La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La cartella clinica Marco L. Dottorini I Congresso AIPO di Telemedicina ed Applicazioni Medico-Informatiche Bari 29-30 ottobre 2004.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La cartella clinica Marco L. Dottorini I Congresso AIPO di Telemedicina ed Applicazioni Medico-Informatiche Bari 29-30 ottobre 2004."— Transcript della presentazione:

1 La cartella clinica Marco L. Dottorini I Congresso AIPO di Telemedicina ed Applicazioni Medico-Informatiche Bari ottobre 2004

2 Informatica Medica Lo sviluppo Key Word: ‘Medical Informatics’

3 zProliferare di associazioni scientifiche zEventi internazionali sempre più di rilievo zAumento del numero di applicazioni (software) disponibili zOltre pagine Web rilevate da ‘Alta Vista’ zProliferare di associazioni scientifiche zEventi internazionali sempre più di rilievo zAumento del numero di applicazioni (software) disponibili zOltre pagine Web rilevate da ‘Alta Vista’ Informatica Medica Lo sviluppo

4 Informatica Medica Aree di Interesse Preminente zSistemi di supporto al decision making zArchiviazione d’immagini e Refertazione zTelemedicina zRisorse informative (Internet, risorse on-line, …) zCartella clinica informatizzata zSistemi di supporto al decision making zArchiviazione d’immagini e Refertazione zTelemedicina zRisorse informative (Internet, risorse on-line, …) zCartella clinica informatizzata

5 zLa CC è custode, a livello mondiale, di una mole enorme e complessa di dati clinici disorganizzati e confusi zLa gestione dell’informazione clinica è inefficiente e inefficace. zTuttavia, tali dati rappresentano la fonte primaria di informazioni (per le decisioni cliniche) e di conoscenza medica (ricerca) zLa CC è custode, a livello mondiale, di una mole enorme e complessa di dati clinici disorganizzati e confusi zLa gestione dell’informazione clinica è inefficiente e inefficace. zTuttavia, tali dati rappresentano la fonte primaria di informazioni (per le decisioni cliniche) e di conoscenza medica (ricerca) Cartella Clinica Informatizzata Crescente Interesse Motivi

6 z z Ripetitività dei processi informativi z z Complessità dei processi informativi z z Ripetitività dei processi informativi z z Complessità dei processi informativi Sistemi Informatizzati Utilità Presupposti

7 Modello di un Sistema Informativo Clinico Decision Making Referenze, Linee Guida Comunicazione Codifiche Ricerca CRF Gestione Flussi Lavorativi Consulti Ricoveri Strumentali Cito-Istologia Visite Laboratorio Prenotazioni Archiviazione Terapie Network Informativo Ripetitività delle Interazioni tra i singoli elementi Enorme variabilità globale Complessità Illimitata Network Informativo Ripetitività delle Interazioni tra i singoli elementi Enorme variabilità globale Complessità Illimitata

8 Il progetto AIPO di cartella clinica per disease management integrato

9 Cartella clinica (disease management) zIl disegno del DM ha tenuto in considerazione alcuni obiettivi strategici: yInformatizzazione di reparto (cartella clinica e workflow gestionale) yStandardizzazione e interscambio di informazioni yAggregazione dei dati clinici a scopo di ricerca yArchitettura “Patient Centred”

10 Informatizzazione di reparto zUn’applicazione destinata all’informatizzazione di reparto deve essere centrata sulla gestione del dato clinico e quindi sull’implementazione della cartella clinica informatizzata specialistica permettendo la gestione integrata e l’accesso distribuito ed immediato alle informazioni.

11 Informatizzazione di reparto zTali premesse devono essere associate ad alcune caratteristiche quali: ySemplicità e rapidità d’uso per permettere l’effettivo utilizzo di routine yElevata possibilità di personalizzazione delle codifiche e flessibilità del workflow per adattare il supporto informatico alle procedure di reparto

12 Standardizzazione e Interscambio di informazioni zPer permettere una elevata standardizzazione e interscambio di informazioni è necessario prevedere funzionalità di gestione e controllo della personalizzazione, realizzabile tramite: yArchitettura a livelli differenziati fra aree di compatibilità (non modificabili dall’utente) ed aree di personalizzazione quali codifiche e programmazione del workflow operativo yPossibilità di aggiornamento delle codifiche e dei moduli delle cartelle cliniche centralizzata e compatibile con le personalizzazioni locali

13 Aggregazione dei dati clinici zLa possibilità di aggregazione dei dati clinici a scopo di ricerca deve permettere la selezione di informazioni omogenee all’interno di database clinici di più centri. Questi processi prevedono ulteriori specifiche funzionali quali: yPossibilità di includere in cartella moduli con le specifiche di estrapolazione dati (versione informatica dei protocolli di studio) yPossibilità di aggregazione dei dati completa di processi di qualità (dati missing, incongruenze, etc.) yPossibilità di arricchire i dati raccolti a fini assistenziali con dati specificamente richiesti dai CRF

14 Architettura ‘Patient Centred’ Gestione globale centrata sul paziente Assistenza (ospedaliera, di base, domiciliare, d’emergenza, etc.) Informazioni accessibili ai pazienti Altre esigenze: - -Prevenzione - -Educazione - -… Pianificazione e Gestione Migliora- mento della qualità clinica Ricerca Sottoinsiemi anonimizzati

15 Struttura della Cartella ‘Patient Centred’ zCCI (unica per paziente) yElementi univoci legati al paziente (anamnesi, diagnosi, etc.) yCartella di Ricovero (n per paziente) xDiario, obiettività, esami, etc. yCartella di Day Hospital (n per paziente) xObiettività, esami, etc. yAltri elementi clinici (esami, etc.) non inclusi in ricovero/day hospital

16 Conclusioni e prospettive

17 Cosa fare? zOccorre promuovere l’utilizzo di applicazioni sempre più aderenti alle esigenze ed integrate nei processi assistenziali. Dedicate a: yMedici ed infermieri impegnati nell’assistenza yPersonale non-clinico yRicercatori yPazienti yAltre istituzioni, organizzazioni e gruppi d’interesse

18 Cosa cambierà per i pazienti? zla tecnologia online già fornisce ai pazienti accesso agli specialisti che lavorano nei centri maggiori; la telemedicina eliminerà la necessità di viaggi lunghi, sconvenienti e potenzialmente pericolosi per i pazienti; zi link di ambulatori con ospedali e farmacie ridurrà tempi di attesa e ansie per prenotazioni di ricoveri, consegne di risultati di esami e di disponibilità di farmaci; zmiglioramento nel trattamento dei pazienti rendendo disponibile la storia clinica a tutti i medici coinvolti nei processi

19 Cosa cambierà per i medici? zI medici condivideranno i benefici dei pazienti; zDisporranno di strumenti in modo progressivamente piu’ semplice quali: yinformazioni cliniche in modo integrato yrecenti ricerche e pratiche cliniche; yavvisi immediati sulle variazioni regionali o problemi potenziali negli standard clinici; ymigliore informazione sulle priorità e gli approcci per migliorare la sanità e l’assistenza


Scaricare ppt "La cartella clinica Marco L. Dottorini I Congresso AIPO di Telemedicina ed Applicazioni Medico-Informatiche Bari 29-30 ottobre 2004."

Presentazioni simili


Annunci Google