La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Parlòmes Point Gruppo di lavoro Basilea 2 AIB Brescia, 9 dicembre 2003 Presentazione di: Giuseppe Mercurelli.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Parlòmes Point Gruppo di lavoro Basilea 2 AIB Brescia, 9 dicembre 2003 Presentazione di: Giuseppe Mercurelli."— Transcript della presentazione:

1 Parlòmes Point Gruppo di lavoro Basilea 2 AIB Brescia, 9 dicembre 2003 Presentazione di: Giuseppe Mercurelli

2 Parlòmes Point IL GRUPPO DI LAVORO

3 Parlòmes Point IL PROGETTO BASILEA 2 SCENARIO specie nelle fasi meno favorevoli della congiuntura Il nuovo accordo interbancario di Basilea (noto come Basilea 2) introduce un legame più stretto fra rischio di credito e patrimonio delle banche. Lintroduzione del rating per valutare la capacità di credito dei prenditori avrà un impatto sulle imprese che si vedranno modificate le valutazioni effettuate dalle banche nei loro confronti ed i criteri di erogazione del credito, con ripercussioni sul complesso delle risorse prese a prestito e sui relativi costi, specie nelle fasi meno favorevoli della congiuntura. FINALITÀ Approfondimento dellaccordo. Riflessi sulle diverse categorie di imprese. Criteri per valutare la capacità di credito delle imprese (rating). Dati e informazioni da fornire per il calcolo del rating. Interventi sui sistemi informativi aziendali per produrre i dati e le informazioni richiesti dalle banche. Simulazione degli effetti di Basilea 2 su un campione di imprese. Elaborazione di un modello di autovalutazione delle aziende nella prospettiva di Basilea 2.

4 Parlòmes Point Esame in profondità delle normative riguardanti laccordo Basilea 2. Analisi della situazione economico - finanziaria di un campione di 450 aziende bresciane. Simulazione degli effetti di Basilea 2 su un campione di imprese italiane (Unioncamere). Incontri con le banche (Banca Lombarda, Capitalia, Banca Popolare di Milano, San Paolo IMI). Esame e confronto dei metodi di calcolo del rating delle diverse banche. Individuazione degli elementi per costruire uno strumento di autovalutazione della capacità di credito delle aziende. IL PERCORSO EFFETTUATO

5 Parlòmes Point Le componenti fondamentali del rating ed i pesi attributi a ciascuna dai diversi istituti di credito. Il collegamento fra il rating e il pricing dei crediti. Il ruolo degli addetti alla relazione con la clientela nella raccolta dei dati qualitativi per una valutazione soggettiva dellazienda. Le deleghe concesse alla rete commerciale nella negoziazione del pricing. GLI STRUMENTI SCOPERTI / ACQUISITI

6 Parlòmes Point LE LOGICHE DI ASSEGNAZIONE DEL RATING

7 Parlòmes Point LANALISI DI BILANCIO - LE AREE INFORMATIVE IV° Gestione circolante e liquidità III° Produttività II° Redditività V° Struttura finanziaria I° Sviluppo aziendale Rating di bilancio

8 Parlòmes Point SVILUPPO: sono premiate le aziende che sviluppano la propria attività REDDITIVITÀ: sono premiate le aziende che producono reddito e cash flow in misura adeguata per remunerare i fattori della produzione, creare valore per gli azionisti e risorse per lautofinanziamento PRODUTTIVITÀ: sono premiate le aziende impiegano efficacemente capitale e lavoro nel processo produttivo, limitando il più possibile sacche di inefficienza GESTIONE CIRCOLANTE/LIQUIDITÀ: sono premiate le aziende sufficientemente liquide per evitare rischi di tensioni finanziarie STRUTTURA FINANZIARIA: sono premiate le aziende che hanno una struttura finanziaria equilibrata tra capitale di debito e capitale di rischio LANALISI DI BILANCIO - Il profilo ideale

9 Parlòmes Point IL QUESTIONARIO QUALITATIVO - LE AREE INFORMATIVE Giudizio qualitativo Attività dellimpresa Assetto proprietario Posizione dellazienda sul mkt Fattori critici di successo/debolezza Aspetti fin. contabili Analisi del mkt Valutazione manager Fattori e comportamenti a rischio

10 Parlòmes Point ATTIVITÀ DELLIMPRESA: sono premiate le aziende storiche e con un lungo rapporto di collaborazione con la banca. ASSETTO PROPRIETARIO E GRUPPO DI APPARTENENZA DELLIMPRESA: sono premiate le aziende con struttura societaria solida, preferibilmente capogruppo se facenti parte di un gruppo, e se competono su base nazionale ed internazionale. MERCATI IN CUI OPERA LIMPRESA: sono premiate le aziende con prodotti consolidati, non soggette ad elevate pressioni concorrenziali o allingresso di nuovi concorrenti su prodotti affini. Con un elevato potere contrattuale nei confronti dei fornitori e clienti e che producono beni non soggetti a rapida obsolescenza. POSIZIONE DELLIMPRESA SUL MERCATO: sono premiate le aziende con fatturato in crescita, buona posizione di mercato e con una produzione sufficientemente ampia e diversificata. IL QUESTIONARIO QUALITATIVO - Il profilo ideale

11 Parlòmes Point FATTORI CRITICI DI SUCCESSO/DEBOLEZZA DELLE IMPRESE DEL SETTORE: sono premiate le aziende in grado di esibire una significativa flessibilità produttiva combinata con un marchio affermato sul mercato, canali distributivi che assicurano efficienza e capillarità nel raggiungere il cliente e buone assistenze post vendita alla clientela. ASPETTI FINANZIARI E CONTABILI: sono premiate le aziende sufficientemente capitalizzate e puntuali nei pagamenti, che adottano politiche di bilancio prudenziali e trasparenti, che utilizzano strumenti di pianificazione dellattività (budget, controllo di gestione, piano industriale a medio termine, ecc.) VALUTAZIONE DEL MANAGEMENT: sono premiate le aziende condotte da manager (o imprenditori) dotati di esperienza e prudenti nelle scelte di business FATTORI E COMPORTAMENTI A RISCHIO: sono premiate le aziende con portafogli clienti ampi e diversificati, puntuali nei pagamenti e condotte prudenti di business. IL QUESTIONARIO QUALITATIVO - Il profilo ideale

12 Parlòmes Point Indicazioni espresse dalle banche intervistate circa la rilevanza attribuita ai vari elementi che concorrono a determinare il rating

13 Parlòmes Point Incontri operativi con gruppi limitati di aziende per esaminare gli aspetti dellaccordo che riguardano le imprese e illustrare le logiche di assegnazione del rating. Valutazione della capacità di credito delle aziende associate sulla base di un modello di simulazione. Consulenza per migliorare il rating individuando le variabili critiche allinterno delle aree di valutazione dellazienda. SUPPORTI DELLAIB ALLE ASSOCIATE NELLA PROSPETTIVA BASILEA 2

14 Parlòmes Point REALIZZAZIONE DI UNA PROCEDURA DI AUTOVALUTAZIONE AZIENDALE Modello di simulazione Rating e indicazioni delle variabili su cui intervenire per migliorarlo Dati anagraficiOperatività con le banche Questionario qualitativo Dati di bilancio Posizione di mercato


Scaricare ppt "Parlòmes Point Gruppo di lavoro Basilea 2 AIB Brescia, 9 dicembre 2003 Presentazione di: Giuseppe Mercurelli."

Presentazioni simili


Annunci Google