La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

«Autonomia. Punto e a capo.» Roma, 29 Aprile 2015 - ITIS “Galileo Galilei” Autonomia e autovalutazione: quali connessioni virtuose?

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "«Autonomia. Punto e a capo.» Roma, 29 Aprile 2015 - ITIS “Galileo Galilei” Autonomia e autovalutazione: quali connessioni virtuose?"— Transcript della presentazione:

1 «Autonomia. Punto e a capo.» Roma, 29 Aprile ITIS “Galileo Galilei” Autonomia e autovalutazione: quali connessioni virtuose?

2 DDL Buona scuola (AC 2994) – Articolo 2 «Al fine di dare piena attuazione al processo di realizzazione dell’autonomia e di riorganizzazione dell’intero sistema di istruzione, nelle more della revisione del quadro normativo di attuazione dell’articolo 21 della legge 15 marzo 1997, n. 59, è rafforzata la funzione del Dirigente scolastico per garantire una efficiente gestione delle risorse umane, finanziarie, tecnologiche, materiali, fermi restando i livelli unitari e nazionali di fruizione del diritto allo studio, nonché gli elementi comuni dell’intero sistema scolastico pubblico.» Ma la paura del dirigente scolastico è la paura dell’autonomia scolastica

3 Autonomia scolastica Autovalutazione Contesto Esiti Processi (Pratiche didattiche / Pratiche organizzative) Promuovere la consapevolezza e la riflessione sui dati e le evidenze della propria scuola Avere la responsabilità e la capacità di intervenire sul proprio funzionamento RAV: Un modello comune

4 «L'autonomia delle istituzioni scolastiche è garanzia di libertà di insegnamento e di pluralismo culturale e si sostanzia nella progettazione e nella realizzazione di interventi di educazione, formazione e istruzione mirati allo sviluppo della persona umana, adeguati ai diversi contesti, alla domanda delle famiglie e alle caratteristiche specifiche dei soggetti coinvolti, al fine di garantire loro il successo formativo, coerentemente con le finalità e gli obiettivi generali del sistema di istruzione e con l'esigenza di migliorare l'efficacia del processo di insegnamento e di apprendimento.» [DPR 275/1999 – Art. 2] Quello che facciamo oggi era già scritto nel Regolamento dell’Autonomia

5 Il contenuto della legge (Art. 6 – DPR 80/2013) La pratica delle buone scuole a)Autovalutazione - Analisi continua del servizio erogato - Elaborazione di un documento di autovalutazione e formulazione di un piano di miglioramento. -Forte percezione del senso di comunità (comunità coesa); -Riunioni di confronto tra docenti della stessa classe o della stessa area disciplinare (anche se non sono previsti dal contratto di lavoro); -Incontri di condivisione con i genitori e con gli stessi alunni; -Scambi con altre scuole in Italia e in Europa, ecc; -Il dirigente scolastico “fa il punto” della situazione della scuola insieme ai suoi collaboratori e ne riferisce al Consiglio di istituto. b) Valutazione esterna -Prove nazionali Invalsi -Visite periodiche nella scuola -Riadattamento del piano di miglioramento. -Prove INVALSI (anche quando non erano obbligatorie); -Prove in proprio (classi non INVALSI + confronto risultati interni vs INVALSI; -Scarico e diffusione delle prove INVALSI (siamo ancora al 75%!) + Discussione in collegio; -Delegazioni dall’estero; -Capacità di rapido adattamento nei momenti critici. c) Azioni di miglioramento-Consapevolezza dei propri punti deboli; -Impegno per porvi rimedio (progetti, formazione docenti, incontri genitori, modifica criteri formazione delle classi, riadattamento dei team e dei consigli di classi); -Tutoraggi Novizi / Esperti. d) Rendicontazione sociale-Massima trasparenza; -Nessun timore di rendere conto del proprio operato; -Siti ricchi di informazioni e di nomi e funzioni; -Consulenti esperti, gare scolastiche, conferenze, cineforum, cori, ecc.

6 L’assetto concettuale Competenze dello Stato: Ordinamento del Sistema Scolastico; Livelli essenziali delle prestazioni Scuole autonome Attività Formative Dirigente Scolastico Alunni

7 L’assetto concettuale Competenze dello Stato: Ordinamento del Sistema Scolastico; Livelli essenziali delle prestazioni Scuole autonome Gestione Attività Formative Dirigente Scolastico Piano dell’Offerta Formativa Programma Annuale Alunni

8 L’assetto concettuale Competenze dello Stato: Ordinamento del Sistema Scolastico; Livelli essenziali delle prestazioni Scuole autonome Gestione Attività Formative Revisori dei conti Corte dei Conti Controllo di gestione INValSI Servizio Nazionale di Valutazione Efficienza Controllo di qualità Efficacia Dirigente Scolastico Consiglio d’Istituto Collegio Docenti Piano dell’Offerta Formativa Programma Annuale Alunni Curricoli Acquisizione e certificazione di competenze Sperimentazione e ricerca Formazione insegnanti Offerte culturali extracurricolari Reti e consorzi Sponsor Appalti, convenzioni Custodia beni Risorse umane Risorse economiche


Scaricare ppt "«Autonomia. Punto e a capo.» Roma, 29 Aprile 2015 - ITIS “Galileo Galilei” Autonomia e autovalutazione: quali connessioni virtuose?"

Presentazioni simili


Annunci Google