La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Sorveglianza e controllo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Sorveglianza e controllo."— Transcript della presentazione:

1 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Sorveglianza e controllo delle malattie infettive in Piemonte Note introduttive alla giornata Roberto Raso Il cambiamento, i progetti

2 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive sorveglianza prevenzione controllo Molte attività Molte “competenze” Molte professionalità Molti dati Molti flussi informativi Molte informazioni

3 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive MTAZoonosi/Vettori Pat. Specifiche TB HIV/AIDS MST Inf. Invasive ……. Inf. Ospedaliere Pat. emergenti Mal. Prev.Vaccino Med Viaggi San. AnimaleSIAN SeREMI-SIMI SISP Serv. Rif. MTA-MTA -

4 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive San. Animale SIAN SISP SeREMI-SIMI Serv. Riferimento MTA- MTA e i servizi Integrare orientare coordinare le attività

5 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Direttiva CE 2003 sulle misure di sorveglianza delle zoonosi e agenti zoonotici (GU aprile 2006) Annualmente una relazione Regioni --> Ministero Salute --> Commissione Europea 1.Popolazione animale (allevamenti, capi, metodi di produzione) 2.Indagini effettuate (unità epidemiologiche, risultati di laboratorio, distribuzione geografica.. ) 3.Sorveglianza resistenze 4.Numero focolai tossinfezione alimentari, numero casi implicati nel focolaio, esiti 5.Agente e sierotipo 6.Prodotti alimentari implicati nel focolaio e altri veicoli 7.Tipologia luogo produzione, acquisizione, consumo dell’alimento Tra le informazioni richieste:

6 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Integrazione sistemi di sorveglianza e controllo zoonosi Integrazione sistema controllo MTA Revisione sistema TB Piano per eventuale emergenza da nuovo virus influenzale Sviluppo e Integrazione azioni MST-HIV Integrazione sistemi informativi - informatizzazione Alcune attività e progetti Sviluppo Piano Nazionale Eliminazione Morbillo e Rosolia c.

7 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Progetto nazionale nuovo sistema informatico Piattaforma Basata sul WEB 1.Server centrale su cui confluiscono i dati nazionali provenienti da a.ASL e Regioni b.in futuro da Medici di Base e Ospedali 2.Accessi differenziati al database 3.A partire dalle Notifiche Obbligatorie, progressiva confluenza di tutti i sistemi di sorveglianza per le MI 4.Sistema di controlli interni ed alert inviati dal server alla periferia 5.Sistema di report automatici 6.Collegamento nazionale con i sistemi di sorveglianza e di allerta europei Integrazione e riordino sistemi di sorveglianza Realizzazione di un sistema di allerta rapido Sperimentazione in tre Regioni dal 2007 al > alcune ASL Dal 2008 al > tutte le ASL

8 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Progetto nazionale nuovo sistema informatico Sperimentazione in alcune Regioni Ministero Salute Regioni ASL ISS ISTAT WEB

9 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Progetto nazionale nuovo sistema informatico Sperimentazione in Piemonte Ministero Salute server regionale SIMI ISS ISTAT SeREMI WEB Gestione dati validati dal SIMI Vede funzionalità nazionali. Gestione dati della propria ASL e dati “inviati” per competenza. Vede funzionalità nazionali. Gestione dati validati dal SIMI e SeREMI. Invio funzionalità nazionali.

10 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Progetto nazionale nuovo sistema informatico Sperimentazione in Piemonte Database Regionale Database Nazionale Area funzioni Nazionali Area funzioni Regionali ministero regione asl Area funzioni Nazionali Dati nazionali Alert, controlli, report, avvisi Dati (nazionali e regionali) (Database locale) (report regionali) server Web/PC

11 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Il sistema, alla fine della realizzazione (anni) prevede, o deve prevedere 1.La ricezione diretta dei dati di tutte le attuali malattie infettive a notifica obbligatoria di tutte le restanti sorveglianze di malattia infettiva attualmente gestite dal SeREMI da nuovi sistemi di sorveglianza (sindromiche, allarmi rapidi, ecc) 2.La ricezione/invio indiretto di dati (anche tramite interfacciamento con altri software) sistema Micronet sistema della medicina dei viaggi sistema per le vaccinazioni sistema dei veterinari sistema per le MTA Direzioni ospedaliere ….. con ulteriori …. Flusso SIMI + altri --> Regione

12 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Il sistema, alla fine della realizzazione (anni) prevede, o deve prevedere 1.L ’ invio dei dati richiesti secondo le specifiche indicate (malattie infettive, sistemi di allerta rapida … ) 2.L ’ invio di ulteriori informazioni richieste (segnali di allerta, focolai ….) Flusso Regione --> Ministero

13 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Flusso Ministero --> Regione --> SIMI Il sistema, alla fine della realizzazione (anni) prevede, o deve prevedere La ricezione da parte della Regione e dell ’ ASL 1.Di avvisi (es. scadenza tempi per conferma casi sospetti) 2.Segnali e dati di allerta (es. possibili focolai) 3.Report (es dati regionali e nazionali aggregati) 4.Altre funzioni sviluppabili

14 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Flusso Regione --> SIMI Il sistema, alla fine della realizzazione (anni) prevede, o deve prevedere La disponibilit à da parte dell ’ ASL 1.Database di proprio interesse (residenti e segnalati) 2.Dati di competenza provenienti da altre ASL 3.Report automatici regionali e locali


Scaricare ppt "Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Sorveglianza e controllo."

Presentazioni simili


Annunci Google