La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SEMINARIO – Il sistema nazionale e regionale di allertamento per la gestione del rischio idrogeologicoo ed idraulico Bologna - 23 Febbraio 2004 Sandro.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SEMINARIO – Il sistema nazionale e regionale di allertamento per la gestione del rischio idrogeologicoo ed idraulico Bologna - 23 Febbraio 2004 Sandro."— Transcript della presentazione:

1 SEMINARIO – Il sistema nazionale e regionale di allertamento per la gestione del rischio idrogeologicoo ed idraulico Bologna - 23 Febbraio 2004 Sandro Nanni Arpa - Servizio IdroMeteorologico Emilia-Romagna La rete integrata di monitoraggio idro-meteo-pluviometrico della Regione Emilia-Romagna

2 SEMINARIO – Il sistema nazionale e regionale di allertamento per la gestione del rischio idrogeologicoo ed idraulico Bologna - 23 Febbraio 2004 Criticità del monitoraggio in tempo reale - anno 2000  Carenza osservativa della rete al suolo: problema di disomogeneità di copertura del territorio regionale problema di differenti livelli di manutenzione  Copertura radar regionale incompleta: stima quantitativa di precipitazione da radar solo aree di 100 km circa di raggio (escluse le provincie di Piacenza, Parma e parte di Reggio Emilia)  Accessibilità parziale ai dati: impossibilità di “vedere” ad un dato istante, presso uno o più centri, l’insieme delle informazioni potenzialmente disponibili dei vari gestori

3 SEMINARIO – Il sistema nazionale e regionale di allertamento per la gestione del rischio idrogeologicoo ed idraulico Bologna - 23 Febbraio 2004 Superamento delle criticità - anno 2001 Progetto RIRER ( Delibere di Giunta 2515/01, 2606/03 ) Obiettivo:  transitare ad una gestione unitaria delle reti Finalità:  ottimizzare le risorse umane e materiali già presenti e quelle attribuite dallo Stato alla Regione, garantendo il coordinamento di tutte le attività.  fornire un moderno sistema di monitoraggio idro-meteo-pluviometrico, garantendo a tutti gli utenti la visibilità dei dati della rete integrata.

4 SEMINARIO – Il sistema nazionale e regionale di allertamento per la gestione del rischio idrogeologicoo ed idraulico Bologna - 23 Febbraio 2004 Anno Reti idro-meteo-pluviometriche Presenza di più Enti, pubblici e privati, gestori di reti: Pubblici Ex Uffici Compartimentali SIMN Bologna e Parma 68 stazioni AIPO (ex Magistrato per il Po) 12 stazioni RER (Servizi Tecnici di Bacino e Protezione Civile) 76 stazioni ARPA-SMR 33 stazioni Province e Comuni 20 stazioni TOTALE 209 (99 RER) Privati Consorzi di Bonifica oltre 100 stazioni + 1 radar meteorologico (San Pietro Capofiume) gestito da ARPA-SMR

5 SEMINARIO – Il sistema nazionale e regionale di allertamento per la gestione del rischio idrogeologicoo ed idraulico Bologna - 23 Febbraio 2004 Interventi di potenziamento : periodo Interventi: completati, avviati (chiusura nel 2004) Interventi Leggi Risorse (K€) Ex-DSTN Venezia-Parma (quota ER) Finanziamento ordinario 614 STB Reno (Bo) (L.183/89, Ord.3090/00) 63 STB Taro e Parma (Pr) (L.183/89) 760 STB Trebbia e Nure (Pc) (Ord.3090/00) 517 STB Trebbia e Nure + Pr.Civ. RER (Ord. 3090/00) ARPA-SMR Romagna (quota ER) (L.267/98 e 365/00) 638 ARPA-SMR Bacino Po (quota ER) (L.267/98 e 365/00) ARPA-SMR Rete meteo/urbana (Fondi RER,Prov. BO-MO) 509 Funz. Delegato radar Gattatico (L.267/98) Totale (IVA esclusa) 8.101

6 SEMINARIO – Il sistema nazionale e regionale di allertamento per la gestione del rischio idrogeologicoo ed idraulico Bologna - 23 Febbraio 2004 Interventi di potenziamento : periodo Interventi Num. Stazioni ( Prec. Idro. rip.) Ex-DSTN Venezia-Parma (quota ER) STB Reno (Bo) STB Taro e Parma (Pr) STB Trebbia e Nure (Pc) STB Trebbia e Nure + Pr.Civ. RER ARPA-SMR Romagna (quota ER) ARPA-SMR Bacino Po (quota ER) ARPA-SMR Rete meteo/urbana 49 (9) 49 TOTALE Altre attività: aggiornamento di stazioni esistenti, acquisizioni di nuovi ripetitori radio, centrali di elaborazione, postazioni di visualizzazione, SW.

7 SEMINARIO – Il sistema nazionale e regionale di allertamento per la gestione del rischio idrogeologicoo ed idraulico Bologna - 23 Febbraio 2004 Consistenza della rete regionale integrata in telemisura Situazione a completamento degli interventi ( ) Fanno parte della rete regionale anche: Ripetitori radio Server/elaboratori Postaz./ PC port Sono integrate in tempo reale: 97 stazioni (AIPO, Provincie, Bonifiche) Rete Radar Esistente 2 San Pietro Capofiume (BO) – Gattatico (RE)

8 SEMINARIO – Il sistema nazionale e regionale di allertamento per la gestione del rischio idrogeologicoo ed idraulico Bologna - 23 Febbraio 2004 La manutenzione della rete integrata Negli ultimi 4 anni sono stati fatti investimenti in ambito idro-meteorologico in Emilia-Romagna, con fondi statali e regionali, il cui importo complessivo è molto superiore alla somma degli interventi fatti nei precedenti 20 anni. E’ indispensabile ora garantire un adeguato livello di manutenzione della rete regionale integrata: Costo unitario/anno (€) 382 stazioni idro-meteo ripetitori server/postaz./PC portatili radar meteorologici Costi di manutenzione a regime (€) ANNO 2005 Rete di stazioni Rete radar Totale Finanziamenti da Regione, Arpa, Dipartimento di Prot. Civile (quota 30%)

9 SEMINARIO – Il sistema nazionale e regionale di allertamento per la gestione del rischio idrogeologicoo ed idraulico Bologna - 23 Febbraio 2004 Rete idrometrica integrata

10 SEMINARIO – Il sistema nazionale e regionale di allertamento per la gestione del rischio idrogeologicoo ed idraulico Bologna - 23 Febbraio 2004 Rete pluviometrica integrata

11 SEMINARIO – Il sistema nazionale e regionale di allertamento per la gestione del rischio idrogeologicoo ed idraulico Bologna - 23 Febbraio 2004 Rete Radar Meteorologica Emilia-Romagna GattaticoSan Pietro Capofiume

12 SEMINARIO – Il sistema nazionale e regionale di allertamento per la gestione del rischio idrogeologicoo ed idraulico Bologna - 23 Febbraio 2004

13 SEMINARIO – Il sistema nazionale e regionale di allertamento per la gestione del rischio idrogeologicoo ed idraulico Bologna - 23 Febbraio 2004 Le linee guida sono descritte da un capitolato scaricabile dal sito: ftp://ftp.smr.arpa.emr.it/distribuzione_dati/WEBcapitolato.doc La procedura di richiesta/scarico dati via web si divide in 5 fasi: Autenticazione degli utenti Selezione ● Estrazione ● Presentazione ● Consegna L’accesso via web al Data Base idro-meteo-pluvio

14 SEMINARIO – Il sistema nazionale e regionale di allertamento per la gestione del rischio idrogeologicoo ed idraulico Bologna - 23 Febbraio 2004 Fase di selezione Singolo intervallo temporale Vincoli geografici –Regione, provincia, comune –Macro-area, bacino, sotto-bacino –Quota s. l. m. –Rettangolo geografico Vincoli di tipologia delle stazioni –SYNOP, METAR, AGRMET,... Vincoli sulla tipologia della variabile misurata Variabile specifica della rete di misura Stessa grandezza fisica, misurate da stazioni di reti diverse Frequenza di rilevamento

15 SEMINARIO – Il sistema nazionale e regionale di allertamento per la gestione del rischio idrogeologicoo ed idraulico Bologna - 23 Febbraio 2004 Fase di estrazione Generazione della richiesta che, a seconda della tipologia di utente, potrà: Essere immediatamente eseguita Essere archiviata in una "coda" di richieste pendenti che verranno esaudite da un operatore In entrambi i casi le richieste verranno catalogate su file in modo tale da poter avere traccia di tutte le estrazioni effettuate

16 SEMINARIO – Il sistema nazionale e regionale di allertamento per la gestione del rischio idrogeologicoo ed idraulico Bologna - 23 Febbraio 2004 Ogni utente ha associata una delle possibili combinazioni delle seguenti modalità di presentazione: Presentazione in forma tabulare Presentazione in forma grafica Presentazione in formato testo con campi separati da virgola (formato "Valori Misurati") In questa fase l'utente può specificare, qualora sia previsto dal suo profilo, il livello di qualità dei dati Fase di presentazione

17 SEMINARIO – Il sistema nazionale e regionale di allertamento per la gestione del rischio idrogeologicoo ed idraulico Bologna - 23 Febbraio 2004 Ogni utente ha associata una delle possibili combinazioni dei seguenti metodi di consegna: Consegna diretta sul terminale dell'utente Consegna immediata a mezzo o ftp Consegna differita a mezzo oppure ftp oppure fax oppure lettera In questo ultimo caso le richieste vengono gestite da un operatore Fase di consegna

18 SEMINARIO – Il sistema nazionale e regionale di allertamento per la gestione del rischio idrogeologicoo ed idraulico Bologna - 23 Febbraio 2004 Chiunque utilizzi l'interfaccia deve registrarsi Ad ogni utente viene assegnato un profilo che comporta una o più delle seguenti limitazioni: Temporali Quantitative Geografiche Tipologia di stazione, di variabile, di elaborazione statistica Qualità dei dati Definizione di utente

19 SEMINARIO – Il sistema nazionale e regionale di allertamento per la gestione del rischio idrogeologicoo ed idraulico Bologna - 23 Febbraio 2004 Parti implementate Selezione su cartina georeferenziata Selezione mediante frase logica Selezione delle variabili Modulo di presentazione dei dati Parti non ancora implementate Modulo di autenticazione degli utenti Modulo di esecuzione differita delle richieste Alcuni tipi di restituzione dei dati

20 SEMINARIO – Il sistema nazionale e regionale di allertamento per la gestione del rischio idrogeologicoo ed idraulico Bologna - 23 Febbraio 2004 Come si presenta l'interfaccia

21 SEMINARIO – Il sistema nazionale e regionale di allertamento per la gestione del rischio idrogeologicoo ed idraulico Bologna - 23 Febbraio 2004 Tempistica Consegna del prodotto a due utenti regionali per la prima sperimentazione esterna: marzo ( Protezione Civile, Servizio Difesa del Suolo) Consegna del prodotto a altri utenti regionali (Servizi Tecnici di Bacino) aprile Raccolta di osservazioni/suggerimenti per il miglioramento del prodotto entro maggio Accesso al prodotto per tutta l’utenza giugno A queste date il Data Base non sarà completo di tutti i dati storici (sia quelli a 15’ di frequenza che i giornalieri), né saranno implementate tutte le procedure automatiche di quality control. Il Data Base sarà completato entro dicembre 2004

22 SEMINARIO – Il sistema nazionale e regionale di allertamento per la gestione del rischio idrogeologicoo ed idraulico Bologna - 23 Febbraio 2004 Risultati attesi a espletamento del progetto RIRER  Adeguata copertura territoriale e ridondanza di sistema (“back-up caldo”)  Completamento e accessibilità della banca dati idro-meteo-pluviometrica, (procedure documentate di controllo di qualità dei dati)  Conservazione nel tempo del livello tecnologico della rete integrata Risorse adeguate per la MANUTENZIONE

23 SEMINARIO – Il sistema nazionale e regionale di allertamento per la gestione del rischio idrogeologicoo ed idraulico Bologna - 23 Febbraio 2004 Vedere per Prevedere Prevedere per Prevenire

24 SEMINARIO – Il sistema nazionale e regionale di allertamento per la gestione del rischio idrogeologicoo ed idraulico Bologna - 23 Febbraio 2004 RINGRAZIAMENTI Lucio Botarelli ARPA-SIM: co-autore del progetto Massimo Bider, Marco Lazzeri ARPA-SIM: Data Base PierMario Bonotto : referente tecnico per la Regione I componenti del Tavolo Tecnico Reti: direttive di RIRER


Scaricare ppt "SEMINARIO – Il sistema nazionale e regionale di allertamento per la gestione del rischio idrogeologicoo ed idraulico Bologna - 23 Febbraio 2004 Sandro."

Presentazioni simili


Annunci Google