La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1. peso crescente delle classi anziane 2. progressiva riduzione della durata delle degenze ospedaliere 3. radicale mutamento delle strategie sanitarie.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1. peso crescente delle classi anziane 2. progressiva riduzione della durata delle degenze ospedaliere 3. radicale mutamento delle strategie sanitarie."— Transcript della presentazione:

1

2 1. peso crescente delle classi anziane 2. progressiva riduzione della durata delle degenze ospedaliere 3. radicale mutamento delle strategie sanitarie 4. implementazione degli strumenti di supporto clinico-terapeutico per patologie richiedenti interventi ad alta complessità assistenziale Premessa

3

4

5 L’IR può essere causata da un danno che intervenga a livello di qualsiasi anello della catena. Sappiamo che:

6 Livelli Essenziali Assistenza Art. 22

7 Vantaggi: - Prolungare la sopravvivenza dei pazienti migliorandone le condizioni fisiche e psichiche - Ridurre le spese di gestione di questi malati rispetto ai costi di degenza ospedaliera - I pazienti possono continuare a risiedere nel proprio ambiente familiare evitando il ricovero in ospedale.

8 Area Respiratoria - DISTRETTI FORTI - DISTRETTI DEBOLI RG CT SR ME TP AG CL EN PA SITUAZIONE REGIONALE

9 Dimensione del problema in Sicilia Quanti sono i pazienti con IRC? Quale tipo di risposta può dare la ricognizione del dato di codifica ? Le ASP siciliane hanno oggi un sistema certo di rilevamento dati unico e condiviso? Chi, dove e come deve gestire il problema?

10 Non è ancora presente in tutte le Regioni una regolamentazione regionale per l’OTLT e la VMD Nella maggior parte delle Regioni non esiste un Registro per l’OTLT e la VMD Nel 75% delle Regioni l’ADR è stata attivata in meno del 50% delle ASL Nel 55% delle Regioni non si usa alcuna forma di Telemedicina nell’ADR

11 Realtà attuale dell’assistenza pneumologica in Sicilia. Consolidata tendenza alla riduzione dei posti letto e/o dei reparti di Pneumologia. Assenza di progettualità per l’assistenza Pneumologica territoriale relativa alle patologie respiratorie croniche invalidanti.

12 Le attuali criticità Assistenza medica: medicina base- ADI Ventilazione Meccanica: presidi e ausili OLT: farmaceutico FKT: riabilitazione di conseguenza 1.Singoli interventi 2.Slegati tra loro 3.Eccesso burocratico 4.Limitazioni amministrative 5.Peso familiare 6.Mancata governance

13

14

15 IRC in Sicilia E’ verosimile che in Sicilia il n° pazienti con IRC siano circa 2000

16 Esperienza ASP di Messina Triennio

17 LA PROVINCIA DI MESSINA 108 COMUNI ABITANTI 8 DISTRETTI 184 KM DI COSTA La telemedicina può essere utile?

18 Il processo di presa in carico del paziente Richiesta di accesso Contatti con Centro che ha In cura il paz. Valutazione Ispezione domicilio Decisione sulla presa in carico Conferma della presa in carico Inizio attività routinarie Canalizzazione e verifica del possesso dei requisiti per la presa in carico Inizio del protocollo ADIR

19 La Telemedicina in Pneumologia: I risultati di un questionario in Italia De Tullio R., Dottorini M., Quaglia A., Amaducci S., Moretti A.M. Rassegna di Patologia dell’Apparato Respiratorio 2004, 19:11-17 Pneumologist responses and opinion on Telemedicine  Ritieni che la Telemedicina possa essere utile per la gestione del Paziente respiratorio? SI 214 (97%)  Saresti interessato a partecipare a un progetto di Telemedicina? SI 199 (90%)  Hai avuto esperienze in progetti di Telemedicina? SI 39 (18%)

20 97%

21 Diagramma di flusso

22 I costi del servizio ADIR Costo sostenuti per singolo paziente nel periodo precedente in ADIR

23

24 Costo Totale in regime pre-ADIR 2009€ ,00 Costo Totale in regime ADIR 2009€ ,38 Risparmio ottenuto 2009€ ,62

25

26 IPOSSIEMIA  Terapia farmacologica  Ossigenoterapia (con maschera Venturi e cannula nasale)  Ventilazione meccanica (se l’ossigenoterapia risulti inefficace) IPERCAPNIA  Terapia farmacologica  Ventilazione meccanica Altre procedure  Terapia farmacologica  Terapia chirurgica

27 Altri aspetti gestionali domiciliari 1.Ossigenoterapia 2.Ventilazione meccanica

28 Risultati: 96 su 237 pazienti (40.5%) non avevano i requisiti per l’ossigenoterapia domiciliare. Nel 76% dei casi che necessitavano di ossigenoterapia il flusso prescritto era più alto di quello ritenuto necessario al controllo.

29 Criteri di prescrivibilità OTLT per pazienti con BPCO (LINEE GUIDA AIPO) Ipossiemia continua PaO 2 < 55 mmHG PaO 2 < 55 mmHG 55 > PaO 2 PaO 2 < 60 mmHg con : - Ht > 55 - Ht > 55 - Segni di CPC - Segni di CPC - Segni di CI - Segni di CI - Riscontro di cardioaritmie - Riscontro di cardioaritmie - PAPm > 25 mmHg - PAPm > 25 mmHg Ipossiemia intermittente Desaturazione notturna Desaturazione notturna SaO 2 < 90 % per 30 % della durata totale del sonno Risposta a testo con O 2 Desaturazione da sforzo Desaturazione da sforzo SaO 2 < 90 % durante sforzo Risposta a testo con O 2

30

31 Counseling telefonico 24/24 ore con HCP associato all’uso di un saturimetro domiciliare Gestione telematica della OLT Ma soprattutto saturimetria Frequeza cardiaca Consumo di O2 Compliance terapeutica Obiettivi auspicabili

32 In tema di OLT… Il sistema di distribuzione tramite farmacia (fino a luglio 2008) non consentiva di conoscere l’esatto numero di fruitori di OLT. Contenitori Distribuiti n° Spesa sostenuta € Il sistema non era governabile perché non esisteva una anagrafe dei fruitori di OLT. Il sistema era sbilanciato in quanto vedeva prevalere interessi convergenti (Farmacia-Ditta fornitrice-Assistito) a danno dell’erogatore di spesa.

33 Percorso Sinergia Home Care Respiratoria-Dipartimento Farmaco – Provveditorato Stesura capitolato Individuazione ditte fornitrice – HCP Risultati 1.contezza del numero dei pazienti fruitori di OLT, della loro dislocazione territoriale, dei livelli medi di consumo di farmaco, della definizione della loro patologia, della spesa TAORMINA148 MESSINA NORD435 MESSINA SUD315 MILAZZO299 LIPARI55 BARCELLONA236 PATTI130 S.AGATA237 MISTRETTA80 VUOTE9 1944

34

35

36 Spesa sostenuta nel 2009 € Spesa presuntiva da vecchio sistema €

37 Cosa si è fatto in tema di VMD Sinergia Home Care Respiratoria – Direzione strategica Aziendale – Provveditorato - Individuazione degli HCP - Attivazione dei SERVICE

38 Conclusioni Andare oltre i LEA attraverso l’effettiva PRESA in CARICO del paziente e della sua patologia Istituire le strutture di coordinamento e gestione unica aziendale - Home Care Respiratoria – Promuovere percorsi assistenziali con HCP Creare una nuova cultura pneumologia


Scaricare ppt "1. peso crescente delle classi anziane 2. progressiva riduzione della durata delle degenze ospedaliere 3. radicale mutamento delle strategie sanitarie."

Presentazioni simili


Annunci Google