La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA LEGISLAZIONE E LE FONTI DEL DIRITTO Le fonti del diritto vanno interpretate secondo questo percorso: 1- Gerarchia della fonte(Costituzione,fonti primarie.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA LEGISLAZIONE E LE FONTI DEL DIRITTO Le fonti del diritto vanno interpretate secondo questo percorso: 1- Gerarchia della fonte(Costituzione,fonti primarie."— Transcript della presentazione:

1

2 LA LEGISLAZIONE E LE FONTI DEL DIRITTO Le fonti del diritto vanno interpretate secondo questo percorso: 1- Gerarchia della fonte(Costituzione,fonti primarie e secondarie); 2- Competenza territoriale(nazionale,regionale); 3- Specificità sul tema(la norma specifica prevale su quella generale); 4- Successione temporale(l’ultima emanata approfondisce- modifica-integra la precedente); INOLTRE LE NORME GIURIDICHE VENGONO DETERMINATE SECONDO: SUCCESSIONE E ABROGAZIONE; GIURISPRUDENZA;

3 LA SICUREZZA NEL CONTESTO CEE Le norme comunitarie sono presentate agli Stati membri sotto forma di: REGOLAMENTI(insieme di norme vincolanti); DIRETTIVE(atti normativi della comunità); DECISIONI(atti normativi vincolanti); RACCOMANDAZIONI(consigli da attuare in una legge);

4 CERTIFICAZIONE PRODOTTI CEE Per dimostrare la conformità dei prodotti alle norme si attuano 3 vie: Dichiarazione del fabbricante(documento che dichiara sotto la propria responsabilità); Attestato di conformità(rilasciato da laboratorio e sottoposto a prove); Certificazione di conformità(rilasciata da un organismo indipendente);

5 MARCHI DI QUALITA’ Rappresentano una dichiarazione sintetica e visibile della conformità dei prodotti ai requisiti di buona tecnica e di sicurezza. Tra i marchi più conosciuti rappresentiamo: UNI-CEI quando superano controlli di qualità in fabbrica; CEE che li riconosce come enti unici italiani; ISO che rappresenta l’Italia in campo internazionale; CEN che rappresenta la sede europea; Infine UNI e CEI hanno così fondato: CSQ(certificazione dei sistemi aziendali di qualità); SINAL(sistema nazionale per l’accreditamento dei laboratori di prova);

6 ENTI NAZIONALI,EUROPEI,E INTERNAZIONALIINTERESSATI A NORMAZIONE E CERTIFICAZIONE ENTI A LIVELLO INTERNAZIONALE ISO(International organization for standardization).Raggruppa 81 paesi IEC(International electrotechnical commission).Agisce solo per il settore elettrotecnico ENTI A LIVELLO EUROPEO CEN(Comitato europeo di normalizzazione).Viene accettata dai Paesi attraverso singoli enti CENELEC(Comitato europeo di normalizzazione elettronica).Emette argomenti di armonizzazione ENTI A LIVELLO NAZIONALE UNI(Ente nazionale italiano di unificazione).Unifica norme,definisce tipi unificati di materiali e macchine CEI(Comitato elettrotecnico italiano).Si occupa della normativa nel settore elettrotecnico-elettronico IMQ(Istituto italiano del marchio di qualità).Gestisce il sistema di certificazione di apparecchi elettrici CIG(Comitato italiano gas).Legifera la sicurezza di apparecchiature ad utilizzazione a gas ICIM(Istituto per la certificazione industriale per la machina).Rilascia certificazioni tramite il suo marchio CNR(Consiglio nazionale delle ricerche).Esercita una funzione di consulenza alle attività scientifiche ENEA(Ente nazionale energie alternative).Provvede alla vigilanza delle attività con elementi radioattive IMQ Attesta la conformità su materiali elettrici,apparecchiature elettriche IMQ Attesta la conformità su materiali elettrici,apparecchiature elettriche e apparecchi a gas. Infatti per questo motivo l’UE ha introdotto la marcatura CE contrassegnandone la validità.

7 INTEGRAZIONE SISTEMI QUALITA’-SICUREZZA-AMBIENTE La legislazione comunitaria e nazionale induce le imprese a dotarsi di questi sistemi al fine di rispettare regole comuni.Perciò soddisfare i requisiti di integrazione indica responsabilità nei confronti della salute,dell’ambiente e della sicurezza che allo stesso tempo ci permette di: Migliorare l’efficienza e l’organizzazione sociale; Ridurre le perdite per la non qualità a beneficio dell’ambiente; Creare un modo di lavorare del tutto ordinato tramite procedure,manutenzione e formazione che vadano a beneficio alla sicurezza;

8 IL SISTEMA NORMATIVO ISO 9000 Le norme ISO 9000 sono un insieme di norme adibite all’introduzione ed alla gestione dei Sistemi Qualità.Si contraddistinguono in 5 gruppi: ISO 9000=regole per la procedura aziendale della qualità e della sua stessa assicurazione; ISO 9001=criteri per l’assicurazione della qualità nello sviluppo,progettazione,fabbricazione ed assistenza nella stessa; ISO 9002=criteri per l’assicurazione della qualità nell’installazione,dove l’azienda deve garantirne il prodotto finale comprendendo l’acquisizione dei prodotti; ISO 9003=criteri per l’assicurazione della qualità nei controlli e nei collaudi; ISO 9004=criteri che riguardano la conduzione aziendale per la qualità; Inoltre la certificazione ISO 9000 è un atto rilasciato da un organismo indipendente al fine di dichiarare presentandosi con riconoscimento.

9 MODELLO DI UN SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE ISO La tabella sotto riportata la norma ISO che prevede che l’azienda mantenga una procedura efficace di gestione ambientale ANALISI AMBIENTALE PRELIMINARE POLITICA AMBIENTALE REALIZZAZIONE E OPERATIVITA’ VERIFICA E AZIONI CORRETTIVE RIESAME DA PARTE DELLA DIREZIONE MIGLIORAMENTO CONTINUO PIANIFICAZIONE

10 INTEGRAZIONE STRUMENTI S-Q-A Il sistema gestionale più diffuso per integrare queste tre aree(sicurezza-qualità-ambiente) è il Ciclo o Ruota di Deming,ossia nella ripetizione di quattro fasi: 1. PLAN che ha il compito di definire gli obiettivi e le risorse operative; 2. DO che esegue le azioni previste nel piano; 3. CHECK che ne verifica i risultati; 4. ACT che corregge le inefficienze e consolida le sperimentazioni;


Scaricare ppt "LA LEGISLAZIONE E LE FONTI DEL DIRITTO Le fonti del diritto vanno interpretate secondo questo percorso: 1- Gerarchia della fonte(Costituzione,fonti primarie."

Presentazioni simili


Annunci Google