La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

 Strumenti indagine\intervento per sondare il CLIMA ORGANIZZATIVO nell’ambito della psicologia delle organizzazioni  focus group tradizionali; batterie.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: " Strumenti indagine\intervento per sondare il CLIMA ORGANIZZATIVO nell’ambito della psicologia delle organizzazioni  focus group tradizionali; batterie."— Transcript della presentazione:

1

2  Strumenti indagine\intervento per sondare il CLIMA ORGANIZZATIVO nell’ambito della psicologia delle organizzazioni  focus group tradizionali; batterie di domande;test etc Strumenti non predittivi, si conoscono già le risposte.

3  Studio delle dinamiche relazionali in vivo  Libertà e fluire delle dinamiche  Utilizzo strumenti quantitativi e qualitativi (griglie di Bales rivisitate)  Registrazione delle unità

4  Cambiamenti organizzativi  Ruoli e funzioni ( leadership)  Fabbisogni delle organizzazioni di tipo sociale, psichico e formativo  Stress, fenomeni di mobbing, relazioni sociali  Clima organizzativo

5  Partendo dalla complessità dei gruppi di lavoro, la maggior parte delle attività si svolgono o si debbono relazionare con i gruppi, ci si prepone l’obiettivo d’indagare l’oggetto d’indagine concepito come una realtà viva e mutevole  In alcuni casi anche per la selezione del personale

6  Stimolo: impressioni sul termine  Esempio nuotare in piscina.

7  il clima è causa-effetto delle percezioni individuali dei membri di una organizzazione influenzate dall’ambiente circostante ma che allo stesso tempo influiscono sulla sua struttura interna  L’atmosfera, intesa come l’insieme di percezioni, sentimenti e vissuti dei membri di un gruppo che in qualche modo definiscono il clima stesso

8  il clima rappresenta le qualità dell’ambiente relazionale, il calore, il sostegno, il lavorare insieme, lo stare insieme, determinando così il comportamento di ogni membro, dei singoli gruppi e quindi il funzionamento dell’organizzazione nel suo complesso  Il clima accoglie i vissuti psichici delle persone che compongono il gruppo

9  Mondo del lavoro, sport, tempo libero, scuola, sociale, politica, associazionismo categorie produttive, del sindacato, dei piccoli gruppi di interesse  Discorso di facciata.  Gruppi senz’anima, elementi deprivanti ad energia zero

10  Modo migliore per presiedere i cambiamenti, le turbolenze, i momenti di forte incertezza  Il gruppo, i piccoli gruppi sono i motori del cambiamento  Stimolo: Perché i gruppi sono importanti nei momenti di cambiamento?

11  L'appartenenza non è lo sforzo di un civile stare insieme non è il conforto di un normale voler bene l'appartenenza è avere gli altri dentro di sé. L'appartenenza non è un insieme casuale di persone non è il consenso a un'apparente aggregazione l'appartenenza è avere gli altri dentro di sé. Uomini uomini del mio passato che avete la misura del dovere e il senso collettivo dell'amore io non pretendo di sembrarvi amico mi piace immaginare la forza di un culto così antico e questa strada non sarebbe disperata se in ogni uomo ci fosse un po' della mia vita ma piano piano il mio destino é andare sempre più verso me stesso e non trovar nessuno. L'appartenenza non è lo sforzo di un civile stare insieme non è il conforto di un normale voler bene l'appartenenza è avere gli altri dentro di sé. L'appartenenza è assai di più della salvezza personale è la speranza di ogni uomo che sta male e non gli basta esser civile. E' quel vigore che si sente se fai parte di qualcosa che in sé travolge ogni egoismo personale con quell'aria più vitale che è davvero contagiosa.

12  Uomini uomini del mio presente non mi consola l'abitudine a questa mia forzata solitudine io non pretendo il mondo intero vorrei soltanto un luogo un posto più sincero dove magari un giorno molto presto io finalmente possa dire questo è il mio posto dove rinasca non so come e quando il senso di uno sforzo collettivo per ritrovare il mondo. L'appartenenza non è un insieme casuale di persone non è il consenso a un'apparente aggregazione l'appartenenza è avere gli altri dentro di sé. L'appartenenza è un'esigenza che si avverte a poco a poco si fa più forte alla presenza di un nemico, di un obiettivo o di uno scopo è quella forza che prepara al grande salto decisivo che ferma i fiumi, sposta i monti con lo slancio di quei magici momenti in cui ti senti ancora vivo. Sarei certo di cambiare la mia vita se potessi cominciare a dire noi.

13  Coppia= Per differenziarsi dagli altri l’individuo cerca di creare un legame particolare con l’altro da sé. Esclude gli altri.  Gruppo= interazione, orientata al fare insieme sulla base di legami e vincoli  Risposta a bisogno psichico  Membership= Sentimento di appartenenza

14

15  Mentalità collettiva. L’idea di essere parte di un soggetto, una singolare entità che esprime bisogni, comportamenti e una cultura propria.  Groupship. Negoziazione dei propri bisogni, la consapevolezza e l'accettazione di quelli altrui, rinuncia a una parte di sé per accogliere l’idea di far parte di quello specifico gruppo, e sentire di appartenere e quindi di partecipare

16  Trasformazione di fondo che passa dall’essere parte di un gruppo a l’essere per il gruppo e si chiama coesione

17 Figura 2 da dispensa

18  La coesione atteggiamento teso allo scopo, facilita la comunicazione, aumenta la performance del gruppo stesso, ma soprattutto accresce la soddisfazione dei i membri  L’evoluzione da gruppo a gruppo di lavoro è un processo di costruzione del gruppo attraverso dinamiche specifiche affettive e relazionali

19  Principale indicatore dello stato di salute del sistema gruppale. Indicatore di Benessere.  Espressione diretta della cultura del gruppo  Rilevando la dimensione soggettiva dell’organizzazione, si finisce col cogliere l’insieme delle percezioni soggettive socialmente condivise dai membri di un’organizzazione

20  Varia in rapporto alle diverse aree della stessa organizzazione e ha un notevole effetto sui soggetti appartenenti al gruppo di lavoro; incide per esempio sulla loro partecipazione o estraniazione  Una buona percezione del clima si attua quando c'è un giusto sostegno e calore nel gruppo e i ruoli dei singoli sono riconosciuti e valorizzati

21  Comunicazione in termini di apertura nel favorire cioè la libera espressione delle idee e manifestare una sorta di accoglienza  Influente sul clima è la leadership partecipativa e condivisa  La dimensione di clima è forse uno tra i concetti più complessi nello studio delle organizzazioni

22  “Tecnica di rilevazione sociale” che utilizza la discussione di gruppo su di un argomento che si vuole indagare in profondità  Osservazione delle interazioni che scaturiscono al’interno di una riunione di gruppo in seguito a stimoli precisi  Merton Finalità marketing. Es introduzione nuovi prodotti sul mercato

23  Chiave di lettura che parte dai soggetti, dall’oggetto d’indagine, non dallo scopo per il quale l’indagine viene condotta  Rileva le interazioni gruppali  Questionari e interviste individuali danno come risultato giudizi complessivi partendo dai singoli giudizi, negando la complessità. Focus Group esalta le differenze.  Proposta mettere al centro del dibattito non un argomento ma le dinamiche di gruppo

24  Lavorare sui vissuti emotivi del gruppo, sui sentimenti profondi  Il gruppo fa emergere i propri bisogni e li socializza  Strumenti:  Griglie di Bales  Conduttore  Osservatori  Videoregistrazione

25


Scaricare ppt " Strumenti indagine\intervento per sondare il CLIMA ORGANIZZATIVO nell’ambito della psicologia delle organizzazioni  focus group tradizionali; batterie."

Presentazioni simili


Annunci Google