La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

© Pearson Italia spa 1 L’Italia liberale. © Pearson Italia spa L'Italia liberale 2 La politica economica della destra storica arretratezza economica debiti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "© Pearson Italia spa 1 L’Italia liberale. © Pearson Italia spa L'Italia liberale 2 La politica economica della destra storica arretratezza economica debiti."— Transcript della presentazione:

1 © Pearson Italia spa 1 L’Italia liberale

2 © Pearson Italia spa L'Italia liberale 2 La politica economica della destra storica arretratezza economica debiti degli stati preunitari completamento unificazione spese militari due obiettivi in contrasto fra loro: riequilibrio del bilancio pubblico grandi investimenti in infrastrutture pesante tassazione forte disagio sociale

3 © Pearson Italia spa L'Italia liberale 3 programma di riforme sociali, politiche ed economiche Rivoluzione parlamentare e trasformismo 1876 completamento unità e pareggio di bilancio la Destra sembra aver esaurito la sua funzione cambio di maggioranza parlamentare “RIVOLUZIONE PARLAMENTARE” DEPRETIS presidente del consiglio TRASFORMISMO tendenza a gestire la vita parlamentare e politica attraverso accordi e scambi di favore tra maggioranza di governo e opposizione sostenuto da: liberali riformatori ▪ democratici ▪ radicali ▪ ex garibaldini ▪ ex mazziniani ▪ borghesia progressista del nord ▪ professionisti e intellettuali del sud

4 © Pearson Italia spa L'Italia liberale 4 Le linee guida della Sinistra SINISTRA STORICA politica estera politica interna > riforma elettorale > riforma della scuola > protezionismo > adesione alla Triplice alleanza con Germania e Austria > politica coloniale in Africa

5 © Pearson Italia spa L'Italia liberale 5 Le riforme sociali e politiche RIFORME SOCIALI introduzione della scolarità elementare obbligatoria RIFORME POLITICHE riforma della legge elettorale la legge Coppino del 1876 stabilisce che la durata dell’istruzione elementare sia di 5 anni, con i primi 2 anni obbligatori e gratuiti la nuova legge elettorale, approvata nel 1882, prevede l’abbassamento del livello di ricchezza e di età richiesti per votare i cittadini maschi aventi diritto al voto passano da a oltre 2 milioni (circa il 7% della popolazione)

6 © Pearson Italia spa L'Italia liberale 6 Le riforme economiche superamento del libero scambio intervento dello stato nella vita economica 1887 introduzione di un’alta tariffa doganale sul grano e sui prodotti di diversi settori (tessile, chimica, agroalimentare, siderurgia)

7 © Pearson Italia spa L'Italia liberale 7 La politica estera Linee guida della politica estera della Sinistra rottura con la tradizione risorgimentale filoliberale, filofrancese e antiasburgica 1881 tensioni politiche e diplomatiche con la Francia per la Tunisia, verso cui puntavano le ambizioni imperialiste italiane 1882 firma della Triplice alleanza con Germania e Austria-Ungheria (patto di reciproca difesa in caso di aggressione da parte di altre potenze, specie la Francia)

8 © Pearson Italia spa L'Italia liberale 8 Il movimento operaio e socialista 1872>a Milano nasce la prima associazione nazionale di categoria (tipografi) 1875>le sezioni socialiste della Lombardia ripudiano l’anarchismo e chiedono la nascita di un partito socialista che partecipi alle elezioni, come avviene in altri paesi europei 1881>Andrea Costa abbandona l’anarchismo e approda al socialismo, fondando il Partito socialista rivoluzionario 1882>nasce il Partito operaio italiano, aperto solo ai lavoratori manuali e precluso agli intellettuali di orientamento anarchico 1891>i socialisti riformisti Filippo Turati e Anna Kuliscioff fondano la rivista “Critica sociale” 1892>al congresso di Genova nasce il Partito dei lavoratori, il primo partito socialista italiano moderno 1893>primo congresso nazionale delle Camere del lavoro 1895>il Partito dei lavoratori diventa Partito socialista italiano 1906>nasce la Confederazione generale del lavoro

9 © Pearson Italia spa L'Italia liberale 9 affronta la questione sociale e i problemi del mondo industriale Il movimento cattolico 1891 papa Leone XIII enciclica Rerum novarum primi fermenti politici e culturali nel mondo cattolico L'ardente brama di novità che da gran tempo ha cominciato ad agitare i popoli doveva naturalmente dall'ordine politico passare nell'ordine simile dell'economia sociale. E difatti i portentosi progressi delle arti e i nuovi metodi dell'industria; le mutate relazioni tra padroni e operai; l'essersi accumulata la ricchezza in poche mani e largamente estesa la povertà; il sentimento delle proprie forze divenuto nelle classi lavoratrici più vivo, e l'unione tra loro più intima; questo insieme di cose, con l'aggiunta dei peggiorati costumi, hanno fatto scoppiare il conflitto.

10 © Pearson Italia spa L'Italia liberale 10 L’imperialismo italiano 1882: il governo italiano acquista dalla compagnia Rubattino il porto di Assab in Eritrea 1887: a Dogali, 500 soldati italiani vengono massacrati dalle armate abissine Depretis 1889: firma del trattato di Uccialli con il negus Menelik, con cui l’Italia si garantiva il protettorato sulla costa somala e il possesso di alcune città e zone dell’Eritrea 1895: gli italiani procedono all’esplorazione delle zone interne Crispi 1896: sconfitta di Adua e dimissioni di Crispi 1911: inizia la guerra di Libia 1912: con la pace di Losanna l’Impero ottomano cede la Libia all’Italia Giolitti


Scaricare ppt "© Pearson Italia spa 1 L’Italia liberale. © Pearson Italia spa L'Italia liberale 2 La politica economica della destra storica arretratezza economica debiti."

Presentazioni simili


Annunci Google