La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ing. Adriano Cavicchi Dirigente Generale S.I.N.A.P. Sistema Informativo Nazionale degli Appalti Pubblici Forum P.A. 10 maggio 2004.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ing. Adriano Cavicchi Dirigente Generale S.I.N.A.P. Sistema Informativo Nazionale degli Appalti Pubblici Forum P.A. 10 maggio 2004."— Transcript della presentazione:

1 Ing. Adriano Cavicchi Dirigente Generale S.I.N.A.P. Sistema Informativo Nazionale degli Appalti Pubblici Forum P.A. 10 maggio 2004

2 Secondo la Legge 11 febbraio 1999 n°109, è un’articolazione dell’Autorità per la Vigilanza sui Lavori Pubblici. A sua volta, l’Osservatorio è articolato…. … in una sezione centrale ed in sezioni regionali aventi sede presso le regioni e le province autonome. (art. 4 comma 14)… … opera mediante procedure informatiche, sulla base di apposite convenzioni, anche attraverso collegamento con gli analoghi sistemi della Ragioneria generale dello Stato, dei Ministeri interessati, … (art. 4 comma 15) L’Osservatorio dei Lavori Pubblici ed…

3 L’Osservatorio dei Lavori Pubblici (Compiti) La sezione centrale dell'Osservatorio dei lavori pubblici svolge i seguenti compiti: a) provvede alla raccolta ed alla elaborazione dei dati informativi concernenti i lavori pubblici su tutto il territorio nazionale ……; ……… d) promuove la realizzazione di un collegamento informatico con le amministrazioni aggiudicatrici, gli altri enti aggiudicatori o realizzatori, nonché con le regioni, al fine di acquisire informazioni in tempo reale sui lavori pubblici; e) garantisce l'accesso generalizzato, anche per via informatica, ai dati raccolti e alle relative elaborazioni; f) adempie agli oneri di pubblicità e di conoscibilità richiesti dall'Autorità; …… (art. 4 comma 16, Legge 11 febbraio 1999 n°109)

4  Il S.I.N.A.P., Sistema Informativo Nazionale Appalti Pubblici, è stato realizzato al fine di semplificare gli adempimenti previsti dalla legge in merito alla raccolta ed all’analisi dei dati degli appalti di lavori pubblici.  Si tratta di un sistema telematico che adotta i criteri della cooperazione applicativa secondo le specifiche tecnologiche del piano di e-government, e coinvolge nello sviluppo, nella gestione e nell’uso altre amministrazioni tramite la stipula di apposite convenzioni e/o protocolli d'intesa. Il SINAP Finalità

5 Definizioni Appalto di opere pubbliche: costituisce l’entità fondamentale sulla base della quale è costruito il SINAP. Nell’ambito del SINAP esiste la relazione “appalto = contratto”, ciò implica che se nella realizzazione della stessa opera, a seguito di procedure di selezione diverse o della stessa procedura di selezione, vengono stipulati n diversi contratti, anche e soprattutto con soggetti appaltatori diversi, il SINAP individua n diversi appalti; Amministrazione: è la persona giuridica che in osservanza delle vigenti disposizioni normative è tenuta alla comunicazione all’Autorità dei propri appalti; SA: Stazione Appaltante, nell’ambito di una Amministrazione, è la più piccola unità autonoma dal punto di vista della gestione della spesa, nella concezione dei progetti e nella realizzazione degli appalti; RUP: Responsabile Unico del Procedimento, è la figura, dipendente funzionale della SA, che è responsabile della trasmissione al SINAP dei dati relativi ad appalti di opere pubbliche

6 Dati sui flussi informativi  Stazioni appaltanti sul territorio nazionale: da a  N° appalti medio annuo (sopra €):  N° informazioni rilevate nel corso di un appalto: 750 ca  Imprese coinvolte:  Professionisti coinvolti:

7 RUPAR Regione ARegione B Internet S.A. O.R. S.A. O.R. Rete Unitaria Topologia del sistema Regione A Regione B

8 Caratteristiche principali Nel complesso il SINAP costituisce uno sportello per la comunicazione e la condivisione di informazioni sugli appalti di lavori pubblici dotato delle seguenti caratteristiche: Architettura distribuita Predisposizione di moduli di web services per la partecipazione a sistemi di applicazioni cooperanti Architettura dell’interfaccia completamente web based Strutturazione delle informazioni in formato XML tramite la definizione di XML-Schema per ogni documento trattato

9 Diagramma architettura generale

10 Funzionalità principali Implementate Anagrafe centralizzata dei soggetti coinvolti negli appalti Raccolta informazioni per gli appalti di importo superiore a € Raccolta informazioni per gli appalti di importo inferiore € In corso di implementazione Integrazione dell’anagrafe delle società di ingegneria, con relative funzionalità di pubblicità (artt 53,54 DPR 554/99) Integrazione con il sistema CIPE Realizzazione di funzionalità di interazione via web services Previste Interazione con sistemi di raccolta e pubblicazione dei bandi di gara Integrazione della raccolta della programmazione

11 Modello di funzionamento

12 Scenario S.I.N.A.P.Stazione appaltante SI Stazione appaltante On-line o XML files OR Il diagramma rappresenta le interazioni fra gli Osservatori, le stazioni appaltanti ed il SINAP

13 Interazioni con gli Osservatori Regionali che utilizzano il SINAP Funzioni di consultazione web di tutte le informazioni trasmesse dalle SA di competenza Funzioni di amministrazione degli utenti (responsabili del procedimento e referenti per la trasmissione) appartenenti alle SA di competenza Copia locale della base dati, mediante strumenti sincroni di trasmissione, limitatamente ai dati inviati dalle SA di competenza ed agli appalti che insistono sul territorio. Limitatamente al gruppo di amministrazione dell’Osservatorio centrale possibilità di gestire tutte le funzionalità sistemistiche.

14 Interazioni con gli Osservatori Regionali che non utilizzano il SINAP e le SA di rilevanti dimensioni Gli OR possono trasmettere i dati raccolti in un formato XML predefinito I dati di appalti insistenti sul territorio regionale, pervenuti al SINAP sono trasmessi all’OR nello stesso formato La pubblicazione del XML-Schema rende possibile la trasmissione di pacchetti di dati codificati in XML direttamente da parte delle stazioni appaltanti al sistema, evitando l’onere alle SA già dotate di un proprio sistema informativo di digitare tutte le informazioni sull’interfaccia web o, per quelle ad estensione nazionale di interfacciarsi con un sistema diverso per ogni regione. Le SA che adottano questa modalità di trasmissione devono ricevere specifica autorizzazione. La modalità di trasmissione di pacchetti XML non è utilizzabile contemporaneamente ad altre.

15 Interazione con CIPE A.Il CIPE trasmette ad intervalli regolari l’elenco dei CUP rilasciati alle Amministrazioni 1.Il RUP effettua una richiesta di accesso 2.Il sistema identifica il RUP e fornisce l’elenco delle SA per le quali risulta abilitato 2a.Il RUP seleziona la SA per la quale intende lavorare 2b. Il sistema presenta l’elenco dei CUP disponibili per l’Amministrazione selezionata 3.Il RUP dichiara un nuovo appalto per un CUP esistente o per una manutenzione 4.Il sistema restituisce un CUI e lo associa alla tripla (RUP,SA,CUP) 4a.Il sistema inserisce una relazione progetto/appalto nella tabella di relazione 5Il RUP può inserire i dati relativi all’appalto

16

17

18


Scaricare ppt "Ing. Adriano Cavicchi Dirigente Generale S.I.N.A.P. Sistema Informativo Nazionale degli Appalti Pubblici Forum P.A. 10 maggio 2004."

Presentazioni simili


Annunci Google