Caesar putabat hostes pontem superavisse Inserire qui il testo

14 Verifica sommativa Indica se la seguente affermazione è vera o falsa. Il soggetto della proposizione infinitiva è espresso in caso accusativo. Vero Falso Esercizi di base

15 Verifica sommativa Indica se la seguente affermazione è vera o falsa. L’attributo riferito a un infinito sostantivato va sempre espresso in caso accusativo. Vero Falso Esercizi di base

16 Verifica sommativa Indica il valore degli infiniti nelle seguenti frasi. Nefarium est fidem frangere ( ) Dareus Scythis bellum inferre decrevit ( ) Constat servos paratos fuisse ad pugnam ( ) Te hilari animo esse et prompto ad iocandum, valde me iuvat ( ) Illud cognosces, mihi te neque cariorem neque iucundiorem esse quemquam ( ) Esercizi di base

17 Verifica sommativa Indica il rapporto temporale esistente fra la proposizione infinitiva e la sua reggente in questo periodo. Omnes cives Romanorum legiones strenuas esse sperabant. Contemporaneità da un tempo principale Contemporaneità da un tempo storico Posteriorità da un tempo principale Posteriorità da un tempo storico Esercizi di base

18 Verifica sommativa Scegli la traduzione corretta delle seguenti frasi. Exploratores missi attulerunt quieta omnia apud Gallos esse. Gli esploratori inviati riportarono che ogni cosa era tranquilla presso i Galli Gli esploratori inviati hanno riportato che ogni cosa è tranquilla presso i Galli Gli esploratori inviati hanno riportato di essere presso i Galli con tutto tranquillo Gli esploratori inviati riportarono che ogni cosa presso i Galli sarebbe stata tranquilla Esercizi di base

19 Verifica sommativa Indica quale tra queste risposte è quella corretta. È più facile incontrare infiniti storici nelle opere di storiografi poeti commediografi tragediografi Esercizi di recupero

20 Verifica sommativa Indica se la seguente affermazione è vera o falsa. Nella proposizione infinitiva un infinito di tempo futuro indica anteriorità rispetto alla reggente. Vero Falso Esercizi di recupero

21 Verifica sommativa Indica il valore degli infiniti nelle seguenti frasi. Licet eadem de Pausania Lysandroque dicere ( ) Facere docet philosophia, non dicere ( ) Nomen Attici perire Ciceronis epistulae non sinunt ( ) Vetus est opinio insulam Siciliam totam esse Cereri consacratam ( ) Illud me movet, in tanta militum paucitate abesse tres legiones ( ) Esercizi di recupero

22 Verifica sommativa Indica il rapporto temporale esistente fra la proposizione infinitiva e la sua reggente in questo periodo. Numquam putavi fore ut supplex ad te venirem. Anteriorità da un tempo principale Anteriorità da un tempo storico Posteriorità da un tempo principale Posteriorità da un tempo storico Esercizi di recupero

23 Verifica sommativa Scegli la traduzione corretta delle seguenti frasi. Fama fuit Themistoclem venenum sumpsisse. Fu opinione diffusa che Temistocle avesse assunto del veleno Fu opinione diffusa che il veleno avesse preso Temistocle Fu opinione diffusa che Temistocle abbia assunto del veleno Fu opinione diffusa che il veleno abbia preso Temistocle Esercizi di recupero

24 Verifica sommativa Indica se nella seguente frase l’infinitiva latina corrisponde a una soggettiva o a un’oggettiva in italiano. Fama fuit magnam esse civium perturbationem. Soggettiva Oggettiva Esercizi di consolidamento

25 Verifica sommativa Indica il rapporto temporale esistente fra la proposizione infinitiva e la sua reggente in questo periodo. Stoici censebant sapientes sapientibus etiam futuros esse amicos. Posteriorità da un tempo storico Contemporaneità da un tempo storico Anteriorità da un tempo principale Anteriorità da un tempo storico Esercizi di consolidamento

26 Verifica sommativa Indica se nella seguente frase l’infinitiva latina corrisponde a una soggettiva o a un’oggettiva in italiano e quale rapporto temporale intercorre fra essa e la reggente. Caelium oratorem fuisse iucundum constat. Soggettiva - Anteriorità Soggettiva - Contemporaneità Oggettiva - Anteriorità Oggettiva - Contemporaneità Esercizi di consolidamento

27 Verifica sommativa Scegli la traduzione corretta delle seguenti frasi. Veientes Romam ipsam se oppugnaturos minabantur. I Veienti minacciavano che avrebbero assalito Roma stessa I Veienti minacceranno che assaliranno Roma stessa I Veienti temevano che Roma li avrebbe assaliti I Veienti temeranno che Roma li assalirà Esercizi di consolidamento

28 Verifica sommativa Scegli la traduzione corretta delle seguenti frasi. Iugurtha equitare, iaculari, cursu cum aequalibus certare. Giugurta cavalcava, lanciava i giavellotti, combatteva di corsa con i coetanei Giugurta accertava di cavalcare, lanciare i giavellotti, correre con i coetanei Giugurta accertava di aver cavalcato, lanciato i giavellotti e corso con i coetanei Giugurta cavalcò, lanciò giavellotti, corse, combatté con i coetanei Esercizi di consolidamento

29 Lessico Parole da sapere Ricorda il significato e i paradigmi dei più frequenti verbi che introducono proposizioni infinitive. Verba dicendi o declarandi PARADIGMASIGNIFICATO adfirmo, -as, -avi, -atum, -areaffermare clamo, -as, -avi, -atum, -aregridare dico, -is, dixi, dictum, -ĕredire declaro, -as, -avi, -atum, -areproclamare fateor, -eris, fassus sum, -ericonfessare narro, -as, -avi, -atum, -arenarrare nego, -as, -avi, -atum, -aredire di no nuntio, -as, -avi, -atum, -areannunciare promitto, -is, -misi, -missum, -ĕrepromettere respondeo, es, respondi, responsum, -ērerispondere scribo, -is, scripsi, scriptum, -ĕrescrivere trado, -is, tradidi, traditum, -ĕretramandare

30 Lessico Parole da sapere Verba putandi PARADIGMASIGNIFICATO arbitror, -aris, arbitratus sum, -arireputare cogito, -as, -avi, -atum, -arepensare credo, -is, credidi, creditum, -ĕrecredere existimo, -as, -avi, -atum, -arestimare habeo, -es, habui, habitum, -ēreconsiderare iudico, -as, -avi, -atum, -aregiudicare puto, -as, -avi, -atum, -arepensare

31 Lessico Parole da sapere Verba sentiendi o cognoscendi PARADIGMASIGNIFICATO audio, -is, -ivi, -itum, -iresentire cognosco, -is, cognovi, cognitum, -ĕreconoscere conspicio, -is, -spexi, -spectum, -ĕreguardare intellego, -is, -lexi, -lectum, -ĕrecomprendere sentio, -is, sensi, sensum, -irepercepire specto, -as, -avi, -atum, -areguardare scio, -is, scivi, dcitum, -iresapere video, -es, vidi, visum, -ērevedere

32 Lessico Parole da sapere Verba affectuum: PARADIGMASIGNIFICATO Congratulor, -aris, -atus sum, -aricongratularsi Doleo, -es, -ui, -redolere Gaudeo, -es, gavisus sum, -ērerallegrarsi miror, -aris, -atus sum, -arimeravigliarsi Spero, -as, -avi, -atum, -aresperare

33 Lessico Parole da sapere Verba voluntatis o iubendi PARADIGMASIGNIFICATO Cupio, -is, -ivi, itum, redesiderare impero, -as, -avi, -atum, -areordinare Iubeo, -es, iussi, iussum, -ēreOrdinare Malo, mavis, malui, mallepreferire Nolo, non vis, nolui, nolleNon volere Prohibeo, -es, -ui -itum, -ēreimpedire Sino, -is, sivi, situm, -repermettere veto, -as, -ui, vetitum, -arevietare Volo, vis, volui, vellevolere


Scaricare ppt "Gli usi dell’infinito In italiano L’infinito sostantivato Verifica sommativa Lessico Gli usi dell’infinito L’infinito in proposizioni indipendenti La."

Presentazioni simili


Annunci Google