La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ludovico Verde 2005 1 PSICOLOGIA DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI SEMINARIO DEL19/2: INTRODUZIONE/SOMMARIO LORGANIZZAZIONE E IL CLIMA ORGANIZZATIVO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ludovico Verde 2005 1 PSICOLOGIA DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI SEMINARIO DEL19/2: INTRODUZIONE/SOMMARIO LORGANIZZAZIONE E IL CLIMA ORGANIZZATIVO."— Transcript della presentazione:

1

2 Ludovico Verde 2005 1 PSICOLOGIA DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI SEMINARIO DEL19/2: INTRODUZIONE/SOMMARIO LORGANIZZAZIONE E IL CLIMA ORGANIZZATIVO

3 Ludovico Verde 2005 2 PSICOLOGIA DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI: DEFINIZIONE Può essere definita come la disciplina scientifica che pone in stretta relazione lo sviluppo organizzativo dellimpresa con i bisogni, le motivazioni e i valori dei lavoratori.

4 Ludovico Verde 2005 3 Psicologia del lavoro e delle organizzazioni: CAMPI DI APPLICAZIONE La Selezione e il Reclutamento LOrientamento Professionale LOrganizzazione (scientifica) del lavoro La Gestione delle Risorse Umane LErgonomia La Comunicazione interpersonale e istituzionale La Programmazione e la Pianificazione La Formazione La Sicurezza La patologia da/del lavoro

5 Ludovico Verde 2005 4 SOMMARIO DEL CORSO LORGANIZZAZIONE E IL CLIMA ORGANIZZATIVO: 19/2 IL TEAMWORKING: 26/2 LEADERSHIP & MOTIVAZIONE: 5/3 ASSESSMENT E FORMAZIONE: 12/3 LA COMUNICAZIONE E LA GESTIONE DEI CONFLITTI: 19/3 LO STRESS, IL BURNOUT, IL MOBBING: 2/4

6 Ludovico Verde 2005 5 Il concetto di organizzazione Cinque elementi costitutivi: 1.Appartenenza dei membri 2.Identità dellorganizzazione 3.Scopi chiari e definiti. 4.Struttura formalmente stabilita. 5.Trasformazione di elementi in entrata (input) in elementi in uscita (output)

7 Ludovico Verde 2005 6 Non esiste una definizione univoca di organizzazione Alla presenza di un aggregato abbastanza ampio di persone (dimensione), indirizzato al conseguimento di scopi rilevanti (solo in parte esplicitati formalmente) mediante lo svolgimento di compiti, che richiedono limpiego di conoscenze e strumenti (tecnologia); Alla divisione e specializzazione dei compiti (differenziazione); Alla necessità di portare ad unità gli sforzi compiuti (integrazione), attraverso regole e procedure; Al definirsi di una struttura che possa regolare le relazioni tra individui, gruppi e attvità in forma stabile ed esplicita (formalizzazione); Alla presenza di modalità di valutazione dellefficienza e dellefficacia con cui gli scopi attesi vengono raggiunti; Allimpegno perché lesperienza avviata abbia una certa durata nel tempo

8 Ludovico Verde 2005 7 Due processi di base La differenziazione: non tutti gli individui fanno le stese cose ma si specializzano nel fare sempre meglio in una parte del compito L integrazione che consente di riportare ad unità di intenti gli sforzi compiuti dalle persone che occupano i singoli ruoli

9 Ludovico Verde 2005 8 Accento sulle caratteristiche dellorganizzare più che su quelle dellorganizzazione Organizzare è unattività costituita da una serie di processi relazionali Politici Cognitivo-simbolici Sociali

10 Ludovico Verde 2005 9 Le variabili organizzative

11 Ludovico Verde 2005 10 Si può concepire il sistema come ununità organizzata di interrelazioni fra elementi, azioni o individui. Lorganizzazione trasforma, produce, connette, mantiene.

12 Ludovico Verde 2005 11 IL CLIMA ORGANIZZATIVO Il C.O. non è un concetto unidimensionale ma è composto da diversi fattori : Caratteristiche che descrivono unorganizzazione anche nella percezione collettiva che le persone hanno dello spirito della loro organizzazione La distinguono da altre organizzazioni anche in ordine alla cultura, ai valori e agli atteggiamenti Sono relativamente durature nel tempo Influenzano il comportamento degli individui nellorganizzazione Costituiscono un insieme aggregato di aspettative ed incentivi;

13 Ludovico Verde 2005 12 IL CLIMA ORGANIZZATIVO Insieme di valori e caratteristiche di unorganizzazione Che influenzano i comportamenti dei membri Condivisi dalla maggioranza e percepiti anche allesterno dellorganizzazione

14 Ludovico Verde 2005 13 APPROCCI TEORICI AL CLIMA ORGANIZZATIVO LAPPROCCIO STRUTTURALE: caratteristica o attributo appartenente allorganizzazione che esiste indipendentemente dalle percezioni individuali dei membri LAPPROCCIO PERCETTIVO: gli individui reagiscono e interpretrano le variabili situazionali in base alla loro valenza psicologica LAPPROCCI INTERATTIVO: linerazione tra gli individui e tra questi e lorganizzazione definisce il c. o. LAPPROCCIO CULTURALE: le persone interpretano, costruiscono, negoziano la realtà attraverso la creazione di una cultura condivisa che comprende i valori, i significati e le azioni.

15 Ludovico Verde 2005 14 NELLORGANIZZAZIONE… il clima è un aspetto fondamentale della realtà delle organizzazioni perché ha effetti sulla capacità dellorganizzazione di impiegare al meglio le risorse tecniche e umane; è uno strumento di consapevolezza, diagnosi organizzativa, di progettazione e riprogettazione e di cambiamento…

16 Ludovico Verde 2005 15 Ancora… Il clima organizzativo consiste nel dare senso e ordine a stimoli esterni; è un percorso individuale che si basa sulle rappresentazioni mentali interne ed attraverso il quale sono ordinati anche gli attributi dellambiente di lavoro. Il clima è una manifestazione della cultura.

17 Ludovico Verde 2005 16 CULTURA ORGANIZZATIVA linsieme degli assunti fondamentali che un dato gruppo ha inventato, scoperto o sviluppato imparando ad affrontare i suoi problemi di adattamento esterno e di integrazione interna e che hanno funzionato abbastanza bene da poter essere considerati validi e perciò insegnati ai nuovi membri dellorganizzazione come modo corretto di percepire, pensare e sentire in relazione a quei problemi.

18 Ludovico Verde 2005 17 QUALE CULTURA? CULTURA DI SERVIZIO Nei suoi rapporti con il pubblico il funzionario (agente della comunità) dà prova di spirito di Servizio, correttezza e disponibilità. Nel rispondere […..] il funzionario cerca di rendersi quanto più possibile utile e di rispondere nella maniera più completa e accurata alle domande postegli dal Codice di buona condotta amministrativa emanato dal Parlamento Europeo nel 2001

19 Ludovico Verde 2005 18 Le dimensioni del clima organizzativo CLIMA e soddisfazione lavorativa: rapporto tra qualità dellambiente lavorativo e soddisfazione al lavoro CLIMA e socializzazione al lavoro: la costruzione sociale della realtà CLIMA e successo aziendale: legame tra clima e performance

20 Ludovico Verde 2005 19 Specifiche del clima Organizzativo Coerenza della strategia e del funzionamento Politica di apertura sociale interna esterna Supporto materiale e morale Chiarezza dei compiti e dei ruoli Disponibilità e fluidità delle informazioni Non direttività Incoraggiamento alle idee innovative Spirito di squadra

21 Ludovico Verde 2005 20 Specifiche del clima Organizzativo Responsabilità/autonomia Sostegno emotivo Uguaglianza Coinvolgimento Libertà di espressione Pressione sul lavoro Comfort Intenzione di mobilità

22 Ludovico Verde 2005 21 GRAZIE PER LATTENZIONE…e ARRIVEDERCI ALLA PROSSIMA PUNTATA!


Scaricare ppt "Ludovico Verde 2005 1 PSICOLOGIA DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI SEMINARIO DEL19/2: INTRODUZIONE/SOMMARIO LORGANIZZAZIONE E IL CLIMA ORGANIZZATIVO."

Presentazioni simili


Annunci Google