La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Strazzari Le biografie LINGUISTICHE. Strazzari Conoscere il percorso scolastico precedente Il bambino può essere : -Non ancora scolarizzato nel Paese.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Strazzari Le biografie LINGUISTICHE. Strazzari Conoscere il percorso scolastico precedente Il bambino può essere : -Non ancora scolarizzato nel Paese."— Transcript della presentazione:

1 Strazzari Le biografie LINGUISTICHE

2 Strazzari Conoscere il percorso scolastico precedente Il bambino può essere : -Non ancora scolarizzato nel Paese d’origine -Scolarizzato nel Paese d’origine in una Lingua con alfabeto neolatino -Scolarizzato nel Paese d’origine in una Lingua con altri alfabeti -Non scolarizzato/poco scolarizzato, in situazione di analfabetismo/semianalfabetismo

3 Strazzari “Mi sento come un pesce fuor d’acqua che deve imparare a respirare e gli manca tutto “ un bambino cinese

4 Strazzari I bisogni linguistici in L2 Per i bambini stranieri l’italiano è : -la lingua in cui sono immersi -la lingua della vita e degli scambi quotidiani -la lingua dello studio e della scolarizzazione

5 Strazzari Gli Obiettivi dell’Insegnamento dell’Italiano L2 sono : Sviluppare la capacità comunicativa Sviluppare le diverse pratiche linguistiche Usare la lingua per studiare

6 Strazzari Obiettivi della prima fase di inserimento Fornire all’alunno straniero gli strumenti linguistici per entrare in relazione con i compagni e nella vita di classe. Sviluppare l’italiano utile sia alla scolarizzazione che alla socializzazione

7 Strazzari Perdere la propria lingua “Ho paura di dimenticare la mia lingua, così la sera, prima di dormire, mi ripasso sottovoce delle parole” “Ma tu sai dove sono finite tutte le parole che sapevo prima di venire in Italia?” da “Come un pesce fuor d’acqua” ( a cura di Favaro, Napoli)

8 Strazzari MANTENERE E SVILUPPARE LA Lingua 1 Bisogna imparare a far riferimento alla competenza in Lingua 1 come a un sapere aggiuntivo

9 Strazzari Il MANTENIMENTO della Lingua 1 è uno dei bisogni fondamentali che più spesso dichiarano i genitori. Perdere la Lingua d’origine è vissuto -come perdita di un bene prezioso -un impoverimento culturale e affettivo -un ostacolo alla comunicazione con i propri figli

10 Strazzari “La mia cultura profonda è segnata dalla lingua guarany, quella dei miei antenati indigeni. Mi sento molto forte della mia cultura e le altre non possono che arricchirmi perché non vengono a togliere, ma ad aggiungere qualcosa. Chi ha paura della cultura altrui è quello che non ne ha una propria” E. Molinas Leiva, Paraguay

11 Strazzari La storia di CHAO Un percorso dal pensiero in lingua materna all’italiano Chao racconta le storie Chao scrive le storie al computer Chao incomincia a scrivere testi autobiografici Chao scrive sugli stessi temi dei suoi compagni Chao scrive le storie in cinese: “ Lo faccio a casa, tanto io scrivo sempre delle parole per non dimenticare…”

12 Strazzari “Non ci può essere dialogo dove qualcuno è costretto a oscurare le proprie radici” M.Chini

13 Strazzari Rispettare,senza ansie, il periodo di silenzio (da pochi giorni ad alcuni mesi) Cercare piuttosto di capire se il silenzio è quello dell’attesa ( di scambi, di comunicazione) o è un silenzio vuoto, che segnala disagio, ripiego, reazione

14 Strazzari Prime attività Per un primo approccio alla lettura : Preparare l’ascolto con : - un’immagine - la presentazione delle parole chiave Ascoltare e riascoltare l’insegnante che legge il testo Lettura dell’allievo ad alta voce

15 Strazzari Insegnare il lessico che serve a : Chiedere Richiamare l’attenzione Rispondere a richieste e comandi (metodo della risposta fisica : il bambino impara facendo) Denominare oggetti, azioni, persone (della cartelli plurilingui attaccati agli oggetti dell’aula: classe cooperativa)

16 Strazzari COME? Presentazione del lessico relativo ai bisogni, gli interessi, le attività comunicative quotidiane Memorizzazione e riutilizzo Introduzione del nuovo vocabolario in strutture via via più complesse

17 Strazzari Uso del PC Le Clip Art, per l’apprendimento del lessico attraverso le immagini. La videoscrittura per le prime semplici attività di scrittura : scrivere un biglietto un elenco un invito abbinare parole e immagini

18 Strazzari Leggere le immagini per: Immaginare la trama di un semplice racconto Inventare un breve dialogo Apprendere nuove parole Utilizzare i fumetti Utilizzare proprie fotografie per brevi narrazioni autobiografiche.

19 Strazzari Le immagini sono molto importanti perché: Suscitano interessi e ricordi Stimolano l’espressione spontanea Sono motivanti Favoriscono la riappropriazione di conoscenze Stimolano la prima comunicazione Risvegliano il patrimonio delle conoscenze individuali

20 Strazzari Quali immagini ? Meglio utilizzare immagini autentiche, appartenenti alla cultura d’origine dei nostri bambini, e perciò non filtrate dagli stereotipi: figure tratte dai loro libri di scuola loro fotografie fotografie tratte da cataloghi di viaggio cartoline

21 Strazzari Possiamo utilizzare le immagini per costruire con gli alunni validi strumenti didattici: tombole figurate storie illustrate percorsi autobiografici commenti e racconti spontanei di esperienze

22 Strazzari Accertare le competenze in ingresso

23 Strazzari Il QUADRO COMUNE EUROPEO di riferimento per le Lingue (Common European Framework) CONSIGLIO D’EUROPA

24 Strazzari IL Framework europeo fornisce una base comune in tutta l’Europa per l’elaborazione di programmi, linee guida curricolari, esami, libri di testo per le lingue moderne. Il modello delineato si riferisce alla competenza linguistico/comunicativa

25 Strazzari I parametri di valutazione sono di tipo pragmatico, definiscono cioè che cosa un apprendente deve saper fare con la lingua all’interno di uno specifico contesto. I descrittori sono brevi, chiari, formulati in termini positivi rispetto alle competenze già acquisite e non di carenze rispetto alle competenze non ancora raggiunte.

26 Strazzari LIVELLI comuni di riferimento A Livello elementare A1 A2 contatto sopravvivenza apprendente BASICO

27 Strazzari LIVELLI comuni di riferimento B Livello intermedio B1 B2 soglia progresso apprendente INDIPENDENTE

28 Strazzari A1 o livello di contatto Misura una competenza linguistica elementare che non consente all’ apprendente di essere comunicativamente autonomo. “ Riesce a comprendere e ad utilizzare espressioni familiari di uso quotidiano e formule molto comuni per soddisfare bisogni di tipo concreto. Sa presentare se stesso/a e altri ed è in grado di porre domande su dati personali e rispondere a domande analoghe (il luogo dove abita, le persone che conosce, le cose che possiede). E’ in grado di interagire in modo semplice purché l’interlocutore parli lentamente e chiaramente e sia disposto a collaborare”

29 Strazzari LIVELLI comuni di riferimento C Livello avanzato C1 C2 efficacia padronanza apprendente COMPETENTE

30 Materiali Centro COME Per un test d’ingresso… alcune considerazioni: -il test d’ingresso è uno strumento che consente al docente di individuare al meglio gli obiettivi linguistico- comunicativi del suo piano di lavoro (non costituisce perciò una valutazione dell’ apprendente) -L’accertamento delle competenze e abilità linguistiche deve essere GLOBALE, cioè incentrato sulla competenza comunicativa nel suo complesso, non sul solo possesso delle singole strutture morfosintattiche

31 Materiali Centro COME - nell’elaborazione di un test d’ingresso è di fondamentale importanza tenere conto della specificità dei destinatari e della loro motivazione all’apprendimento della L2 LE PROVE E’ opportuno testare le 4 abilità: -comprensione e produzione orale -comprensione e produzione scritta Nei livelli iniziali (LP e A1) non è opportuno somministrare anche la 5a prova per l’accertamento delle conoscenze morfosintattiche.

32 Materiali Centro COME Successione temporale dei test 1.comprensione scritta 2.ascolto 3.produzione scritta 4.produzione orale


Scaricare ppt "Strazzari Le biografie LINGUISTICHE. Strazzari Conoscere il percorso scolastico precedente Il bambino può essere : -Non ancora scolarizzato nel Paese."

Presentazioni simili


Annunci Google