La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Questo documento è di supporto ad una presentazione orale ed i relativi contenuti devono essere accompagnati dall’esposizione di chi ne ha curato la stesura.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Questo documento è di supporto ad una presentazione orale ed i relativi contenuti devono essere accompagnati dall’esposizione di chi ne ha curato la stesura."— Transcript della presentazione:

1 Questo documento è di supporto ad una presentazione orale ed i relativi contenuti devono essere accompagnati dall’esposizione di chi ne ha curato la stesura. In ogni caso è richiesta la preventiva autorizzazione di Banca Intesa per qualsiasi riproduzione completa o parziale del documento “L’innovazione nei processi di Internazionalizzazione” Alfonso Santilli Responsabile Servizi Internazionali - Direzione Marketing Imprese Presidente CREDIMPEX-ITALIA Ancona 7 luglio 2006

2 2 Con il contributo di Un aperitivo con Pasquale Pistorio Ancona, 7 luglio 2006 Incontro sul tema: L’innovazione nei processi di internazionalizzazione 12,30 Aperitivo - Buffet 14,00 Saluto ai partecipanti Giuseppe Fiorini - Presidente Assindustria Ancona Gianni Polenta - Presidente del Club della Qualità di Assindustria Ancona Tonino Dominici - Delegato Assindustria per la Cultura d’Impresa Alfonso Santilli - Responsabile Servizi Internazionali, Direzione Marketing Imprese, Banca Intesa Interventi Fabio Sdogati - Professore di Economia Internazionale al MIP - Politecnico di Milano Pasquale Pistorio - Vice Presidente per la Ricerca e l’Innovazione di Confindustria 16,30 Analisi della giornata e passi futuri Sede del Workshop Assindustria Ancona Via Roberto Bianchi Ancona

3 3 - Contenuti - Contenuti Il contesto competitivo delle PMI I “pilastri” dell’offerta di Banca Intesa Intesa Nova Intesa Senza Confini Intesa Brand Intesa Basilea Intesa Eurodesk

4 4 Globalizzazione dei mercati e dei concorrenti Delocalizzazione dei capi filiera Standard di servizio per la GDO internazionale Scala dimensionale insufficiente Difficile la difesa di nicchie di mercato La competizione sui prezzi/costi innesca una pressione a spirale sul sistema dei subfornitori Le imprese medio-grandi delocalizzano le produzioni e ‘abbandonano’ i distretti L’accesso ai grandi canali distributivi internazionali è vincolata a standard di servizio e logistici molto elevati L’aggregazione tra piccole imprese è in ritardo. Gli investimenti necessari per competere richiedono dimensioni maggiori Fattori di difficoltà Le difficoltà della Piccola Impresa italiana sono funzione di cambiamenti strutturali avvenuti sui mercati - Fattori -- Descrizione -

5 5 Vi è interconnessione tra Internazionalizzazione ed Innovazione ? Imprese internazionalizzate maggiore innovazione di prodotto e di processo Innovazione di processo aiuta a contenere i costi ma non basta Innovazione di prodotto è quella su cui puntare per affermarsi sulla concorrenza dei mercati globali

6 Le necessità delle Imprese per l’internazionalizzazione Le maggiori questioni da affrontare possono essere così sintetizzate:

7 C onoscenza della controparte C onoscenza del mercato estero (normativa interna, doganale, fiscale ecc) C onoscenza dei mezzi di pagamento e relative cautele nel caso di localizzazioni produttive all’estero C onoscenza dell’esistenza in loco di forme di finanziamento ecc C onoscenza del sistema del credito del Paese Le cinque “C”

8 Come Banca Intesa può assistere l’Impresa ? Operatività ordinaria export/import Informazioni sulle controparti Individuare soluzioni per predisporre un pacchetto finanziario a supporto della transazione (Banche, linee di credito esistenti o da costruire ecc. Analizzare insieme i possibili risvolti operativi (contratto, resa merce, termini di regolamento ecc.) Identificare le possibili opportunità Conoscere le eventuali facilitazioni fiscali esistenti Ricercare possibili specialisti in loco per la relativa assistenza (legali, fiscali, interpreti tecnici specifici, ecc.) Delocalizzazione di impianti produttivi Creazione di canali diretti di distribuzione

9  Come posso avvicinarmi ai mercati esteri ?  Le possibili controparti  Le opportunità di mercato INFORMAZIONI

10 ASSISTENZA  Quali sono i primi passi  Contratto, Conferme d’ordine  La resa merce ed i vari tipi di regolamento  Le certificazioni di qualità Responsabili Estero Merci delle Filiali Abilitate Specialisti Estero sul territorio

11 Parliamo di più tra noi e PRIMA di ogni importante decisione, per ricercare insieme una soluzione soddisfacente. Una possibile ricetta ClienteBanca

12 12 - Contenuti - Contenuti Il contesto competitivo delle PMI I “pilastri” dell’offerta di Banca Intesa Intesa Nova Intesa Senza Confini Intesa Brand Intesa Basilea Intesa Eurodesk

13 13 Banca Intesa per le PMI: anticipare la domanda di servizi Sulla base delle evidenze di mercato e delle priorità dichiarate dagli imprenditori Banca Intesa ha costruito un’offerta basata su 4 “Pilastri” principali,... Finanziare gli investimenti rivolti al mercato export Delocalizzare la produzione Costituire joint venture Gestire rischio FX Conoscere i mercati esteri Internazionalizzazione soluzioni per... Finanziare investimenti/ innovazione, tecnologia Assicurare l’equilibrio patrimoniale e finanziario Finanziare marchi, brevetti e design Acquisire/integrare aziende Innovazione e competitività soluzioni per... Focalizzarsi sulle attività ‘core’ e gestire a minori costi quelle ‘non core’ Energia Telefonia Viaggi Assicurazioni Efficienza e Know how soluzioni per... Gestire il passaggio generazionale Assicurare competenza e profondità manageriale Valorizzare il patrimonio aziendale ed immobiliare Continuità d’impresa soluzioni per...

14 14 - Contenuti - Contenuti Il contesto competitivo delle PMI I “pilastri” dell’offerta di Banca Intesa Intesa Nova Intesa Senza Confini Intesa Brand Intesa Basilea Intesa Eurodesk

15 15 INNOVAZIONE Intesa Nova è stato il 1° finanziamento bancario dedicato al finanziamento di progetti di innovazione di prodotto e di processo e per accelerare gli investimenti in ICT. CONSULENZA Grazie all’accordo con Politecnico di Milano più altre 11 Università italiane e oltre 100 Centri di Ricerca, qualsiasi progetto viene valutato gratuitamente FINANZA PER PROGETTI I finanziamenti sono a medio-lungo termine (tra 3 e 5 anni) e non richiedono garanzie reali o personali aggiuntive TRASFERIMENTO TECNOLOGICO Intesa Nova consente alle PMI di entrare in rapporto permanente con i migliori centri universitari Intesa Nova Banca Intesa ha lanciato nel 2004 INTESA NOVA, innovando il metodo di il finanziamento degli investimenti delle PMI in progetti di innovazione tecnologica e in IT

16 16 - Contenuti - Contenuti Il contesto competitivo delle PMI I “pilastri” dell’offerta di Banca Intesa Intesa Nova Intesa Senza Confini Intesa Brand Intesa Basilea Intesa Eurodesk

17 17 A sostegno dell’attività con l’estero delle PMI abbiamo creato Intesa Senza Confini,... Intesa Senza Confini Che cosa è A chi si rivolge I contenuti Un pacchetto commerciale per assistere l’attività verso l’estero delle Piccole Medie Imprese Alle PMI che hanno interesse ad esplorare nuovi mercati di sbocco e/o di approvvigionamento Aspetto Finanziario  Finanziamento Intesa Senza Confini  Strumenti di copertura Servizi alla Clientela

18 18... che si compone di un finanziamento fino a 3 anni dedicato a spese connesse con la internazionalizzazione,... Il finanziamento deve essere utilizzato entro 6 mesi per effettuare gli investimenti. Le spese sopra citate sono finanziabili se sostenute entro i sei mesi antecedenti la data della richiesta di finanziamento Consulenze specialistiche riferite alla predisposizione degli accordi di cooperazione e di joint-ventures con altre imprese Di viaggio, vitto ed alloggio, traduzioni ed interpretariato sostenute dall’impresa e dai propri consulenti Acquisto, ristrutturazione, affitto di beni immobili Acquisto di impianti ed attrezzature necessari alla creazione e sviluppo di strutture produttive e/o distributive all’estero Acquisto, installazione ed sviluppo di collegamenti telematici tra imprese Formazione e di personale coinvolto direttamente nell’attuazione di specifici progetti Assistenza tecnica per la partecipazione a fiere e mostre all’estero Partecipazione a fiere internazionali tenute in Italia Certificazioni verifiche e controlli offerte da SGS Italia Spa – Societé Generale de Surveillance Tutela del “Made In Italy” quindi per marchi e brevetti e per apposizione della denominazione di origine sui prodotti Spese finanziabili Intesa Senza Confini

19 19 Disponibilità della Banca ad organizzare momenti di formazione su specifiche tematiche, relative all’operatività estera... e di specifici servizi a valore per la Clientela Tradeway Informazione sul Paese Ricerca controparti Assistenza diretta in azienda Assistenza alla clientela In partnership con primarie contropartite, finalizzata ad implementare un servizio di consulenza ed assistenza relativa a:  contrattualistica e fiscalità internazionale  tutela di marchi e brevetti  certificazione di prodotto e di sistemi di gestione  informazioni in materia doganale  logistica  attività di supervisione per settori specifici Intesa Senza Confini

20 20 - Contenuti - Contenuti Il contesto competitivo delle PMI I “pilastri” dell’offerta di Banca Intesa Intesa Nova Intesa Senza Confini Intesa Brand Intesa Basilea Intesa Eurodesk

21 21 - Lo scenario di mercato - I beni immateriali rappresentano una parte rilevante del valore aziendale (30-70% a seconda del settore industriale) Il marchio è tra gli intangibili il più tangibile in termini di valore economico-finanziario sia attuale che prospettico Contabilizzazione e protezione della proprietà intellettuale non sono sempre adeguatamente trattati Nessun finanziamento bancario ha sinora preso in considerazione la proprietà intellettuale delle PMI Valore % Asset Intangibili su Valore Aziendale Settori intangible-intensive Valore della proprietà intellettuale Per molti settori e imprese gli asset intangibili costituiscono una parte rilevante del valore dell’azienda

22 22 Sostegno finanziario Assistenza nell’esecuzione Valutazione opportunità Analisi posizionamento strategico/di mercato dell’azienda cliente Valutazione economico – finanziaria dei marchi in portafoglio Suggerimento opportunità e strategie di valorizzazione del brand Identificazione soluzioni finanziarie più idonee Impostazione e disegno dell’architettura finanziaria di riferimento Perfezionamento delle soluzioni finanziarie identificate Consulenza professionale per la realizzazione degli interventi di valorizzazione/ potenziamento del brand identificati “Intesa Brand” : risorse per crescere con i propri marchi La soluzione Intesa Brand si propone di “affiancare” l’impresa in tutte le fasi di una gestione evoluta del marchio - Fasi del processo di valorizzazione del marchio - Fase Supporto Banca Intesa (“Intesa Brand”) In partnership con ICM Advisors In partnership con ICM Advisors e Robilant & Associati Banca Intesa ha appena lanciato sul mercato una soluzione dedicata al sostegno dei progetti di valorizzazione dei marchi aziendali

23 23 - Contenuti - Contenuti Il contesto competitivo delle PMI I “pilastri” dell’offerta di Banca Intesa Intesa Nova Intesa Senza Confini Intesa Brand Intesa Basilea Intesa Eurodesk

24 24 Collaborare con le ImpreseOffrire consulenza finanziaria Basilea 2 è un’occasione per la Banca per rafforzare il posizionamento distintivo nel dialogo e nella collaborazione concreta con le Imprese Essere la prima Banca a proporsi in affiancamento alle Imprese per prepararle all’introduzione di Basilea 2 con un’offerta di consulenza specifica Predisporre un’offerta, competenze e strumenti specifici per supportare un dialogo trasparente tra Banca e Impresa con un approccio al Cliente che parte dalle sue esigenze Il Progetto IntesaBasilea Consulenza Basilea II Intesa Basilea è il servizio innovativo di Banca Intesa sviluppato per accompagnare le PMI nella comprensione dei cambiamenti e delle opportunità indotte da Basilea II

25 25 Quale sarà la percentuale di crescita/ decrescita di fatturato per il prossimo anno? Posizionare sulla scala le previsioni di crescita/ decrescita di fatturato dell’Impresa con riferimento alla media di Settore Crescita dell’Impresa con riferimento al Settore di appartenenza Quale sarà la percentuale di crescita/ decrescita del fatturato estero nei prossimi due anni? Posizionare sulla scala l’incidenza del fatturato estero sul fatturato nazionale dell’Impresa con riferimento al dato di Settore Internazionaliz- zazione Posizionare sulla scala la Quota di Mercato dell’Impresa con riferimento al Settore di appartenenza Posizione nel Settore Posizionare sulla scala l’incidenza di rischi specifici (norme, estero etc.) nel Settore Rischi del Settore Elementi di valutazione Domande presenti nel questionario Intesa Basilea Col supporto di una metodologia sviluppata a livello “centrale”,....

26 26 Messaggi disponibili su "Intesa Basilea" “Risultati controparte” La barra cromatica sintetizza la valutazione coerente con il rating della composizione degli indici Ad esempio, cliccando sul simbolo per il fattore “Bilancio”, si apre la videata in cui vengono proposte raccomandazioni in funzione del posizionamento dei singoli indici sui tre intervalli cromatici:  Critico (rosso)  Nella media (giallo)  Positivo (verde) Per ciascuno dei fattori di valutazione la raccomandazione è articolata in determinanti e offerta a supporto... Per fornire indicazioni per l’ottimizzazione della situazione finanziaria e del profilo di rischio del cliente Intesa Basilea

27 27 Tali indicazioni confluiscono all’interno di strumenti di simulazione dedicati che supportano la scelta delle soluzioni più idonee per il cliente Intesa Basilea

28 28 La competizione nel settore dei servizi bancari alle PMI si è intensificata notevolmente e ha prodotto una forte spinta alla INNOVAZIONE dei servizi e alla QUALITA’ delle relazioni L’innovazione dei servizi bancari è un processo che è partito dall’ascolto delle esigenze degli imprenditori. Tuttavia il processo di cambiamento non si è ancora sviluppato in modo compiuto a causa dello storico rapporto impresa-banca, ancorato a metodi di comunicazione superati e poco efficaci Gli imprenditori devono dedicare più tempo a conoscere le banche ed i loro servizi per ‘scegliere’ i fornitori strategici di finanza in base alle proprie necessità e ai piani di sviluppo Le banche, nell’applicazione dei requisiti di capitale imposti da Basilea2, stanno selezionando tra la propria clientela gli imprenditori sempre più spesso in base alla loro capacità e alle prospettive di crescita e meno in funzione delle garanzie patrimoniali Osservazioni finali

29 29 - Contenuti - Contenuti Il contesto competitivo delle PMI I “pilastri” dell’offerta di Banca Intesa Intesa Nova Intesa Senza Confini Intesa Brand Intesa Basilea Intesa Eurodesk

30 Il supporto di Banca Intesa all’accesso ai finanziamenti comunitari per la ricerca e lo sviluppo

31 31 Che cosa è IntesaEurodesk IntesaEurodesk è la risposta di Banca Intesa alle difficoltà che i nostri clienti incontrano nell’avere accesso ai finanziamenti europei dedicati alla ricerca e sviluppo tecnologico (R&S); Oltre ai Fondi Strutturali, la Commissione Europea mette a disposizione delle imprese europee decine di miliardi di Euro; I fondi nazionali del MIUR e del MAP sono discontinui e spesso sospesi. I fondi europei sono invece disponibili per i nostri clienti più innovativi, che vogliano rimanere competitivi. Aumento della spesa in R&S della Cina è del 18,6% l’anno dal 2000 ad oggi (mentre media dei paesi UE è del 2,4)! Aumento della spesa in R&S della Cina è del 18,6% l’anno dal 2000 ad oggi (mentre media dei paesi UE è del 2,4)!

32 32 Quali sono i finanziamenti disponibili 7° Programma Quadro ( ): bilancio 54 miliardi di €; Finanziamento a FONDO PERDUTO direttamente alle aziende; Copre nove aree di ricerca industriale (vedi seguito); Le PMI vengono finanziate anche in settori di ricerca diversi dai nove identificati; Finanzia i progetti di R&S transnazionali; I progetti vengono presentati alla Commissione Europea tramite BANDI.

33 33 La partecipazione delle aziende italiane ai programmi europei La situazione dell’Italia: l'Italia contribuisce al budget UE per il 13,73% ma riceve attraverso il 6° Programma Quadro (PQ) ( ) per il 9,2%. Volendo monetarizzare le percentuali, considerando che il 7°PQ ( ) sarà dotato di 54 miliardi di Euro, l'Italia ne paga 7.4 e ne prende 4.9. Lo squilibrio tra quanto dato e quanto preso è quindi di circa 2.5 miliardi di €! La situazione dei Paesi di dimensioni simili all’Italia: La Germania prende il 19,6%, la Francia il 13,6% e il Regno Unito il 13,5% e dunque presentano tutti dei tassi di ritorno finanziario superiori a quello dell’Italia (9,2%).

34 34 La partecipazione delle aziende italiane ai programmi europei (segue) Il coordinamento dei progetti: è qui che l’Italia presenta forse la debolezza più grande. Il rateo di successo dei progetti a coordinamento italiano è bassissimo: in media solo il 13,1% delle proposte con capofila italiano viene finanziato (F 26,6%; UK 21,6%; G 19,3%; B 28,1%). Persino la Lettonia nel coordinamento presenta un tasso di successo superiore a quello italiano (22,2%)! In generale vengono approvati i progetti migliori in termini assoluti, ovvero quelli che rispondono nella maniera più consona ai requisiti formali e sostanziali richiesti. Le difficoltà di accesso alle risorse comunitarie, largamente evidenziate dalle aziende italiane, sono riconducibili ad un insieme di lacune informative ed organizzative, che di fatto ne ostacolano l’allineamento con le best practices europee.

35 35 Le cause dello squilibrio: la nostra analisi Gravi lacune informative sulle opportunità di finanziamento comunitario e sulle relative capacità di accesso; Riluttanza delle imprese ad investire tempo e risorse nei procedimenti competitivi richiesti dai programmi europei; Difficoltà ad interagire in contesti europei ed internazionali.

36 36 Le cause dello squilibrio in particolare per la R&S Criticità nelle scelte aziendali:  Insufficiente pianificazione strategica degli investimenti nel settore della R&S da parte delle imprese italiane rispetto ai loro concorrenti europei;  Tradizionale ricorso ai soli fondi nazionali MIUR e MAP (distribuiti “a pioggia”);  Mancata integrazione della programmazione comunitaria quale elemento strategico e prioritario dei piani di sviluppo;  Difficoltà nella creazione di partnership internazionali durature (know-how).

37 37 La nostra risposta IntesaEurodesk Banca Intesa ha ad oggi le risorse per intervenire a fianco di quei clienti che vogliano investire in strategie di sviluppo ed innovazione, che non temano la concorrenza e che percepiscano come centrale al proprio sviluppo una programmazione a medio e lungo termine della propria attività di ricerca. Banca Intesa ha predisposto una serie di servizi e prodotti altamente innovativi come IntesaNova, Intesa Soluzioni Tech, IntesaExport ed ora IntesaEurodesk. IntesaEurodesk si indirizza alle piccole, alle medie e alle grandi aziende che abbiano la capacità di competere a livello internazionale per aggiudicarsi gli oltre 54 miliardi di €.

38 38 Servizi e prodotti Analisi preliminare del progetto:  Esame delle attività e dei progetti del cliente ammissibili ai finanziamenti comunitari ad erogazione diretta (settore della ricerca e sviluppo e/o altri settori quali protezione ambientale, audiovisivo, cultura, cooperazione allo sviluppo); Assistenza e consulenza progettuale:  Consulenza ed assistenza relativamente alla redazione del progetto;  Consulenza sulla prassi di strutturazione dei partenariati afferenti ad un progetto e sulle modalità di ricerca partner;  Consulenza relativamente all’organizzazione di eventi di sponsorizzazione/presentazioni di progetti finanziati dai programmi europei. Monitoraggio sui programmi di finanziamento:  Monitoraggio sull’evoluzione delle politiche e dei programmi di finanziamento comunitari ad erogazione diretta ed analisi preliminare del potenziale impatto sulle attività del cliente.

39 39 Il Comitato di Valutazione Valutazione del progetto da parte del Comitato di Valutazione di IntesaEurodesk (di prossima istituzione):  Esame dello stato dell’arte nel settore di riferimento del progetto del cliente;  Valutazione del grado di eccellenza ed innovazione del progetto con riferimento ad un benchmark europeo;  Analisi degli impatti potenziali sul mercato di riferimento.

40 40 Prodotti e servizi Prodotti informativi:  EU BUSINESS NEWS: Newsletter settimanale di informazione sulle opportunità di finanziamento derivanti dai programmi europei;  EU TENDERS: Servizio giornaliero di informazione sui bandi di gara delle istituzioni comunitarie pubblicati nella Gazzetta Ufficiale dell’UE;  FORMAZIONE.

41 41 I prossimi mesi Obiettivi IntesaEurodesk  Identificazione delle società più innovative in collaborazione con le altre Divisioni della Banca (Rete e Corporate) oltre che con le Associazioni di Categoria da immettere nei bandi dei nuovi Programmi Europei (soprattutto 7° Programma Quadro per la R&S);  Individuazione delle eccellenze nelle regioni del Sud Italia da preparare per partecipare ai nuovi Programmi Europei;  Lobbying presso le Istituzioni europee per la redazione dei bandi secondo gli interessi del sistema industriale e accademico italiano;  Creazione del Sistema Paese per la formazione di esperti nella progettazione comunitaria da affiancare alle imprese clienti;  Allargamento partnership internazionali dei clienti;  Sinergie anche con Banche Estero e Banche Italia.

42 42 Settori strategici 2006 individuati da IntesaEurodesk Agroalimentare€ 1.9 mld Biomedicale€ 5.9 mld Energia€ 2.2 mld Settori prioritari per la crescita sostenibile del Paese:  Agroalimentare;  Biomedicale;  Energia. Settori 7°Programma Quadro* *Ripartizione valida nella prospettiva di budget totale di € 54 mld.

43 43 Contatti Banca Intesa S.p.A. IntesaEurodesk Numero Verde


Scaricare ppt "Questo documento è di supporto ad una presentazione orale ed i relativi contenuti devono essere accompagnati dall’esposizione di chi ne ha curato la stesura."

Presentazioni simili


Annunci Google