La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Mappe concettuali Laboratorio dedicato neoimmessi a.s. 2014-15 Gallarate 7 maggio 2015 Varese 18 maggio 2015 Busto Arsizio 21 maggio 2015.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Mappe concettuali Laboratorio dedicato neoimmessi a.s. 2014-15 Gallarate 7 maggio 2015 Varese 18 maggio 2015 Busto Arsizio 21 maggio 2015."— Transcript della presentazione:

1 Mappe concettuali Laboratorio dedicato neoimmessi a.s Gallarate 7 maggio 2015 Varese 18 maggio 2015 Busto Arsizio 21 maggio 2015

2 Che cosa è una mappa concettuale “strumenti per la rappresentazione delle conoscenze” (Novak). In generale una mappa concettuale è una rappresentazione del reticolo di concetti- chiave concernenti un determinato argomento, con le loro reciproche interconnessioni.

3 Che cosa è una mappa concettuale La “potenza” dello strumento-mappa risiede nel suo isomorfismo con il modo in cui la conoscenza viene probabilmente archiviata e, quando è necessario, reperita nella nostra mente. Il suo essere reticolare e non lineare la rende da un lato il mezzo ideale per rappresentare la rete di collegamenti tra le nostre idee e dall’altro particolarmente idonea all’incontro con le nuove tecnologie

4 rappresentazione grafica la prima parte (pag.15) della Prefazione del testo di Novak e Gowin Imparando ad imparare da

5 “lo scopo principale dell’educazione è consentire a chi impara di farsi carico della propria personale costruzione di significato…(che)…coinvolga pensieri, sentimenti e azioni” (Novak). L’evento educativo, quindi, non può essere che un evento collaborativo tra alunno e docente, dove ha luogo uno scambio emotivo ed un’attribuzione comune di senso la mappa concettuale non riproduce una realtà esterna al pensiero che abbia i caratteri dell’oggettività e della certezza, ma traccia un percorso personale di costruzione autonoma della conoscenza, che per rendersi comunicabile e condivisibile deve essere “negoziata” in una relazione con altri soggetti interessati alle stesse conoscenze.

6 Perché le mappe Per esprimere informazioni Per mettere in relazione concetti (anche di collegamento tra conoscenze pregresse e nuove conoscenze - favorisce la gerarchizzazione dei concetti - incoraggia la scoperta di collegamenti tra concetti diversi) Per visualizzare strategie Per rappresentare metafore Per favorire l’apprendimento metacognitivo

7 Quello che serve per apprendere non è la mappa, ma la costruzione della mappa… Come e perché usare le mappe nell’attività didattica: esplorare le preconoscenze degli alunni Monitorare i progressi nell’apprendimento Valutare l’apprendimento Programmare l’apprendimento Favorire la comprensione della lettura Pianificare una relazione, un tema, una esposizione orale, prendere appunti, Ricavare significati da attività di laboratorio o visite guidate,…

8 Spunto operativo: strategie di costruzione di una mappa concettuale in classe Fase preparatoria: dopo avere focalizzato il significato del termine concetto (e di parola-nome come etichetta per il concetto), verrà proposta agli alunni la fotocopia di una pagina di libro, sulla quale dovranno individuare i concetti-chiave ed alcune parole-legame

9 Spunto operativo: strategie di costruzione di una mappa concettuale in classe Fase di costruzione collettiva, con questa sequenza di operazioni: 1. Individuazione del concetto di partenza 2. Raccolta dei concetti da inserire nella mappa 3. Selezione dei concetti 4. Costruzione della mappa e dei collegamenti 5. Scelta delle parole-legame 6. Gerarchizzazione della mappa OSS: il ruolo del docente, in questo tipo di lavoro, deve limitarsi ad essere “maieutico” in senso socratico

10 Spunto operativo 2 Fornire stampati di note guidate, che strutturino una "mappa" con i punti chiave dei contenuti della lezione e con parti mancanti che devono essere completate dagli studenti man mano che progredisce la lezione. Questo metodo offre agli studenti un quadro ma richiede l'ascolto attivo, ed è perciò più efficace rispetto al fornire diapositive o documenti completi per software di presentazione quali es. Powerpoint. Alcune ricerche sembrano indicare che le note guidate migliorano l'apprendimento dei punti critici di una lezione da parte degli studenti, e quindi anche i loro punteggi nei quiz su contenuti correlati. “Da una tentazione però, il docente dovrà a tutti i costi guardarsi: la tentazione di distribuire agli alunni la propria mappa già pronta, al fine di sintetizzare un argomento” L.RUSSO, Segmenti e bastoncini

11 Spunto operativo 3 Confronto di mappe sulle stesso tema. Es: fra alunni diversi, o di diverse classi, fra colleghi non necessariamente della stessa materia. Perché il confronto sia istruttivo non è necessario, infatti, che i due o più estensori della mappa condividano la stessa forma mentis e nemmeno che siano allo stesso livello per competenza specifica sull’argomento (inoltre: ….non esiste la mappa di un certo argomento, ma esistono tante mappe possibili e valide quanti sono gli estensori)

12 Spunto valutativo: criteri di valutazione di mappe Ogni livello di gerarchia: 5 punti Ogni descrizione valida di concetto: 2 pt.i Ogni relazione valida: 1 punto Ogni relazione trasversale importante: 10 punti ( per le meno importanti: 2 punti) Esempi: 1 punto (proposta di Knowledge Manager) In relazione alla differenziazione progressiva, 2 punti ad ogni relazione valida tra concetti In relazione all’organizzazione gerarchica, il punteggio derivante dalla differenziazione dei concetti andrà moltiplicato da 3 a 10 volte, a giudizio del docente In relazione alla conciliazione integrativa i legami trasversali andranno valutati in misura 2 o 3 volte maggiore rispetto ad ogni livello gerarchico Agli esempi sarà attribuito 1 punto (Novak)

13 Qualche strumento

14 Esempio

15

16

17 17

18 Perché wikimindmap attività di brainstorming comunicazione del pensiero socializzazione della conoscenza organizzazione della conoscenza progettazione e realizzazione di percorsi formativi interdisciplinari organizzazione delle risorse, delle attività, dei tempi cooperative learning sviluppo e potenziamento di stili di pensiero

19 https://connected-mind.appspot.com/

20 Esempio

21

22 Esercitazione Confronto tra mappe su Cartesio ideate rispettivamente da un professore di storia/filosofia e da uno di matematica; o tra mappe sulla tragedia stilate da professore di italiano (greco), lingua straniera, arte… ( “gioco” per una programmazione originale!)

23 Un po’ di slides…

24

25 Esempio

26 Schede didattiche - mappe mappe-risorse per la scuola primaria e-didattiche/scuola-elementare/http://www.aiutodislessia.net/sched e-didattiche/scuola-elementare/ mappe-risorse per la sec I grado Scuola Media | AiutoDislessia.netScuola Media | AiutoDislessia.net

27 esempio


Scaricare ppt "Mappe concettuali Laboratorio dedicato neoimmessi a.s. 2014-15 Gallarate 7 maggio 2015 Varese 18 maggio 2015 Busto Arsizio 21 maggio 2015."

Presentazioni simili


Annunci Google