La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La valutazione dei crediti secondo I nuovi principi contabili Dott. Salvatore Calandra Banco di Sicilia Facoltà di Economia Palermo 14 maggio 2003.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La valutazione dei crediti secondo I nuovi principi contabili Dott. Salvatore Calandra Banco di Sicilia Facoltà di Economia Palermo 14 maggio 2003."— Transcript della presentazione:

1 La valutazione dei crediti secondo I nuovi principi contabili Dott. Salvatore Calandra Banco di Sicilia Facoltà di Economia Palermo 14 maggio 2003

2 Attività Passività Obbligazioni emesse 100 L’esempio dell’acquisto di Obbligazioni proprie Secondo lo IAS 39 le obbligazioni proprie riacquistate devono essere stornate L’APPROCCIO FINANZIARIO DEGLI IAS Obbligazioni proprie 108

3 IAS 39 – la valutazione dei crediti – introduzione  I crediti originati dall’impresa secondo un approccio finanziario, sono valutati al costo ammortizzato;  I crediti acquisiti dall’impresa con finalità di negoziazione devono essere valutati coerentemente con gli altri strumenti finanziari aventi la medesima destinazione, ossia a fair value.  Il criterio di valutazione applicato ai crediti è sia analitico (su base specifica) che di Gruppo (quando si procede a valutazione sulla base di portafogli omogenei “impairment di gruppo”).

4 L’ISCRIZIONE INIZIALE Nella fase di erogazione del credito, dal punto di vista contabile bisogna procedere, per la prima volta, alla registrazione dell’attività e alla determinazione del valore da iscrivere. A tal proposito, gli IAS prevedono la rilevazione all’origine del credito al “COSTO” inteso come: FAIR VALUE del corrispettivo comprensivo dei costi della transazione ad esso associabili

5 Metodo dell’interesse effettivo È un metodo di calcolo dell’ammortamento che utilizza per la valorizzazione del costo ammortizzato il tasso di interesse effettivo di un’attività o passività finanziaria. Il tasso di interesse effettivo è il tasso che rende il valore attuale del flusso dei pagamenti attesi fino alla scadenza, o fino alla prossima valutazione basata sul prezzo di mercato, esattamente uguale al valore contabile corrente. Di seguito sono forniti alcuni esempi sull’applicazione del tasso interesse effettivo per finanziamenti con caratteristiche differenti. Gli IAS prevedono la valutazione del prestito al costo ammortizzato determinato a sua volta sulla base del “Metodo dell’interesse effettivo” (1) (1) Questo vale per lo IFRS 39 Exposure Draft. Lo IFRS 39 attualmente in vigore prevede il metodo del costo ammortizzato per i prestiti con scadenza fissa, ed il metodo del costo per quelli che non hanno una scadenza fissa.

6 Esempio 1 Esempio di calcolo interessi Finanziamento di 1.000, tasso d’interesse contrattuale 10%, nessuna commissione. Il tasso effettivo di rendimento che uguaglia i flussi di cassa al costo iniziale è lo stesso tasso contrattuale %Tasso di attualizzazione 0,1 InteressiCommissioniValore attuale 1 anno anno anno anno anno Totale

7 Esempio 2 Esempio di calcolo interessi Finanziamento di 1.000, tasso d’interesse contrattuale 10%, commissioni annuali 1%. Il tasso effettivo di rendimento che uguaglia i flussi di cassa al costo iniziale è l’11% %1%Tasso di attualizzazione 0,11 InteressiCommissioniValore attuale 1 anno anno anno anno anno Totale

8 Esempio 3 Esempio di calcolo interessi Finanziamento di 1.000, tasso d’interesse contrattuale 10%, commissioni iniziali 5%. Il tasso effettivo di rendimento che uguaglia i flussi di cassa al costo iniziale di 950 ( di commissioni iniziali) è dell’11,37% %Tasso di attualizzazione 0,1137 InteressiValore attuale 1 anno anno anno anno anno Totale

9 Esempio 3 Esempio di calcolo interessi L’incasso anticipato della commissione porta ad una diminuzione del costo iniziale, che sarà “ammortizzato” con la rilevazione di un maggior interesse effettivo. Inizio annoInteresse Effettivo IncassiFine anno 1 anno = anno = anno = anno = anno = 0

10 Esempio 4 Esempio di calcolo interessi Finanziamento di 1.000, tasso d’interesse contrattuale 10%, spese non recuperate direttamente (es. imposta sostitutiva su finanziamento agevolato) 0,25% pari a 2,5. Il tasso effettivo di rendimento che uguaglia i flussi di cassa futuri al costo iniziale di 1002,5 ( ,5) è del 9,935% %Tasso di attualizzazione 0,09935 InteressiValore attuale 1 anno anno anno anno anno Totale ,5

11 Esempio 4 Esempio di calcolo interessi La spesa non direttamente recuperata porta ad un incremento del costo iniziale, che sarà “ammortizzato” con la rilevazione di un minor interesse effettivo. Inizio anno Interesse Effettivo IncassiFine anno 1 anno1002,5+99,6-100= 1002,1 2 anno1002,1+99,6-100= 1001,7 3 anno1001,7+99,5-100= 1001,2 4 anno1001,2+99,5-100= 1000,6 5 anno1000,6+99, = 0

12 Valutazione individuale del credito Lo IAS 39 prevede che i crediti siano iscritti per l’ammontare nominale in essere, a meno che non vi siano “prove oggettive” del loro deterioramento. Questi elementi obiettivi possono essere così riepilogati:  significative difficoltà finanziarie;  un’effettiva violazione del contratto, quale inadempimento o un mancato pagamento degli interessi o del capitale;  la concessione al debitore di dilazioni temporali (che il creditore non avrebbe altrimenti preso in considerazione) per ragioni economiche o legali relative alla difficoltà finanziaria del debitore stesso;  probabilità di fallimento o di altra procedura concorsuale;  rilevazione di una perdita durevole di valore su quell’attività verificatasi in un precedente esercizio;  il venir meno di un mercato attivo preesistente per difficoltà finanziarie;  andamento storico degli insoluti di un portafoglio di crediti. In questi casi il credito viene iscritto a bilancio al valore attuale dei futuri flussi di pagamento attesi scontato con il tasso d’interesse effettivo. La differenza fra l’ammontare in essere e il valore attuale così determinato verrebbe allora imputata a conto economico.

13 Valutazione collettiva del credito La valutazione collettiva è compiuta per i crediti con caratteristiche di rischio similari. In tal senso, occorrerà considerare i seguenti elementi:  Forma tecnica  Settore e ramo economico  Localizzazione geografica  Garanzie  Serie storiche

14 Metodologia da adottare: ‘Discounted cash flow model’ Valore effettivo di recupero =  Flussi futuri capitale e interessi Fattore di attualizzazione (1) (1) Il tasso di attualizzazione è il tasso effettivo originario oppure il tasso d’interesse corrente quando si tratta di finanziamenti a tasso variabile. Valutazione collettiva del credito


Scaricare ppt "La valutazione dei crediti secondo I nuovi principi contabili Dott. Salvatore Calandra Banco di Sicilia Facoltà di Economia Palermo 14 maggio 2003."

Presentazioni simili


Annunci Google