La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Www.h2training.eu Capitolo: 2 Concetto di veicolo alternativo Quadro generale sui principi di lavoro, motori alternativi e nuovi modelli di auto, in particolare.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Www.h2training.eu Capitolo: 2 Concetto di veicolo alternativo Quadro generale sui principi di lavoro, motori alternativi e nuovi modelli di auto, in particolare."— Transcript della presentazione:

1 Capitolo: 2 Concetto di veicolo alternativo Quadro generale sui principi di lavoro, motori alternativi e nuovi modelli di auto, in particolare i veicoli a celle a combustibile.

2 Contenuti 1. Introduzione: leggi europee e statunitensi sulle emissioni. 2. Motori a combustione interna (ICE). Motori diesel e a benzina. Motore a rotazione (motore Wankel). 3. Motori ibridi. Semi-ibridi. Completamente ibridi. Ibridi con Plug-In. 4. Motori elettrici. Batterie. Celle a combustibile. 5. Veicoli a celle a combustibile. Tipi e concetti di auto. Componenti. Efficienza. Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5

3 Norme europee sulle emissioni Benzina (emissioni in mg/km) Diesel (emissioni in mg/km) Fonte: Aigle/Krien/Marz 2007, 19 Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5 Fonte: Aigle/Krien/Marz 2007, 19 I

4 Norme europee sulle emissioni: ossido di azoto e particelle Ossido di azoto Particolato Fonte: Aigle/Krien/Marz 2007,72 Fonte: Aigle/Krien/Marz 2007,77 Lossido di azoto e le particelle sono pericolosi per la salute. In particolare, le nano- particelle (PM) sono pericolose. I motori diesel emettono molto più NOx e PM dei motori a benzina. I filtri anti particolato e i abbattitori di NOx post combustione sono necessari per un diesel pulito. Restrizioni per vecchie macchine diesel nelle aree urbane (direttiva europea) Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5 B

5 Norme sulle emissioni della California In California la legge più severa sulle emissioni. La California detiene il 4% sul mercato di veicoli a zero emissioni (ZEV). Automobili ibride e a gas naturale possono essere accreditate. ZEV sono solo auto a celle a combustibile e a batteria. Nota 1: non ci sono limiti per CO2. Nota 2: la produzione di un carburante produce emissioni! LEV - Low E. V. (Emission Vehicle) ULEV - Ultra Low E. V. SULEV - Super Ultra Low E. V. EZEV - Equivalent Zero E. V. PZEV1 - Partial Zero E. V. ZEV - Zero E. V. Data: Aigle/Krien/Marz 2007, 24 own Illustration Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5 B

6 Quadro generale dei carburanti I carburanti sulla sinistra sono usati con motori diesel (diesel-ICE). I carburanti sulla destra sono compatibili con motori a benzina (Otto-ICE). Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5 Fonte: Aigle/Krien/Marz 2007, 43 B

7 Motori a combustione interna (ICE) Principio Invenzione nel 1876: Primo motore a 4 tempi sviluppato da Nikolaus August Otto. Prima automobile nel 1886: Sviluppata da Gottfried Daimler e Carl Benz. Principio dei 4 tempi: Immissione. Compressione. Accensione. Scappamento. Tipi di motore: Motore Diesel (auto accensione). Motore Otto. Nikolaus OttoRudolph Diesel Fonte: Wikipedia 2007 Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5 Fonte: WBZU 2007 gas di scarico valvola di scarico pistone Cilindro biella Manovella direzione di rotazione valvola di immissione candela di accensione miscela aria-benzina fascia elastica B

8 Un esempio: DaimlerChrysler BlueTec. Il diesel più pulito? Motore Diesel V6. Cilindrata: 2987 cmc. Rendimento massimo: 154 kW. Coppia: 526 Nm. Consumo di carburante: 7,0 Litri/km. Autonomia: 1200 km. Velocità massima: 250 km/h. Prestazioni: km/h: 6.6 sec. Trattamento emissioni NOx (DeNOx). Costo: EUR. Mercedes E320 Bluetec Introduzione sul mercato US nel 2007, (Permesso in 45 Stati) Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5 Discussione: Futuro dei motori Diesel? Tecnologia convenzionale contro motori alternativi B

9 Lidrogeno ICE – Un motore convenzionale con un carburante nuovo Il progetto di un motore H2 è simile a quello di un motore a gas. Le differenze provengono da specifiche dellidrogeno, e misure costruttive sono necessarie ad evitare ritorni di fiamma. Auto con un H2-ICE in California sono classificate come PZEV. Le emissioni di NOx si verificano perché lazoto è contenuto nella combustione del gas. H2-ICE è meno efficiente delle celle a combustibile. BMW testerà 100 auto con un H2-ICE nel 2008 (Hybrogen7). Hydrogen7 from BMW Fonte: BMW 2006 Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5 Discussione: la mggior parte di costruttori di auto considera lidrogeno in combinazione con le celle a combustibile come il concetto del futuro. Perché la BMW si focalizza sul H2-ICE ? B

10 Motore a rotazione: Principio Primo modello nel 1954: Felix Wankel. Prima applicazione Audi Ro80 (fino al 1977). Principio a 4 cilindri But: E utilizzato un pistone rotante al posto di un pistone in linea. Principale vantaggio: progetto compatto. Felix Wankel Fonte: HyCar 2006 Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5 Ingresso aria Gas esausti Albero eccentrico Iniettore di idrogeno collegato elettricamente B

11 Un esempio: Mazda´s RX-8 a idrogeno Lultimo segno di vita del motore di Wankel? Due motori rotativi. Bivalente: Benzina e Idrogeno (CGH2). Cilindrata: 2x654 cmc (1.308 cmc). Erogazione massima del motore: Max potenza benzina: 154 kW. Max potenza idrogeno: 80 kW. Coppia: benzina: 222 Nm. Idrogeno: 140 Nm. Serbatoio: Idrogeno: 110 litri bar). Serbatoio benzina 61 litri. Autonomia: Idrogeno. 100 km. Benzina: 549 km. Velocità massima 170 km/h (modalità H2). Peso a vuoto: 1460 kg. Prezzo: concept car. Mazda-RX8 Fonte: Mazda 2006 Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5 B

12 Autoveicoli ibridi Invenzione nel1902 Ferdinand Porsche. Primo veicolo per produzione di massa nel 1997 Toyota Prius. Oggi: Toyota ha venduto diverse centinaia di migliaia di auto Prius II in tutto il mondo. In particolare negli Stati Uniti e in Giappone (vedi grafico). Molti produttori di auto sviluppano veicoli ibrdi oggi. Idea di base: Integrazione al motore a combustione con un motore elettrico. Accumulo di energia elettrica in batterie, es. energia di frenata. Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5 Source: Manager-Magazin 2005 B

13 Auto ibride: Principi e concezione Modelli differenti di auto ibride Micro ibrido: start-stop elettrico automatico. Semi ibrido: recupero dellenergia di frenata. Completamente ibrido: può funzionare in modalità elettrica. Differenti conformazioni di propulsione Ibrido in parallelo. Ibrido in serie. Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5 Fonte: Aigle/Marz 2007, 65 B

14 Ibrido in serie e in parallelo In un sistema in parallelo il motore endotermico e il motore elettrico possono trasmettere la potenza alla trasmissione. Vantaggio principale: entrambi i motori possono essere usati contemporaneamente. In un sistema in serie il motore endotermico funziona come generatore per produrre energia elettrica. Solo il motre elettrico è connesso alla trasmissione. Vantaggio principale: il motore endotermico può funzionare sempre con una efficienza elevata. In un sistema misto, detto serie- parallelo, possono essere combinati entrambi i vantaggi. Fonte: Bady 2000 Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5 B

15 Un esempio: Toyota Prius Una storia di successo made in Japan Motore a combustione: ciclo Otto, 4- cilindri: Cilindrata:1497 cmc. Potenza nominale: 57 kW. Coppia nominale: 115 Nm 4000 g/min). Motore elettrico: sincrono AC: Potenza nominale: 50 kW. Coppia nominale: 400 Nm 1200 g/min). Batteria: Ni-MH. Consumo combustibile: 4,3 litri. Autonomia: 1050 km. Serbatoio: 45 Liter. Velocità massima: 170 km/h. Prestazioni 0-100km/h: 10,9 sec. Peso a vuoto: 1400 kg. Emissioni CO2: 104 g/km. Prezzo: Source: Toyota 2006 Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5 Toyota Prius B

16 Veicoli elettrici Veicolo elettrico di von Trouve Fonte: Elektroauto-Tipp 2006 Prima macchina elettrica nel 1881: Gustav Trouve. Un veicolo elettrico fu il primo a a raggiungere la velocità massima di 100 km/h nel1889. Tipologia di batterie: Batterie al piombo e acido. Batterie di nuova generazione. Tipi di motori elettrici: Corrente continua (dc). Corrente alternata (ac). I motori elettrici hanno efficienza elevata e una buona coppia a bassi regimi. Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5 B

17 Generalità sulle batterie per trazione Batterie al piombo e acido. Tencologia comune, ma la densità di energia è troppo bassa. Autonomia limitata, le batterie sono troppo pesanti. Le auto giocano un ruolo solo in alcune nicchie (es. uso urbano). Batterie di nuova tecnologia. Nickel-cadmio, Nickel-idruri metallici, Ioni di Litio. Solo la densità di energia delle batterie a ioni di litio è sufficiente per ottenere autonomie adeguate. Le auto elettriche escono dalla nicchia. Problemi: Cosi, sicurezza e durata. Fonte: Aigle/Marz 2006, 77 Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5 I

18 Un esempio: Mitshubishi Lancer Evolution: batterie a ioni di litio e motori alle ruote Quattro motori alle ruote sincronizzati. Max. Potenza : 50 kW. Max. Coppia: 518 Nm. Batterie: Ioni di litio: Capacità 95 AH. Tensione circuito aperto: 336V. Energia nominale: 32 kWh. Autonomia: 250 km. Velocità massima: 180 km/h. Peso a vuoto:1590 kg. Emissioni CO2: 0 (localmente). Prezzo: Prototipo. Produzione di serie pianificata per il Mitsubishi Lancer Evolution Fonte: Mitsubishi 2005 Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5 B

19 Il Roadster Tesla 6831 batterie ricaricabili a ioni di litio sono utilizzate nel modello Tesla. Tempo necessario per ricaricare le batterie: 3,5 ore. La durata delle batterie è sufficiente per miglia. New Performance with Li-Ionen batteries! Fonte: Umweltbrief 2007 B

20 Auto a celle a combustibile Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5

21 Storia dei veicoli a idrogeno 1807: Primo motore a idrogeno di Francois Isaac de Rivaz. 1839: Scoperta del principio di funzionamento della cella a combustibile da parte di Sir William Grove. 1860: Motore a gas a 1 cilindro di Jean Joseph Etienne Lenoir. Produzione di H2 da elettrolisi a bordo veicolo : Sviluppo del motore a 4 tempi per combustibili liquidi a cura di Otto, Benz e Daimler. 1933: Combustione di idrogeno con reforming di ammonia a bordo da parte di Nosk Hybdro. 1967: Prima auto alimentata a fuel celle di General Motors. 1970: Primo veicolo ibrido fuel cell – batteria (Austin A40) con una concessione per luso stradale. Karl Kordesch : Continuazione dello sviluppo del motore a combsutione di idrogeno. Specialmente in Giappone da Musashi. Dal1990: Sviluppo sistematico di motori a fuel cell da parte di Mercedes-Benz, Toyota, Opel, Audi, Honda e Ford. 1994: Veicolo a fuel cell Necar1 di DaimlerChrysler. Dal 2000: Prove sul campo con veicoli a fuel cell. 2003: Prove su strada con 60 Classe A a fuel cell a cura di DaimlerChrysler (in tutto il mondo). 2006: Il Governo tedesco investe 500 Milioni di Euro per 10 anni per inserire i veicoli a fuel cell nel mercato. Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5 B

22 Introduzione: Veicoli a celle a combustibile Tipologie di celle Fonte: Jörissen/Garche 200,17. Own additions Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5 I

23 Introduzione: Caratteristiche delle tipologie di fuel cell AFC PEFC / DMFC PAFCMCFCSOFC Temperatura bassaalta Catalizzatore puroMeno puro Caratteristiche del gas pulitoMeno pulito Efficienza della cella bassaelevata Complessità di sistema elevataminima Tempo di accensione Immediatoelevato Dinamica altabassa <100°CFino a1000°C Platino metallo H 2 CnHmCnHm 40-50% 50-60% Sistema di reforming Reforming interno SecondiOre Fonte: own illustration Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5 I

24 Quale tipologie per quale applicazione? Carichi continui Unità cogenerative per uso industriale Impianti per carichi di base Regola doro: Carichi dinamici Veicoli con celle a combustibile Unità di microcogenerazione per uso domestico Applicazioni portatili Appiattimento dei picchi, UPS PEFC (DMFC) PAFC MCFC SOFC Ma: non cè regola senza eccezione! Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5 B

25 Concetto del veicolo con fuel cell DaimlerChrysler ha sviluppato un prototipo (Necar5) con un reformer di metanolo a bordo. Daimler ha fermato la sua attività per seguire il concetto dellidrogeno. Molte case costruttrici puntano allaccumulo diretto di idrogeno. Molti vecioli utilizzanp idrogeno in gas compresso. Può essere compresso fino a 350 bar. In un futuro vicino saranno disponibili serbatoi a 700 bar. Lidrogeno liquido è contenuto in serbatoi criogenici. Lidrogeno liquefa a - 253°C. Fonte: Aigle/Marz 2006, 85 Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5 B

26 Principali componenti di un veicolo a fuel cell 1: Motore elettrico. 2: Sistema di celle a combustibile. 3: Serbatoio alta pressione. 4: Batteria ad alta tensione. Classe A con celle a combustibile (DaimlerChryler) Fonte: Stauch 2005 Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5 B

27 Flusso energetico in un veicolo a fuel cell In unauto a fuel cell lenergia chimica dellidrogeno è convertita in energia elettrica. Un motore endotermico converte lenergia termica del combustibile in energia meccanica (ciclo di Carnot). Confrontato col ciclo di Carnot la conversione elettrochimica è più efficiente. Fonte: Los Alamos 1999, 5 Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5 B

28 Veicoli con fuel cella a metanolo (NECAR V) Specifiche del sistema di processamento del combustibile: Combustibile: Metanolo (CH3OH). Portata idrogeno: 60 Nm³/h. Efficienza 86%. Tempo accensione: 1 minuto. Possibile accensione al di sotto di 0°C. Rapporto di compressione: 1:40. Dinamica 1.5 secondi (da fermo al 90% del carico). Costo stimato 100,000 unità/a. per unità: 10,000 unita/a. Dimensioni 800x260x320 mm. Volume / peso: 65 lt/ 95 kg. Specifiche celle a combustibile: Potenza della cella a combustibile: 75 kW el,lordo / 60 kW el,netto. Emissioni 40 %. Fonte: Tillmetz/Benz 2006 Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5 B

29 Digramma di flusso di un veicolo a celle a combustibile a metanolo Fonte: Los Alamos 1999, 16 Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5 B

30 Lo stack di celle a combustibile (Ballard) Risultati tecnici impressionanti negli ultimi annil Ballard è il costruttore di stack per automotive più conosciuto nel mondo. Gli ostacoli sono i costi, la durata e laccensione da freddo. Ma solo una piccola differenza rispetto alla prestazione dei motori endotermici di oggi. Ballard MK902 Light Duty (LD) Ballard MK902 Heavy Duty (HD) Dati: Budd 2006, 14-17, own illustration Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5 B

31 Sistema Fuel Cell Xcellsis TM HY-80 Elettronica di potenza Pompa di raffreddamento Modulo del sistema Cella a combustibile (80 kW) Elettronica di controllo Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5 Fonte: Tillmetz/Benz 2006 B

32 Serbatoio per idrogeno gas compresso (CHG) CGH2: Idrogeno compresso gassoso. Pressione 35–70 MPa e temperatura ambiente. Solitamente 2 o 3 bombole possono essere installate su un veicolo. Negli autobus possono essere installati fino a 8 serbatoi. Lautonomia varia da 200km (350 bar) fino a 500 km (700 bar). Fonte: Helmolt/Eberle 2007, 837 Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5 B

33 Sistema serbatoio per idrogeno liquido (LH2) Temperatura operativa tra i 20 e i 30 K e pressione da 0.5 fino a un massimo di 1 MPa. Problema: Inevitabile dispersione attraverso: Conduzione termica. Convezione. Radiazione termica. E necessaria unintercapedine multistrato col vuoto ad alto livello isolante (approssimativamente 40 strati di lamina metallica). Perdite per evaporazione dopo alcuni giorni. Lenergia per liquefare lidrogeno rappresenta il 30% dellenergia chimica contenuta nel serbatoio. Fonte: Helmolt/Eberle 2007, 838 Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5 B

34 Un esempio: DaimlerChrysler F-Cell Motore asincrono trifase: Potenza nominale: 65 kW. Coppia nominale: 210 Nm. Sistema a celle a combustibile: Stack PEFC Ballard Mark 902. Potenza nominale: 85 kW. Batterie: NiMh da 20kW. Serbatoio: 1,8 kg. Consumo: 4,2 l equivalenti di gasolio. Autonomia: 160 km. Velocità massima: 145 km/h. Prestazioni: 16 sec. Costi: Prototipo. Test su strada di 60 auto dal F-cell DaimlerChrysler Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5 Solo acqua! B

35 GM´s Chevrolet Equinox Fuel Cell Trazione elettrica: Motore trifase asincrono da 73 kW (massimo 94 kW), Coppia nominale: 320 Nm, Sistema di celle a combustibile: Stack: 440 celle, 93 kW. Batteria NiMH 35 kW. Durata: 2.5 anni, km. Temperatura operativa: -25 to +45°C. Accumulo combustibile: 3 serbatoi idrogeno compresso. 70 MPa kg idrogeno. Prestazioni: Accelerazione: km/h in 12s. Velocità massima160 km/h. Autonomia: 320 km. Peso a vuoto: 2010 kg. Fonte: Helmolt/Eberle 2007, 842 Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5 B

36 Confronto di efficienza ed emissioni di CO [ Efficiency (%) ] Hydrogen-driven FC Zafira (HydroGen3) Diesel Zafira (X20DTL Engine) 1. Gear 2. Gear 3. Gear 4. Gear 5. Gear Efficienza media (Ciclo di guida europeo): Efficienze: 36 % / 22 % Emissioni CO 2 (dirette): 0 g/km / 177 g/km [ Km/h ] Fonte: Hermann/Winter 2003 Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5 B

37 Efficienza complessiva veicolo FC (esempio DC) 100 % l H 2 37,7 % efficienza complessiva dal serbatoio alle ruote 62,2 % in uscita dalla FC 37,8 % Calore 45,8 % in uscita dal convertitore 16,4 % ausiliari 37,7 % alle ruote 8,1 % converter, motor, gear, differential Dati: Lamm 2002 Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5 B

38 Autobus a fuel cell Autobus Citaro di DaimlerChryslers funzionante con tecnologia a celle a combustibile. 27 autobus Citaro sono stati testati dal 2003 al 2005 in 9 città europee. Tecnologia dello stack di Ballard: Due moduli MK902 Heavy Duty con 300 kW. Sistema del serbatoio. 9 serbatoi per H2 compresso a 350 bar possono contenere 1845 litri. Autonomia. Da 200 a250 km. Velocità massima. Circa 80 km/h. Fonte: Fuel Cell Bus Club 2004 Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5 Fuel Cell Bus Citaro B

39 Stazioni di rifornimento di idrogeno nel mondo Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part stazioni di rifornimento in tutto il mondo! Fonte: H2stations.org by LBST (LBST 2007) B

40 Stazioni di rifornimento di idrogeno – Europa Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5 Fonte: H2stations.org by LBST (LBST 2007) B

41 Sources I Aigle, Thomas; Marz, Lutz (2007a): Automobilität und Innovation. Versuch eine interdisziplinären Systematisierung. Discussion Paper SPIII Wissenschaftszentrum für Sozialforschung Berlin. Aigle, Thomas; Krien, Philipp; Marz, Lutz (2007): Die Evaluations-Matrix. Ein Tool zur Bewertung antriebs- und kraftstofftechnologischer Innovationen in der Automobilindustrie. Discussion Paper SPIII Wissenschaftszentrum für Sozialforschung Berlin. Bady, Ralf (2000): Hybrid-Elektrofahrzeuge – Strukturen und Entwicklungen. Vortrag, 6. Symposium Elektrische Straßenfahrzeug. Technische Akademie Esslingen. Budd, Geoff (2006): A fuel cell bus project for Europe – Lessons learned from a fuel cell perspektive. Vortag, CUTE-Abschlusskonferenz , Hamburg. BMW (2006a): Der BMW Hydrogen 7 – eine neue Ära der Mobilität. Pressemitteilung, Internet: Zugriff: Fuel Cell Bus Club (2004) Background Information / Fuel Cell Technology / New Generation of Buses Internet: /www.fuel-cell-bus- club.com/index.php?module=pagesetter&func=viewpub&tid=1&pid=116. zugriff: Helmolt von, Rittmar; Eberle, Ulrich (2007): Fuel cell vehicles: Status In: Journal of Power Sources, 165 (2007), S Herrmann, M.; Winter, U.: Fuel Cells 2003, 3, No. 3, 141 ff. HyCar (2006): Der Wasserstoff-Wankelmotor. Informationsseiten über Wasserstofffahrzeuge von Jürgen Kern. Internet: Zugriff: Jörissen, Ludwig; Garche, Jürgen (2000): Brennstoffzellen für den Fahrzeugantrieb. In: Wengel, Jürgen; Schirmeister, Elna (Hg.): Innovationsprozess vom Verbrennungsmotor zur Brennstoffzelle – Chancen und Risiken für die baden-württembergische Industrie. Abschlussbericht. Karlsruhe, Februar 2000, S Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5

42 Sources II Lamm, Arnold (2006): PEM-BZ-Systeme für den mobilen Einsatz. Vortrag, DaimlerChrysler Forschungszentrum Ulm. Internet: stuttgart.de/rv_02_03/PEM_Brennstoffzelle_Lamm.pdf. Zugriff: LBSt (2007): Hydrogen filling stations worldwide. Internet: Los Alamos (1999): Fuel Cells. The green Power. Manager-Magazin (2005): Hybridautos – Der Airbag-Effekt. Artikel, Internet: magazin.de/unternehmen/artikel/0,2828,373740,00.html. Zugriff: Mitshubishi (2005): Mitsubishi Motors to drive forward development of next-generation EVs - Colt EV test car uses in-wheel motors & lithium-ion batteries. Pressemitteilung, Internet: Zugriff: Stauch, Thorsten (2005): Präsentation Technik F-Cell. Vortrag, Praxis-Seminar Wasserstoff­ betriebene Fahrzeuge, Weiterbildungszentrum Brennstoffzelle , Ulm. Tillmetz, Werner; Benz, Uwe (2006): Methanol Fuel Cell Power Train. Vortrag. European Biofuel Congress, 17.Oktober 2006, Essen. Toyota (2006): Seriell-paralleles Hybridsystem - Fluss der Systemenergie. Schaubild, Internet: Zugriff: Umweltbrief (2007): Tesla - ein Elektro-Roadster aus USA. Internet: Zugriff: Part 1 Part 2 Part 3 Part 4 Part 5


Scaricare ppt "Www.h2training.eu Capitolo: 2 Concetto di veicolo alternativo Quadro generale sui principi di lavoro, motori alternativi e nuovi modelli di auto, in particolare."

Presentazioni simili


Annunci Google